La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DAGLI AMBULATORI PER LE DEMENZE AI CENTRI PER LE DEMENZE: nuove prospettive nei percorsi della rete per anziani in Emilia Romagna REGGIO EMILIA, 25 Novembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DAGLI AMBULATORI PER LE DEMENZE AI CENTRI PER LE DEMENZE: nuove prospettive nei percorsi della rete per anziani in Emilia Romagna REGGIO EMILIA, 25 Novembre."— Transcript della presentazione:

1 DAGLI AMBULATORI PER LE DEMENZE AI CENTRI PER LE DEMENZE: nuove prospettive nei percorsi della rete per anziani in Emilia Romagna REGGIO EMILIA, 25 Novembre 2005 Roberto Gallassi Dipartimento di Scienze Neurologiche Alma Mater Studiorum – Università di Bologna Centro Studio Neurologico Invecchiamento Cerebrale

2 "STUDIO OSSERVAZIONALE SULLE DEMENZE PRESENILI E SENILI: COSTRUZIONE DI UN REGISTRO REGIONALE DEMENZE Unità Operative del Progetto: 1. Dipartimento di Scienze Neurologiche (già denominato Istituto di Clinica Neurologica) dellUniversità di Bologna; Responsabile scientifico: Roberto Gallassi 2. Unità Operativa di Neurologia, Ospedale S.Orsola-Malpighi di Bologna; Responsabile scientifico: Andrea Stracciari 3. Sezione di Clinica Neurologica dellUniversità di Ferrara; Responsabile scientifico: Ilaria Casetta 4. Dipartimento di Neuroscienze TCR (già denominato Sezione di Neurologia del Dipartimento di Patologia Neuropsicosensoriale), Università di Modena e Reggio Emilia; Responsabile scientifico: Paolo Nichelli 5. Dipartimento di Neuroscienze (già denominato Istituto di Clinica Neurologica) dellUniversità di Parma; Responsabile scientifico: Paolo Caffarra 6. Unità Operativa di Neurologia, Arcispedale S. Maria Nuova, Reggio Emilia; Responsabile scientifico: Enrico Ghidoni 7. Unità Operativa di Neurologia, Ospedale Infermi, Azienda USL di Rimini; Responsabile scientifico: Sebastiano Lorusso Coordinatore scientifico: Roberto Gallassi

3 Funzioni esplorate Test COGNITIVITÀ GLOBALEMMSE; BDM; BBDM MEMORIA15 parole di Rey breve – lungo termine Apprendimento coppie parole Memoria visiva immediata ATTENZIONEMatrici Attenzionali; Test di Stroop LINGUAGGIOFluenza verbale fonologica e semantica PRASSIA COSTRUTTIVACopia disegni semplici / elementi programmazione LOGICA-ASTRAZIONEMatrici Progresive Raven; Analogie semplici Autonomia funzionaleADL; IADL DEPRESSIONEGeriatric Depression Scale COMPORTAMENTOUCLA Neuropsychiatric Inventory Iter diagnostico minimo delle demenze, Caffarra et al., 2000 Piano Regionale Demenze, 2000 PROCEDURE / STRUMENTI VALUTAZIONE

4 Pazienti esaminati nelle U.O. nei due anni della ricerca I° annoII° anno Totale N%N%N% BO Dip. Scienze Neurologiche 35522,719010, BO S.Orsola-Malpighi 1338,5935, FE Clinica Neurologica 442, MO Dip. Neuroscienze 19012,234819, PR Dip. Neuroscienze 28518,266836, RE. U.O. Neurologia 47430,342423, RN U.O. Neurologia 825,2905, Totale

5 Diagnosi di demenza Numero % dementi % assoluta Senile dementia Alzheimer type (SDAT) 93544,4 27,69 Vascular dementia (VAD) 29614,1 8,76 Demenza mista 26112,4 7,73 Fronto-temporal dementia (FTD) 1075,1 3,16 Presenile Alzheimer dementia (AD) 803,8 2,36 Parkinson dementia (PDD) 733,5 2,16 Lewy body dementia (LBD) 502,4 1,48 Idrocefalo normoteso (HPN) 391,9 1,15

6 Diagnosi di demenzaNumero% dementi % assoluta demenze secondarie 231,1 0,68 Questionable dementia 190,9 0,56 Paralisi sopranucleare progressiva 180,9 0,53 disturbi psichici + deterioramento 180,9 0,53 demenza post traumatica 170,8 0,50 Degenerazione corticobasale 100,5 0,29 depressione + d. cognitivi + demenza 90,4 0,26 epilessia + demenza 40,2 0,11 Corea di Huntington 30,1 0,08 Atrofia multisistemica 30,1 0,08 Afasia lentamente progressiva 30,1 0,08 demenza semantica 20,1 0,05 demenza + etilismo 20,1 0,05 demenza da definire 1336,3 0,38 Totale ,0

7 3376 prime visitedementi: 2105 (62.3%)MCI: 332 (9.8%) *: altre degenerative: Parkinson + demenza: 3.5%; corpi di Lewy: 2.4%; altre: 3.2% ** Idrocefalo normoteso: 1.9%; secondaria: 1.1%; post-traumatica: 0.8%; altre: 1.3% demenza non classificata: 6.3% Diagnosi di demenza Luglio Gruppo di Studio di Neurologia Cognitiva e Comportamentale R. Gallassi, Bologna; A. Stracciari, Bologna; P. De Bastiani, Ferrara; P.Nichelli, Modena; E. Ghidoni, Reggio E; P. Caffarra, Parma; S.Lorusso, Rimini; Diagnosi di demenza Luglio Gruppo di Studio di Neurologia Cognitiva e Comportamentale R. Gallassi, Bologna; A. Stracciari, Bologna; P. De Bastiani, Ferrara; P.Nichelli, Modena; E. Ghidoni, Reggio E; P. Caffarra, Parma; S.Lorusso, Rimini; (SDAT: 44.4%; AD: 3.8%:)

8 diagnosiN% non dementi % assoluta MCI 33226,1 9,83 Normali 17213,5 5,09 Depressi 13510,6 3,99 Encefalopatia vascolare 886,9 2,60 Disturbi soggettivi 665,2 1,95 Disturbi soggettivi + depressione 776,1 2,28 Disturbi soggettivi + depressione + ansia ,17 Miscellanea * 433,4 1,27 s. ansiosa 423,3 1,24 disturbi psichici 372,9 1,09 depressione + disturbi cognitivi 362,8 1,06 PD 181,4 0,53 s. ansioso depressiva 161,3 0,47 Idrocefalo normoteso senza demenza (HPN nd) 10,8 0,29 Pazienti da definire 19315,3 5,71 Totali ,0 Diagnosi dei pazienti non dementi * afasia, epilessia, etilismo, etilismo, neoplasie, malformazioni, s.extrapiramidali, SM, traumi cranici, s. Down e altre oligofrenie, TGA, OSAS, ecc.

9 Sesso della popolazione esaminata maschifemmine dementiN % fra d / nd 38,0%62,0%100,0% % sesso 60,3%63,7%62,4% % Totale 23,7%38,7%62,4% non dementiN % fra d / nd 41,4%58,6%100,0% % sesso 39,7%36,3%37,6% % Totale 15,6%22,1%37,6% TotaliN % fra d / nd 39,3%60,7%*100,0% * p = 0.000

10 Sesso in rapporto alla diagnosi di demenza ADFTDD. mistaSDATVAD PDDLBDHPN Totale Maschi N° % entro sesso 4,4% 6,1% 12,1%35,5%18,9% 4.4%3.0%2.1% % entro diagnosi 43,8%45,8%37,2%30,4% 51,0% 47.9%48.0%43.6% 38,0% % del Totale 1,7%2,3%4,6%13,5%7,2% 1.7%1.1%0.8% 38,0% Femmine N° % entro sesso 3,4%4,4%12,6%49,9%11,1% 2.9%2.0%1.7% % entro diagnosi 56,2%54,2%62,8%69,6%49,0% 52.1%52.0%56.4% 62,0% % del Totale 2,1%2,8%7,8%30,9%6,9% 3.5%2.4%1.0% 62,0% Totali N°

11 Sesso in rapporto alla diagnosi di non demenza normalidepressis. ansiosa s. ansioso depressiva d. soggettivid. sogg + depr d.i sogg + depr + ansia M N % entro sesso 13,37,23,41,95,76,55,7 % entro diagnosi 40,728,142,962,545,541,045,5 F N % entro sesso 13,713,03,2,84,86,64,8 % entro diagnosi 59,371,957,137,554,559,054,5 Total i N % del totale 13,510,63,31,35,26,55,2

12 Sesso in rapporto alla diagnosi di non demenza depr + cogn encef vasc disturbi psichiciPDHPN ndMCITotali MN % entro sesso 2,39,13,22,51,025,3100,0 % entro diagnosi 33,354,545,972,250,040,141,4 FN % entro sesso 3,25,42,70,7,726,7100,0 % entro diagnosi 66,745,554,127,850,059,958,6 TotaliN % del totale 2,86,92,91,4,826,1100,0

13 Media (sd) Pazienti esaminati74.2 (10.2) Pazienti non affetti da demenza69.5 (11.1) MCI72.7 (8.6) Pazienti non definiti 73.8 (11.2) Pazienti affetti da demenza77.1 (8.6) Demenza di Alzheimer senile79.5 (6.4) Demenza di Alzheimer presenile61.6 (5.5) Demenza vascolare77.5 (8.4) Demenza mista79.4 (6.9) Demenza fronto-temporale70.3 (9.5) Demenza in Parkinson76.7 (7.6) Demenza a corpi di Lewy76.6 (6.6) Idrocefalo normoteso75.4 (6.8) Demenza secondaria67.9 (14.3) Questionable dementia75.3 (5.6) Paralisi Sopranucleare Progressiva75.7 (6.0) Demenza post-traumatica69.1 (11.2) Degenerazione corticobasale73.2 (6.4) Atrofia multisistemica72.3 (7.6) Corea di Huntington54.0 (12.5) Altre forme demenza69.3 (8.0) ETA Range: anni; 5 < 40 anni (3 Down); <45: 1.2%; < 50: 2.5% < 65 aa :8.2% < 65 aa.: 29.3% Confrontando stesse diagnosi con / senza demenza: dementi età più alta; VAD vs e. vascolare (p =.000); PDD vs. PD (p=.005)

14 Media (sd) Pazienti esaminati6.1 (3.4) Pazienti non affetti da demenza7.3 (3.9) MCI7.0 (3.7) Pazienti non definiti 5.7 (2.9) Pazienti affetti da demenza5.4 (3.0)*** Demenza di Alzheimer senile5.3 (2.9) Demenza di Alzheimer presenile6.9 (3.7) Demenza vascolare5.5 (3.2) Demenza mista5.1 (2.4) Demenza fronto-temporale6.8 (3.9) Demenza in Parkinson5.8 (3.0) Demenza a corpi di Lewy5.4 (2.4) Idrocefalo normoteso5.4 (2.9) Demenza secondaria5.8 (2.7) Questionable dementia4.1 (1.4) Paralisi Sopranucleare Progressiva5.8 (2.0) Demenza post-traumatica5.2 (3.4) Degenerazione corticobasale8.4 (4.8) Atrofia multisistemica5.0 (0) Corea di Huntington4.0 (1.7) SCOLARITA (range: 0-19 anni) Confrontando stesse diagnosi con / senza demenza: dementi scolarità più bassa; VAD vs e. vascolare (p =.001); PDD vs. PD (p=.001); HPnd vs HPNnd (p =.02); psicosi con demenza vs senza demenza ( p =.006) depressi con d. cognitivi con demenza vs senza demenza ( p =. 000)

15 Classi di scolarità della popolazione esaminata SCOLARITADEMENTI %NON DEMENTI %

16 MMSE corretto nei pazienti dementi DIAGNOSIMediaSD Totale gruppo dementi 17,305,79 HPNd 19,966,17 depressione + disturbi cognitivi + demenza 19,093,55 FTD 18,936,61 VAD 17,546,05 PDD 17,056,13 SDAT 17,025,42 d. mista 17,075,97 AD 16,446,05 LBD 16,206,71 psicosi + deterioramento 13,075,48

17 MMSE corretto nei pazienti non dementi MediaSD Totale gruppo 26,162,62 HPN nd 27,911,60 normali 27,581,86 d. soggettivi + depressione + ansia 27,472,03 ansia + depressione 27,252,18 d. soggettivi 27,251,75 psichici 26,871,77 depressi 26,732,26 PD 26,401,73 Encefalopatia vascolare 25,763,03 MCI 25,182,49 depr + d. cognitivi nd 24,532,68

18 MMSE graduato 1: 0-10; 2: 11-19; 3: 20-26; 4 : > 26 MMSE graduatoN% dementi , , , ,6 Totale ,2 non rilevati 381,8 Totale ,0 non dementi2 5, , ,0 Totale ,6 non rilevati 18314,4 Totale ,0

19 Progetto Cronos PazientiTotale% Dementi%Non dementi% inseriti non inseriti Totale 65419, , ,

20 ADL e IADL NMedia SD Dementi ADL 17934,251,787 IADL 18043,012,361 Non dementi ADL 6705,93,293 IADL 5757,001,278 p =.000

21 ADL e IADL i pazienti con diagnosi di demenza ADL IADL DIAGNOSIMediaSD DIAGNOSIMediaSD Totale 4,251,78 Totale 3,012,36 AD 4,881,67 depr + cogn + d 4,113,21 FTD 4,681,61 AD 4,032,27 depr + cogn + d 4,671,50 FTD 4,022,42 SDAT 4,381,73 HPNd 3,292,70 d. mista 4,161,77 SDAT 2,982,32 VAD 4,101,83 d. mista 2,892,31 HPNd 3,571,77 VAD 2,782,27 psicosi + deterioramento 3,562,06 psicosi + deterioramento 2,631,85 PDD 3,241,83 LBD 2,462,42 LBD 3,282,00 PDD 2,302,28

22 Geriatric Depression Scale nelle varie diagnosi DIAGNOSIMediaS D Depressione + d. cognitivi + demenza 13,002,64 depressi 9,363,20 disturbi psichici 7,904,14 depr + d. cognitivi 7,553,69 d. sogg + depressione 7,293,54 s. ansioso depressiva 7,001,41 psicosi + deterioramento 6,255,31 LBD 6,092,87 VAD 5,633,40 d. mista 5,053,37 AD 5,003,93 HPNd 5,002,91 PDD 4,943,32 PD 4,834,91 e. vascolare 4,533,08 SDAT 4,453,18 FTD 4,683,38 MCI 3,922,60 s. ansiosa 3,072,52 normali 2,682,15 disturbi soggettivi 2,051,35 Dementi: 4.99 (3.43) NDementi: 5.41 (3.84) ns

23 DiagnosiMediaSD FTD22,0816,20 demenza mista21,8519,53 PDD20,5516,69 SDAT18,9915,17 VAD18,4216,26 AD18,2219,07 LBD15,1311,17 HPN12,864,37 Neuropsychiatric Inventory (NPI) totale nelle diagnosi di demenza

24 diagnosiMediaDS LBD9,205,02 FTD7,484,38 demenza mista7,264,43 SDAT6,714,88 AD6,526,12 PDD6,825,21 VAD6,474,98 NPI caregiver nelle diagnosi di demenza

25 diagnosiMediaS D d. mista1,63,26 PDD1,332,35 AD1,142,83 HPNd1,002,00 SDAT,872,30 LBD,881,64 FTD,801,75 VAD,732,12 NPI deliri

26 diagnosiMediaS D LBD2,253,10 AD1,403,44 PDD1,132,69 demenza mista1,052,29 HPN,751,50 SDAT,611,78 VAD,461,45 FTD,481,35 NPI allucinazioni

27 DiagnosiMediaSD PDD2,712,55 demenza mista2,383,52 HPN2,252,87 AD2,033,33 SDAT2,022,96 FTD2,203,29 VAD1,953,72 LBD1,882,74 NPI agitazione

28 DiagnosiMediaDS FTD4,405,01 LBD4,253,88 AD4,233,70 PDD3,932,98 SDAT3,533,90 HPN3,252,50 demenza mista3,204,10 VAD3,073,61 NPI depressione

29 DiagnosiMediaDS FTD3,123,49 PDD2,932,84 AD2,463,32 SDAT2,192,88 VAD1,952,81 Demenza mista1,922,68 LBD1,753,28 HPN1,501,91 NPI ansia

30 DiagnosiMedíaDS FTD1,282,82 LBD,752,12 demenza mista,491,80 SDAT,321,23 VAD,15,93 AD,291,20 NPI euforia

31 DiagnosiMediaDS PDD6,933,99 LBD4,633,15 FTD4,384,82 demenza mista4,024,15 AD4,224,32 VAD3,854,48 SDAT3,103,49 HPN2,501,00 NPI apatia

32 DiagnosiMediaDS FTD2,123,53 d. mista1,132,78 LBD,752,12 SDAT,451,44 AD,441,36 VAD,591,62 PDD,291,06 NPI disinibizione

33 DiagnosiMediaDS VAD3,713,65 demenza mista2,723,97 FTD2,483,60 SDAT2,102,78 AD1,432,68 PDD1,362,62 HPN1,251,50 LBD,381,06 NPI irritabilità

34 NPI disturbi attività motoria DiagnosiMediaDS d. mista 1,603,50 VAD 1,413,17 FTD 1,282,52 PDD 1,202,11 SDAT,892,29 AD,891,89

35 NPI disturbi sonno DiagnosiMediaDS d. mista 3,124,05 PDD 2,073,39 VAD 2,003,34 AD 1,803,15 SDAT 1,602,75 FTD 1,562,81 HPNd 1,501,73 LBD,501,41

36 NPI disturbi alimentazione DiagnosiMediaDS d. mista 1,653,04 FTD 1,643,20 LBD 1,252,37 PDD,872,47 SDAT,762,12 VAD,661,87 AD,571,72

37 Inibitori delle colinesterasi Casi Totali%dementi % non dementi% donepezil rivastigmina 17022, galantamina non definita Totale

38 ACHEI in rapporto al progetto Cronos dementi inseriti dementi non inseriti non dementi inseriti non dementi non inseriti Totali donepezil rivastigmina galantamina non definita Totale

39 Neurolettici FarmacoN% non riportato aloperidolo 2835 promazina tioridazina 56.3 levosulpiride 45.5 amisulpride 33.8 pimozide 22.5 tiapride 22.5 perfenazina 11.2 levopromazina 11.2 zuclopentixolo 11.2 Totale % totale; 3% dementi; 0.9% ndementi

40 Antipsicotici atipici FarmacoN% non riportato olanzapina quetiapina risperidone clozapina 41.9 Totale % totale; 9.2 % dementi; 1.2% ndementi

41 Antidepressivi FarmacoN% Non definito sertralina trazodone citalopram paroxetina velafaxina fluoxetina mirtazapina 91.6 reboxetina 81.4 amitriptilina 61.0 clomipramina 40.7 fluvoxamina 30.6 nortriptilina 10.2 Totale % totale; 17.5% dementi; 15.4% ndementi

42 Ansiolitici / Ipnotici FarmacoN% Non definito lorazepam alprazolam clonazepam bromazepam zolpidem triazolam 83.0 lormetazepam 62.3 delorazepam 51.9 prazepam 51.9 oxazepam 20.8 brotizolam 10.4 diazepam 10.4 niaprazina 10.4 Totale ,0 8% totale; 7.8% dementi; 4.9% ndementi

43 SINTESI Nella nostra casistica di 2105 casi di demenza la m. di Alzheimer costituisce quasi la metà dei casi; 92%: esordio > 65% VAD: 14%; D. Mista: 12.4%; FTD: 5.1%; PDD: 3.5%; LBD: 2.4% MCI: 10% pazienti con disturbi soggettivi senza /con ansia / depressione: 4.4% depressione e/o ansia: 5.7%; con disturbi cognitivi: 1%; disturbi psichici: 1% (con deterioramento: 0.5%)

44 SINTESI Sesso femminile: 60% popolazione e 62% dementi / più rappresentato varie forme demenza (eccetto VAD) / depressione Dementi: età più alta / scolarità più bassa 11% di dementi gravi (MMSE) ADL / IADL più basse: pazienti con demenza associata a disturbi del movimento NPI totale più elevati: FTD, d. mista, PDD; caregiver: LBD, FTD 30% dementi inseriti nel progetto Cronos Depressione (GDS): differenza non significativa dementi / non dementi; valori più alti: LBD, VAD, d. mista, AD

45 CONCLUSIONI La raccolta in un data base unico per le U.O., costituisce una fonte dinformazione utile per le analisi della epidemiologia relativa delle varie forma di demenza in Emilia-Romagna e per la valutazione aspetti clinici, cognitivi, comportamentali, psichici e, in prospettiva, evolutivi dei vari profili diagnostici. Un altro aspetto riguarda la disponibilità dei dati delle valutazioni neuropsicologiche e quindi di aspetti più analitici per singola entità diagnostica. Possibilità di fornire indicazioni utili a reperire strumenti più idonei miglioramento della diagnosi differenziale e conoscenza del profilo progressione delle varie forme nosologiche. Tali dati sono in corso di analisi

46 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "DAGLI AMBULATORI PER LE DEMENZE AI CENTRI PER LE DEMENZE: nuove prospettive nei percorsi della rete per anziani in Emilia Romagna REGGIO EMILIA, 25 Novembre."

Presentazioni simili


Annunci Google