La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodi FEM per problemi ellittici lineari a tratti Gabriella Puppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodi FEM per problemi ellittici lineari a tratti Gabriella Puppo."— Transcript della presentazione:

1 Metodi FEM per problemi ellittici lineari a tratti Gabriella Puppo

2 Principali argomenti Costruzione della matrice di rigidità Condizionamento Problemi misti e di Dirichlet Andamento dell errore

3 Matrice di rigidità La matrice di rigidità per il filo elastico, con condizioni al bordo di Dirichlet, è data da: Moltiplicando per h, ottengo una matrice che dipende solo dal numero degli intervalli

4 function tridiag Questa function calcola la matrice tridiagonale del filo elastico: function a=tridiag(n) % A=TRIDIAG(N) Crea la matrice N per N tridiagonale del % filo elastico a=2*eye(n); for i=1:n-1 a(i,i+1)=-1; a(i+1,i)=-1; end

5 La stessa matrice può essere costruita in diversi modi. Il listato a sinistra è meno efficiente, perché non usa le istruzioni vettoriali: function tridiag2 function a=tridiag2(n) for i=1:n for j=1:n if i==j a(i,j)=2; elseif i==j-1 | i==j+1 a(i,j)=-1; else a(i,j)=0; end

6 function tridiag3 Se invece utilizzo le potenzialità vettoriali di Matlab, posso scrivere la function in questo modo: function a=tridiag3(n) b=ones(n,1); b1=ones(n-1,1); a=2*diag(b,0)-diag(b1,-1)-diag(b1,1);

7 Condizionamento della matrice di rigidità Costruire uno script che calcoli il numero di condizionamento della matrice di rigidità, come funzione del numero N di intervalli, e ne disegni il grafico. nmax=200; for n=1:nmax a=tridiag(n); c(n)=cond(a); end plot(c,'Linewidth',2) title('Numero di condizionamento')

8 Lo script precedente fornisce il grafico seguente:

9 Si dimostra che il numero di condizionamento cresce come N 2 Per verificarlo, possiamo interpolare nel senso dei minimi quadrati con un polinomio di grado 2: p=polyfit(1:nmax,c,2) p = e e e-01 Per verificare che questo polinomio rappresenta accuratamente i nostri dati, sovrapponiamo i grafici del polinomio e del numero di condizionamento

10 Per verificare che questo polinomio rappresenta accuratamente i nostri dati, sovrapponiamo i grafici del polinomio (in verde) e del numero di condizionamento (pallini blu)

11 … ma se non sapessi m a priori, come potrei determinarlo? Esercizio. Calcolare i polinomi di interpolazione dei dati sul condizionamento per diversi valori del grado m e osservare i coefficienti dei polinomi ottenuti.

12 Problema del filo elastico, con carico uniforme Per scrivere una function che risolva il problema del filo elastico con condizioni omogenee di Dirichlet al bordo, e con carico uniforme, dobbiamo: - Impostare in input il numero di intervalli; -Costruire la matrice di rigidità - Preparare il vettore di carico - Risolvere il sistema lineare - Aggiungere le condizioni al bordo

13 function filo_unif function [u,x]=filo_unif(n) % Risolve il problema del filo elastico % per condizioni al bordo omogenee di % Dirichlet, con carico uniforme % e N punti interni a=tridiag(n); h=1/(n+1); % spaziatura di griglia b=-h^2*ones(n,1); % ho portato h a sinistra u=a\b; % Ora aggiungo le condizioni al contorno u(2:n+1)=u; u(1)=0; u(n+2)=0; % Calcola il vettore delle ascisse for i=0:n+1; x(i+1) = i*h; end

14 La soluzione del problema del filo elastico ha questo andamento:

15 Scriviamo ora una function che ci permetta di calcolare la posizione di equilibrio del filo, per carichi f da definire dallesterno. Per risolvere un problema specifico, con una funzione carico assegnata, dovremo creare una function come file.m o come oggetto inline che contenga lespressione del carico

16 Problema del filo elastico, con carico assegnato Per scrivere una function che risolva il problema del filo elastico con condizioni omogenee di Dirichlet al bordo, e con carico assegnato dallesterno, dobbiamo: - Impostare in input la funzione carico e il numero di intervalli; -Costruire la matrice di rigidità - Preparare il vettore di carico - Risolvere il sistema lineare - Aggiungere le condizioni al bordo

17 function [x,u]=filo_dir(f,n) % Risolve il problema del filo elastico su (0,1) % per condizioni al bordo omogenee di % Dirichlet, con carico definito dalla funzione % F e N punti interni a=tridiag(n); h=1/(n+1); % spaziatura di griglia % calcola la posizione dei nodi interni: for i=1:n; x(i) = i*h; end b=h^2*feval(f,x); b=b'; % ho portato h a sinistra u=a\b; % Ora aggiungo le condizioni al contorno u(2:n+1)=u; u(1)=0; u(n+2)=0; x(2:n+1)=x; x(1)=0; x(n+2)=1; Ho ottenuto il seguente listato:

18 Esempio Risolviamo il problema del filo elastico soggetto ad un carico definito dalla funzione: f(x) = - sin( 2 x)

19 Devo dare i seguenti comandi: >> f=inline('sin(2*pi*x)'); >> [x,u]=filo_dir(f,50); >> plot(x,u,'Linewidth',2) Ottengo: Vedi lo script script_filo

20 Risolviamo il problema del filo elastico soggetto ad un carico puntiforme, cioe: f(x) = - delta( x-0.5 ) Esempio 2

21 function che descrive un carico puntiforme: function f=delta(x) % F=DELTA(X): Costruisce un vettore riga, che contiene % un carico a forma di delta, quindi F(N/2)=-N, dove % N e' la lunghezza di X, cioe' F(N/2) = -N su un intervallo % di ampiezza 1/N n=length(x); f=zeros(1,n); if mod(n,2)==0 % controlla se n e' pari f(n/2)= -n/2; f(n/2 +1)= -n/2; else f((n+1)/2)= -n; end

22 Risolviamo il problema per diversi valori di N: plot(x,u,'r','Linewidth',2) hold on plot(x,u,'g','Linewidth',2) plot(x,u,'c','Linewidth',2)

23 Si ottiene il seguente grafico:

24 Problema misto Il problema di Poisson, con condizioni al bordo miste, dà matrici che hanno un numero di condizionamento più elevato rispetto al caso con condizioni di Dirichlet. Costruire un programma che costruisca un grafico con: 1) Landamento del numero di condizionamento per il problema di Dirichlet, in funzione del numero di incognite, N. 2) Landamento del numero di condizionamento per il problema misto, in funzione del numero di incognite, N.

25 Esempio (qui la condizione di Neumann è posta in x=0) % Paragona il numero di condizionamento della matrice del filo % elastico, con condizioni di Dirichlet, e con condizioni miste, a % parita di numero di nodi. nmax=100; for n=1:nmax a=tridiag(n); cd(n)=cond(a); a(1,1)=1; cn(n)=cond(a); end ni=1:nmax; plot(ni,cd,'go'); hold on; plot(ni,cn,'b+') legend('Dirichlet','Problema misto') title('Numero di condizionamento')

26 Ottengo questo risultato

27 Filo vincolato e filo libero ad un estremo Abbiamo visto come le condizioni al contorno influenzano il numero di condizionamento della matrice di rigidità. Vorrei ora vedere come le condizioni al contorno influenzano la soluzione, cioè vorrei vedere come la forma del filo dipende dalle condizioni al contorno, a parità di h. Considero due carichi diversi: 1) Carico uniforme: f(x) = - 1; 2) Carico puntiforme.

28 Matrice di rigidità Per il problema misto, la matrice di rigidità ha una riga in più, e inoltre a(1,1) = 1. function a=tridiag_mista(n) % A=TRIDIAG(N) Crea la matrice (N+1) per (N+1) tridiagonale % del filo elastico, con condizione di Neumann in x=0 % e condizione di Dirichlet in x=1 a=2*eye(n+1); for i=1:n a(i,i+1)= -1; a(i+1,i)= -1; end a(1,1)=1;

29 Il programma che impone condizioni miste al bordo è: function [x,u]=filo_misto(f,n) % Risolve il problema del filo elastico su (0,1) % per condizioni al bordo omogenee di % Neumann in x=0, e di Dirichlet in x=1, % con carico definito dalla funzione % F e N punti interni continua...

30 a=tridiag_mista(n); h=1/(n+1); % spaziatura di griglia % calcola la posizione dei nodi interni: for i=1:n+1; x(i) = (i-1)*h; end %considera anche x=0 b=h^2*feval(f,x); b=b'; % ho portato h a sinistra u=a\b; % Ora aggiungo la condizione al contorno % di Dirichlet a destra u(n+2)=0; x(n+2)=1; …continua

31 Posso ora paragonare le due soluzioni, con f(x) = 1: >> f=inline('-1+0*x'); >> [x,u]=filo_misto(f,100); >> [xd,ud]=filo_dir(f,100); >> plot(x,u,'Linewidth',2) >> hold on >> plot(xd,ud,'g','Linewidth',2) >> legend('Condiz. miste','Condiz. di Dirichlet') >> title('Filo elastico, f(x) = -1')

32 Ottengo questa figura:

33 Per confrontare le due soluzioni nel caso del carico puntiforme, devo dare questi comandi: [x,u]=filo_misto('delta',100); [xd,ud]=filo_dir('delta',100); plot(x,u,'Linewidth',2) hold on plot(xd,ud,'g','Linewidth',2) legend('Condiz. miste','Condiz. di Dirichlet') title('Filo elastico, f(x) = -delta(0.5)')

34 Ottengo questa figura

35 Esercizio 1 Costruire una function che accetti anche condizioni al bordo di Dirichlet non omogenee. Suggerimento: è sufficiente modificare la prima e l ultima componente del vettore dei termini noti.

36 Esercizio 2 Costruire una function che accetti anche una condizione al bordo di Neumann non omogenea. Suggerimento: è sufficiente modificare la prima e l ultima componente del vettore dei termini noti, per il problema di Neumann.

37 Esercizio 3 Calcolare un problema in modo tale da conoscere la soluzione esatta: per esempio, assegno: Calcolo ora il vettore di carico che darebbe quella soluzione, cioè: Infine chiamo la function filo_dir, con il carico f(x). Calcolare la velocità di convergenza, al variare di N.


Scaricare ppt "Metodi FEM per problemi ellittici lineari a tratti Gabriella Puppo."

Presentazioni simili


Annunci Google