La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Concetti generali SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M3 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Concetti generali SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M3 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37)"— Transcript della presentazione:

1 Concetti generali SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M3 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011

2 FATTORE DI RISCHIO (O PERICOLO) Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni (D.Lgs. 81/08) CONCETTI E DEFINIZIONI In altre parole: la presenza di sostanze chimiche, agenti biologici, fenomeni fisici, oggetti, azioni o relazioni caratterizzati dalla possibilità di nuocere quando raggiungono una certa dimensione o cinetica Ambiente Materiali Attrezzature Impianti Metodo di lavoro SiRVeSS

3 I FATTORI DI RISCHIO CONCETTI E DEFINIZIONI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infortunistica) PER LA SALUTE (Rischi di natura igienico-ambientale) PER LA SICUREZZA E LA SALUTE (Rischi trasversali) StruttureAgenti Chimici Organizzazione del lavoro MacchineAgenti FisiciFattori psicologici Impianti elettriciAgenti BiologiciFattori ergonomici Attrezzature Incendi-esplosioni SiRVeSS

4 1.FATTORE DI RISCHIO 2.ESPOSIZIONE 3.POSSIBILE DANNO 4.RISCHIO CORRELATI TRA LORO NELLA SEQUENZA LOGICA F.d.R.ESPOSIZIONE RISCHIO POSSIBILE DANNO CONCETTI E DEFINIZIONI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SiRVeSS

5 F.d.R.ESPOSIZIONEDANNORISCHIO CORRENTE ELETTRICA FILO SCOPERTO ARRESTO CARDIOCIRC. INFORTUNIO DA ELETTROCUZIONE FORZA DI GRAVITA MANCANZA DI PARAPETTO FRATTURE MULTIPLE INFORTUNIO DA CADUTA DALLALTO RUMORERUMORE > 85 dBAALLUDITO IPOACUSIA (MALATTIA) POLVERIPOLVERI > 5mg/mcAI POLMONI BRONCHITE CRONICA (MALATTIA) OGGETTO PESANTE TRASPORTO A MANO AI PIEDI INFORTUNIO DA SCHIACCIAMENTO CONCETTI E DEFINIZIONI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SiRVeSS

6 R = P x G VALORE DEL RISCHIO P G = GRAVITÀ = PROBABILITÀ R = RISCHIO CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

7 PROBABILITÀ DI ACCADIMENTO Valore di P.Livello delle probabilità Criterio di valutazione IMPROBABILE POCO PROBABILE ALTAMENTE PROBABILE La mancanza rilevata può provocare un danno per la concomitanza di più eventi poco probabili ed indipendenti Non sono noti episodi già verificatisi Il verificarsi del danno susciterebbe incredulità La mancanza rilevata può provocare un danno solo in circostanze sfortunate di eventi Sono noti solo rarissimi episodi già verificatisi Il verificarsi del danno ipotizzato susciterebbe grande sorpresa La mancanza rilevata può provocare un danno, anche se non in modo automatico o diretto È noto qualche episodio in cui alla mancanza ha fatto seguito il danno Il verificarsi del danno ipotizzato, susciterebbe una moderata sorpresa in Azienda Esiste una correlazione diretta tra la mancanza rilevata ed il verificarsi del danno ipotizzato per i lavoratori Si sono già verificati danni per la stessa mancanza rilevata nella stessa Azienda o in Aziende simili o in situazioni operative simili Il verificarsi del danno conseguente la mancanza rilevata non susciterebbe alcuno stupore in Azienda CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

8 Valore di G.Livello delle probabilità Criterio di valutazione LIEVE MEDIO GRAVE GRAVISSIMO Infortunio o episodio di esposizione acuta con inabilità rapidamente reversibile Esposizione cronica con effetti rapidamente reversibili Infortunio o episodio di esposizione acuta con inabilità reversibile Esposizione cronica con effetti reversibili Infortunio o episodio di esposizione acuta con effetti di invalidità parziale Esposizione cronica con effetti irreversibili e/o parzialmente invalidanti Infortunio o episodio di esposizione acuta con effetti letali o lesivi di invalidità totale Esposizione cronica con effetti letali e/o totalmente invalidanti SCALA DI GRAVITÀ DEL DANNO CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

9 danno probabilità moderato GRIGLIA DI LETTURA (MATRICE DEL RISCHIO) non moderato grave non significativo CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

10 INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Correlazione tra valore del rischio ed azioni da intraprendere R> 8 Azioni correttive indilazionabili R4 - 8 Azioni correttive necessarie da programmare con urgenza R2 - 3 Azioni correttive/migliorative da programmare nel breve-medio termine R= 1 Azioni migliorative da programmare nel medio-lungo termine CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

11 VALUTAZIONE DEI RISCHI Valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nellambito dellorganizzazione in cui essi prestano la propria la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza (D.Lgs. 81/08) CONCETTI E DEFINIZIONI SiRVeSS

12 Relazione su tutti i rischi, inclusi quelli correlati a stress, differenze di genere, età, provenienza da altri paesi, precisando i criteri di valutazione Indicazioni delle misure di prevenzione e protezione, compresi DPI Programma delle misure per garantire il miglioramento nel tempo della sicurezza Individuazione delle procedure e dei ruoli aziendali per lattuazione delle misure Indicazione dellorganigramma aziendale della sicurezza Individuazione delle mansioni che espongono a rischi specifici, che richiedono competenze ed esperienza specifiche OGGETTO DELLA VALUTAZIONE (D.Lgs. 81/08 art. 28) SiRVeSS DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

13 Preso a riferimento un laboratorio, individuare alcuni fattori di rischio presenti al suo interno e, per ognuno di questi, descrivere un possibile evento lesivo (per uno studente o per linsegnante/tecnico) e definire la tipologia del rischio associabile ad esso ESERCITAZIONE GUIDATA SiRVeSS

14 LABORATORIO F.d.R.Possibile eventoTipo di rischio Individuare lelemento oggettivo potenzialmente in grado di produrre un danno Descrivere brevemente un possibile evento lesivo per uno studente Individuare il tipo di rischio cui è esposto lo studente (ad es. infortunio da elettrocuzione, da taglio, da ustione, ecc.) SiRVeSS

15 ESEMPIO: PALESTRA F.d.R.Possibile eventoTipo di rischio Oggetti sporgenti dalle pareti (ganci, mensole, ecc.) Correndo o muovendosi per seguire unazione di gioco, il ragazzo può colpire con la testa o un braccio un oggetto sporgente Infortunio (taglio, contusione, abrasione) Forza di gravità Saltando da fermo può cadere mettendo male il piede o scivolare a causa di calzature non consone Infortunio (frattura o distorsione alla caviglia) Oggetti in rapido movimento Nel tentativo di prendere o respingere un pallone lanciato velocemente da un compagno può fare una mossa maldestra Infortunio (frattura o lussazione di un dito) SiRVeSS

16 F.d.R.Possibile eventoTipo di rischio SiRVeSS


Scaricare ppt "Concetti generali SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M3 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37)"

Presentazioni simili


Annunci Google