La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gastroenteriti virali Gastroenterite sporadica nei bambini negli adulti Gastroenterite epidemica* Rotavirus norovirus, rotavirus, astrovirus, adenovirus.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gastroenteriti virali Gastroenterite sporadica nei bambini negli adulti Gastroenterite epidemica* Rotavirus norovirus, rotavirus, astrovirus, adenovirus."— Transcript della presentazione:

1 Gastroenteriti virali Gastroenterite sporadica nei bambini negli adulti Gastroenterite epidemica* Rotavirus norovirus, rotavirus, astrovirus, adenovirus 40 e 41, sapovirus norovirus Comunità semichiuse Acqua, alimenti

2 Famiglia Reoviridae Orthoreovirus Orbivirus/coltivirus Rotavirus

3 Capside interno VP1 RNA polimerasi VP2 componente del complesso enzimatico VP3 mRNA capping VP6 70 nm

4 Digestione del capside esterno da parte di proteasi nel tratto GI Esposizione della proteina di attacco al recettore Ingresso per endocitosi Intermediate subviral particle

5 Sierotipi VP7 G 14 sierotipi ++ G1,G2,G3,G4 G9 emergente VP4 P 20 sierotipi ++ P4,P8 P6 emergente Diverse combinazioni PG

6 7 gruppi di rotavirus ( antigene VP6 del capside interno e mobilità elettroforetica segmenti RNA) : A-G Principali responsabile malattia nelluomo: gruppo A e occasionalmente B e C

7

8 Più comuni in tutto il mondo: P8G1, P4G2,P8G3,P8G4

9

10 Rotavirus Causano enterite in mammiferi e uccelli Resistenti da pH 3.5 a pH 10 Resistenti a congelamenti e scongelamenti ripetuti Infettività aumentata in presenza di tripsina

11

12 Diagnosi ME Metodi immunoenziamtici e agglutinazione al latice – antigeni nelle feci Isolamento difficile Aumento titolo anticorpale (almeno 4 volte) Biologia molecolare-RT PCR Sierotipo: RT-PCR, Monoclonali Elettroferotipi Campioni: Feci (10 12 particelle virali/grammo)

13 Vaccino RotaTeq (Merck) Vaccino vivo ottenuto per riassortimento genetico tra ceppi di rotavirus umani e bovini 5 ceppi riassortanti 4 contengono VP7 di virus umani (G1-G4) e VP4 di un ceppo bovino 1 con G6 del ceppo bovino e P1A(8) di rotavirus umano

14 Caliciviridae Genere norovirus( ex Norwalk*-like, small round structured virus) Genere sapovirus ( ex Sapporo-like viruses) Genere lagovirus Genere vesivirus ssRNA+ Simmetria cubica Assenza envelope nm * Da Norwalk (Ohio), 1968, episodio epidemico in una scuola elementare: agente di Norwalk – 1972, Kapikian: l agente di norwalk virus è un virus.

15

16

17 Recettore I norovirus si legano a complessi- carboidrati presenti alla superficie dei globuli rossi (antigeni di gruppo sanguigno) e sulle cellule epiteliali della mucosa intestinale. Norovirus diversi riconoscono antigeni di gruppo diversi

18 Approcci molecolari per lo studio dei norovirus Clonaggio del genoma dalle feci Sequenziamento Espressione delle proteine del capside come proteine ricombinanti Sviluppo di RT-PCR per la ricerca del genoma virale Saggi ELISA per anticorpi

19 Grande variabilità 5 genogruppi: GI-GV (cluster genetici) numerosi genotipi GI e GII infettano luomo; al loro interno 28 genotipi Ceppi dello stesso genogruppo: almeno 60% identità aa Tra genogruppi < 50% Cluster genetici allinterno del genogruppo: >80% GII.4 predominante dagli anni 90

20

21

22 Causa > 85% delle epidemie di gastoenteriti non batteriche 23 milioni di casi/anno in USA

23 30% infezioni asintomatiche Incubazione gastroenterite: ore Nausea, vomito, diarrea acquosa, crampi addominali Mialgie, malessere, mal di testa Febbre non elevata o assente nel 50 % casi Decorso acuto, autolimitante Trasmissione feco-orale (ma anche aerosol di vomito) Elevata trasmissibilità Sufficienti particelle virali Resistenza nellambiente Immunità di breve durata Epidemie invernali (vomito invernale)

24 Diagnosi ME e IEM – particelle/ml Antigeni virali – ELISA – part./ml Acido nucleico virale –Ibridazione –RT-PCR – particelle/ml

25 I campioni Campione di feci – entro dallinsorgenza ml Conservazione e trasporto: 4°C per 2-3 settimane (congelamento per ricerca antigeni o acido nucleico) Vomito Siero fase acuta (5 gg) e convalescente (3-6 settimane dopo risoluzione)

26 Altri virus Astrovirus Adenovirus (++ 40 e 41) Piccoli virus a ssRNA (25-28 nm)

27 ADENOVIRUS 1953 identificazione di un virus come causa del processo degenerativo di colture cellulari derivate da adenoidi umane 1954 dimostrazione di effetto citopatico in colture di tessuto infettate con secrezioni dellapparato respiratorio 1956 studi epidemiologici confermano lorigine virale dellagente eziologico delle malattie acute dellapparato respiratorio. Virus simili causano congiuntiviti e gastroenteriti infantili

28 Adenoviridae Aviadenovirus Mastadenovirus dsDNA Privi pericapside Medie dimensioni 52 sierotipi

29 STRUTTURA DEGLI ADENOVIRUS Capside (252 capsomeri) proteina VI ancora lanello di esoni che circondano i pentoni con il core proteina VIII ancora gli esoni delle facce al core proteina IIIA esoni che circondano i pentoni proteina IX esoni delle facce Core : ds DNA - covalentemente legato alla proteina TP - complessato alla proteina VII proteina X (proteasi) proteina V core proteasi nm 240 esoni : trimeri di proteina II 12 pentoni : Base (pentameri di proteina III) Fibra (trimeri di proteina IV)

30 Nel virione maturo: 3 tipi di proteine proteine del capside –240 esoni (centro delle facce dell icosaedro) –12 pentoni (ai vertici delle facce) –fibre: prolungamento estroflesso all esterno del pentone –proteine dello scheletro (tengono insieme il capside) –proteine legate al DNA Antigeni: Esoni e fibre: tipo specifico (fibre: emoagglutinano) Pentoni: antigeni comuni

31 E1 E2E4 E3 Late genes Adenovirus Genome 36 kb linear ds DNA Early genes for host and viral transcription control, viral DNA replication Late genes for virion structure

32 Fibreadsorbimento (HA) (recettori glicoproteici sulle membrane cellulari) Esone Monomerostrutturale Pentone basepenetrazione Associato al pentone penetrazione

33 Penetrazione di Adenovirus entrata mediata da endocitosi clatrina- dipendente Perdita delle fibre Lisi della membrana degli endosomi mediato dalla proteina della base dei pentoni (citotossica) A livello dei pori nucleari la struttura capsidica subisce un disassemblaggio parziale : - perdita dei pentoni III e della proteina IIIa - dissociazione della proteina VIII - degradazione proteolitica della proteina VI da parte della proteasi presente nel virione - perdita della proteina IX pH

34 (From Fields Virology, 4th ed, Knipe & Howley, eds, Lippincott Williams & Wilkins, 2001, Fig ) Adenovirus replication cycle

35 Espressione genica a fasi: IE, E, L: proteine E1a trasformanti E1b L assemblaggio nel nucleo Antigeni sulla membrana cellulare (T ag)

36 Tipi di infezioni Infezioni litiche ( di particelle) croniche latenti trasformanti (integrazione del DNA nel nucleo)

37 Adenoviridae Due Generi: AVIADENOVIRUS: non patogeni per l uomo MASTADENOVIRUS: divisi in gruppi (A-G) che contengono 47 tipi diversi che infettano l uomo 70-95% di omologia genomica all interno dei gruppi e 5-20% di omologia tra tipi appartenenti a gruppi diversi

38 Adenovirus presenti in molte specie animali Gli esseri umani sono l unico reservoir per l uomo Trasmissione: interumana –Respiratoria –Oro-fecale –Mano-mano (?)

39 From Medical Microbiology, 5 th ed., Murray, Rosenthal & Pfaller, Mosby Inc., 2005,, Fig Adenovirus pathogenesis

40 Infezione da adenovirus

41 From Medical Microbiology, 5 th ed., Murray, Rosenthal & Pfaller, Mosby Inc., 2005, Table Adenovirus diseases

42

43 AdV Subgenus F Difficili da coltivare (cellule 293) gastroenteriti in bambini > 4 anni Tutto lanno Incubazione: 3-10 gg Durata diarrea: gg Febbre Può svilupparsi intussusception e appendicite


Scaricare ppt "Gastroenteriti virali Gastroenterite sporadica nei bambini negli adulti Gastroenterite epidemica* Rotavirus norovirus, rotavirus, astrovirus, adenovirus."

Presentazioni simili


Annunci Google