La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Dalla valutazione della coppia adottiva allaccompagnamento e al monitoraggio nella fase post adozione Lelaborazione delle esperienze traumatiche e la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Dalla valutazione della coppia adottiva allaccompagnamento e al monitoraggio nella fase post adozione Lelaborazione delle esperienze traumatiche e la."— Transcript della presentazione:

1 1 Dalla valutazione della coppia adottiva allaccompagnamento e al monitoraggio nella fase post adozione Lelaborazione delle esperienze traumatiche e la ricostruzione integrata della propria storia quale condizione essenziale di salute psichica 11 Maggio 2005 Forlì Dr. Francesco Vadilonga Lelaborazione delle esperienze traumatiche e la ricostruzione integrata della propria storia quale condizione essenziale di salute psichica 11 Maggio 2005 Forlì Dr. Francesco Vadilonga

2 2 IL PERCORSO VERSO UNA PERSONALITÀ COESA ED INTEGRATA La costruzione di una personalità equilibrata si nutre di buone relazioni affettive. Tali relazioni consentono di costruire una buona immagine di sé e di acquisire la capacità di riflettere su di sé e sugli altri, avendo consapevolezza di chi si è. La costruzione di una personalità equilibrata si nutre di buone relazioni affettive. Tali relazioni consentono di costruire una buona immagine di sé e di acquisire la capacità di riflettere su di sé e sugli altri, avendo consapevolezza di chi si è. Sappiamo, inoltre, che avere ricordi e consapevolezza del nostro passato è un importante requisito per avere una personalità coesa ed integrata Sappiamo, inoltre, che avere ricordi e consapevolezza del nostro passato è un importante requisito per avere una personalità coesa ed integrata Ne consegue che per consentire ad un bambino di avere uno sviluppo psicologico adeguato è indispensabile aiutarlo a mantenere connessi ed integrati gli eventi significativi della sua vita Ne consegue che per consentire ad un bambino di avere uno sviluppo psicologico adeguato è indispensabile aiutarlo a mantenere connessi ed integrati gli eventi significativi della sua vita docente: Francesco Vadilonga

3 3 FUNZIONE RIFLESSIVA E MENTALIZZAZIONE Diversi autori hanno sottolineato limportanza della capacità di riflettere sui propri processi interni quale fattore protettivo di fronte ad eventi stressanti Diversi autori hanno sottolineato limportanza della capacità di riflettere sui propri processi interni quale fattore protettivo di fronte ad eventi stressanti Fonagy e Target (2001) Funzione Riflessiva Fonagy e Target (2001) Funzione Riflessiva Il bambino sicuro diventa un bambino che mentalizza, in grado di monitorare i propri processi emotivi e di pensiero, in grado di immaginare i pensieri e le emozioni, di esplorare il mondo interno proprio e degli altri Il bambino sicuro diventa un bambino che mentalizza, in grado di monitorare i propri processi emotivi e di pensiero, in grado di immaginare i pensieri e le emozioni, di esplorare il mondo interno proprio e degli altri Ne consegue che per consentire ad un bambino di avere uno sviluppo psicologico adeguato è indispensabile aiutarlo a mantenere connessi ed integrati gli eventi significativi della sua vita Ne consegue che per consentire ad un bambino di avere uno sviluppo psicologico adeguato è indispensabile aiutarlo a mantenere connessi ed integrati gli eventi significativi della sua vita docente: Francesco Vadilonga

4 4 DIMENSIONE ELABORATIVA DELLADOZIONE LA COMUNICAZIONE CON IL BAMBINO ADOTTATO RELATIVAMENTE ALLA PROPRIA STORIA Tutti i bambini devono poter conoscere la propria storia ed essere autorizzati a porre delle domande in merito ad essa, senza che vi siano blocchi, scissioni, idealizzazioni, che impediscano un efficace processo comunicativo Tutti i bambini devono poter conoscere la propria storia ed essere autorizzati a porre delle domande in merito ad essa, senza che vi siano blocchi, scissioni, idealizzazioni, che impediscano un efficace processo comunicativo Quanto detto è ancor più rilevante quando ci troviamo di fronte ad una storia segnata da rotture, sofferenze, cambiamenti radicali, carente di un chiaro filo conduttore. Quanto detto è ancor più rilevante quando ci troviamo di fronte ad una storia segnata da rotture, sofferenze, cambiamenti radicali, carente di un chiaro filo conduttore. docente: Francesco Vadilonga

5 5 LA LEGGITTIMAZIONE ALLA CONOSCENZA DI SE E un compito fondamentale dei genitori adottivi gestire la dimensione elaborativa delladozione sia relativamente alla gestione delle informazioni che nel sostegno alla compressione E un compito fondamentale dei genitori adottivi gestire la dimensione elaborativa delladozione sia relativamente alla gestione delle informazioni che nel sostegno alla compressione Affinchè ciò avvenga è necessario che i genitori a loro volta abbiano riflettuto sui significati e sulle implicazioni emotive della storia del figlio Affinchè ciò avvenga è necessario che i genitori a loro volta abbiano riflettuto sui significati e sulle implicazioni emotive della storia del figlio docente: Francesco Vadilonga

6 6 DIFFICOLTA CHE I GENITORI ADOTTIVI INCONTRANO NELLAFFRONTARE LA STORIA DEL FIGLIO ADOTTATO Difficoltà ad affrontare un tema doloroso (per il bambino e per i genitori) Difficoltà ad affrontare un tema doloroso (per il bambino e per i genitori) Paura di giudicare Paura di giudicare Senso di inadeguatezza (debole legittimità del ruolo) Senso di inadeguatezza (debole legittimità del ruolo) Desiderio di normalizzazione: superare leccezionalità delladozione Desiderio di normalizzazione: superare leccezionalità delladozione Pregiudizi sullincapacità di comprendere da parte dei bambini Pregiudizi sullincapacità di comprendere da parte dei bambini Timore di infliggere ulteriore sofferenza al bambino Timore di infliggere ulteriore sofferenza al bambino Scarsa preparazione specifica Scarsa preparazione specifica docente: Francesco Vadilonga

7 7 CONSEGUENZE Sul fronte dei genitori: dare informazioni lacunose centrate essenzialmente sulla loro esperienza di genitori adottivi dare informazioni lacunose centrate essenzialmente sulla loro esperienza di genitori adottivi parlare della propria esperienza e cassare quella di prima del bambino parlare della propria esperienza e cassare quella di prima del bambino Rischio della congiura del silenzio Rischio della congiura del silenzio docente: Francesco Vadilonga

8 8 CONSEGUENZE Sul fronte del bambino: Rischio di un pseudoadattamento Rischio di un pseudoadattamento Rischio di un esito di coartazione e di mutilazione Rischio di un esito di coartazione e di mutilazione Difficoltà a riconoscere i propri stati emotivi, a padroneggiarli e a sintonizzarsi emotivamente con i vissuti altrui Difficoltà a riconoscere i propri stati emotivi, a padroneggiarli e a sintonizzarsi emotivamente con i vissuti altrui Parziale fallimento della adozione (funzione elaborativa) Parziale fallimento della adozione (funzione elaborativa) docente: Francesco Vadilonga

9 9 FATTORI CHE INFLUENZANO IL FIGLIO ADOTTATO NEL CONFRONTO CON LA PROPRIA STORIA Desiderio di normalità Desiderio di normalità Bisogno di appartenenza Bisogno di appartenenza Difesa dalla sofferenza Difesa dalla sofferenza Difesa dellimmagine di sé Difesa dellimmagine di sé Inibizioni cognitive Inibizioni cognitive Timore di ferire i genitori adottivi Timore di ferire i genitori adottivi Difesa dal senso di colpa Difesa dal senso di colpa docente: Francesco Vadilonga

10 10 POSSIBILI ADATTAMENTI NEI FIGLI ADOTTIVI RISPETTO ALLA LORO STORIA Idealizzazione Idealizzazione Minimizzazione degli effetti Minimizzazione degli effetti Evitamento del confronto (Brasile brutto – India schifo) Evitamento del confronto (Brasile brutto – India schifo) Colpevolizzazione (spostamento della colpa) (colpa del convivente della mamma, dellAssistente sociale, del giudice, ecc….) Colpevolizzazione (spostamento della colpa) (colpa del convivente della mamma, dellAssistente sociale, del giudice, ecc….) Autocolpevolizzazione Autocolpevolizzazione Rimpianto Rimpianto Rivendicazione delle origini Rivendicazione delle origini Integrazione ed accettazione Integrazione ed accettazione docente: Francesco Vadilonga

11 11 LA COSTRUZIONE DELLIDENTITA Compito principale dei bambini adottati consiste nellintegrare le differenti figure genitoriali divise sul piano di realtà e su quello temporale Compito principale dei bambini adottati consiste nellintegrare le differenti figure genitoriali divise sul piano di realtà e su quello temporale Labbandono rappresenta un attacco alla continuità del sé, in relazione al quale il bambino svilupperà peculiari difese Labbandono rappresenta un attacco alla continuità del sé, in relazione al quale il bambino svilupperà peculiari difese La scissione rappresenta una delle principali e più frequenti difese utilizzate dal bambino adottato La scissione rappresenta una delle principali e più frequenti difese utilizzate dal bambino adottato docente: Francesco Vadilonga

12 12 LA DIMENSIONE ELABORATIVA COME PREVENZIONE DELLE CRISI ADOTTIVE I bambini adottati hanno bisogno di essere accompagnati in un percorso di elaborazione che li aiuti a rimettere insieme i loro pezzetti al fine di raggiungere unintegrazione del proprio sé I bambini adottati hanno bisogno di essere accompagnati in un percorso di elaborazione che li aiuti a rimettere insieme i loro pezzetti al fine di raggiungere unintegrazione del proprio sé Tra i compiti dei genitori adottivi vi è quello di fare sentire il figlio adottato integrato nella loro mente Tra i compiti dei genitori adottivi vi è quello di fare sentire il figlio adottato integrato nella loro mente docente: Francesco Vadilonga

13 13 LA DIMENSIONE DELLA CONTINUITA Appare necessario riequilibrare la dimensione della continuità rispetto a quella dellappartenenza Appare necessario riequilibrare la dimensione della continuità rispetto a quella dellappartenenza In questa concezione laccento può essere posto sulla necessità di recuperare la storia del bambino come fattore di stabilizzazione nel suo sviluppo psico- affettivo In questa concezione laccento può essere posto sulla necessità di recuperare la storia del bambino come fattore di stabilizzazione nel suo sviluppo psico- affettivo docente: Francesco Vadilonga

14 14 LADOZIONE COME CURA DEL TRAUMA E necessario che i genitori adottivi si costituiscano come referenti del percorso elaborativo del bambino E necessario che i genitori adottivi si costituiscano come referenti del percorso elaborativo del bambino Ladozione, storicamente, ha assolto il compito di riordinare il mondo esterno del bambino fornendogli genitori adottivi sostitutivi Ladozione, storicamente, ha assolto il compito di riordinare il mondo esterno del bambino fornendogli genitori adottivi sostitutivi E tempo che si faccia carico di riordinare anche il suo mondo interno E tempo che si faccia carico di riordinare anche il suo mondo interno docente: Francesco Vadilonga

15 15 TRE DIRETTRICI NEL LAVORO DI RIELABORAZIONE Costruire una cornice di plausibilità (spiegazione trigenerazionale) Costruire una cornice di plausibilità (spiegazione trigenerazionale) Inserire i fatti concreti di cui si è a conoscenza Inserire i fatti concreti di cui si è a conoscenza Tenere conto dei ricordi del bambino Tenere conto dei ricordi del bambino docente: Francesco Vadilonga


Scaricare ppt "1 Dalla valutazione della coppia adottiva allaccompagnamento e al monitoraggio nella fase post adozione Lelaborazione delle esperienze traumatiche e la."

Presentazioni simili


Annunci Google