La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Programmazione) Variabili e tipi primitivi Anno Accademico 2009/2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Programmazione) Variabili e tipi primitivi Anno Accademico 2009/2010."— Transcript della presentazione:

1 1 Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Programmazione) Variabili e tipi primitivi Anno Accademico 2009/2010

2 2 Le variabili In generale una variabile è un simbolo che può assumere un valore appartenente a un determinato insieme, che prende il nome di definizione della variabile. Ad esempio, dato linsieme degli interi positivi I + ={1,2,3,4,…, }, una variabile x definita su I +, è un simbolo x che può assumere solo i valori che vanno da 1 a

3 3 Le variabili In programmazione una variabile rappresenta una locazione di memoria sul calcolatore destinata a contenere dati. Essa: possiede un nome, associatole tramite un identificatore può contenere valori appartenenti ad un determinato insieme, che ne definisce il tipo

4 4 Le variabili Una variabile, prima di poter essere utilizzata, deve essere dichiarata. La dichiarazione comporta: lassegnazione di un identificatore (nome) attraverso cui accedere al suo contenuto la specifica del tipo di valore che dovrà contenere

5 5 Dichiarazione di variabili In Java, la dichiarazione di una variabile ha la seguente forma generale: ; In cui: tipo di dato che può contenere la variabile nome da usare per accedere al contenuto della variabile

6 6 Dichiarazione di variabili In Java, la dichiarazione di una variabile ha la seguente forma generale: ; Lesempio seguente riporta la dichiarazione di una variabile, identificata dal nome isVariable, che può contenere gli interi da a : int isVariable; int è la parola chiave Java che identifica il tipo primitivo dei numeri interi con segno che occupano 4 byte di memoria (vedere nel seguito…) identificatore (o nome) della variabile

7 7 Dichiarazione di variabili La dichiarazione di una variabile in Java può comprendere anche linizializzazione del suo contenuto. La forma generale di dichiarazione con inizializzazione è: = ; In cui: valore (dello stesso tipo specificato in ) da assegnare alla variabile

8 8 Dichiarazione di variabili La dichiarazione di una variabile in Java può comprendere anche linizializzazione del suo contenuto. La forma generale di dichiarazione con inizializzazione è: = ; Lesempio seguente riporta la dichiarazione di una variabile, identificata dal nome isVariable, che può contenere gli interi da a , e che viene inizializzata con il valore 100: int isVariable=100;

9 9 Dichiarazione di variabili n variabili dello stesso tipo possono fare parte di una dichiarazione multipla:,,…, ; In cui: tipo di dato che possono contenere le n variabili,…, n nomi da usare per accedere al contenuto delle n variabili

10 10 Dichiarazione di variabili Lesempio seguente riporta la dichiarazione di tre variabili, identificate dai nomi isVar1, isVar2 e isVar3, che possono contenere gli interi da a : int isVar1, isVar2, isVar3; n variabili dello stesso tipo possono fare parte di una dichiarazione multipla:,,…, ;

11 11 Dichiarazione di variabili Allo stesso modo una dichiarazione multipla può comprendere anche linizializzazione delle variabili Lesempio seguente riporta la dichiarazione di tre variabili, identificate dai nomi isVar1, isVar2 e isVar3, che possono contenere gli interi da a , e che vengono inizializzate rispettivamente con gli interi 2, 10 e 100: int isVar1=2, isVar2=10, isVar3=100;

12 12 Identificatore di variabile La convenzione per attribuire ad una variabile un identificatore è la seguente: deve rappresentare bene ciò che la variabile rappresenta deve iniziare con una lettera minuscola se lidentificatore è composto da più parole, ogni parola (eccetto la prima) deve iniziare con la lettera maiuscola non deve contenere il carattere $

13 13 Il tipo di dati Un tipo di dati determina: il valore che una variabile di quel tipo può contenere le operazioni che possono essere effettuate su una variabile di quel tipo In Java esistono due categorie di tipi di dati: tipi primitivi i più semplici e non ulteriormente scomponibili tipi non primitivi complessi e composti da altri tipi di dati (a loro volta primitivi e non). Ad esempio: classi, interfacce, array (non ci interessa!)

14 14 I tipi primitivi in Java Tra i tipi primitivi in Java troviamo: i tipi per gli interi con segno che sono: il tipo intero a 1 byte identificato tramite la parola chiave byte il tipo intero a 2 byte identificato tramite la parola chiave short il tipo intero a 4 byte identificato tramite la parola chiave int (visto negli esempi precedenti…) il tipo intero a 8 byte identificato tramite la parola chiave long

15 15 I tipi primitivi in Java … i tipi per i numeri in virgola mobile che sono: il tipo in virgola mobile a 4 byte identificato tramite la parola chiave float il tipo in virgola mobile a 8 byte identificato tramite la parola chiave double il tipo a 4 byte per il singolo carattere, identificato tramite la parola chiave char il tipo a 1 bit per i valori booleani (cioè true e false ), identificato tramite la parola chiave boolean

16 16 Parola chiave Tipo di valore Memoria usata Valori possibili byte intero 8 bit (1 byte)[-128, +127] short 16 bit (2 byte)[-32768, ] int 32 bit (4 byte) [ , ] long 64 bit (8 byte) [ , ] I tipi primitivi interi

17 17 Parola chiave Tipo di valore Memoria usata Valori possibili float floating point (virgola mobile) 32 bit (4 byte) +/- 3,4028… x 10+38, +/- 1,4023… x 0-45 double 64 bit (8 byte) +/- 1,767… x , +/- 4,940… x char singolo carattere 16 bit (2 byte)tutti i caratteri Unicode boolean true o false1 bit{true, false} … e gli altri tipi primitivi

18 18 I tipi primitivi (un esempio Java) public class EsempioDichiarazione { public static void main(String arg[]) { byte isByte=100; short isShort=1000; int isInt= ; long isLong= ; float isFloat=30.205; double isDouble= ; char isChar=a; boolean isBoolean=true; }

19 19 Letterali stringa e carattere Letterale stringa sequenza di caratteri racchiusa tra doppi apici esempio: Hello world! è un letterale stringa composto da 12 caratteri Letterale carattere carattere appartenente al codice Unicode racchiuso tra singoli apici esempio: a è un letterale carattere Attenzione! La scrittura a denota un singolo carattere, mentre la scrittura a denota una stringa composta di un singolo carattere


Scaricare ppt "1 Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Programmazione) Variabili e tipi primitivi Anno Accademico 2009/2010."

Presentazioni simili


Annunci Google