La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 DIARIO DI BORDO Insegnante Luigina Marrocco Relazione finale Sistemi multimediali nella didattica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 DIARIO DI BORDO Insegnante Luigina Marrocco Relazione finale Sistemi multimediali nella didattica."— Transcript della presentazione:

1 1 DIARIO DI BORDO Insegnante Luigina Marrocco Relazione finale Sistemi multimediali nella didattica

2 2 Anno Scolastico 2002/2003 Caro Diario, durante i mesi di luglio e agosto mi sono prodigata a programmare le attività didattiche da svolgere nel corrente anno scolastico nelle classi quinte sezioni A – B (50 alunni) della Scuola Elementare A. Moro di Taviano. Accanto al percorso curricolare dellambito linguistico – espressivo ho previsto anche il percorso formativo a sfondo integratore Crescere con le storie, da sviluppare in orario curricolare per tutto larco dellanno, in continuazione del percorso formativo e didattico svolto nei precedenti anni scolastici (Laboratorio espressivo)…

3 3 Ottobre 2002 … Ho lopportunità di iscrivermi e partecipare al corso di aggiornamento Sistemi multimediali nella didattica presso la facoltà di Ingegneria di Lecce. La paura è tanta! Sarò allaltezza? Le mie micro – esperienze e conoscenze saranno sufficienti per affrontare le tematiche previste dal programma del corso? … Penso e ripenso, mi affiorano alla mente le parole di un proverbio: Tentar non nuoce … …

4 4 21 Ottobre 2002 … La prima lezione è andata. Indicazioni precise: -Articolazione del corso moduli teorici e di laboratorio -Richiesta di un progetto multimediale applicato alla didattica -Sperimentazione con le proprie classi -Presentazione di una relazione finale E quasi tutto chiaro. Cè solo un quesito senza risposta: Come fare per creare il connubio tra p.c. e ambito linguistico? Una bella gatta da pelare!!!

5 5 Novembre 2002 La frequenza settimanale al corso mi ha Aperto la mente. Merito delle lezioni di didattica, delle attività di laboratorio, delle lezioni su Internet, dello scambio di esperienze tra colleghi, del confronto … ??? Sono allopera: il mio progetto didattico Crescere con le storie Crescere anche negli obiettivi, nelle strategie, negli indicatori di processo … … Aggiunti. T utto procede liscio come lolio. Il progetto è stato posto allattenzione della Preside dott.ssa Bortone, che mi ha consigliato di apportare qualche modifica.

6 6 Dicembre 2002 In questi giorni di vacanza studio o meglio leggo il materiale del corso e soffermo la mia attenzione su alcune slide LEsperto multimediale per la didattica e su alcune pagine riguardanti la didattica. Leggo: Robert Taylor proponeva una tripartizione delle modalità duso del computer nella didattica e nella formazione, usando delle metafore: Tutor insegnante per lutilizzazione del software didattico Tool strumento di lavoro Tutee lavoratore forzato

7 7 Ora è tutto più chiaro ! Per far sì che il connubio multimedialità – ambito linguistico avvenga, è necessario far utilizzare agli alunni il computer come tutor per acquisire le strumentalità di base necessarie per conoscere il software didattico come tool, strumento di lavoro per la scrittura di un testo, formattazione, acquisizione di un immagine, creazione di una presentazione, modifica di unimmagine … Per valorizzare lautonomia e la creatività operativa dellalunno e la pura reattività (esecutiva) della macchina. Gennaio 2003

8 8 Si dà il via alla sperimentazione

9 9 1° FASE Abilità di base -Conoscenza dello sviluppo storico del computer (hardware, software, dati di input/output, memoria … ) -Utilizzo del software didattico ( Word, Paint) Strategie operative -Lezioni frontali e stimoli costanti allintervento dellalunno (Braimstorming) -Attività individuali -Attivita di gruppo Gennaio 2003

10 10 Indicatori di processo -Interesse e partecipazione -Impegno -Relazioni con i compagni -Relazioni con il docente -Acquisizione di procedure -Risoluzione dei problemi -Atteggiamento convergente -Atteggiamento divergente

11 11

12 12 Indicatori di risultato Il discente: -Conosce i concetti di base della tecnologia dellinformazione -Sa accendere e spegnere il computer -E in grado di aprile e chiudere un programma -E in grado di scrivere un documento di testo e formattarlo -Conosce la funzione ed usa con procedure corrette Febbraio 2003

13 13

14 14 Strumenti e modalità Valutazione diagnostica -Colloquio: individuale collettivo -Prove aperte: Il computer Scrivere con il computer Disegnare con il computer Scrivere e formattare un testo - Questionario: Risposta multipla V o F Domanda – Risposta

15 15 2° FASE Obiettivi operativi -Conoscenza di un programma di presentazione -Individuazione delle funzioni del programma -Distinzione di una presentazione in modalità statica e dinamica -Realizzazione di una presentazione con documentazione di lavori realizzati dagli stessi alunni Strategie operative -Lezioni frontali e stimoli costanti allintervento dellalunno (Braimstorming) -Attività laboratoriali di ricerca/scoperta -Lettura e analisi di una presentazione -Attività guidate a livello crescente di difficoltà -Attività di gruppo Marzo 2003

16 16 Indicatori di processo -Interesse e partecipazione -Impegno -Relazioni con i compagni -Relazioni con il docente -Acquisizione di procedure -Risoluzione dei problemi -Atteggiamento convergente -Atteggiamento divergente Marzo 2003

17 17 Aprile 2003

18 18 Indicatori di risultato -Applica le funzioni del programma con procedure corrette -Sa creare una presentazione in modalità statica e dinamica -E in grado di aprire e chiudere il programma -E in grado di scrivere un documento di testo e formattarlo -E in grado di importare immagini da file o da scanner -E in grado di modificare unimmagine con Paint Aprile 2003

19 19 Aprile 2003

20 20 -Osservazione: osservazione, analisi delle icone presenti sulla barra degli strumenti di Power Point -Prove progressive: creazione di alcune slide con: testo, immagine pulsanti dazione -Analisi e produzione degli errori: produzione personale e/o di gruppo -Dialogo docente/alunno Strumenti e modalità Valutazione diagnostica Aprile 2003

21 21 3° FASE Aprile 2003 Obiettivi operativi Comprensione e uso delle componenti principali delle tecniche multimediali: la grafica, la musica, le animazioni … per costruire e rielaborare materiali in forma ipermediale Elaborazione, organizzazione, ricostruzione dellesperienza attraverso forme di rappresentazione socializzabili ad altri Strategie operative Attività laboratoriali di ricerca/scoperta Attività individuali Attività di gruppo Navigazione guidata ad Internet

22 22 Maggio 2003 Indicatori di processo Interesse e partecipazione Impegno Relazioni con i compagni Relazioni con il docente Acquisizione di procedure Risoluzione dei problemi Atteggiamento convergente Atteggiamento divergente

23 23

24 24 Indicatori di risultato E in grado di trasformare un proprio elaborato cartaceo di testo o grafico in formato digitale Sa inserire animazioni di repertorio E in grado di creare collegamenti ipertestuali con lutilizzo dei pulsanti azione Inserisce file suono da raccolta E in grado di ricercare notizie / immagini da Internet Maggio 2003

25 25

26 26 Strumenti e modalità Valutazione Sommativa Maggio 2003 Prova individuale in un tempo determinato (Creazione tre slide)

27 27 Corrispondenza tra attività realizzata e progetto E ora di tirare le somme !!! La realizzazione del progetto ha risposto in buona parte alle aspettative iniziali. Dico buona perché nel verificare le abilità pregresse ho rilevato che la maggior parte degli alunni utilizza il computer per gioco e non come strumento didattico. Ho sfruttato questo interesse in modo positivo sullapprendimento- gioco per fargli acquisire le abilità operative di base per ricercare e scoprire come il personal computer gli può essere daiuto nelle attività quotidiane. E ancora, come il p.c. può essere utilizzato con una finalità didattica, per fare e per agire linguisticamente. I destinatari del progetto, insieme alla sottoscritta, si sono applicati con impegno rilevante, ma lorganizzazione oraria e la divisione per gruppi prevista e non attuata ha comportato delle difficoltà enormi sotto laspetto collaborativo e cooperativo.

28 28 Punti di debolezza Organizzazione oraria Assenza di un esperto tecnologico nel circolo Scarsa cooperazione e collaborazione con i docenti laboratoriali Laboratorio di informatica parzialmente rispondente alle esigenze didattiche Dover lavorare con lintero gruppo classe Tempi ristretti per organizzare lattività Difficoltà di effettuare interventi individualizzati

29 29 Punti di forza Collaborazione alunno/alunno Collaborazione docente/alunno Atteggiamento convergente/divergente alunno/docente Rispetto di regole Lutilizzo del p.c. ha: -spronato gli alunni a revisionare i loro elaborati - aiutato a percepire meglio il proprio scritto e/o degli altri al di fuori di sè - fatto capire limportanza dellaspetto tipografico e il ruolo della forma di un testo - ampliato il lessico utilizzando i correttori ortografici, il dizionario, i sinonimi

30 30 Gradimento alunni

31 31 Gradimento Genitori

32 32

33 33 Dirigente scolastico alunni e genitori SI Attività di questo tipo vanno incrementate!!! SI

34 34 Il progetto Crescere con le storie va oltre la tradizionale dimensione sequenziale di un progetto cartaceo perché si propone di: -Avvicinare gli alunni a molteplici itinerari di lettura -Affinare le strategie di studio con lutilizzo di sistemi ipermediali Questa esperienza laboratoriale mi ha fatto crescere professionalmente, anche se sono in pochi i docenti a credere e ad apprezzare tali strategie didattiche innovative. Visti i risultati raggiunti, sono convinta di dover continuare la strada intrapresa. Giugno 2003


Scaricare ppt "1 DIARIO DI BORDO Insegnante Luigina Marrocco Relazione finale Sistemi multimediali nella didattica."

Presentazioni simili


Annunci Google