La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Web 2.0 Antonio Savarese Giornalista, Data Manager Una nuova visione di Internet.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Web 2.0 Antonio Savarese Giornalista, Data Manager Una nuova visione di Internet."— Transcript della presentazione:

1 Web 2.0 Antonio Savarese Giornalista, Data Manager Una nuova visione di Internet

2 Indice Cosa è il Web 2.0? Paradigmi del cambiamento Analisi del cambiamento: Il nuovo consumatore Un po di numeri……. Impatto del web 2.0 sul comportamento dei consumatori Il marketing 2.0 Strumenti 2.0 Dalla community al Social Network Dai siti ai Blog Feed RSS Wiki Second Life Le PMI ed il Web 2.0 approccio step by step Glossario

3 Cosa è il Web 2.0? ? ? ? ? ? ? ? ?

4 Internet non si può più considerare una semplice "rete di reti", né un agglomerato di siti Web isolati e indipendenti tra loro, bensì la summa delle capacità tecnologiche raggiunte dalluomo nellambito della diffusione dellinformazione e della condivisione del sapere. Mario Montalto La rete è una piattaforma Gestione dei dati da parte degli utenti Lutente aggiunge valore alle applicazioni quando le usa Anonimo La conoscenza non risiede in un libro, in una banca dati, in un software; essi sono solo dei contenitori di informazione. La conoscenza è sempre impersonificata da un essere umano; veicolata solo da un essere umano; creata, alimentata o migliorata da un essere umano; insegnata e tramandata grazie ad un essere umano; usata ed abusata per opera di un essere umano. Il passaggio ad una società basata sulla conoscenza pone quindi lessere umano al centro. Peter Drucker, Post-Capitalist Society 1993 Not only did we fail to imagine what the Web would become, we still dont see it today! We are blind to the miracle it has blossomed into. And as a result of ignoring what the Web really is, we are likely to miss what it will grow into over the next 10 years. Chris Anderson - Wired Magazine Web 2.0 is the air for the next bubble Paul Witherow 2.0 deriva dalla modalità con cui, nel mondo dell'informatica, si usa designare la nuova release di un programma (1.0, 1.5, 2.0 etc.) Informatico Lera del Web 2.0, è lo sviluppo di tecnologie abilitanti relazioni sociali complesse sull'onda di potenza hardware sempre più economica e banda larga di massa. Franco Carlini Web 2.0 indica un nuovo approccio sociale alla generazione e distribuzione di contenuti via web, che siano caratterizzati da processi comunicativi aperti, con una forte decentralizzazione dellautorità, libertà di condividere e riusare i contenuti stessi Loro la pensano così Cosa è il Web 2.0?

5

6 In Internet c'è qualcosa di nuovo. Si chiama Web 2.0, è un nuovo modo di: realizzare, scambiare, modificare, trovare, vedere, contenuti web. Definire cosa è 2.0 è difficile, opinabile, fluido. E' un modo che riduce ancora di più la distanza tra chi usa e chi crea. Cosa è il Web 2.0?

7

8 You. La copertina dell'ultimo numero 2006 di TIME, dedicata come sempre al personaggio dell'anno, era letteralmente uno schermo a specchio. Il protagonista del 2006 siamo noi. Cosa è il Web 2.0?

9

10 Paradigmi del cambiamento Concetti base partecipazione apertura collaborazione creatività anonimato voglia di emergere - condividere - partecipare - commentare - collaborare - creare - diffondere - classificare - commentare - assemblare - rielaborare - aggregare - sottoscrivere - decentrare - distribuire - trovare - farsi trovare Nuove pratiche

11 Analisi del cambiamento: Il nuovo consumatore Una nuova tipologia di consumatore che fa della propria fruizione di Internet un momento non di assimilazione passiva delle informazioni e di quanto gli viene proposto. Preferisce invece usare la Rete per tessere relazioni sociali, esserci come individuo, con la libertà di esprimere la propria opinione e la voglia di emergere.

12 Un pò di numeri……. A gennaio 2007 il 56% dei navigatori italiani (oltre 11 milioni di persone) hanno visitato almeno una volta i siti del Web 2.0. Tali utenti trascorrono mediamente il 51% di tempo in più su Internet rispetto ad utenti web 1.0 … visitano il 54% di pagine in più su base mensile … trascorrono mediamente il 36% di tempo in meno su una singola pagina di contenuto web * Fonte: analisi Nielsen/NetRatings Aprile 2007

13 Un pò di numeri…….

14 Impatto del web 2.0 sul comportamento dei consumatori CONSUMATORI?

15 Impatto del web 2.0 sul comportamento dei consumatori Il consumatore-utente diventa sempre più mobile e veloce: più tempo fuori casa più possibilità e capacità di confronto tra offerte e marche sempre più inediti luoghi dacquisto (reali e virtuali). Maggiore disponibilita di informazioni ma con logiche selettive: dalla cultura di massa(mainstream) alle conoscenze esperte (knowledge society) dagli apprendimenti programmati(welfare) agli approfondimenti per contaminazioni virali da lettore a coautore (user generated content)

16 Il marketing 2.0 Affermazione di brand e di prodotto Visibilità nellarena competitiva Reputazione sul mercato Gestione della relazione con il cliente Fidelizzazione Maggior coinvolgimento di Promoters spontanei Organizzazione aziendale Sviluppo di prodotto Analisi di mercato Analisi delle variabili introdotte nel processo decisionale Analisi delle tendenze di mercato …sono fortemente influenzati da questa nuova tendenza.

17 Il marketing 2.0 OLD SCHOOL MARKETINGNEO MARKETING 2.0 lo fanno gli uomini di marketing e i pubblicitari lo fanno tutti gli uomini di marketing hanno il poteregli utenti hanno il potere pubblicizzareevangelizzare marca controllata dallaziendamarca interpretata dai clienti messaggio univococonversazione biunivoca contenuto creato dallaziendacontenuto creato dallutente focus groupfeedback degli utenti focus sul brandingfocus sugli utenti appassionati fa che il cliente ci credatu ci credi

18 Il marketing 2.0 Visibilità aziendale

19

20 Si generano e condividono opinioni relative ad un brand con milioni di altri utenti; tali opinioni possono godere di unelevata visibilità non solo allinterno delle specifiche community/aree di pubblicazione. Il marketing 2.0 La reputazione aziendale

21 E possibile individuare opinion leader in grado di veicolare con efficacia una positiva percezione del brand. Il marketing 2.0 I Promoters

22 Si confrontano tra loro prodotti e brand e si raccolgono informazioni fornite da parte di altri utenti su di un prodotto … Il marketing 2.0 Processo decisionale

23 Si forniscono/raccolgono informazioni utili allo sviluppo di prodotto… Il marketing 2.0 Sviluppo del prodotto

24 Strumenti 2.0 Non è più necessario conoscere il linguaggio HTML per creare un proprio blog... per mettere i propri video online... per mettere la propria musica su un sito... per creare pagine interattive di consultazione... per creare informazioni in rete Ci sono ora nuovi strumenti.

25 Strumenti 2.0 Dalla community al Social Network Storia del social Network Sei gradi di separazione è un'ipotesi secondo cui qualunque persona può essere collegata a qualunque altra persona attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari. Nel 1967 il sociologo americano Stanley Milgram trovò un nuovo sistema per testare la teoria, che egli chiamò "teoria del mondo piccolo". Selezionò casualmente un gruppo di americani del Midwest e chiese loro di mandare un pacchetto ad uno straniero che abitava nel Massachusetts, a diverse migliaia di chilometri di distanza. Ognuno di essi conosceva il nome del destinatario, la sua occupazione, e la zona in cui risiedeva, ma non l'indirizzo preciso. Fu quindi chiesto a ciascuno dei partecipanti all'esperimento di mandare il proprio pacchetto a una persona da loro conosciuta, che a loro giudizio avesse il maggior numero di possibilità di conoscere il destinatario finale. I partecipanti si aspettavano che la catena includesse perlomeno un centinaio di intermediari, e invece ci vollero solo (in media) tra i cinque e i sette passaggi per far arrivare il pacchetto.

26 Strumenti 2.0 Dalla community al Social Network Un insieme di attori e le relazioni che li collegano *.

27 Strumenti 2.0 Dai siti ai Blog Un Blog (abbreviazione di web log) indica un sito web gestito in autonomia, ove pubblicare in tempo reale notizie, informazioni, opinioni o argomenti di ogni valenza, visualizzati in ordine cronologico inverso. La struttura ed i contenuti dei blog aziendali possono influenzare in modo strategico il processo dacquisto dei prospect e la relazione con lazienda dei client.

28 Sono da considerarsi veri e propri strumenti di comunicazione in grado di stimolare discussioni complesse e costruire relazioni tra target specifici. I contenuti reperibili in una fonte di questo tipo sono considerati dal target particolarmente rilevanti. Per loro natura i blog si prestano in modo ottimale ad integrazioni di vario genere con contenuti provenienti da fonti diverse (quali Social Network). Considerato che lefficacia di una rete dipende da: - Il numero di utenti - Le connessioni tra loro questi strumenti sviluppano, per le caratteristiche intrinseche, in modo efficace entrambi gli aspetti, gestendo un utilizzo massiccio di link, ciò che di fatto permette il presidio del web. Strumenti 2.0 Dai siti ai Blog

29 Un Corporate Blog è gestito da unorganizzazione (azienda) per raggiungere specifici obiettivi, quali ad esempio: Stimolare il target a compiere una specifica azione Intervenire in tempo reale in caso di situazione di crisi relativa allimmagine di brand o di prodotto Dimostrare al proprio target (ed alla concorrenza) la capacità di mettersi in discussione Stimolare e raccogliere aggiornamenti utili per mantenere una posizione di leadership nel proprio settore Fornire alla Rete contenuti sempre aggiornati in merito alla vita della propria azienda o levoluzione del proprio settore Essere catalizzatore di interesse per profili di utenza utili alla conoscenza aziendale. Strumenti 2.0 Corporate Blog

30 Strumenti 2.0 Blog di successo

31 Strumenti 2.0 Blog di successo

32 Strumenti 2.0 Blog di successo

33 Strumenti 2.0 Blog di successo

34 Strumenti 2.0 Blog di successo DueSpaghi, un esempio italiano. Scrivo la recensione del ristorante dove ho mangiato ieri sera, quale miglior inizio per una community, specialmente italiana? La navigazione avviene tramite tag, specchio di gusti, tendenze, passioni, lifestyle sempre dinamici. Novità: le informazioni inserite dagli utenti sono rese disponibili e scaricabili sul navigatore satellitare. Come tutti i siti 2.0 il servizio migliora man mano che la gente lo usa e lo popola. Successo di un sito = popolarità.

35 Strumenti 2.0 Feed RSS Le newsletter periodiche hanno rappresentato un eccezionale strumento con cui spingere (push) dei contenuti informativi verso un proprio pubblico, grazie a una mailing list (majordomo, mailman, etc). Ora sono in parte sostituite dagli RSS RSS (acronimo di RDF Site Summary) è uno dei più popolari formati per la distribuzione di contenuti Web; è basato su XML, da cui ha ereditato la semplicità, l'estensibilità, la flessibilità. Un RSS è uno standard per la pubblicazione di informazioni costantemente aggiornate. Il formato permette la visualizzazione su portali e siti web di headline e link relativi a notizie pubblicate su altri siti e rese disponibili attenendosi a specifiche ben precise.

36 La Real Simple Syndication, è un servizio grazie al quale cui gli utenti iscritti ricevono automaticamente gli ultimi aggiornamenti da un sito, o in posta elettronica o usando un apposito programma web, chiamato aggregatore. Strumenti 2.0 Feed RSS

37 Laggregatore riunisce le ultime novità dei feed RSS scelti. Un ulteriore sviluppo permette di ricevere e pubblicare automaticamente sul proprio sito gli Rss pubblicate da siti o blog con cui è gemellato. In questo modo si creano comunità di blog, che si arricchiscono l'uno con l'altro. Es. RepubblicaRepubblica Strumenti 2.0 Gli aggregatori RSS

38 Strumenti 2.0 Wiki Wiki = rapido, veloce in lingua hawaiiana Può essere anche l'acronimo di "What I Know Is". L'approccio wiki esprime la costruzione progressiva di qualcosa da parte di più persone, partecipata. Ciascuno può scrivere e spiegare un termine che conosce, altri collaboreranno ad ampliare, precisare, smontare, stimolare. Il termine wiki può anche riferirsi al software collaborativo utilizzato per creare un sito web.

39 Wikipedia, l'enciclopedia libera Strumenti 2.0 Wikipedia

40 Strumenti 2.0 Second Life

41 Strumenti 2.0 Second Life

42 Strumenti 2.0 Second Life

43 Strumenti 2.0 Second Life

44 Strumenti 2.0 Second Life - Gabetti

45 Strumenti 2.0 Second Life - Vantaggi

46 Le PMI ed il Web 2.0 Approccio step by step What do you do on MONDAY morning? Expand your awareness of what is possible. Reading this manifesto was a good start. Join in the conversation on the web. Befriend a 20-year-old guide. Find somebody who lives a Web 2.0 existence and learn from them. Begin trying and using Web 2.0 tools. Read or write a blog. Look up the lists of topWeb 2.0 applications and test them out. Try to get them. Analyze your business, industry, and market. Look for the core assumptions that have always been true. Are they still true? Brainstorm with your team a list of ways that you might use Web 2.0 thinking to break those core assumptions…before somebody else does. Re-examine your business goals. Knowing what you know now, what could you now achieve that you couldnt before? Build your own Web 2.0 strategy that will help you more quickly achieve your business goals. ACT! Do it now. Test. Fail. Learn. Adapt. Repeat.

47 Glossario Blog (o Web log). Il termine blog è la contrazione di web log, ovvero "traccia sulla rete". Il blog è uno spazio corrispondente ad un indirizzo http sulla Rete dove una persona può pubblicare il suo diario personale in modo multimediale. Nella maggior parte dei casi, chiunque può commentare quello che viene scritto. Blogger. Lautore e curatore di un blog. Blogosfera. Linsieme dei blog con elementi comuni appartenenti ad un certo insieme. Ad esempio per includere la globalità dei blog italiani, si usa il termine blogosfera italiana. Blogroll. La lista dei link ad altri blog, presenti in un determinato blog. E un modo per segnalare la qualità dei contenuti di un altro blog o per esprimere la relazione di appartenenza con un altro blogger. Commenti. Messaggi che gli utenti di un blog possono lasciare a seguito di un post, per comunicare con lautore e gli altri lettori. Corporate Blog. Blog aziendali in cui vengono pubblicate notizie e informazioni inerenti alla propria azienda. Possono essere visibili allinterno e/o allesterno dellazienda. Creative Commons. La possibilità data ai navigatori di acquisire e riutilizzare il contenuto dei siti visitati con alcune, minime, restrizioni. Feed reader. Un feed reader è un programma in grado di effettuare il download di dati/informazioni dalla Rete in diverse modalità, ad esempio RSS. E sufficiente che si indichi al programma lindirizzo web del feed per acquisire in tempo reale nuovi dati/informazioni. Permalink. Un permalink (contrazione della frase inglese "permanent link") è un tipo di URL che si riferisce ad una specifica informazione, realizzato in modo da non cambiare o almeno per rimanere lo stesso per lunghi periodi di tempo. Il termine è spesso impiegato nell'ambito dei blog per indicare il link ad un determinato post. Post. I pensieri, i testi e le immagini che pubblica il proprietario del blog. RSS. Un formato standard per la distribuzione e la diffusione dei contenuti delle pagine web su diversi canali. RSS è lo standard de facto per l'esportazione di contenuti Web. Numerosi siti di informazione, quotidiani online, fornitori di contenuti, e soprattutto blog, lo hanno adottato. Social Network. Il social network è la mappa di relazioni esistente tra le persone, una rete dove le persone sono i nodi e i tipi di relazioni sono le connessioni, o link

48 Non perdiamoci di vista…… Antonio Savarese Giornalista, Data Manager Cell


Scaricare ppt "Web 2.0 Antonio Savarese Giornalista, Data Manager Una nuova visione di Internet."

Presentazioni simili


Annunci Google