La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Studio Legale Giacopuzzi – Verona – www.lucagiacopuzzi.it Avv. Luca Giacopuzzi – www.lucagiacopuzzi.it Confindustria Genova, 26 novembre 2007 PRIVACY E.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Studio Legale Giacopuzzi – Verona – www.lucagiacopuzzi.it Avv. Luca Giacopuzzi – www.lucagiacopuzzi.it Confindustria Genova, 26 novembre 2007 PRIVACY E."— Transcript della presentazione:

1 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – Avv. Luca Giacopuzzi – Confindustria Genova, 26 novembre 2007 PRIVACY E AZIENDE FRA RAZIONALIZZAZIONI E SEMPLIFICAZIONI

2 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – LA PRIVACY IN AZIENDA In ambito privacy si deve tendere semplificazioni e a razionalizzazioni di sistema la chiave per decifrare una materia complicata un obiettivo, cogente, evincibile da norme La semplificazione rappresenta

3 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – RAPPORTO DI LAVORO E SEMPLIFICAZIONE Alcuni snodi della semplificazione sono frutto dellesperienza applicativa e del dover rispondere ad alcune specificità Guida pratica e misure di semplificazione per le PMI Provvedimento n.21 del Linee guida in materia di trattamento di dati dei lavoratori Deliberazione n.56 del

4 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – LA VIDEOSORVEGLIANZA Art. 134 T.U. Provv.GARANTE Artt.4 e 8 L.300/70: Statuto dei lavoratori Codice di deontologia Il decalogo del Il provvedimento Eil trattamento di dati personali effettuato con strumenti elettronici di rilevazione/registrazione di immagini

5 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – IL RIFERIMENTO NORMATIVO PRINCIPE Provvedimento Garante Privacy Provv. Generale 29 aprile 2004 Pare superfluo osservare che i trattamenti ivi indicati devono svolgersi nellosservanza dei principi fondamentali delineati dal D.Lgs. 196/03

6 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – I PRINCIPI FONDAMENTALI Principio di necessità Analisi sul possibile impiego di sistemi meno invasivi Funzioni istituzionali, consenso o bilanciamento di interessi Principio di liceità

7 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – I PRINCIPI FONDAMENTALI/2 Principio di proporzionalità La videosorveglianza laddove difettino altri sistemi di deterrenza Il titolare può perseguire solo finalità di sua pertinenza Principio di finalità

8 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – AL VIA LA FASE OPERATIVA La tutela della privacy non è lunico obiettivo cui tendere le indicazioni di cui allo St. Lav. non possono essere disattese Una chiara indicazione di principio: a monte di ogni progetto, si deve valutare se il controllo attuato a mezzo dello stesso comporti un controllo (diretto o indiretto) della prestazione lavorativa

9 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – CONTROLLI CONSENTITI E CONTROLLI VIETATI Controllo a distanza quali controlli?

10 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – CONTROLLO A DISTANZA Divieto di apparecchiature per controllo a distanza Art. 4 L.300/70 (St.Lav.) La durezza del divieto è mitigata dal 2°comma, che permette – con un iter obbligato - il controllo dettato da esigenze produttive, organizzative o di sicurezza (c.preterintenzionale)

11 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – QUALE CONTROLLO? Tra i poteri che lordinamento riconosce al datore di lavoro nella sua qualità di creditore della prestazione lavorativa R I E N T R A quello di controllare lesatta esecuzione della prestazione dovuta CONTROLLI SI, MA A NORMA DI LEGGE

12 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – LO SCENARIO DI RIFERIMENTO LICT ha messo in discussione prassi organizzative e commerciali Lazienda adotta il network come propria forma organizzativa I metodi tradizionali di controllo del lavoro perdono importanza

13 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – IL CONTROLLO Documento analogico & documento informatico Lidea di sorveglianza INVADE ogni momento della VITA è un CONNOTATO delle relazioni di MERCATO (S.Rodotà: Tecnopolitica, Bari 1997)

14 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – Non tutto ciò che è tecnicamente possibile è anche giuridicamente lecito Lapproccio alle implicazioni legali va condotto con professionalità ! Non si deve cedere alle lusinghe di una tecnologia sempre positiva, ma nemmeno a rappresentazioni catastrofiche

15 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – ALLA RICERCA DI SOLUZIONI CONCRETE In attesa di un intervento legislativo che disegni i confini normativi tra tecnologia, impresa e lavoro, tocca allinterprete del lavoratore a non subire intrusioni del datore di lavoro ad evitare illeciti individuare il punto di equilibrio tra il diritto

16 Studio Legale Giacopuzzi – Verona –

17 LE LINEE GUIDA DEL GARANTE PRIVACY Con provvedimento del , lAuthority fornisce indicazioni operative per la disciplina della posta elettronica e di Internet ATTENZIONE: la disciplina in tema di data protection va coordinata con le regole di settore riguardanti il rapporto di lavoro, e segnatamente con lo Statuto dei Lavoratori

18 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – LE LINEE GUIDA DEL GARANTE PRIVACY/2 Alcune indicazioni, utili in sede di redazione del documento In applicazione del principio di correttezza, si dia conto - in modo chiaro e puntuale - di quali siano le modalità di utilizzo degli strumenti informatici e si disciplini il procedimento di controllo, indicandone le ragioni (es.: per verifiche sulla funzionalità e sicurezza del sistema) In applicazione del principio di necessità, si promuova ladozione di ogni misura (organizzativa e tecnologica) volta a minimizzare lutilizzo di dati personali In applicazione dei principi di pertinenza e non eccedenza, si attui una graduazione dei controlli (evitando, in particolare, controlli prolungati, costanti o indiscriminati) e si regolamenti la conservazione dei dati si individuino i soggetti preposti ad attività di controllo, e se ne curi laggiornamento professionale, anche a mezzo di percorsi formativi

19 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – IL DISCIPLINARE INTERNO opportunità di una POLICY Ispirata, anzitutto, ad un canone di trasparenza In base al principio di correttezza (art.11,comma 1, lett.a, D.Lgs. 196/03), grava sul datore lonere di indicare in modo chiaro e particolareggiato: a)quali siano le modalità di utilizzo degli strumenti informatici assegnati in uso al lavoratore; b)se, in che misura e con quali modalità vengano effettuati controlli; ammissibili, come noto, i c. difensivi e i c. preterintenzionali La policy va adeguatamente pubblicizzata (art. 7 St.Lav.) e deve essere sottoposta a periodico aggiornamento

20 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – necessità di una revisione dellINFORMATIVA I lavoratori devono essere resi edotti di ogni trattamento che li può riguardare, specie in relazione ad attività di controllo Vanno perciò esplicitati, secondo il principio del clare loqui: a)gli aspetti essenziali dei trattamenti posti in essere; b)i soggetti cui i dipendenti possono rivolgersi per esercitare i propri diritti in punto privacy

21 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – LAPPROCCIO CORRETTO In attesa di un intervento normativo ad hoc lazienda deve adottare UNA POLITICA TRASPARENTE del lavoratore a non subire intrusioni del datore di lavoro ad evitare illeciti La via per contemperare gli interessi in gioco

22 Studio Legale Giacopuzzi – Verona – Per ulteriori informazioni: GRAZIE PER LATTENZIONE Stradone San Fermo n Verona Tel.: Fax:


Scaricare ppt "Studio Legale Giacopuzzi – Verona – www.lucagiacopuzzi.it Avv. Luca Giacopuzzi – www.lucagiacopuzzi.it Confindustria Genova, 26 novembre 2007 PRIVACY E."

Presentazioni simili


Annunci Google