La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Facoltà di Farmacia Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche agenti impiegati CTF.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Facoltà di Farmacia Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche agenti impiegati CTF."— Transcript della presentazione:

1 1 Facoltà di Farmacia Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche agenti impiegati CTF

2 2 Agenti fisici e chimici nel controllo dei microrganismi Agenti fisici e chimici nel controllo dei microrganismi agenti impiegati CTF

3 3 DISINFEZIONE DISTRUZIONE MIRATA DEI PATOGENI CON AGENTI FISICI O CHIMICI. CON I DISINFETTANTI ORDINARI COMUNQUE POSSONO NON ESSERE ELIMINATE SPORE, BATTERI RESISTENTI, VIRUS PIÙ RESISTENTI. (BACILLO DI KOCK). QUESTI DUE TRATTAMENTI VENGONO EFFETTUATI SOLO SU OGGETTI E NON SU ORGANISMI VIVENTI. ANTISEPSI INIBIZIONE O DISTRUZIONE DEI MICRORGANISMI SUI TESSUTI VIVENTI; NON DEVONO PROVOCARE DANNI AI TESSUTI (ES. CHIRURGIA, IGIENE ORALE). GLI ANTISETTICI SONO PRODOTTI FARMACEUTICI A BLANDA AZIONE DISINFETTANTE. Attività antimicrobica : terminologia Sterilizzazione mezzo di eliminazione di ogni forma di vita, i microrganismi, forme vegetative e spore e i virus vengono uccisi o allontanati da un prodotto. agenti impiegati CTF

4 4 Antisettici Gli antisettici possono essere usati direttamente sulla cute hanno in genere un effetto microbistatico sulle forme microbiche vegetative, il loro uso è regolamentato dalla Food and Drug Adiministration. Può esser usato a basse concentrazioni per ottenere leffetto desiderato. Disinfettanti Applicabile solo su superfici inanimate, lazione è di tipo microbicida. Per ottenere leffetto desiderato deve essere usato alla più alte concentrazioni. agenti impiegati CTF

5 5 La scelta del disinfettante è relativa ai tempi e alle modalità di applicazione La scelta del disinfettante è relativa ai tempi e alle modalità di applicazione E necessario conoscere caratteristiche dei microrganismi e proprietà dei disinfettanti E necessario conoscere caratteristiche dei microrganismi e proprietà dei disinfettanti DISINFEZIONE distruzione dei microrganismi patogeni coagulazione delle proteine : calore azione sul gruppo sulfidrilico –sh : ioni di metalli pesanti, ossidanti legame con le proteine : formaldeide modificazioni della parete cellulare e della membrana cellulare batterica Batteri non sporigeni : poco resistenti Bacillo tubercolare : massima resistenza Spore : massima resistenza ad agenti fisici e chimici (tempo e concentrazione.) Virus : resistenti, mostrano meno punti sensibili allattacco di sostanze disinfettanti agenti impiegati CTF

6 6 DISINFEZIONE CON AGENTI FISICI RAGGI UV RAGGI INFRAROSSI RAGGI GAMMA CALORE secco CALORE umido FILTRAZIONE agenti impiegati CTF

7 7 METTODI FISICI PER IL CONTROLLO DEI MICRORGANISMI agenti impiegati CTF

8 8 Calore umido Vapore fluente, es. autoclave con rubinetto aperto.Pentola di Kock, botte di Flugge: sono recipienti chiusi a coperchio per disinfezione biancheria e oggetti vari. (tempo minuti). Immersione in acqua bollente (almeno 5 minuti), lazione viene potenziata con aggiunta di disinfettanti chimici. DISINFEZIONE CON AGENTI FISICI CALORE Autoclave, trattamento a 121° per 15 con distruzione di tutti gli organismi viventi agenti impiegati CTF

9 9 Oltre allazione microbicida debbono avere buone caratteristiche di impiego Non devono deteriorare il substrato Non essere irritanti o tossici Devono avere azione rapida e ampio spettro dazione Economico e semplice da usare Un disinfettante può essere impiegato a basse concentrazioni come antisettico (antisepsi) Oltre allazione microbicida debbono avere buone caratteristiche di impiego Non devono deteriorare il substrato Non essere irritanti o tossici Devono avere azione rapida e ampio spettro dazione Economico e semplice da usare Un disinfettante può essere impiegato a basse concentrazioni come antisettico (antisepsi) Disinfezione : DISINFETTANTI CHIMICI agenti impiegati CTF

10 10 D D isinfettanti tradizionali Acidi forti: (cloridrico, solforico), gli acidi organici sono validi nella conservazione degli alimenti per es. lattico, propionico, acetico. Alcali: Idrossido di sodio o di potassio, il primo è anche detto soda caustica, buon disinfettante, e ottimo detergente impiegata per il trattamento dei liquami. Metalli : ioni di metalli pesanti trovano applicazioni nel trattamento delle infezioni, come mercuriali e arsenicali composti che si combinano con le proteine batteriche legame ai gruppi – sh lazione è ostacolata dalla presenza di sostanze proteiche. agenti impiegati CTF

11 11 Fattori che influenzano lattività antimicrobica : leffetto antimicrobico è relativo alla presenza della sostanza in quantità elevate. Concentrazione o dose dellagente : leffetto antimicrobico è relativo alla presenza della sostanza in quantità elevate. ogni germe presenta diversa tolleranza allazione del disinfettante, i più resistenti sono i micobatteri per la loro particolare resistenza della parete cellulare insieme con le spore, e le spore fungine. Sensibilità microbica: ogni germe presenta diversa tolleranza allazione del disinfettante, i più resistenti sono i micobatteri per la loro particolare resistenza della parete cellulare insieme con le spore, e le spore fungine. : il tempo di esposizione è cruciale in quanto non utti i germi muoiono immediatamente ma in relazione con il tempo di contatto con lagente antimicrobico Tempo di esposizione: il tempo di esposizione è cruciale in quanto non utti i germi muoiono immediatamente ma in relazione con il tempo di contatto con lagente antimicrobico : fattore importante che influenza lattività del microbicida, ad un buon disinfettante si richiede di agire in presenza di materiale organico (pus, latte, residui di alimenti,) per cui è bene pulire il materiale prima di sottoporlo allazione antimicrobica del disinfettante. Natura del materiale della disinfezione: fattore importante che influenza lattività del microbicida, ad un buon disinfettante si richiede di agire in presenza di materiale organico (pus, latte, residui di alimenti,) per cui è bene pulire il materiale prima di sottoporlo allazione antimicrobica del disinfettante. agenti impiegati CTF

12 12 Disinfezione: disinfettanti chimici comunemente usati 1. Alogeni (Cl, I) 2. Alcoli (Etilico, Isopropilico) 3. Aldeidi (Aldeide formica, Ossido di etilene, Glutaraldeide) 4. Fenoli ( Ac. fenico, Cresolo, Creolina) 5. Detergenti sintetici : composti dell ammonio quaternario e composti anfoteri. agenti impiegati CTF

13 13 GRADO DI ATTIVITA MICROBICIDA DEGLI AGENTI CHIMICI Batteri forma vegetativa Batteri forma sporale VirusFunghi Ossido di etilene, glutaraldeide formaldeide Attività elevata ampio spettro dazione ++++ Iodio + alcool etilico, composti fenolici Attività media medio spettro dazione (non sporicida) Iodofori, ammonio quaternario, mercuriali, clorexedina Bassa attività germicidi a bassa attività, tra loro molti antisettici Escluso il microbatterio della tubercolosi Esclusi quelli senza involucro lipidico agenti impiegati CTF

14 14 Meccanismo dazione dei disinfettanti I Coagulazione delle proteine citoplasmatiche Alterazione e/o rottura della membrana citoplasmatica Alcoli etilico e metilico 50-70%, fenoli (battericidi e fungicidi). Composti dellammonio quaternario Clorexedina a concentrazione battericida Fenoli (batterici e fungicidi) Detergenti sintetici e composti dellammonio quaternario. Clorexedina a concentrazione batteriostatica. agenti impiegati CTF

15 15 Eliminazione dei gruppi sulfidrilici Cl 2, ipocloriti I (instabile, poco solubile, irritante). Iodofori (iodio + tensioattivi nono ionici). metalli pesanti (0,5-2% per mani ed ambienti). Alchilazione sui gruppi polari proteici Alogeni come Cl, ipocloriti e I (instabile e poco solubile) Ossido di etilene (battericida e sporicida, azione lenta, tossico e infiammabile). Aldeidi: formica (gas, liquida al 40%, sporicida lenta), aldeide glutarica: meno tossica; 2% sporicida e virucida. Meccanismo dazione dei disinfettanti I Inattivazione sistemi enzimatici Idrolisi alcalina e acida Acidi inorganici ed alcali Composti dellammonio quaternario Clorexedina a concentrazione batteriostatica agenti impiegati CTF

16 16 Sali degli acidi grassi (oleico, palmitico) ottenuti dai grassi animali con idrato di sodio, abbassano la tensione superficiale per cui si ha azione detersiva per allontanamento meccanico di microrganismi presenti sulla pelle e su oggetti. Sali degli acidi grassi (oleico, palmitico) ottenuti dai grassi animali con idrato di sodio, abbassano la tensione superficiale per cui si ha azione detersiva per allontanamento meccanico di microrganismi presenti sulla pelle e su oggetti. Sono chiamati tensioattivi per la proprietà di abbassare la tensione superficiale, alterando linterazione con lambiente acquoso. Sono chiamati tensioattivi per la proprietà di abbassare la tensione superficiale, alterando linterazione con lambiente acquoso. I saponi e i detergenti facilitano lasportazione fisica dei microrganismi, altri in particolare sono in grado di rompere la membrana cellulare (disinfettanti) I saponi e i detergenti facilitano lasportazione fisica dei microrganismi, altri in particolare sono in grado di rompere la membrana cellulare (disinfettanti) I più importanti sono i composti dellammonio quaternario (benzalconio cloruro) probabile alterazione della membrana cellulare. Agiscono sui batteri gram positivi meno verso i gram negativi lazione è nulla verso i micobatteri e le spore. I più importanti sono i composti dellammonio quaternario (benzalconio cloruro) probabile alterazione della membrana cellulare. Agiscono sui batteri gram positivi meno verso i gram negativi lazione è nulla verso i micobatteri e le spore. Buone attività antimicrobica, bassa tossicità, attività detergente e schiumogena. Buone attività antimicrobica, bassa tossicità, attività detergente e schiumogena. Composti tensioattivi Composti tensioattivi agenti impiegati CTF

17 17 Meccanismo dazione dei composti ionici, e non ionici con potere emulsionante ed azione detergente gruppo idrofilo gruppo idrofobo Composto detergente Componente lipidica delle membrane cellulari o sostanze particolate di varia natura HOH2OHOH2O agenti impiegati CTF

18 18 Cloro esiste in varie forme sia come gas che composti inorganici, composti organici Sottoforma di gas in acqua origina acido ipocloroso (HClO) e acido cloridrico (HCl), azione microbicida a basse dosi (0,3 mg/(lt), per ossidazione su proteine. ( gruppi –SH ). Composti del cloro : biossido di cloro (non ha sapore e odore sgradevoli come il cloro). (ClO 2 ) e ipocloriti di calcio, sodio e potassio. Disinfezione dell acqua (clorazione). Ipoclorito di sodio: NaOCl uso domestico a basso costo (varechine, candeggine). Soluzioni concentrate sono efficaci contro il virus dellepatite B. Ipoclorito di calcio (CaClO 2 ): Cloruro di calce, è una polvere contenente anche idrato di calcio, usata come tale al 5%, latte di calce). Cloramine : inorganiche (NHCl 2 ) molto stabili non irritanti. Alogeni: cloro Alogeni: cloro agenti impiegati CTF

19 19 Alogeni : iodio Azione microbicida allo stato molecolare; ossidante le proteine, usato in soluzione alcolica (tintura) o soluzione acquosa (liquido di lugol :iodio + ioduro di potassio) per disinfezione della cute. Irritante e corrosivo con proprietà coloranti,si riducono tali svantaggi per sua coniugazione con detergenti sintetici non ionici (polivinilpirrolidone): iodofori, è attivo contro molte specie batteriche la sua attività aumenta molto quando è disciolto in alcol. Il materiale organico può impedirne lazione anti sporale. Iodofori : usati per la disinfezione di strumenti, superfici e ambienti (mediante atomizzatori) non irritanti o lesivi ampiamente usati come antisettici. agenti impiegati CTF

20 20 Il fenolo è anche noto come acido carbolico è stato il primo disinfettante impiegato da Lister contro la sepsi in chirurgia. Il fenolo è anche noto come acido carbolico è stato il primo disinfettante impiegato da Lister contro la sepsi in chirurgia. Acido fenico (CHOH): liquido denso ottenuto per distillazione del catrame di carbon fossile insieme al cresolo che proprietà identiche ma meno irritante. Acido fenico (C 6 H 5 OH): liquido denso ottenuto per distillazione del catrame di carbon fossile insieme al cresolo che proprietà identiche ma meno irritante. I fenoli hanno attività battericida sulle forme vegetative (compresi i micobatteri) agendo sulla membrana batterica e sulle proteine del citoplasma, non agisce sulle spore, presenta buona attività verso i virus. I fenoli hanno attività battericida sulle forme vegetative (compresi i micobatteri) agendo sulla membrana batterica e sulle proteine del citoplasma, non agisce sulle spore, presenta buona attività verso i virus. Prodotti fenolici : non è di uso comune lacido fenico, tra laltro è costoso,è presente in commercio la soluzione saponosa creoline, efficace ma di odore sgradevole, per questo motivo sono sgradevoli per limpiego nellndustria alimentare. Prodotti fenolici : non è di uso comune lacido fenico, tra laltro è costoso,è presente in commercio la soluzione saponosa creoline, efficace ma di odore sgradevole, per questo motivo sono sgradevoli per limpiego nellndustria alimentare. Fenoli alogenati : lintroduzione di 2 o 3 atomi, di cloro ne potenzia lattività antibatterica, preparati commerciali in uso per disinfezioni delle mani, oggetti, superfici. Fenoli alogenati : lintroduzione di 2 o 3 atomi, di cloro ne potenzia lattività antibatterica, preparati commerciali in uso per disinfezioni delle mani, oggetti, superfici. FenoliFenoli agenti impiegati CTF

21 21 Agenti chimici che reagiscono con i gruppi amminici e idrossilici degli acidi nucleici e delle proteine e con i gruppi carbossilici e sulfidrilici delle proteine. Particolare azione microbicida. Nelle procedure di disinfezione trovano comunque impiego la formaldeide etc.. Agenti chimici che reagiscono con i gruppi amminici e idrossilici degli acidi nucleici e delle proteine e con i gruppi carbossilici e sulfidrilici delle proteine. Particolare azione microbicida. Nelle procedure di disinfezione trovano comunque impiego la formaldeide etc.. Aldeide formica (HCHO) : attiva su microbi e spore per alchilazione di vari gruppi di proteine, sottoforma gassosa viene usata per disinfettare ambienti chiusi e oggetti delicati (libri e pellicce). Ha potere tossico notevole sulle mucose respiratorie e oculari. Aldeide formica (HCHO) : attiva su microbi e spore per alchilazione di vari gruppi di proteine, sottoforma gassosa viene usata per disinfettare ambienti chiusi e oggetti delicati (libri e pellicce). Ha potere tossico notevole sulle mucose respiratorie e oculari. Per ovviare alla tossicità del composto si ricorre alla Formalina (soluzione acquosa al 40% di aldeide formica) e quindi si disperde in ambienti con vapore dacqua o come aerosol. Laerosol è irritante quindi le camere disinfettate con formaldeide gassosa per almeno 12 ore andranno areate prima di essere riutilizzate. Per ovviare alla tossicità del composto si ricorre alla Formalina (soluzione acquosa al 40% di aldeide formica) e quindi si disperde in ambienti con vapore dacqua o come aerosol. Laerosol è irritante quindi le camere disinfettate con formaldeide gassosa per almeno 12 ore andranno areate prima di essere riutilizzate. Glutaraldeide (CHO-CH 2 -CH 2 -CHO): usata per disinfezione di strumentario medico essendo meno irritante e volatile della formaldeide, di sicuro effetto sporigeno (10 ore) se lasciata agire per alcune ore in soluzione al 2%. Glutaraldeide (CHO-CH 2 -CH 2 -CHO): usata per disinfezione di strumentario medico essendo meno irritante e volatile della formaldeide, di sicuro effetto sporigeno (10 ore) se lasciata agire per alcune ore in soluzione al 2%. Agenti alchilanti: aldeidi agenti impiegati CTF

22 22 Ossido di etilene (sterilizzante chimico) ha avuto fortuna nelle disinfezioni gassose. Possiede meno potere corrosivo rispetto alle sostanze viste in precedenza. Altamente tossico e infiammabile, si utilizza con particolari cautele. Ossido di etilene (sterilizzante chimico) ha avuto fortuna nelle disinfezioni gassose. Possiede meno potere corrosivo rispetto alle sostanze viste in precedenza. Altamente tossico e infiammabile, si utilizza con particolari cautele. Esercita azione di tipo alchilante forma legami chimici di tipo irreversibile con proteine e acidi nucleici. Esercita azione di tipo alchilante forma legami chimici di tipo irreversibile con proteine e acidi nucleici. Sporicida e fungicida, virucida, non è inibito dalla presenza di materiale organico e ha potere elevato di penetrazione. Si può effettuare il trattamento anche dopo il ciclo di lavorazione. Sporicida e fungicida, virucida, non è inibito dalla presenza di materiale organico e ha potere elevato di penetrazione. Si può effettuare il trattamento anche dopo il ciclo di lavorazione. Non danneggia gli oggetti e non altera gli alimenti di origine animale. Siringhe monouso, piastre di petri e altri materiali plastici Non danneggia gli oggetti e non altera gli alimenti di origine animale. Siringhe monouso, piastre di petri e altri materiali plastici Agenti alchilanti: aldeidi agenti impiegati CTF

23 23 Alcool etilico ed isopropilico sono efficaci agenti antisettici della cute (iniezioni e prelievi di sangue). Alcool etilico ed isopropilico sono efficaci agenti antisettici della cute (iniezioni e prelievi di sangue). Effetto battericida sui virus e la cellula microbica presente in forma vegetativa, non agiscono sulla spora. Azione massima con soluzione al 50-90% in acqua. Denatura le proteine sciogliendo lenvelope virale o la membrana cellulare batterica, gli alcoli agiscono in soluzione altrimenti lintensa coagulazione ne impedisce lingresso nella cellula. Effetto battericida sui virus e la cellula microbica presente in forma vegetativa, non agiscono sulla spora. Azione massima con soluzione al 50-90% in acqua. Denatura le proteine sciogliendo lenvelope virale o la membrana cellulare batterica, gli alcoli agiscono in soluzione altrimenti lintensa coagulazione ne impedisce lingresso nella cellula. Per disinfezione della pelle, strumenti, etc. Per disinfezione della pelle, strumenti, etc. Alcoli agenti impiegati CTF


Scaricare ppt "1 Facoltà di Farmacia Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche agenti impiegati CTF."

Presentazioni simili


Annunci Google