La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

11 Adozione internazionale: Procedure e Riforme Corso DPI 2013 Messina D.ssa Dinah Caminiti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "11 Adozione internazionale: Procedure e Riforme Corso DPI 2013 Messina D.ssa Dinah Caminiti."— Transcript della presentazione:

1 11 Adozione internazionale: Procedure e Riforme Corso DPI 2013 Messina D.ssa Dinah Caminiti

2 2 Chi è Amici dei Bambini CHI E Lassociazione Amici dei Bambini è un movimento di famiglie che, avendo accolto un bambino abbandonato tramite ladozione, ha deciso di mettersi al servizio dei bambini abbandonati LA MISSION Dare ad ogni bambino abbandonato una famiglia e garantire il suo diritto a essere figlio: questa è la mission che anima il lavoro di Amici dei Bambini. LE ATTIVITA –Adozione Internazionale –Cooperazione allo Sviluppo e Sostegno a distanza –Affido –Promozione culturale sull'Emergenza Abbandono

3 33 Le Sedi in Italia 15 SEDI OPERATIVE IN TUTTA ITALIA 1.Bolzano 2.Pordenone 3.Mestre 4.Milano 5.Torino 6.Bologna 7.Firenze 8.Roma 9.Salerno 10.Barletta 11.Reggio Calabria 12.Cagliari 13.Macerata 14.Messina 15.S. Maria Capua Vetere

4 4 Un fenomeno di dimensioni sempre più drammatiche: Asia 87.6 milioni Africa 43.4 milioni America Latina 12.4 milioni Europa dellEst 1.5 milioni In totale 163 milioni (dati UNICEF) Italia circa 34 mila bambini Stati Uniti circa bambini EMERGENZA COMUNE A TUTTI I PAESI, ANCHE AL RICCO OCCIDENTE Labbandono dei bambini: quarta emergenza umanitaria

5 55 Le sedi nel mondo 30 PAESI DEL MONDO

6 6 Paesi operativi sono: Africa: Repubblica Democratica del Congo, Congo Brazzaville, Kenya, Ghana Americhe: Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Honduras, Messico, Perù Asia: Cambogia, Cina, Mongolia, Nepal, Sri Lanka Est Europa: Albania, Bulgaria, Federazione Russa, Kosovo, Moldova, Ukraina

7 7 QUALI SONO QUESTI BAMBINI? Secondo la corretta applicazione del principio di sussidiarietà sancito dalla Convenzione de LAja (1993) ladozione internazionale dovrà essere residuale Rivolta cioè a quei bambini che non trovano accoglienza nel loro Paese di origine

8 88 Sussidiarietà… Il concetto espresso nella convenzione dellAja Convenzione sulla protezione dei minori e sulla cooperazione in materia di adozione internazionale siglata a lAja 29/05/1993 consente lAdozione Internazionale solo se per quel bambino non si è trovata, dopo aver tentato il possibile, una famiglia del suo paese di origine disposta ad accoglierlo

9 99 Ai.Bi. & la sussidiarietà applicata 4 LINEE DI INTERVENTO PER RISPETTARE LA SUSSIDIARIETA 1.Prevenire labbandono Il sostegno alla famiglia di origine 2.Sospendere labbandonoLaccoglienza temporanea familiare & le case famiglia 3.Superare labbandonoa - Il rientro Famiglia di origine b - Ladozione nazionale c - Ladozione internazionale 4.Accompagnare labbandonoI percorsi per i neo-maggiorenni

10 10 Cosa prevede la Legge 476/98, di ratifica della Convenzione de LAja? Creazione di unautorità centrale Ricorso agli enti autorizzati

11 11 Per adottare bisogna… essere coniugati al momento della presentazione della dichiarazione di disponibilità; o provare documentalmente o per testimonianza, ove il matrimonio sia stato contratto da meno di tre anni, la continua, stabile, perdurante convivenza more uxorio non avere in corso nessun procedimento di separazione, nemmeno di fatto; essere idonei ad educare ed istruire, e in grado di mantenere i minori che intendono adottare

12 12 Rimangono escluse… Le persone singole Le coppie che superano lattuale limite di età

13 13 Riforma della Legge Ladozione internazionale è in crisi. Dopo anni caratterizzati da una tendenza positiva, a partire dal 2006 le idoneità alladozione internazionale dichiarate dai Tribunali per i minorenni sono drasticamente diminuite: da nel 2006 a nel 2011.

14 14 Quali le cause? I costi delladozione internazionale e la crisi economica in corso non sono lunica ragione: cè una generale sfiducia nelle adozioni internazionali perché si è creata una cultura negativa intorno alladozione. Le procedure sono complicate e troppo lunghe. Le coppie disponibili ad accogliere un bambino abbandonato non vengono considerate come una preziosa risorsa.

15 15 Cosa fare? Cambiare la cultura snellire il sistema per valorizzare le persone disponibili alladozione rendere ladozione gratuita per le famiglie meno abbienti

16 16 Assegnare lAI alla politica estera italiana Trasferire la Commissione per le Adozioni internazionali presso il Ministero Affari Esteri e affidarne la presidenza allAmbasciatore per le Adozioni internazionali Attribuire ad un funzionario presso ogni Ambasciata la competenza sulle adozioni internazionali Attivare una linea di finanziamento per i progetti di cooperazione volta a garantire la sussidiarietà delle adozioni di minori nei Paesi in cui lItalia adotta

17 17 Le accoglienze innovative Riconoscere la kafala come affidamento preadottivo per permettere ai minori orfani originari di Paesi con legge coranica, dove non viene pronunciata ladozione, di diventare figli legittimi Introdurre soggiorni a scopo adottivo per promuovere ladozione dei bambini più grandi Introdurre listituto dellaffidamento internazionale per accogliere i minori dei Paesi in emergenza umanitaria e togliere i minori dagli istituti sia come misura temporanea che in vista di un successivo progetto adottivo Riconoscere i provvedimenti, pronunciati in Paesi che hanno ratificato la Convenzione de LAja del 1993, che prevedono, come misura di prevenzione dellaborto, il mantenimento e ladozione del nascituro durante la gestazione, sotto il controllo dellautorità giudiziaria

18 18 Manifesto di Riforma Abbiamo sottoposto allattenzione del Governo e del Parlamento queste proposte. Se le condividete firmate anche voi il manifesto di riforma.

19 19 Limpegno di tutti: Nessuno Escluso! Cosa posso fare? Affido? Adozione? Famiglia/ Single di supporto? Insegnante interculturale? ….

20 20 Sono a disposizione per le vostre domande


Scaricare ppt "11 Adozione internazionale: Procedure e Riforme Corso DPI 2013 Messina D.ssa Dinah Caminiti."

Presentazioni simili


Annunci Google