La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il nuovo Testo Unico Testo Unico sulla tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro. (D. Lgs. 9 Aprile 2008 N° 81/08 e s.m.i.). Quali novità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il nuovo Testo Unico Testo Unico sulla tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro. (D. Lgs. 9 Aprile 2008 N° 81/08 e s.m.i.). Quali novità"— Transcript della presentazione:

1 Il nuovo Testo Unico Testo Unico sulla tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro. (D. Lgs. 9 Aprile 2008 N° 81/08 e s.m.i.). Quali novità ha introdotto? Come ha modificato il D.Lgs. 626/94 ora abrogato?

2 Caratteristiche e finalità. Norme abrogate e modifiche. Concetti principali. Campo di applicazione. TESTO UNICO : riunisce in un unico testo normativo lintera materia della prevenzione sui luoghi di lavoro. Il nuovo Testo Unico

3 Finalità del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Fino a poco tempo fa, la normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro era molto ampiaframmentata ampia e frammentata. Le numerose leggi, levoluzione del quadro politico sovranazionale, (U.E.), hanno fatto emergere lesigenza di elaborare un Testo Unico. Il nuovo Testo Unico

4 Finalità del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Ordinare e raccogliere in un uni- co testo le norme vigenti, aggior- nandole. (Legge delega 3 Agosto 2007 n° 123). Il nuovo Testo Unico

5 Finalità del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Garantire il rispetto di normative comunita- rie e convenzioni internazionali. Facilitare i diversi attori nelladempimento e comprensione degli obblighi. Tutelare i lavoratori in ogni campo di attività, pubblica e privata. Il nuovo Testo Unico

6 Finalità del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Revisione dei requisiti e delle funzioni dei soggetti del sistema di prevenzione aziendale. Rivisitazione e potenziamento degli organismi paritetici. Promozione della cultura e delle azioni di prevenzione in materia di S.S.L.. Il nuovo Testo Unico

7 Fin dalla sua emanazione il decreto prevedeva una ulteriore delega al Governo autorizzando- lo ad apportare correzioni ed integrazioni suggerite dalla fase di prima applicazione della nuova legge. Decreto Legislativo 3 agosto 2009 N° 106. Il nuovo Testo Unico

8 Modifiche introdotte dal D.Lgs. 106/2009. Campo di applicazione. Compiti della Commissione consultiva permanente art. 6 D.Lgs. 81/08. Delega delle funzioni – subdelega. I S.G.S.L. (sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro) quale strumento. Il nuovo Testo Unico

9 La gestione degli appalti (DUVRI). Sistema sanzionatorio – riduzione pene detentive e pecuniarie. Il DVR (doc. valutazione dei rischi): criteri di elaborazione, data certa, consultazione RLS, proroga termini di valutazione stress lavoro correlato. Il nuovo Testo Unico

10 Lentrata in vigore del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. prevede labrogazione di: D.P.R. D.Lgs. * 547/55 * 277/1991 * 303/56 * 626/1994 e s.m.i. * 164/56 * 493 e 494/96 * 187/2005 Il nuovo Testo Unico

11 Il Testo Unico (T.U.) raccoglie in un unico testo le varie precedenti dispo- sizioni, semplificando e riorganiz- zando il sistema normativo in mate- ria di salute e sicurezza sul lavoro (S.S.L.). Il nuovo Testo Unico

12 Struttura del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Composta da n° 13 Titoli (Principi gene- rali di tutela – Norme applicabili) e n° 51 allegati (Misure tecniche soggette ad aggiornamenti). Il nuovo Testo Unico

13 I.Principi comuni. II.Luoghi di lavoro. III.Uso delle attrezzature di lavoro e dei di- spositivi di protezione individuale (DPI). IV.Cantieri temporanei e mobili. V.Segnaletica di S.S.L.. VI.Movimentazione manuale dei carichi. Il nuovo Testo Unico

14 I.Attrezzature munite di videoterminali. II.Agenti fisici. III.Sostanze pericolose. IV.Esposizione ad agenti biologici. V.Protezione da atmosfere esplosive. VI.Disposizioni in materia penale e di procedura penale. VII.Norme transitorie e finali. Il nuovo Testo Unico

15 Alcune delle modifiche principali. Ampliamento del campo di applicazione a tutti i lavoratori. Miglioramento delle attività di vigilanza, mediante un sistema informativo pubblico. Maggiore efficacia alla rappresentanza dei lavoratori. Il nuovo Testo Unico

16 Inserimento di prescrizioni relative ad ulteriori tipologie di rischio. Nuovi obblighi per i lavori in appalto. Inasprimento del quadro sanzionatorio: - arresto e/o ammenda. - incremento pene pecuniarie (attenuato dal D.Lgs. N° 106/2009). Il nuovo Testo Unico

17 Principali attori della sicurezza. Datore di lavoro: il soggetto titolare del rapporto di lavoro, con poteri decisionali e di spesa. Dirigenti e Preposti: organizzano le attività e sovrintendono al rispetto delle norme di sicurezza. Il nuovo Testo Unico

18 I concetti principali. Dirigente: elevata autonomia decisionale. stabilisce le procedure delle attività lavorative Il nuovo Testo Unico

19 Preposto: Ruolo di vigilanza. Sovrintende e controlla che i lavoratori svolgano lattività nel rispetto delle norme di sicurezza. (normativa + procedure aziendali) Il nuovo Testo Unico

20 Dirigente e Preposto Per il diverso grado di autonomia delle due figure e, di conseguenza, il diverso livello di responsabilità le inadempienze sono sanzionate con pene differenziate, evidentemente più pesanti per il Dirigen- te. Il nuovo Testo Unico

21 Lavoratore: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nellam bito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, an- che al solo fine di apprendere un mestiere (stu- denti un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Il nuovo Testo Unico

22 Campo di applicazione Il Decreto legislativo si applica a tut- ti i settori di attività, privati e pub- blici, e a tutte le tipologie di rischio. Il nuovo Testo Unico

23 Campo di applicazione Alcuni ambiti particolari possono adattare la normativa a specifiche esigenze: -Forze Armate. - Protezione Civile -Polizia. - Altri ambiti particolari Il nuovo Testo Unico

24 Campo di applicazione Lavoratori tutelati: Subordinati. A progetto. Somministrazione. Telelavoro. A domicilio. Il nuovo Testo Unico

25 Lavoratori subordinati: - tempo indeterminato. - tempo determinato. Lavoratori con contratto di somministrazione di lavoro (ex interinali): - obblighi di tutela a carico del datore di lavoro utilizzatore. Il nuovo Testo Unico

26 Lavoratori a progetto (art. 61 D.Lgs. 276/03) e collaboratori coordinati e con- tinuativi (art. 409 Codice di Procedura Civile) se la prestazione lavorativa si svolge nei luoghi di lavoro del commit- tente. Il nuovo Testo Unico

27 Sono equiparati a lavoratori: Socio lavoratore cooperativa e associato in partecipazione; Tirocinante; Volontari CRI, Corpo Nazionale dei VVF; Lavoratori di cui al D. Lgs. 468/97 (LSU). Il nuovo Testo Unico

28 Prestazioni occasionali (esclusi i piccoli lavori a domicilio). Lavoratori a domicilio (Legge 877/1973) Dipendenti da proprietari di fabbricati (es. portieri e figure assimilate): in questi casi obbligo di informazione, formazione e fornitura DPI se necessari. Il nuovo Testo Unico

29 Telelavoro: Per i lavoratori subordinati che effettuano una prestazione continuativa di lavoro a distanza si applicano le disposizioni per vdt: Postazione di lavoro (All. XXXIV). Misure atte a prevenire l'isolamento del lavo- ratore a distanza. Informazione sulle politiche aziendali di SSL. Il nuovo Testo Unico


Scaricare ppt "Il nuovo Testo Unico Testo Unico sulla tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro. (D. Lgs. 9 Aprile 2008 N° 81/08 e s.m.i.). Quali novità"

Presentazioni simili


Annunci Google