La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PARAFILIE E DISTURBI SESSUALI. Comportamento sessuale perverso La definizione freudiana di attività sessuale perversa comprende tre criteri: 1. attività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PARAFILIE E DISTURBI SESSUALI. Comportamento sessuale perverso La definizione freudiana di attività sessuale perversa comprende tre criteri: 1. attività"— Transcript della presentazione:

1 PARAFILIE E DISTURBI SESSUALI

2 Comportamento sessuale perverso La definizione freudiana di attività sessuale perversa comprende tre criteri: 1. attività focalizzata su regioni del corpo non genitali; 2. lattività soppianta e sostituisce labituale pratica di rapporti genitali con partner di sesso opposto; 3. tende a essere la pratica sessuale esclusiva.

3 Distingue: le perversioni in quanto deviazioni rispetto alloggetto sessuale, tra le quali rientrano lomossessualità e la zoofilia; le perversioni in quanto deviazioni rispetto alla meta sessuale, tra le quali rientrano le prevaricazioni anatomiche (coito orale, coito anale, feticismo) le fissazioni di mete sessuali provvisorie (voyerismo, sadismo e masochismo).

4 Fenichel (1945) perversione come determinata dellangoscia di castrazione (lassenza di orgasmo tipica del parafiliaco); Melanie Klein (1945) propone una visione completamente centrata sullaggressività innata del bambino proiettata sulla figura materna, provocando una distorsione paranoide: immagine combinata padre-madre, scena primaria investita da potenti distorsioni sadomasochistiche;

5 Chasseguet Smirgèl (1985) perversione come tentazione comune allumanità connessa a un nucleo perverso manifesto e stabilizzato oppure latente in ciascun individuo. Rielaborazione delle posizioni kleiniane, con spostamento daccento sul diniego difensivo delle differenze sessuali e generazionali. Centra la sua teorizzazione su quelle situazioni in cui il bambino viene fatto oggetto di traumi o ferite narcisistiche che provocano uninsolita smanianei confronti del trauma, che scatena un eccitamento: tentativo difensivo di trasformare la ferita narcisistica e il trauma (che non possono essere eliminati) in eccitazione sessuale (che invece può essere scaricata) = recupero dellautostima tramite le concomitanti fantasie di vendetta.

6 Comprensione attuale Stoller: due definizioni successive: 1- comportamento in cui è rintracciabile il desiderio di umiliare e degradare il partner e se stessi – intenzione come variabile critica; 2- comportamento che tende a evitare una relazione a lungo termine, emotivamente intima, con unaltra persona – finalità come variabile critica; IL COMPORTAMENTO NON È PERVERSO SE ESPERITO ALLINTERNO DI UNA RELAZIONE INTIMA E STABILE Mitchell: fuga dalla relazionalità oggettualeche minaccia lindividuazione con il rischio di una fusione-inglobamento con loggetto, sia esterno che interno;

7 Il DSM: Nel tentativo di assumere un atteggiamento non giudicante, si è cambiato il termine da perversioni in parafilie, definendo queste ultime come situazioni in cui vengono usati oggetti non umani, viene inflitto dolore a sé o al partner o vengono coinvolti minori o adulti non consenzienti. Il DSM definisce la gravità della patologia sul continuum fantasia-azione.

8 Feticismo Eccitazione sessuale mediante l'uso di oggetti inanimati; Il feticista una volta in possesso del feticcio, non ha bisogno di mantenere una relazione con laltro, in quanto loggetto inanimato non ha desideri, interessi, non cambia, resta a disposizione e soprattutto non è imprevedibile; Mitchell (1988) bisogno del feticcio come risposta ad unansia intensa rispetto allintegrità del proprio senso di sé.

9 Travestitismo Impulsi sessuali provocati dal travestirsi con abiti del sesso opposto; La spiegazione classica si sofferma sullidentificazione con la madre fallica (Fenichel, 1945) per superare langoscia di castrazione; Attualmente, si tende a vedere lidentificazione del bambino maschio con la madre come la manifestazione dellansia che la separazione da lei può causare; Nella vita adulta, latto di travestirsi permetterebbe di sentire un qualche grado di fusione con loggetto interno e quindi esperire una sorta di rassicurazione rispetto alla temuta perdita delloggetto materno.

10 Esibizionismo e Voyeurismo Esposizione dei propri genitali, spesso durante attività masturbatorie, di fronte ad estranei non consenzienti; piacere sessuale derivato dal guardare le attività sessuali o gli organi sessuali di altre persone quasi sempre inconsapevoli di essere osservati; Mitchell = adulti esibizionisti come bambini non visti allinterno delle dinamiche familiari; Laspetto principale del voyerismo è un controllo onnipotente su di una situazione sessuale gestito attraverso lanonimato; Mitchell legge queste due parafilie come emblematiche rispetto alle qualità essenziali delle perversioni: una relazione dinamica tra ciò che è in superficie, visibile e disponibile e ciò che è profondo, segreto e negato.

11 Sadismo e Masochismo Trarre godimento sessuale dall'essere sottoposto a sofferenze fisiche e psicologiche e umiliazioni da parte di altri; eccitazione sessuale derivante da atti reali e non simulati che implicano il somministrare ad altri non consenzienti sofferenze ed umiliazioni psicologiche e fisiche; La relazione sado-masochista basata sul controllo e la sottomissione; Ripetizione statica di un copione ove non sempre è facile distinguere il sadico dal masochista (dinamica hegeliana); Lapproccio relazionale interpreta il sadismo come il risultato di una relazione interna con un oggetto che si presenta come rifiutante, gli atti sadici sarebbero la manifestazione dello sforzo necessario per superare la propria resistenza rispetto ad una corrispondente rappresentazione di sé. Il masochismo, in modo speculare, è la risultante di un particolare modello relazione nel quale loggetto interno risponde solo se umiliato.

12 Pedofilia Impulsi ed attività sessuali nei confronti dei bambini; La visione classica (Freud, 1905; Fenichel, 1945) vede la pedofilia come una scelta oggettuale narcisistica; Nella pratica clinica la pedofilia è spesso presente in soggetti con una struttura di personalità narcisistica o psicopatica (Gabbard, 2002; 2007) e può presentarsi accompagnata da dinamiche sadiche (trionfo inconscio sul trauma subito); Pedofilia da blocco evolutivo = si manifesta fin dalladolescenza, molte vittime (solitamente maschi), tipicamente in ambito extrafamiliare. Prognosi infausta in quanto questo soggetto non prova attrazione sessuale per donne adulte; Pedofilia da regressione = esordisce in età adulta, spesso agita solo su bambine della famiglia. Poche vittime. Prognosi meno severa.


Scaricare ppt "PARAFILIE E DISTURBI SESSUALI. Comportamento sessuale perverso La definizione freudiana di attività sessuale perversa comprende tre criteri: 1. attività"

Presentazioni simili


Annunci Google