La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Ciclo 2003-04 CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO CONTROLLO DI QUALITA A.O.Careggi - Firenze Dott. M. Borsotti Dott. M. Quercioli V.E.Q. CHIMICA CLINICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Ciclo 2003-04 CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO CONTROLLO DI QUALITA A.O.Careggi - Firenze Dott. M. Borsotti Dott. M. Quercioli V.E.Q. CHIMICA CLINICA."— Transcript della presentazione:

1 1 Ciclo CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO CONTROLLO DI QUALITA A.O.Careggi - Firenze Dott. M. Borsotti Dott. M. Quercioli V.E.Q. CHIMICA CLINICA

2 2 V.E.Q. CHIMICA CLINICA 2003/04 Laboratori partecipanti 452 VT Laboratori iscritti14 Laboratori partecipanti14 Risposte attese220 (16X13) + (12X1) Risposte arrivate200 Risposte sollecitate25 Risposte mancanti20 (10x2 di due soli Lab.)

3 3

4 4

5 5 TRAGUARDI ANALITICI DI IMPRECISIONE DesiderabileMinimo GLUCOSIO3.3 % UREA6.2 % T.BILIRUBINA12.8 % MAGNESIO1.8 % 2.7% Zoe Broooks Performance-Driven Quality Control AACC Press 2001

6 6 Goal= 3.3%

7 7 Goal=6.2%

8 8 Goal=12.8%

9 9 Goal=1.8% Goal min.=2.7%

10 10

11 11

12 12 Errore totale massimo accettabile Per la singola misura è impossibile sapere se imprecisione od inaccuratezza hanno generato lo scarto rispetto al valore atteso E possibile definire lerrore totale accettabile come : ET = 1.65 Va Bias Dove Va e Bias sono i traguardi analitici per imprecisione ed inaccuratezza

13 13 Modellizzazione dell'errore analitico componente sistematica componente casuale p = 5% valore vero z s bias (Diff%)

14 14 Caratteristiche del materiale di controllo Scopo dei Limiti di Accettabilità Limiti di Accettabilità nei Programmi di VEQ

15 15 L.A.

16 16

17 17 LIMITI di ACCETTABILITA Non hanno significato fiscale, ma devono intendersi come traguardo a cui tendere. Sono un compromesso tra lo stato dellarte ed i valori di Errore Totale Accettabile (Eta), desunti dalla variabilità biologica. Ovviamente la percentuale di risultati non accettabili può essere un valido indicatore della qualità analitica di ogni laboratorio.

18 18 Chimica Clinica, Coagulazione, Ematologia, Farmaci Per prestazione: Diff. S(z-score), Diff.%, Accettabilità dei Valori per E.T. Per Ciclo: Imprecisione, Inaccuratezza, E.T. n° Valori Accettati, Zone. Per Branca: E.T. cumulativo, n° Valori Accettati, Zone. Programmi di VEQ AO-Careggi: Indicatori Definizione: Variabili quantitative o parametri qualitativi che registrano un certo fenomeno, ritenuto appunto indicativo di un fattore di qualità (DPCM 19 Maggio 1995-DRG 94499).

19 19

20 20

21 21

22 22 V.E.Q. CHIMICA CLINICA VT -n° analiti in III° e IV° zona Cicli QUARTA ZONA: -PER 17 ANALITI IL NUMERO DEI LABORATORI E DIMINUITO -PER 9 ANALITI E AUMENTATO TERZA+QUARTA ZONA: -PER 19 ANALITI IL NUMERO DEI LABORATORI E DIMINUITO -PER 7 ANALITI E AUMENTATO CONSIDERANDO L E.T. MEDIO (DI TUTTI GLI ANALITI) PER LABORATORIO: IL NUMERO DI LABORATORI IN TERZA + QUARTA ZONA APPARE SUPERIORE A QUELLI IN PRIMA + SECONDA ZONA (9 CONTRO 3)

23 23

24 24 V.E.Q. CHIMICA CLINICA Ciclo VALORI ACCETTATI i LA PERCENTUALE DI VALORI ACCETTATI: E AUMENTATA PER 15 ANALITI E DIMINUITA PER 11 ANALITI COMPLESSIVAMENTE E AUMENTATA.

25 25 GRAZIE PER LATTENZIONE

26 26

27 27

28 28

29 29 Letteratura: Zoe Brooks Oerformance-Driven Quality Control AACC Press 2001

30 30

31 31

32 32 Goal= 15.7%L.A. 7.8

33 33 Goal= 7.93%

34 34 Obiettivi di qualità Errore casuale < 0,5 CV b(intra) Errore sistematico < 0,25 (CV 2 b(intra) + CV 2 b(inter) ) Errore totale analitico ± [(1,65 Ec) + Es]

35 35 Approcci alla definizione dei Traguardi Analitici Frazione dellintervallo dei Valori di Riferimento Opinione dei Clinici Stato dellArte dei Dosaggi Variabilità Biologica


Scaricare ppt "1 Ciclo 2003-04 CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO CONTROLLO DI QUALITA A.O.Careggi - Firenze Dott. M. Borsotti Dott. M. Quercioli V.E.Q. CHIMICA CLINICA."

Presentazioni simili


Annunci Google