La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Docente : ing. Marco Melacini - Politecnico di Milano Efficient Consumer Response Reggio Emilia, 5 Aprile 2000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Docente : ing. Marco Melacini - Politecnico di Milano Efficient Consumer Response Reggio Emilia, 5 Aprile 2000."— Transcript della presentazione:

1 1 Docente : ing. Marco Melacini - Politecnico di Milano Efficient Consumer Response Reggio Emilia, 5 Aprile 2000

2 2 ECR ( Efficient Consumer Response) Sommario Introduzione Soluzioni gestionali per migliorare le performance della supply chain: - EDI, ; -continuous replenishment; - cross-docking; -unificazione pallet; -multi-pick/multi-drop; I progetti pilota di ECR Italia

3 3 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione ECR è unassociazione paritetica fra Imprese industriali ed Imprese distributive con lobiettivo di realizzare una serie di innovazioni per migliorare lefficienza e lefficacia (riduzione costi, aumento qualità e servizio al cliente) della supply chain nel settore beni di largo consumo. Nasce in USA nel ECR Italia nasce nel 1994, e raggruppa 63 produttori dellindustria di marca (IDM) del settore dei beni di largo consumo e 14 distributori della GDO (grande distribuzione organizzata).

4 4 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione Contesto competitivo in Italia allinizio del 1994 (fatturato GDO Italia: miliardi): concorrenza delle catene di hard discount recessione economia nazionale diminuzione consumi delle famiglie Riduzione dei margini di profitto sia per IDM che GDO Necessità di un coordinamento delle attività logistiche con una riprogettazione globale dei processi logistici per: ridurre i costi operativi di interfaccia (27% del costo globale) ridurre i costi legati alle attività interne dei singoli soggetti

5 5 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione Struttura di costo globale Costi operativi di interfaccia Fonte ECR Italia (1996) Logistica dei PdV (rifornimento e riordino) 17% PV=100 10% 17% 56% 4% 27% 3% 2% 1% 5,5% 6% 1,5% 3% Costi legati allinterfaccia Costi interni ai produttori Logistica del deposito Gestione prom. ed espos. preferenziali Gestione amministrativa ordine e fattura Forza vendita Logistica produttore Costo azioni di sell-in (overstock) Cost of goods (imballi, cambi formato) GDO IDM Costi interni ai distributori

6 6 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione Il processo di evasione dell ordine era caratterizzato da unalta difettosità iniziale, amplificata ad ogni passaggio successivo, con necessità di momenti di verifica e controllo. Difettosità:Tempi: 40% ordini difettosiLead time di 4,5 giorni dal ricevimento ordine emesso dal CeDi alla spedizione del produttore (escluso il trasporto), di cui 3 gg. amministrativi 27% fatture difettose 20 gg. di ritardo dellincasso rispetto al termine fissato (60-90 gg.)

7 7 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione Struttura attuale della rete distributiva nel settore Grocery: Stabilimento Punti vendita Deposit o centrale Deposito periferico Corriere/terzi CeDi Corriere/terz i Area del produttore Area del distributore

8 8 ECR ( Efficient Consumer Response) Introduzione Flussi logistici (% sul fatturato) nel settore Grocery: Stabilimento Punti vendita Deposito centrale Deposito periferico Corriere/terzi CeDi Corriere/terzi Area del produttore Area del distributore

9 9 Attività logistiche Interventi gestionali EDI Continuous replenishment Gestione dellordine gestione delle scorte magazzinaggio e movimentazione imballaggio e unitizzazione trasporto Cross-docking unificazione dei pallet, dimensionamento dei suoi sottomultipli consegne/prelievi multipli razionalizzazione uso dei corrieri ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Flussi fisici Flussi informativi

10 10 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali EDI (electronic data interchange): sistemi telematici per la trasmissione dei dati; permettono una diminuzione degli errori di trasferimento dei dati e una riduzione dei tempi amministrativi. Ladozione di tali sistemi è preceduta da una standardizzazione del contenuto informativo Posta elettronica ( ) : utilizzata per trasmissione di informazioni non strutturate e per processi irregolari Oss: nel settore dei beni di largo consumo i dati di vendita sono già in formato digitale (barcode).

11 11 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Continuous Replenishment: sistema di ricostituzione delle scorte in base al quale il produttore manda al centro di distribuzione (CeDi) carichi completi, la cui composizione varia in funzione delle uscite e in conformità ad un livello di giacenza prefissato. Lordine può essere emesso dal: Distibutore Produttore : VMRS (Vendor managed replenishment system)

12 12 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Flussi informativi con Continuous replenishment gestito dal distributore -Ordine di acquisto -Previsioni delluscito da CeDi Conferma dordine Produttore Distributore

13 13 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Flussi informativi nel caso di VMRS (Vendor managed replenishment system) -Livello di giacenza (disponibilità) -Uscito da CeDi -Ordini dai punti vendita Conferma dordine Produttore Distributore Proposta dordine

14 14 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali I vantaggi conseguenti allutilizzo del Continuous Replenishment sono: GDOIDM -riduzione delle situazioni di sottoscorta -migliore programmazione della produzione -diminuzione dello Stock -migliore programmazione della distribuzione -riduzioni costi di allestimento e trasporto -diminuzione dei costi di gestione dello Stock -diminuzione dello Stock -riduzione delle situazioni di sottoscorta

15 15 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Cross-docking: sistema di distribuzione caratterizzato dalla presenza di una piattaforma, con in ingresso i mezzi di trasporto provenienti da più produttori e distributori, e in uscita i carichi per i CeDi o i punti vendita. Esistono due soluzioni base: -Cross-docking con piattaforma su CeDi, con i punti vendita di un unico distributore. - Cross-docking con punti di consegna di distributori diversi

16 16 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Cross-docking con piattaforma su CeDi, con i punti vendita di un unico distributore Produttore CeDi a Transito Punto di vendita Pieno Carico

17 17 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Cross-docking con punti di consegna di distributori diversi Produttore Piattaforma CeDi/Ipermercat o Punto di vendita Pieno Carico CeDi/Ipermercat o Punto di vendita CeDi/Ipermercat o Punto di vendita

18 18 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Cross-docking VantaggiVincoli Possibile eliminazione di punti di rottura di carico da parte della IDM Consegna diretta da fabbrica a Iper/CeDi (evitando i depositi del produttore) Saturazione dei carichi in arrivo ed in partenza dalla piattaforma Riduzione N° di ricevimenti (distributore) Necessità di una massa critica di volume (saturazione viaggi) sincronizzazione del riordino: - evitare accumuli di prodotto a stock c/o piattaforma - tempificazione accurata dei viaggi (velocità di carico/scarico, puntualità) coordinamento fra distributori, per la definizione delle frequenze di consegna, e delle quantità ordinabili da ciascun distributore

19 19 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Magazzino multiproduttore CeDi multidistributore Nel caso i vincoli siano troppo rilevanti, possono essere utilizzate due soluzioni alternative:

20 20 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Magazzino multiproduttore Produttore Magazzino Multiproduttore Pieno Carico CeDi/Ipermercat o Consegne a pallet interi Ordine

21 21 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali CeDi multidistributore Produttore CeDi Multidistributore Pieno Carico Punti vendita Consegne a pallet misti Ordini Distributori Ordine

22 22 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Consegne multiple (multi-drop): accorpamento, effettuato dal produttore, degli ordini di distributori diversi su un unico mezzo di trasporto, nellipotesi in cui i punti di consegna siano localizzati in una stessa area geografica. Prelievo multiplo (multi-pick): prelievo effettuato presso produttori diversi, vicini fra loro, di merce destinata a un unico punto di consegna.

23 23 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Prelievi multipli (multi-pick) Produttore Punto di consegna (Cedi o punto vendita) Carico completo

24 24 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Consegne multiple (multi-drop) Punto di consegna Produttore Carico completo

25 25 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Prelievi e consegne multipli (multi-pick/multi-drop) Produttore Punto di consegna Multi-dropMulti-pick Carico completo

26 26 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Multi dropMulti drop/Multi-pick Multi-pick Navettaggio (carico completo) N° Punti di partenza N°Punti di arrivo uno molti uno molti

27 27 ECR ( Efficient Consumer Response) Soluzioni gestionali Multi-drop/ multi-pick VantaggiVincoli Incremento della frequenza settimanale e del mix di consegna Aumento della percentuale di viaggi a pieno carico Consente di: -eliminare i costi di manipolazione e controllo intermedi -eliminare le scorte in deposito -eliminare il trasporto secondario Concentrazione dei punti di consegna/ritiro (d media = 50 Km) Ordini a data e ora fissa (per macro area) Quantità di riordino minima e massima per saturare mezzo Tempi ridotti di scarico (1 ora) Limite di consegna/frequenza di visita (lotto minimo 5-6 pallet)

28 28 Soluzioni gestionali ECR ( Efficient Consumer Response) Iper CeDI medi e piccoli Grandi Cedi colli/ anno per punto di partenza (milioni) Accorpament o corrieri Cross- dock a iper Multi-drop Multi-pick Multi-drop a iper Completo CeDi a transito colli/ anno per punto di arrivo (milioni) Produttori interessati ad accorpamento corrieri Produttori interessati ad multi-drop Produttori interessati ad Cross-Dock 20%40%25%15% 20% 25% 30% 25%

29 29 ECR Italia ha applicato queste soluzioni gestionali in sette progetti pilota: Progetti pilota Riprogettazione della catena logistica Velocizzazione e perfezionamento del ciclo dellordine Reingegnerizzazione della catena dei prodotti secchi Riprogettazione dei cartoni e dei pallet il riordino automatico da CeDi Velocizzazione e perfezionamento del ciclo base dellordine (fast perfect order) continuous replenishment catena di beni deperibili intercompany ECR ( Efficient Consumer Response)

30 30 Progetti pilota Reingegnerizzazione della catena dei prodotti secchi; le soluzioni logistiche adottate sono: il magazzino multiproduttore, il raggruppamento dei corrieri, il sistema combinato multi drop/multi-pick il crossdocking multiproduttore/multidistributore Riprogettazione dei cartoni e dei pallet ; le soluzioni logistiche adottate sono:definizione n°referenze per cartone, dimensionamento dei cartoni, definizione di altezze modulari per i pallet e ridefinizione della struttura dei cartoni il riordino automatico da CeDi;il riordino viene effettuato in modo automatico dal centro di distribuzione ECR ( Efficient Consumer Response)

31 31 Progetti pilota Velocizzazione e perfezionamento del ciclo base dellordine (fast perfect order); le aree di intervento individuate sono: il miglioramento del ciclo dellordine, la creazione di team interfunzionali per il servizio al cliente, il miglioramento dellefficacia e dellefficienza delle forze di vendite, lutilizzo dellEDI e della codifica INDICOD, luso della posta elettronica, condivisione di database. Continuous replenishment ; sperimentazione del VMRS (Vendor managed replenishment system), con sistema di riordino automatico e con modalità di consegne dirette e multi- drop ECR ( Efficient Consumer Response)

32 32 ECR ( Efficient Consumer Response) Progetti pilota Catena di beni deperibili; utilizzo piattaforma di transito (cross-dock) multiproduttore, con lutilizzo di un sistema multi-pick per il prelievo della merce intercompany; utilizzo di posta elettronica per scambio di informazioni non strutturate.

33 33 ECR ( Efficient Consumer Response) Progetto cartoni /pallet Misure per la base del pallet: 800x1200 mm ; europallet standard Possibili altezze del pallet: Prodotti leggeri; h=200cm prodotti con alta rotazione; h=160 cm prodotti con media rotazione; h=115 cm Altezze dei cartoni: Libera;deve essere compatibile con laltezza scelta per il pallet Numero di referenze per cartone: Numero di referenze per cartone=rotazionex0,6 (picco settimanale) peso totale per cartone>15 Kg;

34 34 ECR ( Efficient Consumer Response) Progetto cartoni /pallet Dimensioni isomodulari raccomandate per la base dei cartoni: 600x400 mm 400x300 mm 400x200 mm 400x150 mm 600x200 mm 300x200 mm 200x200 mm 200x150 mm 400x100 mm 300x100 mm 200x100 mm 150x100 mm

35 35 ECR ( Efficient Consumer Response) Fast Perfect Order Produttore Distributore Verifica fabbisogni Ricevimento merce Emissione conferma consegna Ricevimento fattura Verifica fatture Ricevimento documenti di rettifica Gestione pagamenti Accordi (allineamento anagrafiche e condizioni) Acquisizione ordine Allocazione e spedizione merce Fatturazione conferma consegna Emissione documenti di rettifica Gestione incassi Ordine valorizzato Conferma ordine Conferma consegna Fattura Documenti di rettifica Avviso

36 36 Stabilimento Deposito centrale Deposito periferico CeDi piccolo Vendita al dettaglio CeDi grande Iper 1900 L/collo 855 L/collo 325 L/collo 235 L/collo Supermercato Deposito centrale ECR ( Efficient Consumer Response)

37 37 ECR ( Efficient Consumer Response) Risultati I Progetti sono stati valutato in base a degli indicatori di performance (% ordini evasi completamente, lead time, % ordini in ritardo,…) e ai benefici economici. Progetto Continuous replenishment: Risparmi (% sulle vendite) Giacenza al CeDi (%) Completezza degli ordini (%) Lead time (giorni) 1, Fonte ECR Italia [1997]


Scaricare ppt "1 Docente : ing. Marco Melacini - Politecnico di Milano Efficient Consumer Response Reggio Emilia, 5 Aprile 2000."

Presentazioni simili


Annunci Google