La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIVOLUZIONE FRANCESE A cura della prof.ssa Daniela Melone.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIVOLUZIONE FRANCESE A cura della prof.ssa Daniela Melone."— Transcript della presentazione:

1 LA RIVOLUZIONE FRANCESE A cura della prof.ssa Daniela Melone

2 FACCIAMO IL PUNTO

3

4 PERCHÉ È IMPORTANTE?  Non è stata la prima rivoluzione della storia moderna (la precedono, infatti, le due rivoluzioni inglesi e la rivoluzione americana).  La Rivoluzione francese innesca una serie di cambiamenti che porteranno al crollo progressivo di tutta la struttura dell’antico regime(monarchia assoluta, tre ordini e mantenimento di privilegi).  Per la prima volta ha un ruolo di protagonista la folla popolare

5 IL CONTESTO SOCIALE  Nel ‘700 la Francia era un Paese pieno di contraddizioni e problemi  Privilegi della nobiltà e della sua influenza politica sulla corte;  Malessere delle classi sociali inferiori (contadini, operai, artigiani) e malcontento della borghesia;  Esclusione del Terzo stato (borghesia e massa dei lavoratori della città e della campagna) che non aveva alcun peso politico;  Crisi economica e fallimento delle riforme.

6 Jean-Baptiste Charpentier - The Penthievre Family or The Cup of Chocolate (1768)

7

8 Nella vignetta satirica il Terzo stato, personificato da un uomo lacero e malvestito, porta sulla schiena un nobile e un ecclesiastico. L’autore del disegno vuole così denunciare l’assurda politica fiscale francese che gravava solo sul Terzo stato.

9

10 L E CIRCOSTANZE OCCASIONALI  Debolezza di Luigi XVI  Bancarotta imposta sulla proprietà terriera;  La nobiltà chiede la convocazione degli Stati generali per approvare una simile tassa.

11 GLI STATI GENERALI  Si trattava di un’assemblea di tutte le componenti sociali del paese (aristocrazia, clero, terzo stato) che venivano chiamate per discutere i problemi che affliggevano la nazione.  Non sono un organismo nuovo : c’erano già dal Medioevo, ma poiché ponevano problematiche al re, non erano più stati convocati dal 1614.

12

13  Gli Stati generali si riuniscono a Versailles nel maggio del 1789;  In preparazione furono scritti i cahiers de doleances ostilità della borghesia e dei contadini verso l’aristocrazia; richiesta di soppressione dei privilegi;  il Terzo stato chiede insistentemente e con fermezza il voto per testa. LA CONVOCAZIONE DEGLI STATI GENERALI

14  I deputati del Terzo stato per protesta si ritirano nella sala della Pallacorda e si proclamano Assemblea nazionale;  lì il 20 giugno 1789 giurano di non sciogliersi fino a quando non avessero dato una Costituzione al paese (GIURAMENTO DELLA PALLACORDA);  Nacque l’Assemblea Nazionale Costituente (9 luglio 1789);  molti membri del clero e qualche nobile si unirono all’Assemblea nazionale;  Si affermava il principio che la sovranità, cioè il diritto di esercitare il potere e di stabilirne le regole, spettava ai rappresentanti eletti dal popolo.  il re dichiarò illegale questa decisione e fece ammassare le truppe a Versailles colpo di forza della monarchia.

15 IL GIURAMENTO DELLA PALLACORDA


Scaricare ppt "LA RIVOLUZIONE FRANCESE A cura della prof.ssa Daniela Melone."

Presentazioni simili


Annunci Google