La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SVILUPPO DELLINFORMAZIONE E DELLA PROMOZIONE TURISTICA Studio della fattibilità per la realizzazione di uno Sportello Virtuale, anche in modalità di telelavoro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SVILUPPO DELLINFORMAZIONE E DELLA PROMOZIONE TURISTICA Studio della fattibilità per la realizzazione di uno Sportello Virtuale, anche in modalità di telelavoro."— Transcript della presentazione:

1 SVILUPPO DELLINFORMAZIONE E DELLA PROMOZIONE TURISTICA Studio della fattibilità per la realizzazione di uno Sportello Virtuale, anche in modalità di telelavoro

2 2 Contesti di riferimento ed obiettivi Possibilità di collaborazione preferenziale con la struttura Società Turismo Provincia di Verona. Banca dati on-line per la gestione delle informazioni turistiche. Possibilità di utilizzare uninfrastruttura tecnologica basata sulla rete, per veicolare il flusso delle informazioni. Possibilità di potenziare le funzioni di promozione del turismo, nel rispetto delle competenze assegnate dalla normativa regionale alle Provincie. Possibilità di migliorare la gestione delle attività di informazione ed accoglienza nei confronti degli utenti. Possibilità di creare uno sportello virtuale anche in modalità di telelavoro per offrire uno strumento di supporto alla gestione degli sportelli fisici.

3 3 Criteri di Progetto e di Realizzazione 1. Hardware standard, procedure software aperte e flessibili, aggiornamento costante. 2. Unica base di dati di tipo relazionale indipendente dallhardware e dal software applicativo. 3. Ambiente di comunicazione e distribuzione delle informazioni sicuro ed affidabile.

4 4 Descrizione del Software gestionale Il software gestionale deve comprendere tutte le operazioni dedicate: alla gestione dellinformazione turistica e della modulistica; alla gestione degli appuntamenti con operatori di settore per lavvio delle procedure amministrative; alla gestione delleventuale servizio di aggiornamento dei prezzi delle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, come previsto dal Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo.

5 5 Schema del software gestionale: Sistemi Operativi: Windows 2000 Linux Red Hat Base di dati: MS SQL Server MS Access Oracle 8.i My SQL Linguaggi: MS Visual Basic Java Perl Asp.net PHP SISTEMA: Aggregazione delle base di dati in ununica Base di Dati Centralizzata Portale Web in ambiente OPEN SOURCE

6 6 Architettura Sportello Virtuale SPORTELLI FISICI TOTEM INFORMATIVI TOTEM INFORMATIVI TELELAVORO UTENTI

7 7 Dallanalisi dellarchitettura proposta, si vede che può essere inserita in un quadro che prevede 2 livelli: 1. Sistema di cooperazione. 2. Interfaccia. SISTEMA DI COOPERAZIONE tra Enti Coinvolti INTERFACCIA MULTICANALE (Portale, totem Informativi, telelavoro) UTENTI

8 8 Il sistema di cooperazione Questo livello affronta la tematica dellinterconnesione, tramite link, delle varie unità organizzative che erogano i servizi. I sistemi per la cooperazione dovranno essere sempre attivi, quindi occorre realizzare uno strato comune e condiviso di componenti che semplifichino e rendano più veloce lerogazione dei servizi. Larchitettura scelta per realizzare la cooperazione applicativa è basata sul concetto dei Web Services. Un Web Services è una componente applicativa programmabile accessibile tramite i protocolli standard di internet ed è completamente indipendente dal linguaggio di programmazione, dalla piattaforma e dal modello ad oggetto eventualmente utilizzato. Linterfaccia Linterfaccia rappresenta il punto di contatto fra Utenti ed Enti eroganti ed è costituita da una serie di servizi che permettono allutente ladeguata fruizione del servizio informativo.

9 9 I servizi di cui è composta sono: Sportelli Fisici Telelavoratore Totem Informativi Collegamento allo Sportello Virtuale

10 10 Sportelli Fisici: Gli sportelli fisici comprendono: il personale per il servizio agli operatori del settore turismo; il personale applicato negli I.A.T. impiegato nella gestione delle informazioni turistiche.

11 11 Telelavoratore: Il telelavoratore è una persona collocata tra ente e utenti che: Gestisce tutte le chiamate in entrata effettuate dagli utenti per erogare informazioni, notizie, raccogliere reclami o suggerimenti. Facilita il lavoro degli uffici che possono contare su un filtro professionale Garantisce allente un report puntuale e dettagliato delle richieste, dei problemi degli utenti. Indirizza correttamente le esigenze dellutente, per una pronta soddisfazione delle richieste pervenute. Svolge un ruolo di promozione del servizio, utilizzando la capacità di accoglienza degli operatori.

12 12 Telelavoratore: 1- Scheda Tecnica della Postazione Le Postazioni comprendono: 1. Un Personal Computer con sistema operativo Windows e software di produttività Microsoft Office. 2. Due monitor. 3. WebCam e relativi software e accessori. 4. Linea di comunicazione dati ADSL. 5. Software di accesso al Web e alla posta elettronica. 6. Stampante a colori. 7. Scanner.

13 13 2- Scheda tecnica della WebCam Caratteristiche Webcam: 1. Risoluzione video:QVGA 2. Risoluzione immagine:VGA (al min 28 fps) 3. Obiettivo:Fuoco Fisso 4. Interfaccia PC:USB 5. Tipo sensore:CMOS In realtà ciò che veramente conta non è la webcam in sé, ma sono le caratteristiche del processore e del software che la supportano in quanto devono riuscire a rendere fluida limmagine (ovvero 28 fps).

14 14 Totem Informativi: I totem informativi sono delle postazioni ubicate in alcune punti strategici quali: gli uffici di informazione turistica, I.A.T.; caselli autostradali; centri commerciali; luoghi di eventi fieristici e culturali (es: Ente Fiera, Arena di Verona); parchi di divertimento e naturalistici (es: Gardaland); luoghi di accesso ai trasporti pubblici (es: ferrovia, funivia di Malcesine,battelli di navigazione sul lago) Essi costituiscono un mezzo moderno di comunicazione e il loro scopo è finalizzato a consentire agli utenti di ottenere informazioni turistiche ecc…

15 15 - Scheda Tecnica del totem a postazione fissa presso gli I.A.T. Il totem informativo dovrà avere le seguenti caratteristiche: 1. Struttura in lamiera decapata e verniciata con colore da definire 2. Sportello posteriore estraibile dotato di doppia chiave 3. Vano per il computer 4. Costituito allinterno dalle seguenti apparecchiature: - Interruttore generale - Termostato regolabile - 2 ventilatori per raffreddamento - Alimentatore stabile 5+12 V - Personal Computer con LCD da 19 - Touch screen sensibile al tatto attraverso il vetro 5. 2 Guaine in forassite contenenti lalimentazione da 220 V ed i cavi del telefono e della rete.

16 16 Come si può vedere dalle figure, si prevede un totem informativo sensibile al tatto attraverso il vetro e composto da una base che permette di accostare il totem direttamente al vetro allinterno degli I.A.T.

17 17 - Possibile Impostazione monitor del Totem Informativo Inserzioni Pubblicitarie a banner variabile in base alle pagine selezionate

18 18 - Scheda Tecnica del totem a postazione non fissa Il totem informativo dovrà avere le seguenti caratteristiche: 1. Struttura in lamiera verniciata a fuoco ( colorazione a scelta) 2. Predisposizione per ancoraggio al suolo 3. Monitor LCD 17 ad alta luminosità ( fino a 1300 cd/mq) 4. Sistema di raffreddamento e sensore di regolazione luminosità per variazioni di luce esterna 5. Touch screen ad onde acustiche superficiali (SAW) ( antivandalico spessore 11 mm) 6. Apertura posteriore per accesso al PC 7. Protezione magneto-termica differenziale 8. 2 Ventole di aerazione interne(40 mc/ora) 9. Resistenza termica

19 E dotato di regolazione temperatura interna 11. Altoparlanti adatti all'esterno integrati nella struttura scaricatori di sovratensione per alimentazione e linea telefono 13. PC con processore Intel Celeron D 14. Ram 512 Mbyte, HD 80 Gbyte 15. Scheda video SVGA, LAN 10/100, Audio Integrati,Lettore DVD, Windows XP Pro

20 20 Collegamento allo Sportello Virtuale : Per collegamento allo sportello virtuale si intende la possibilità, da parte dellutente, di fruire delle informazioni turistiche attraverso le seguenti modalità: Self-Service. Accompagnatore virtuale. Video conferenza. Collegamento Voice alla postazione di Telelavoro.

21 21 Infine per la valutazione di massima dei costi per la realizzazione dello sportello virtuale si sono analizzati i fabbisogni a supporto degli uffici I.A.T. e degli uffici tecnici di classificazione delle strutture ricettive.

22 22 Lanalisi dei fabbisogni ha rilevato la necessità di avere nei servizi sotto- indicati, la presenza di postazioni di telelavoro e di totem informatici.

23 23 Quindi, per determinare il numero di telelavoratori necessari negli I.A.T. basta che si utilizzi la seguente proporzione: 24850:22=19800:x dove x:= n° telelavoratori x= =17 Ma, dallanalisi della tabella precedente si vede che il telelavoro non è mai utilizzato in ore di punta, e quindi si prevede che il numero di telelavoratori necessari a svolgere questo compito possa essere costituito da 6 persone a cui verrà aggiunta unulteriore persona che dovrà affiancare gli uffici U.O. strutture ricettive.

24 24 Indicazione dei costi previsti per lhardware: 6 Postazioni Telelavoro per gli I.A.T Iva 1 Postazione Telelavoro per uffici tecnici ( Iva cad) 7 Totem Informativi fissi presso gli I.A.T Iva ( Iva cad) 5 Totem Informativi a postazione variabile Iva ( Iva cad) 1 Server Iva Totale Iva Si prevede una prima fase di acquisizione delle dotazioni hardware con i relativi software di interconnessione in dotazione alle singole unità hardware per il funzionamento immediato dello sportello virtuale

25 25 Indicazione dei costi previsti per il software: Nella fase successiva di completamento del progetto dello sportello virtuale si prevede lacquisizione di un software gestionale e relativi pacchetti applicativi per un importo previsto di Iva.


Scaricare ppt "SVILUPPO DELLINFORMAZIONE E DELLA PROMOZIONE TURISTICA Studio della fattibilità per la realizzazione di uno Sportello Virtuale, anche in modalità di telelavoro."

Presentazioni simili


Annunci Google