La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nozioni di primo soccorso nel trauma Marco Mangini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nozioni di primo soccorso nel trauma Marco Mangini."— Transcript della presentazione:

1 Nozioni di primo soccorso nel trauma Marco Mangini

2 Trauma Evento violento in cui una forza trasmessa all'organismo supera di limiti di resistenza dei tessuti danneggiandoli

3 Acquisire le conoscenze per agire in SICUREZZA sulla scena di un trauma OBBIETTIVI

4 SICUREZZA NON ci si avvicina mai alla scena di un trauma se la sicurezza non è garantita (della sicurezza fa parte anche l'AUTOPROTEZIONE) !Attenzione! I pericoli possono essere visibili ma anche invisibili o meno ovvi

5 La scena è sicura? No: se puoi metti in sicurezza la scena, altrimenti non avvicinarti, allerta i soccorsi ( 115, 118, 112), cerca di garantire la sicurezza degli astanti SI: puoi procedere ed avvicinarti alla scena

6 VALUTA la scena: Probabile dinamica dell'accaduto Numero e condizioni dei feriti Accessibilità da parte dei mezzi di soccorso (scale, terreno impervio). Chiama i soccorsi, descrivi la scena e segui le istruzioni. Nel caso di più feriti recati da quello che gli operatori al telefono ti indicheranno, ricorda che spesso la gravità di un ferito non è ovvia da riconoscere.

7 Un soggetto traumatizzato NON deve essere MOSSO Avvicinati alla persona all'interno del suo campo visivo Una volta vicino chiamala ma NON scuoterla Effettua una valutazione precoce (coscienza, attività respiratoria, circolo, emorragie), comunica le tue valutazioni al 118 e segui le istruzioni. In caso sia necessaria una RCP NON iperstendere la testa

8 Nel caso in cui la persona risponda: Blocca con le mani la testa della persona per evitare rotazioni, chiedete alla persona come si sente, cosa è accaduto, se ha dolore. Se la persona ha il casco non toglietelo, ma eventualmente aprite la visiera. Comunicate tutto ciò al 118, ricordatevi che la qualità della vostra comunicazione influirà sui soccorsi in modo decisivo

9 Se non ti viene richiesta nessun altra valutazione... Fai segnalare agli astanti la tua presenza per facilitare l'arrivo dei soccorsi. Ripara la persona dal freddo ed eventualmente dalla pioggia. Non somministrare alcuna bevanda, ne fredda ne calda, ne tanto meno alcun tipo di alcolico.

10 Nell'eventualità di dover effettuare una RCP o per effettuare le successive valutazioni dovrai effettuare una ROTAZIONE IN ASSE Questa manovra permette di ruotare il soggetto in posizione supina. Durante tutta la manovra mantieni l'asse Testa – Collo - Tronco

11 Rimani alla testa della persona e posiziona le mani in modo che durante la rotazione non si incrocino. Fai inginocchiare due astanti al lato della persona, uno all'altezza del torace, l'altro all'altezza del bacino. Le mani del primo dovranno essere posizionate una sulla spalla e l'altra sul bacino, quelle del secondo al bacino ed al ginocchio. Le mani che sorreggono il bacino devono incrociarsi. Dai un segnale chiaro per l'inizio della rotazione, ricorda che sei tu che comandi il timing della manovra. Mantieni sempre l'asse TESTA- COLLO - TRONCO

12 A Chiedi alla persona il consenso alle valutazioni e domanda a qualcuno di prendere il tuo posto al bloccaggio della testa Controlla, SENZA iperestendere la testa, la pervietà delle vie aeree, eventualmente liberale.

13 B Valuta il torace della persona: se possibile rimuovi gli indumenti, almeno i più ingombranti. Il torace deve espandersi in modo ritmico, simmetrico, nessuna area deve presentare movimenti paradossi. Chiedi alla persona se ha dolore e procedi alla palpazione delle arcate costali e dello sterno.

14 C Valuta la presenza dei polsi periferici ( +++radiale) Controlla la presenza di emorragie minori e verifica il controllo di quelle già valuate. Procedi alla palpazione dell'addome, dopo aver chiesto se la persona ha dolore. Valuta la stabilità del bacino, basculandolo in modo lieve con un pressione sulle spine iliache. Infine esamina la cute: colore e temperatura.

15 D A lert V erbal P ain U nresponsive Controlla il diametro delle pupille: Isocoriche Anisocoriche Disability

16 E Esegui una valutazione dalla testa alle punte dei piedi. Una volta terminata ripara la persona dagli egenti atmosferici avversi ( freddo, pioggia). Riferisci al 118 tutte le tue valutazioni Exposure

17 CASI PARTICOLARI I USTIONI Valutare la sicurezza della scena Rimuovere la fonte di calore Raffreddare la parte con acqua per almeno 10 minuti Allertare i soccorsi per ustioni estese o profonde.

18 CASI PARTICOLARI II FOLGORAZIONE Valutare la sicurezza della scena Staccare la corrente, possibilmente in tutta la stanza o area. Seguire i protocolli di intervento BLS Se la persona è cosciente, ricercare le ustioni del punto di ingresso e di uscita e trattarle.

19 CASI PARTICOLARI III EMORRAGIE Sicurezza della scena ed autoprotezione Cercare di riconoscere il tipo di emorragia (arteriosa, venosa, capillare) Comprimere con decisione l'area, possibilmente utilizzando delle garze Se l'emorragia è grave o non si arresta allertare i soccorsi.

20 DOMANDE ?

21 GRAZIE PER L' ATTENZIONE


Scaricare ppt "Nozioni di primo soccorso nel trauma Marco Mangini."

Presentazioni simili


Annunci Google