La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Clin Med Card –FI Le Cellule Circolanti TIPI DI CELLULE CIRCOLANTI NEL SANGUE: Eritrociti (G.R.) Granulociti (PMN) Linfociti (LINF) Piastrine (PLT) Eritrociti:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Clin Med Card –FI Le Cellule Circolanti TIPI DI CELLULE CIRCOLANTI NEL SANGUE: Eritrociti (G.R.) Granulociti (PMN) Linfociti (LINF) Piastrine (PLT) Eritrociti:"— Transcript della presentazione:

1 Clin Med Card –FI Le Cellule Circolanti TIPI DI CELLULE CIRCOLANTI NEL SANGUE: Eritrociti (G.R.) Granulociti (PMN) Linfociti (LINF) Piastrine (PLT) Eritrociti: - sono senza nucleo perche lo hanno esplulso nei processi maturativi midollari - spendono tutta la vita in circolo per 120 giorni Granulociti: - hanno il nucleo - non si dividono e quindi non si moltiplicano - trascorrono ore in circolo poi passano ai tessuti dove vivono da alcune ore ad alcuni giorni, svolgendo funzione antibatterica, senza piu tornare nel torrente ematico - sono compartimentalizzati Linfociti: - hanno il nucleo e si moltiplicano intensamente - vivono da pochi giorni a molti anni - viaggiano continuamente per il sangue, la linfa e gli organi linfoidi - la permanenza in circolo e solo una parte della loro vita - sono responsabili della competenza immunitaria Piastrine: - sono senza nucleo e risultano dalla frammentazione citoplasmatica dei precursori - trascorrono tutta la vita in circolo per 8-10 giorni

2 Clin Med Card –FI ERITROCITI: DIMENSIONI, FORMA, COLORABILITA Dimensioni: gli eritrociti normali (normociti) sono di grandezza omogenea: Diametro ( ): 7.3 Volume cellulare medio (MCV)= 81 – 95m 3 Parametro da valutare MCV -MCV <80 3 ( : 7.3 ) microcitiindice di difetto di sintesi di Hb con immissione in circolo di elementi piu piccoli (anemie sideropeniche) anemie talassemiche – anemia saturnina – anemie da malattie infiammatorie croniche) -MCV > 95 3 ( > 8.5 ) macrocitiindice di difetto di moltiplicazione cellulare (s. mielodisplastica – epatopatic – reticolocitosi) -MCV > ( > 8.5 ) megaloblastideficit folati e Vit. B12 con difetto di moltiplicazione cellulare (anemia di Biermer – anemie perniciosiformi) La disparita dimensionale eritrocitaria e detta anisocitosi, che e un rilievo molto frequente nelle anemie. Per valutare laboratoristicamente lanisocitosi si considera: coefficiente di variazione dampiezza della distribuzione di MCV Si esprime graficamente con listogramma di variazione di MCV (v.n.: 11 – 14,8%) valori superiori indicano disomogeneita di volume della popolazione eritrocitaria RDW

3 Clin Med Card –FI ERITROCITA Forma: Leritrocita normale ha forma rotondeggiante. La variabilita di forma degli eritrociti (a racchetta, a pera, a biscotto, a lacrima) definisce la poichilocitosi che generalmente e espressione di eritropoiesi inefficace e fragile. In genere si rileva che tanto maggiore e lanisocitosi tanto piu e frequente la poichilocitosi (anisopoichilocitosi). Quasi sempre nelle anemie vi e riscontro di un certo grado di aniso-poichilocitosi. Colorabilita: Generalmente esprime la quantita di Hb contenuta negli eritrociti. Parametri da valutare MCH= contenuto corpuscolare medio di Hb (v.n pg) MCHC= concentrazione corpuscolare media di Hb (v.n %) HDW= indice di variabilita di emocromia (emoglobinizzazione) (v.n gr/dl) - anisocromia:disomogenea colorabilita della popolazione eritrocitaria per differente contenuto di Hb negli eritrociti -ipocromia: diminuita colorabilita per riduzione di sintesi di Hb (MCH<27pg: MCHC <30%) (anemie sideropeniche – anemie talassemiche) -ipercromia:si discute se sia possibile perche la quantita normale di Hb per globulo rosso e corrispondente alla quantita massima di Hb per globulo rosso -policromatofilia: eritrociti con granulazioni basofile (residui di RNA) che distinguono gli eritrociti piu giovani (reticolociti). Esprime una buona risposta midollare

4 Clin Med Card –FI Definition of erythrocyte indices MCV (fL) = Hct RBC MCH (pg) = Hb RBC MCHC (gm/L) = Hb Hct Hct (%) * = RBC V/Blood V Key: MCV= mean corpuscular volume; MCH= mean corpuscular hemoglobin; MCHC= mean corpuscular hemoglobin concentration; Hct= hematocrit; Hb= hemoglobin concentration in g/dl; RBC= erythrocyte Court/ l. RDW= coefficiente di variazione di ampiezza della distribuzione di MCV. Si esprime graficamente con listogramma di variazione di MCV (vn %). Valori superiori indicano disomogeneita di volume della popolazione eritrocitaria

5 Clin Med Card –FI Indagini quantitative Conteggio Determinazione Calcolo delle costanti eritrocitarie Emazie Leucociti Piastrine Emoglobina M C H M C H C M C V Ematocrito

6 Clin Med Card –FI Emocromocitometrico: valori normali Fornisce informazioni circa le tre filiere circolanti Quantitative (numeriche) Morfologiche Eritrociti: cellule della respirazione in quanto trasportano O 2 -Hb Aspecifica Leucociti: cellule della difesa Specifica PMN neutrofili GranulocitiPMN eosinofili PMN basofili Monociti (Macrofagi) B 15% con stimolo Ag si trasformano in plasmacellule e producono Ig (Ab) Linfociti T 85% con stimolo Ag mediatori della immunita cellulare Piastrine: cellule del sistema emostatico che funzionano in connessione con il sistema endoteliale CELLULE DIMENSIONI VALORE ASSOLUTO Eritrociti /mm 3 Leucociti /mm 3 PMN neutrofili /mm 3 PMN eosinofili /mm 3 PMN basofili20-85/mm 3 Monociti /mm 3 Linfociti /mmm 3 Piastrine / mm 3 Formula (%) % 1-3% 0.5-1% 3-6% 20-35%

7 Clin Med Card –FI EMOCROMO ED ERITROCITI Lesame emocromocitometrico fornisce, oltre al numero degli eritrociti circolanti (GR), Anche altri parametri fondamentali come lemoglobina (Hb), lematocrito (Hct) ed i Parametri corpuscolari derivati: volume corpuscolare medio (MCV), contenuto emoglobi- nico corpuscolare medio (MCH), concentrazione emoglobinica corpuscolare media (MCHC). La valutazione combinata di questi parametri permette di definire le principali Variazioni quantitative: Riduzione del patrimonio di Hb ANEMIA Aumento del numero di GR ERITROCITOSI Aumento del numero di Hb e HCT POLIGLOBULIA Per la valutazione delle alterazioni morfologiche e necessaria losservazione al microscopio ottico

8 Clin Med Card –FI Blood cell values in a normal population Men Women White cell count, *7.8 ( )§ X 10 3 / l blood Red cell count,5.21 ( )4.60 ( ) X 10 6 / l blood Hemoglobin,15.7 ( )13.8 ( )** g/dl blood Hematocrit, ratio 0.46 ( ) 0.40 ( ) Mean corpuscular88.0 ( ) Volume, fl/red cell Mean corpuscular30.4 ( ) Hemoglobin, pg/red cell Mean corpuscular34.4 ( ) Hemoglobin concentration, g/dl red cell Red cell distribution13.1 ( ) Width. CV (%) Platelet count,311 ( ) X 10 3 / l blood *The International Committee for Standardization in Hematology has recomended that the following units be used (SI units): white cell count, number x 10 3 /liter; red cell count, number x /liter; and hemoglobin, g/dl. The hematocrit (packed cell volume) is given as a number, for example, 0.41, without designated units. Units of liter per liter are implied. Mean corpuscular volume is given as fl (fentoliters), mean corpuscular hemoglobin as pg (picograms), and mean corpuscular hemoglobin concentration as g/dl. Platelets are reported as number x 10 3 /liter. §The mean and reference intervals (normal range) are given. Because the distribution curves may be nongaussian, the reference interval is the nonparametric central 95 percent confidence interval. Results are based on 426 normal adult men and 212 normal adult women, with studies performed on the Coulter Model S-Plus IV. **The mean hemoglobin level of blacks of both sexes and all ages has been reported to be 0.5 to 1.0 g/dl below the mean for comparable whites. Williams, Hematology, 5/e, p.9.

9 Clin Med Card –FI Red cell values for term infants during the first 12 weeks of life* Hb, g/dlRBC x 10 6 / l Hematocrit, % MCV, fl MCHC, g/dl Reticulocytes, % ± SD ± SD± SD ± SD ± SD ± SD Age Days: ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± 0.4 Weeks: ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± ± 0.3 * Capillary blood samples. The RBC and MCV measurements were made on an electronic counter. Williams, Hematology 5/e, p.60

10 Clin Med Card –FI Normal leukocyte count, differential count, and hemoglobin concentration at various ages (1) Age totalTotal Band Segmented Leukocytes, Neutrophils 12mo 11.4 ( ) 3.5 ( ) ( ) y 9.1 ( ) 3.8 ( ) 0.27 (0-1.0) 3.5 ( ) y 8.5 ( ) 4.3 ( ) 0.25 (0-10) 4.0 ( ) y 8.1 ( ) 4.4 ( ) 0.24 (0-1.0) 4.2 ( ) y 7.4 ( ) 4.4 ( ) 0.22 (0-0.7) 4.2 ( ) NOTE: Values are expressed as cells X 10 3 / l. The numbers in italic type are mean percentages Williams, Hematology, 5/e, p.12

11 Clin Med Card –FI Normal leukocyte count, differential count, and hemoglobin concentration at various ages (2) Age Eosinophils Basophils Lymphocytes Monocytes g/dl blood Hemoglobin 12mo 0.30 ( ) 0.05 (0-0.20) 7.0 ( ) 0.55 ( ) 12.6 ( ) y 0.25 ( ) 0.05 (0-2.0) 4.5 ( ) 0.45 (0-0.8) 12.7 ( ) y 0.23 ( ) 0.05 ( ) 3.5 (0-10) 0.40 ( ) 13.0 ( ) y 0.20 (0-0.60) 0.04 (0-0.2) 3.1 ( ) 0.35 (0-0.8) 13.4 ( ) y 0.20 (0-0.45) 0.04 (0-0.2) 2.5 ( ) 0.30 (0-0.8) 15.5 ( ) ( ) NOTE: Values are expressed as cells X 10 3 / l. The numbers in italic type are mean percentages Williams, Hematology, 5/e, p.12

12 Clin Med Card –FI Valori normali delladulto dei principali parametri Ematologici (normal reference values, N.Engl. J. Med., 1986) Valori convenzionaliValori SI Ematocrito: uomo45-52% donna37-48% Emoglobina: uomo g/100 ml mmol/l donna g/100 ml mmol/l Leucociti /mm x 10 9 /l Eritrociti milioni/mm x /l Volume corpuscolare medio (MCV)86-98 m fl Emoglobina corpuscolare media (MCH)27-32 pg/mm pg/cellula eritrocitario Concentrazione emoglobinica corpuscolare32-36% media (MCHC) Piastrine /mm x 10 9 /l Reticolociti % eritrociti Sideremia g/100 ml mol/l Aptoglobina mg/100 ml g/l Vitamina B pg/ml pmol/l Acido folico> 3.3 ng/ml > 7.3 nmol/l Elettroforesi per: emoglobina A 2 > 3.0% emoglobina F < 2%< 0.02 Enzimi eritrocitari: G6PD5-15 U./g Hb 5-15 U./g PK U./g Hb U./g Ferritina13-20 ng/ml nmol/l

13 Clin Med Card –FI Determinazione dellematocrito - Rapporto % fra volume occupato degli eritrociti e volume totale di un campione di sangue

14 Clin Med Card –FI Emocromocitometrico: Alterazioni 1)Quantitative: aumento o diminuzione delle popolazioni cellulari 2)Morfologiche: allontanamento dalla morfologia normale ALTERAZIONI QUANTITATIVE VERE FALSE Da aumentata produzione -Primitiva afinalistica (clonale) -Errore di conta -Secondaria finalizzata -Mobilizzazione compartimentale Da difetto centrale di produzione -Quantitativo -Errore di conta -Qualitativo -Da patologie o meccanismi interferenti Da consumo periferico -Utilizzo finalistico -Sequestro afinalistico -Lisi immunomediata Aumento= CITOSI Diminuzione= PENIA

15 Clin Med Card –FI Diseases in which the blood cell count may be normal but examination of the blood film will suggest or confirm the disorder DiseaseFindings on blood film Compensated acquired hemolytic anemiaSpherocytosis, polychromatophilia, erytrocyte agglutination Hereditary spherocytosis Spherocytosis, polychromatophilia Hemoglobin C diseaseTarget cells ElliptocytosisElliptocytes Lead poisoningBasophilic cells Incipient pernicious anemia or folic acid deficiencyMacrocytosis, with oval macrocytes, hypersegmented neutrophils Multiple myeloma, macroglobulinemiaRouleaux formation Malaria, babesiosisParasites in the erythrocytes Consumptive coagulopathySchizocytes Severe infectionRelative increase in neutrophils: increased band forms, left shift. Dohle bodies, neutrophil vacuoles* Infectious mononucleosisAtypical lymphocytes* AgranulocytosisDecreased neutrophils; relative increase in lymphocytes* Allergic reactionsEosinophilia* Chronic lymphocytic leukemia (early)Relative lymphocytosis* Acute leukemia (early)Blast forms* Likely to be identified as suspicious by automated three-part differential.

16 Clin Med Card –FI Emocromo: Diagnostica delle anemie -La classificazione cinetica delle anemie: - 1° gruppo: ridotta formazione di eritroblasti - 2° gruppo: ridotta formazione di eritrociti - 3° gruppo: ridotta sintesi di emoglobina - 4° gruppo: ridotta sopravvivenza degli eritrociti non e immediatamente utilizzabile per un approccio clinico-pratico alla interpretazione delle anemie, per la qualre invece si suggerisce ad integrazione della precedente, la valutazione dei seguenti parametri: HbEmoblobina (g/100 ml) – esprime lentita dellanemia < 80 3 – anemie microcitiche MCVVolume Cellulare Medio > 80 3 – anemie non microcitiche NB: nella diagnostica delle anemie, in particolare delle non microcitiche, occorre sempre valutare la conta reticolocitaria. E bene calcolare sempre il numero assoluto (vn – )

17 Clin Med Card –FI Indici eritrocitari e anemie (1) MCV Uso:classificazione e diagnosi differenziale delle anemie Screening per alcolismo occulto N.B. presenza di GR piccoli e grandi a valore MCV normale Interferenze:GB >50000 l MCV emolisi in vitro MCV agglutinine fredde MCV glicemia >6 MCV reticolocitosi >50% MCV MCV:anemia macrocitiche neonati e bambini piccoli alcolismo cronico = MCV:anemia normocitiche MCV:anemia microcitiche ipocromiche normocromiche MCH Valore limitato in diagnosi differenziale delle anemie. Utile in calibrazione MCH: anemia macro, neonati MCH: anemia micro e normo Solo controllo di qualita del laboratorio e calibrazione MCHC: Solo in sferocitosi ereditaria MCHC: anemia ipocronica (non sempre) MCHC

18 Clin Med Card –FI Indici eritrocitari (2) MCVMCHMCHC TIPO ANEMIA (gL) (pg) (g/dL) -Normale A. normolitica A. macrocitica A. microcitica (in genere ipocromica) Ht= Hb x o Ht= 3xHb RDW (Red cell distribution width) VN 11.5 – 14.5 e CV di dimensioni GR = SD di dimensioni GR / MCV In coppia con MCV caratterizza meglio le anemie specie le microcitiche Esempio:Anemia da carenza di Ferro MCV RDW Talassemia minor MCV RDW= o

19 Clin Med Card –FI ANEMIE: FLOW CHART (in base a MCV) Accertata la presenza di anemia (riduzione Hb) valuta MCV: - MCV < Anemie microcitiche - Bilancio Fe++ (Sideremia, Transferrina, Ferritina) Ridottonormale Anemia sideropenica Elettroforesi Hb Normale patologico Alfa-talassemie Anemie Anemie sideroblastiche talassemiche - MCV > Anemie non microcitiche - MCV > MCV Anemie megaloblastiche Anemie normo-macrocitiche Dosaggio dei folati e B 12 Conta reticolociti Anemia perniciosa e perniciosiformi (deficit folati e B 12 ) Risposta adeguata Risposta inadeguata Eritropoiesi inefficace Anemia emorragica Anemia emolitica (Test Coombs) sindromi mielo displastiche Anemie aplastiche

20 Clin Med Card –FI Cause di errore - Prelievo di sangue non corretto - Insufficiente mescolanza dei campioni - Inconvenienti tecnici - Mancanza di controlli di qualita

21 Clin Med Card –FI Fattori di disturbo Conteggio leucociti: - soluzioni sporche - forme immature nucleate della serie rossa Conteggio eritrociti: - soluzioni sporche - agglutinine a freddo - leucocitosi - piastrine giganti

22 Clin Med Card –FI Fattori di disturbo Conteggio piastrine: - soluzioni sporche - campioni di sangue coagulato (tecnica di prelievo non adeguata) - contaminazione batterica - aggregazione spontanea

23 Clin Med Card –FI Spurious erythrocyte indices* Effects Causes HbRBCHctMCVMCHMCHC Cold agglutinins-LLHHH LipemiaH---HH Key: HB= hemoglobin concentration; RBC= erythrocyte count; Hct= hematocrit; MCV= mean corpuscular volume; MCH= mean corpuscular hemoglobin; MCHC= mean corpuscular hemoglobin concentration; - = not affected; H= spuriously high; L= spuriously low. Pattern of spurious results typical for Coulter counters and some other automated instruments. The usual clue that results are spurious is an impossibly high MCHC, often much > 36 gm/dl. Thus, the MCHC has value in quality control in the laboratory

24 Clin Med Card –FI Perche gli analizzatori automatici? - Migliore qualita dei risultati No errori di misura No errori nella preparazione dei campioni - Risparmio nei costi globali di lavorazione - Riproducibilita dei dati

25 Clin Med Card –FI S cheda computerizzata dei risultati delle analisi 1

26 Clin Med Card –FI S cheda computerizzata dei risultati delle analisi 2


Scaricare ppt "Clin Med Card –FI Le Cellule Circolanti TIPI DI CELLULE CIRCOLANTI NEL SANGUE: Eritrociti (G.R.) Granulociti (PMN) Linfociti (LINF) Piastrine (PLT) Eritrociti:"

Presentazioni simili


Annunci Google