La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S.A. Informatica Generale 1 Rete di calcolatori n Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S.A. Informatica Generale 1 Rete di calcolatori n Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio."— Transcript della presentazione:

1 S.A. Informatica Generale 1 Rete di calcolatori n Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio di dati –es: la rete del vostro centro di calcolo, Internet n Ogni calcolatore o dispositivo viene detto nodo ed è identificato da un indirizzo univoco allinterno della rete –es: un PC, una stampante, etc...

2 S.A. Informatica Generale 2 Rete di calcolatori (2) n I calcolatori collegati sono autonomi e eterogenei. Le classificazioni che si definiscono sono puramente indicative. n Sono generalmente asincrone, nel senso che non esiste alcun segnale di sincronizzazione che, viste le distanze, comporterebbe un tempo di propagazione certamente non trascurabile

3 S.A. Informatica Generale 3 Rete di calcolatori (3) n Una rete si può pensare come un sistema multicalcolatore a memoria distribuita.Sono di fatto reti multipunto (broadcast) : ogni messaggio può raggiungere tutti i computer collegati. n In sostanza: le distanze non possono essere trascurate e quindi va considerato il tempo di propagazione. Le linee sono inaffidabili Occorrono controlli su i dati (controllo di integrità) I dati devono essere letti a partire da un determinato istante Il flusso dei dati non può essere interrotto

4 S.A. Informatica Generale 4 Rappresentazione grafica Si usa un grafo :ogni calcolatore è un nodo; ogni canale è un arco(link). n Server : nodi responsabili del traffico n Host: sorgenti e destinatari Un server può comportarsi anche da host Modello Client- Server Server Host

5 S.A. Informatica Generale 5 A che serve una rete di calcolatori ? n Alcuni esempi di applicazioni che usano la rete : –posta elettronica (scambio di corrispondenza fra utenti di sistemi collegati in rete) –trasferimento di file (copia di file fra due computer collegati) –terminali virtuali (ci si può collegare e lavorare interattivamente con un computer remoto) –condivisione di risorse (stampanti, file system…) –World Wide Web (ipertesti distribuiti) –Condivisione delle risorse

6 S.A. Informatica Generale 6 Come ci si collega alla rete ? RAM (memoria centrale) Processore bus Linee dati, indirizzi e controllo Interfaccia di I/O Interfaccia di I/O Scheda ethernet modem LAN Rete Telefonica

7 S.A. Informatica Generale 7 Come ci si collega alla rete (2) n Modem (modulatore / demodulatore) –permette di trasferire dati da un calcolatore allaltro usando la linea telefonica tradizionale –effettua la modulazione del segnale in uscita (dalla rappresentazione elettrica interna alle memorie a suoni analogici lungo il filo telefonico) –effettua la demodulazione (il passo di codifica inverso) allarrivo –velocità tipica 56 K al secondo (in bit /sec)

8 S.A. Informatica Generale 8 Schema generale di comunicazione SORGENTE TRASMETTITORE CANALE RICEVITORE DESTINATARIO Sistema di trasmissione Rappresentazione dellinformazione legata al tipo: analogico, digitale

9 S.A. Informatica Generale 9 Canali di trasmissione Canali : mezzi di trasmissione (in base al supporto fisico): Mezzi guidati: doppino telefonico di rame ( segnale analogico o digitale). cavo coassiale ( segnale analogico o digitale): conduttore interno ricoperto da un isolante su cui viene avvolta una rete metallica (calza) per schermare interferenze. La distanza coperta è maggiore e non necessita di amplificazione. Costo contenuto. Fibra ottica (filamento vetroso di silicio) : informazione trasmessa mediante luce generata da laser e trattenuta allinterno della fibra. Più costoso, ma senza interferenze. Adatta a lunghe distanze Mezzi non guidati: antenne, ripetitori, satelliti

10 S.A. Informatica Generale 10 Tecnologia di comunicazione n - multipunto (broadcast): ogni calcolatore è identificato in modo univoco da un indirizzo di rete associato al dispositivo fisico per il collegamento. Ogni messaggio può essere potenzialmente inviato a tutti n - punto a punto : per ogni coppia di calcolatori esiste un collegamento fisico anche non continuativo (sistema complesso e costoso)

11 S.A. Informatica Generale 11 Commutazione n Commutazione di circuito La trasmissione usa un canale fisico che viene assegnato allinizio e che viene riservato per servire la richiesta di connessione; se non viene utilizzato nessun altro potrà usarlo. La comunicazione richiede una fase iniziale durante la quale viene stabilito il cammino. E usata nelle telecomunicazioni (telefonia).

12 S.A. Informatica Generale 12 Commutazione (2) n Esempio : una telefonata - - richiesta di collegamento ( composizione del numero che individua il destinatario ) - - la centrale stabilisce il percorso - - destinatario è disposto ad accettare la comunicazione ( segnale di libero) - - comunicazione (trasferimento vero e proprio) - - riaggancio : risorsa (linea) liberata - - destinatario non è disposto ad accettare la comunicazione ( segnale di occupato) : non è possibile proseguire fino a che il destinatario non rilascia la linea Non sfrutta le pause

13 S.A. Informatica Generale 13 Commutazione (3) n Commutazione di pacchetto Alla sorgente si suddivide linformazione in pacchetti che vengono inviati uno alla volta sul canale. Il destinatario li ricompone. Ordine di spedizione : - ogni pacchetto è completamente indipendente dagli altri, per cui possono seguire strade diverse (tecnica datagram) su un circuito virtuale, nel senso di non riservato, ma comune con pacchetti di altri mittenti.

14 S.A. Informatica Generale 14 Commutazione (4) La commutazione di pacchetto richiede pertanto conoscenze aggiuntive (ad esempio numerare pacchetti ) per la fase di ricomposizione. Permette di realizzare la trasmissione contemporanea di più pacchetti, anche di mittenti diversi. Il canale logico è più ampio del canale fisico.

15 S.A. Informatica Generale 15 Lo standard MIME n MIME (Multipurpose Internet Mail Extension) è uno standard che permette riconoscere correttamente la codifica di dati di natura diversa (testo, immagini, suoni etc.) n Una codifica MIME comprende –un preambolo, in cui viene specificato in modo standard il tipo del dato che stiamo codificando ( text/plain,image/jpeg,image/gif ) –un corpo (body), che contiene la codifica vera e propria

16 S.A. Informatica Generale 16 Lo standard MIME (2) n MIME è utilizzato ad esempio per –messaggi di posta elettronica –decodifica corretta di pagine web In entrambi i casi il lapplicazione che legge la posta ( outlook, eudora ) o lapplicazione che naviga su Web ( explorer,netscape, galeon ) utilizza il preambolo per decodificare e presentare i dati in modo corretto

17 S.A. Informatica Generale 17 Tipologie di reti n Sono classificate per estensione –reti locali LAN (Local Area Network) consentono di collegare fra loro dispositivi nello stesso edificio o in edifici adiacenti es : le rete del vostro centro di calcolo –reti metropolitane MAN (Metropolitan AN) consentono il collegamento di dispositivi nella stessa area urbana es : la rete civica pisana, la rete privata dellUniversità

18 S.A. Informatica Generale 18 Tipologie di reti(2) Estensione (segue) –reti geografiche WAN (Wide AN) collegano dispositivi diffusi su unampia area geografica es : in genere tutte le reti che devono attraversare suolo pubblico (due sedi distanti della stessa ditta) –reti di reti (internetworking) collegano fra loro più reti diverse (in termini sia di hardware che di software) mediante opportuni elementi di interfaccia es: Internet

19 S.A. Informatica Generale 19 Forme di reti(1) n STELLA di piccole dimensioni, al più qualche chilometro tempo di trasmissione nel caso pessimo limitato e noto a priori => semplifica la progettazione e la gestione della rete.

20 S.A. Informatica Generale 20 –Bus rete LAN broadcast in ogni istante solo una macchina può trasmettere è necessario un meccanismo di arbitraggio (centralizzato o distribuito) che risolve i conflitti quando più macchine vogliono trasmettere simultaneamente Ethernet è un esempio di rete broadcast a bus con controllo decentralizzato che opera a 10 o 100 Mbps Forme di reti(2)

21 S.A. Informatica Generale 21 Forme di reti(3) n ANELLO rete LAN broadcast ogni bit procede per conto suo, senza aspettare il resto del pacchetto a cui appartiene anche in questo caso è necessario avere un tipo di arbitraggio per risolvere i conflitti IBM token ring è una rete broadcast a ring che opera a 4 e 16 Mbps

22 S.A. Informatica Generale 22 Struttura delle reti di calcolatori n Ci sono reti di molti tipi che utilizzano hardware e software diversi –es : cavo telefonico (modem), reti ethernet (scheda di rete), infrarossi (IR), onde radio n Perché la comunicazione possa avvenire correttamente ci deve essere un accordo sulle regole da seguire durante lo scambio (protocollo) n Si usa una gerarchia di protocolli –ogni protocollo disciplina un aspetto della comunicazione

23 S.A. Informatica Generale 23 Struttura delle reti di calcolatori (2) n Linsieme dei protocolli usati da una rete costituisce larchitettura della rete –esistono architetture standard ufficiali (es. ISO/OSI) –larchitettura di Internet costituisce uno standard di fatto (Internet Protocol Suite) –Non si possono collegare assieme direttamente due reti con architetture diverse (serve un nodo collegatore, il gateway)

24 S.A. Informatica Generale 24 LInternet Protocol Suite n In cosa consiste lInternet Protocol Suite Collegamento fisico Livello network (IP) Livello trasporto (TCP) E il protocollo hw/sw che si occupa di trasmettere correttamente un singolo gruppo di bit (frame) fra due nodi collegati fisicamente in una rete omogenea. IPSIPS Livello applicazione

25 S.A. Informatica Generale 25 LInternet Protocol Suite (2) Collegamento fisico Livello network (IP) Livello trasporto (TCP) Gestisce linstradamento dei messaggi fra due nodi non collegati sulla stessa rete omogenea. È analogo a decidere che rotta fare seguire ad un treno merci in viaggio da Reggio Calabria a Milano… IPSIPS Livello applicazione

26 S.A. Informatica Generale 26 LInternet Protocol Suite (3) Collegamento fisico Livello network (IP) Livello trasporto (TCP) Controlla il trasferimento dei dati al nodo destinazione. Se il messaggio è troppo grosso lo spezza in più messaggi piccoli (pacchetti). TCP controlla anche che ogni pacchetto sia stato trasmesso correttamente ed ricostruisce il messaggio a destinazione. IPSIPS Livello applicazione

27 S.A. Informatica Generale 27 LInternet Protocol Suite (4) Collegamento fisico Livello network (IP) Livello trasporto (TCP) Insieme di protocolli che definisce come interagiscono le applicazioni. I protocolli più comuni sono FTP (file transfer protocol) per il trasferimento file TELNET (connessione a terminale remoto) SNMP (per la posta elettronica) e HTTP (per il World Wide Web) IPSIPS Livello applicazione

28 S.A. Informatica Generale 28 LInternet Protocol Suite (5) n Internet Protocol (IP) gestisce 3 aspetti : –Fornisce uno schema di indirizzamento per tutti i computer collegati dalla rete di reti (indirizzo IP) –Decide il formato dei pacchetti che vengono trasmessi le reti collegate hanno tecnologia diversa e quindi in generale formato e dimensione dei pacchetti diversa –Decide come instradare i vari pacchetti fino al nodo destinazione la decisione viene presa in base ad una tabella di routing che spiega come comportarsi per i vari indirizzi

29 S.A. Informatica Generale 29 LInternet Protocol Suite (5) n Internet Protocol (IP) : indirizzi IP –ogni computer connesso alla rete ha un indirizzo univoco (lindirizzo IP, intero positivo a 32 bit) –es è lindirizzo IP della mia macchina – corrisponde a server.humet.unipi.it –la notazione con 4 numeri viene usata per leggibilità –IP V6, nuovo protocollo che usa 128 bit (per evitare la saturazione) bit

30 S.A. Informatica Generale 30 LInternet Protocol Suite (6) n Internet Protocol (IP) : IP address –gli indirizzi IP vengono assegnati a gruppi (un gruppo è detto dominio) da una autorità centralizzata con ramificazioni in tutto il mondo –ogni nodo ha un nome simbolico es. ely.di.unipi.it è il nome simbolico della mia macchina –un insieme di processi attivi su particolari nodi della rete si occupa di tradurre questi nomi simbolici nel corrispondente indirizzo IP numerico (DNS, Domain Name System)

31 S.A. Informatica Generale 31 Connessione alla rete Primo passo : accesso alla rete Cosa serve: 1.- modem tradizionale, scheda di rete -Account : identificazione User indirizzo password:******* Chi rilascia account: istituzioni, enti o provider ( prima a pagamento ora gratuiti: hotmail, katamail, tiscali, libero,….) 2.- modem ADSL come sopra, ma a pagamento

32 S.A. Informatica Generale 32 Connessione alla rete: ADSL La tecnologia Digital Subscriber Line (DSL) utilizza le esistenti linee telefoniche in rame per il trasporto di dati a larga banda, come i servizi video e multimediali forniti a utenti abbonati. Il termine xDSL identifica forme simili di tecnologia DSL:ADSL (Asymmetric) nel senso che mette a disposizione più banda dalla rete verso l'utente (downstream) e meno nella direzione inversa (upstream).

33 S.A. Informatica Generale 33 Connessione alla rete:ADSL La connessione è sempre attiva. Un modem ADSL combinato con uno "splitter" sovrappone i segnali a larga banda sulle linee analogiche tradizionali o digitali (ISDN) esistenti. La sovrapposizione è tale per cui il servizio dati ADSL non interferisce con il normale traffico telefonico.

34 S.A. Informatica Generale 34 –INTERNET PER GLI UTENTI

35 S.A. Informatica Generale 35

36 S.A. Informatica Generale 36 n Modalità di accesso n Modem PSTN (56 kbit/s) n Modem ISDN (64/128 kbit/s) n Modem ADSL (oltre 640 kbit/s) n La modalità di accesso ad Internet è la causa più importante della velocità di collegamento.

37 S.A. Informatica Generale 37

38 S.A. Informatica Generale 38 Servizi (Applicazioni) Secondo passo : accesso al servizio scelto Account : User indirizzo Password: ******** Laccount può essere diverso da quello per laccesso alla rete

39 S.A. Informatica Generale 39 Servizi SNMP (Simple Newtwork Management Protocol)(per la posta elettronica) FTP (file transfer protocol) : per il trasferimento di file da un computer ad un altro TELNET (connessione a terminale remoto)

40 S.A. Informatica Generale 40 n newsgroup e chat; n ntp (Network Time Protocol); n peer-to-peer.

41 S.A. Informatica Generale 41 ntp n protocollo per la sincronizzazione degli orologi; n il client invia una richiesta al server che restituirà n lora corretta; n durante il calcolo dellora deve essere tenuto di n conto del ritardo di propagazione;

42 S.A. Informatica Generale 42 n peer-to-peer n applicazioni disoneste permettono il n trasferimento di file rubati; n può essere utilizzato senza appoggiarsi a nessun n server (peer-to-peer puro); n ogni computer ha gli stessi diritti degli altri n computer; n applicazioni oneste

43 S.A. Informatica Generale 43 n newsgroup e chat n I newsgroup sono paragonabili a bacheche leggibili da n tutto il mondo; n i newsgroup sono catalogati per argomento (medicina, n arte, sport, politica ecc); n i newsgroup sono consultabili tramite appositi applicativi n (tin, outlook express, mozilla) oppure tramite web n browser; n le chat si differenziano dai newsgroup perché permettono n la comunicazione in tempo reale con una o più persone.

44 S.A. Informatica Generale 44

45 S.A. Informatica Generale 45 La posta elettronica n electronic mail n una delle applicazioni piu utilizzate ed importanti delle reti n vantaggi principali –economicita –asincronia

46 S.A. Informatica Generale 46 La posta elettronica (2) Funzionamento –agenti utente consentono di leggere e inviare posta sono programmi locali che forniscono uninterfaccia grafica allutente –agenti di trasferimento messaggi trasferiscono i messaggi dal mittente al destinatario sono demoni di sistema

47 S.A. Informatica Generale 47 La posta elettronica (3) Funzionalita di base offerte –composizione di messaggi –editor integrati –trasferimento di messaggi in partenza –connessione con unaltra macchina –notifica –di cio che e accaduto del messaggio inviato –visualizzazione di messaggi ricevuti –visualizzatori speciali per i diversi tipi di file –eliminazione di messaggi ricevuti

48 S.A. Informatica Generale 48 La posta elettronica (5) n Formato dei messaggi definito in RFC 822 campi di intestazione Fromindirizzo mittente Toindirizzo destinatario/i primario/i Ccindirizzo destinatario/i secondario/i Bccindirizzo/i per copie carboni trasparenti Receivedogni agente di trasferimento lungo la strada aggiunge una riga di informazioni una linea bianca il corpo del messaggio

49 S.A. Informatica Generale 49 La posta elettronica (6) n RFC 822 permette di inviare messaggi di testo in ASCII n Problema: come permettere agli utenti di Internet di inviare/ricevere messaggi in lingue accentate (come il tedesco) in alfabeti non latini (come russo o ebraico) in lingue senza alfabeto (come il cinese) contenenti audio o video

50 S.A. Informatica Generale 50 La posta elettronica (7) –MIME - Multipurpose Internet Mail Extensions definito in RFC 1521 utilizza il formato RFC 822 aggiungendo una struttura al corpo del msg definisce le regole di codifica per i msg non ASCII la scelta di non abbandonare RFC 822 permette di trasmettere messaggi MIME usando programmi e protocolli esistenti

51 S.A. Informatica Generale 51 La posta elettronica (8) –MIME definisce cinque nuove intestazioni tra cui Content-Type che specifica la natura del corpo del messaggio –RFC 1521 definisce 7 tipi, ognuno con 1 o piu sottotipi TipoSottotipo TextPlain Richtext ImageGif Jpeg VideoMpeg...

52 S.A. Informatica Generale 52 La posta elettronica (9) Trasferimento dei messaggi la posta viene spedita quando la macchina mittente ha stabilito una connessione TCP sulla porta 25 della macchina destinataria su questa porta e in ascolto un demone che parla SMTP (Simple Mail Transfer Protocol)

53 S.A. Informatica Generale 53 La posta elettronica (10) –Abbiamo assunto sinora che tutti gli utenti lavorino su macchine in grado di spedire/ricevere posta –Molto spesso un PC per spedire/ricevere posta deve rivolgersi ad un server di posta –POP3 (Post Office Protocol) e un semplcie protocollo usato per recuperare la posta da una casella remota e memorizzarla nella macchina locale dellutente

54 S.A. Informatica Generale 54 La posta elettronica (11) Altre funzionalita comunemente usate –filtri insiemi di regole utilizzate dallagente utente per esaminare la posta in arrivo –per esempio per anti-spamming o per inviare avvisi sul cercapersone o sul cellulare dellutente –vacation demon invia ai mittenti messaggi del tipo: Sono spiacente ma sono fuori sede. Potro leggere il suo messaggio solo dopo 1l 16 giugno.

55 S.A. Informatica Generale 55 n I problemi della posta elettronica: – intercettazione dei messaggi; – invio con indirizzi falsificati; – alterazione dei contenuti; – SPAM; – virus.

56 S.A. Informatica Generale 56 La posta elettronica: decalogo duso n Non scrivete su una mail quello che non scrivereste su una cartolina, cioè non affidate alla informazioni riservate. n Disattivate tutti i meccanismi di apertura automatica dei messaggi e degli attachment.

57 S.A. Informatica Generale 57 n La posta elettronica: decalogo duso n Installate un antivirus che effettui il controllo di tutti gli attachment in arrivo. n Non aprite mai gli attachment dei messaggi che vengono da sconosciuti. n Non aprite mai gli attachment dei messaggi che vengono da persone conosciute, se non siete sicuri che quella persona vi doveva davvero mandare quellattachment.

58 S.A. Informatica Generale 58 n Password n Tutti i sistemi non ben progettati sono insicuri (!!!) n Uso delle password: n – strettamente personale; n – non va mai scritta; n – deve essere cambiata spesso; n – deve essere una sequenza casuale di alemeno 8 caratteri: n NO: marco n SI: zdf25040ddiin

59 S.A. Informatica Generale 59 n La posta elettronica: decalogo duso n Non rispondete MAI alle proposte per dire che non vi interessano e non date credito alle proposte di guadagno. n Non rispondete MAI allo SPAM, neppure per farvi cancellare dallelenco dei destinatari (in realtà non vi cancellerebbero, ma vi metterebbero in cento altre liste perché siete un indirizzo vivo). n Diffidate delle catene di SantAntonio, dei messaggi pietosi (di solito sono falsi) e dei finti avvisi di virus (il virus è il messaggio e chi lo diffonde sareste voi).

60 S.A. Informatica Generale 60 n Febbre aviaria per infettare i pc n Ecco un nuovo baco informatico n Il virus dei polli diventa anche informatico. E' questa l'ultima trovata di un cinico gruppo di hacker che ha iniziato a diffondere via un nuovo worm in grado di insinuarsi nei pc promettendo false informazioni sull'influenza aviaria. Battezzato "Naiva.A", il baco è contenuto in un allegato mascherato da documento Word. Facilmente riconoscibili gli attach infetti che, solitamente, vengono inviati insieme a messaggi che hanno come oggetto "Focolaio in Nord America" (Outbreak in North America) o "Che cos'è l'influenza aviaria" (What is avian influenza (bird flu)?).

61 S.A. Informatica Generale 61 n Una volta aperto, il file infetto attacca il computer, modifica il virus, creando e cancellando file, e consente il controllo a distanza del pc. Secondo quanto riferito dalla società specializzata in sicurezza informatica Panda Software, "Naiva.A" non si autoreplica, ma deve essere distribuito manualmente via e- mail, o attraverso i più diffusi sistemi di scambio file peer-to-peer.

62 S.A. Informatica Generale 62 La paura del virus dei polli spaventa anche i cybernauti, ma in questo caso alcune semplici precauzioni assicurano l'immunità. I consigli sono sempre gli stessi: analizzare attentamente la posta elettronica in entrata, controllare il mittente del messaggio e prestare molta cautela nell'apertura degli allegati sospetti inviati da indirizzi sconosciuti

63 S.A. Informatica Generale 63 Il World Wide Web (WWW) n Insieme di server distribuito sulla rete, che permette di accedere a file memorizzati in particolari directory su tutte le macchine collegate n Per richiedere informazioni ai server Web si usano solitamente dei programmi detti Web client (i normali navigatori) –i navigatori si preoccupano di interagire con i server seguendo opportuni protocolli generalmente http ( hypertext transfer protocol ) ma anche ftp etc.

64 S.A. Informatica Generale 64 HTTP - WWW n - WWW (World Wide Web, estesa rete mondiale) n Realizza un un ipertesto di estensione mondiale n IPERTESTO : documento la cui lettura non è strettamente sequenziale, ma può seguire diversi percorsi tra le pagine grazie a collegamenti ( link ) realizzati dalle parole calde (hot word ). n Larchitettura prevede una componente client n ( Browser: programma cliente interattivo) e una componente server. La comunicazione tra server e client è realizzata dal protocollo HTTP.

65 S.A. Informatica Generale 65 n Http è detto URL (Uniform Resource Locator); A partire dalla pagina iniziale si può navigare seguendo i vari link ipertestuali; Un insieme di pagine che trattano un argomento comune e gestite da un solo autore o da un gruppo coordinato è detto sito Web.

66 S.A. Informatica Generale 66 n http La velocità di navigazione è determinata : – la dimensione dei file in cui il contenuto della pagina è memorizzato; – la velocità della propria connessione con il provider; – la velocità della connessione che il provider riesce ad instaurare con il server su cui risiedono effettivamente i file; – il carico a cui è soggetto in quel momento il sito interessato (chi ha provato a seguire in tempo reale sul proprio computer eventi sportivi di grande risonanza sa di cosa si sta parlando!).

67 S.A. Informatica Generale 67 HTTP - WWW n Quando un utente seleziona una parola calda, richiede in sostanza al server la relativa pagina dellipertesto. Il server la invia nel formato HTML (Hyper Text Markup Language) : file ASCHII con informazioni di controllo per limpaginazione del testo e per la definizione di hot word. n La visualizzazione è opera del browser ( Netscape, Internet Explorer ).

68 S.A. Informatica Generale 68 Il World Wide Web (2) n Vediamo cosa accade richiedendo laccesso a una certa pagina del web es: –www.di.unipi.it è lindirizzo IP formato simbolico del server web dove si trova linformazione cercata –il navigatore traduce questa richiesta cioè la trasforma in un messaggio al server con tutti i dettagli necessari e secondo le regole del protocollo specificato ( http ) susi/IG02/text.htm viene inviato al server per individuare il file cercato ( text.htm ) allinterno delle directory susi e IG02 (il server sa come trovarle)

69 S.A. Informatica Generale 69 Il World Wide Web (3) n Vediamo cosa accade richiedendo laccesso a una certa pagina del web (cont.) es: –il server risponde alla richiesta inviando il testo della pagina cercata (se la trova) e la descrizione del tipo MIME della pagina stessa –il navigatore visualizza il contenuto della pagina usando una opportuna applicazione in base al tipo MIME –tipico formato è HTML (Hypertext Markup Language) HTML permette di incapsulare nel testo le informazioni relative alla sua formattazione e diversi oggetti di tipo multimediale (immagini, suoni,etc)

70 S.A. Informatica Generale 70 Il World Wide Web (4) n Vediamo cosa accade richiedendo laccesso a una certa pagina del web (cont.) es: –//www.di.unipi.it/susi/IG02/text.htm è detto URL (Uniform Resource Locator) e permette di localizzare in maniera univoca tutti i file pubblicati sulla rete

71 S.A. Informatica Generale 71 n Virus e antivirus n virus: programma che infetta il computer n un virus può: n – distruggere lo hardware di un computer; n – distruggere i nostri documenti; n – effettuare connessioni internet verso numeri di n telefono 144… n – inviare informazioni personali a qualsiasi persona n presente nella rubrica di posta elettronica


Scaricare ppt "S.A. Informatica Generale 1 Rete di calcolatori n Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio."

Presentazioni simili


Annunci Google