La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Habitat salute e sviluppo della comunità San Giacomo e Ponziana Integrazione tra servizi Miglioramento della qualità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Habitat salute e sviluppo della comunità San Giacomo e Ponziana Integrazione tra servizi Miglioramento della qualità"— Transcript della presentazione:

1 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Habitat salute e sviluppo della comunità San Giacomo e Ponziana Integrazione tra servizi Miglioramento della qualità dellavita Partecipazione attiva dei cittadini e avvio dei processi diempowerment

2 I SOGGETTI ATTIVI NEL PROGETTO… …Prove di integrazione: lasciare qualcosa di proprio per acquisire qualcosa di tutti

3 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana 2000 Ater, Azienda per i Servizi Sanitari, Comune di Trieste (Area Servizi Sociali e Sanitari), V Circoscrizione, Acli Fanin, Auser, Spi Cgil, Gau, Suore Elisabettine 2001 La Quercia coop soc, Consultorio dellAnziano (sommatoria di associazioni) 2002 Associazione Mondo 2000, Consorzio Interland (Coop Querciambiente, Coop Coala),Associazione Volontariato Insieme (Acli, Auser, Spi Cgil, Gau, S.Vincenzo de Paoli) Il gruppo si incontra in assemblea 2 volte al mese Dalla sommatoria di soggetti dellassociazionismo al Consultorio per lAnziano all Avi Dal lavoro di co progettazione pubblico/privato si arriva alle gare dappalto (gestione aree esterne, Portierato Sociale) da parte dellAter, riservate alle cooperative sociali Evoluzione degli spazi: dal quartiere dal Vaticano al Consultorio di via Orlandini, alla sede Ponziana in via Lorenzetti 60

4 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana

5 SUDDIVISIONE PER REDDITO DEI RESIDENTI ATER IN PONZIANA

6 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Dallanalisi della situazione a … Lavoro integrato su: Campione dei 100 per cominciare… Lavoro sui bisogni primari per migliorare la qualità della vita Lavoro di comunità

7 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana LAVORO INTEGRATO SUL CAMPIONE DEI 100 Individuazione di 100 persone residenti negli alloggi ATER di Ponziana, conosciute e sconosciute dai servizi, ad altissimo carico, che vivono da sole: 90 ultra 65 anni 10 sotto i 65 anni Visite domiciliari integrate per rilevare la situazione sanitaria, sociale e abitativa (attori di tutti gli enti) Programmi integrati di intervento per soddisfare i bisogni al fine di ridurre listituzionalizzazione – servizi di supporto e sostegno forniti dallAvi Monitoraggio costante del servizio infermieristico del Distretto 2 sui casi in carico, con attivazione tempestiva del medico di medicina generale

8 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana 100 CASI, DEI QUALI: 75 POSSONO RICEVERE UNA VISITA A DOMICILIO DI QUESTI: 40 DONNE - 35 UOMINI 50 SONO INVALIDI CIVILI 33 AUTOSUFFICIENTI 35 PARZIALMENTE AUTOSUFFICIENTI 7NON-AUTOSUFFICIENTI

9 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana 100 CASI, DEI QUALI: 75 POSSONO RICEVERE UNA VISITA A DOMICILIO DI QUESTI: 6 HANNO UN REDDITO INFERIORE A 250 EURO 24 HANNO UN REDDITO TRA 250 E 500 EURO 44 HANNO UN REDDITO SUPERIORE A 500 EURO

10 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana LAVORO SUI BISOGNI PRIMARI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DELLA VITA Attività dell AVI Servizio infermieristico nella sede Habitat Assistente sociale del Distretto 2 nella sede Habitat Assistente sociale del Comune Portierato sociale Progetto sperimentale socio sanitario integrato di assistenza domiciliare

11 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana A.V.I. Iscritti 195 tutti residenti 15 sono i volontari che lavorano continuativamente tra cui 5 autisti Attività Ascolto telefonico Assistenza individualizzata disbrigo di pratiche amministrative acquisto e consegna della spesa ritiro e consegna di medicinali pagamento di bollette Trasporti con pulmino Progetto P.I.D.: partecipazione al progetto integrato Fornitura di pasti caldi o distribuzione di borse alimentari Attività di socializzazione Pomeriggi Insieme Corsi di ginnastica dolce e ballo Pranzi di Natale in ristorante Feste per varie ricorrenza in sede Escursioni e gite Animazione presso la R.S.A San Giusto Avvio della Gestione del Marenzi

12 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana A.V.I. Sono seguiti più di 300 utenti 50% over 75 36% età compresa fra i 65 e i 75 anni 14% under 65. il maggior numero di utenti sono persone che vivono da sole (per lo più donne) e che escono poco. Utenti assistiti in maniera continuativa: da 30 a 40 Arrivano da soli o sono segnalati dagli Enti partner (ASL-UOT).

13 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Attività del Servizio Sociale del Comune di Trieste – UOT n° 2 Presenza del coordinatore e dellassistente sociale agli incontri periodici del gruppo Habitat Attivazione dei portieri sociali nel progetto, tramite affidamento incarico alla cooperazione sociale Prevenzione con le persone segnalate in Habitat al fine di evitare lisolamento con Attività di sostegno e socializzazione (tramite portierato) Visite domiciliari (assistente sociale e portieri sociali) Accompagnamenti e trasporti Disbrigo pratiche (tramite portierato) Collaborazione e lavoro di rete tra i vari attori del territorio Passaggio (responsabilità) dal lavoro con il singolo al lavoro con la comunità

14 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Il Portierato sociale: da sportello a servizio sul territorio Lessere: persone (residenti e non) per/con le persone, disponibili/capaci di accogliere, ascoltare, promuovere, consapevoli di portare un pezzettino, tra tanti pezzettini, facendo strada insieme Il pensare: progettazione e stesura documentazione, confronto ed elaborazione nel lavoro integrato con gli altri attori del territorio Il fare: supporto alla persona, azioni di ricerca-intervento, supporto allassociazione di volontariato, attivazione delle risorse locali (rete), sviluppo di momenti aggregativi, interventi con la comunità locale (eventi di quartiere), accoglienza ed ascolto delle persone, mediazione/ponte tra cittadini ed istituzioni

15 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Portierato: alcuni numeri… Da giugno 2002…. 406 contatti per 301persone per dare 516 prestazioni Gli operatori visitano costantemente, a domicilio, circa 60 persone anziane La ricerca intervento ci ha permesso di conoscere 407 nuclei familiari Habitat ad In…Contrada: una media di 40 persone attive in un incontro la settimana

16 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Progetto sperimentale di assistenza socio sanitaria integrata Da gennaio 2003 a gennaio 2004 Selezionate 11 persone anziane multiproblematiche con ricoveri ripetuti Regia forte ed unica favorisce: Attivazione ed erogazione di risposte tempestive Sinergia strutturata tra intervento sanitario, sociale e del Terzo Settore, grazie a contributo dedicato Conoscenza delle persone selezionate ed individuazione dei motivi che portano ai ricoveri ripetuti Miglioramento della comunicazione tra i vari attori Accrescimento delle capacità professionali e della creatività dei soggetti coinvolti Recupero psicofisico e mantenimento/miglioramento dellautonomia di tutte le persone coinvolte Attivazione delle risorse personali dei soggetti presi in carico. Riduzione tasso istituzionalizzazione

17 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Progetto sperimentale di assistenza socio sanitaria integrata Si diminuiscono le giornate di degenza del 77% e il punteggio BINA si mantiene costante o si riduce 6 mesi mesi mesi mesi 2003 Giorni di ricovero Giorni di ricovero B.I.N.A Si rimane sotto il budget assegnato.

18 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana LAVORO DI COMUNITA Entriamo nelle case di 500 persone con un questionario Coinvolgiamo le persone Festa di Primavera, altri eventi di quartiere, assemblea pubblica per la riqualificazione delle aree verdi… Stimoliamo partecipazione ed espressione dei cittadini: laboratorio di scrittura Avevo un Paesaggio per ricordare ed essere protagonisti Andiamo verso lautonomia I Capi Casa: da portavoce del condominio ad attori del cambiamento

19 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Ricordi privati e storie collettive P Ogni cittadino può e deve poter tornare protagonista di uno suo spazio esistenziale, espressivo e storico. Deve poter parlare di sé e delle sue esperienze e soprattutto deve potersi confrontare sulle trasformazioni del suo habitat, dalla casa al quartiere ai giardini ai luoghi di ritrovo e sui cambiamenti sociopolitici che hanno determinato modifiche nelle sue relazioni umane ed affettive, ma anche economiche, culturali, sanitarie. Per questo proponiamo il percorso Avevo un paesaggio; percorso che preveda una ricostruzione condivisa narrativa e fotografica di recupero della memoria, dove si possa pensare di ricostruire la storia di un intero quartiere attraverso le memorie dei singoli, in modo non nostalgico e conservativo ma piuttosto partecipato e vitale, per riuscire a cogliere negli eventi e nelle mutazioni di ciascuna esistenza lo svolgersi dei grandi accadimenti, e grazie a riflessioni comuni, provare a riprogettare insieme il sogno e il desiderio di ciascuno.

20 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Come… con quali strategie Capacity Building: Costruzione di capacità con il sostegno ai volontari, con lo svolgimento di percorsi formativi - Sviluppo sociale della Comunità organizzato dal Distretto 2, Progettazione Partecipata organizzato dalla cooperazione sociale, con la Facoltà di Architettura di Trieste Lavoro di Gruppo Attivazione di: Sinergie/Reciprocità/Protagonismo Responsabilità

21 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Costruzione di capacità attraverso la formazione… Supporto ai volontari per il passaggio da singoli soggetti a coalizione di cittadini attivi Habitat: lavori di comunità in corso – formazione/confronto sui temi dello sviluppo locale, principi guida l.328/00, i processi di empowerment nelle comunità territoriali La progettazione partecipata dal punto di vista urbanistico – formazione sulle principali scuole di pensiero architettonico/urbanistico della progettazione partecipata, i contratti di quartiere come formula di sviluppo locale, lintreccio tra aspetti architettonici e sociali

22 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Il lavoro di gruppo: verso la coalizione (gruppo di gruppi) Partecipazione agli incontri, in media, di 15/20 persone Confronto dai temi generali (intero rione)- una volta al mese… ( Responsabile progetto per il Comune, coordinatore Uot 2 e assistente sociale, Responsabile Distretto e operatori di tutte le UO Distrettuali, csmMaddalena, UO 2DDD,responsabile uff. progetti Ater e operatore, respons, coop. La Quercia, portieri sociali, Avi. … Alle modalità operative sulle singole situazioni in carico ai servizi – ogni settimana/due settimane

23 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Ma non è tutto risolto… Se Habitat significa sviluppo locale… dal punto di vista strutturale nulla si è verificato… Sinergia e integrazione=presenza, esserci fisicamente, essere un unico soggetto: è proprio così? Essere soggetto unico può anche voler dire attivare le risorse di tutti da parte di ciascuno? Se Habitat è un laboratorio sperimentale… quali sono le azioni, procedure, priorità, risorse, autonomie istituzionali decentrate reali e sperimentali… che sono state attivate? In generale, Habitat Ha realmente attivato uno sviluppo locale fatto anche di responsabilizzazione dei cittadini, non solo in riferimento ai servizi, ma anche alla vita della collettività?

24 Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Siamo ottimisti perché… A S. Giacomo Ponziana esistono i presupposti per la co-costruzione del Piano di Zona… …con lintesa tra le istituzioni Locali e tra queste ed il Terzo Settore PARTIAMO?


Scaricare ppt "Gruppo Habitat San Giacomo e Ponziana Habitat salute e sviluppo della comunità San Giacomo e Ponziana Integrazione tra servizi Miglioramento della qualità"

Presentazioni simili


Annunci Google