La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL FRIULI VENEZIA GIULIA il territorio, leconomia, lassetto istituzionale Centro Studi e Statistica Aggiornamento a settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL FRIULI VENEZIA GIULIA il territorio, leconomia, lassetto istituzionale Centro Studi e Statistica Aggiornamento a settembre."— Transcript della presentazione:

1 1 IL FRIULI VENEZIA GIULIA il territorio, leconomia, lassetto istituzionale Centro Studi e Statistica Aggiornamento a settembre 2006

2 2 IL FRIULI VENEZIA GIULIA: al centro della nuova Europa POPOLAZIONE e TERRITORIO Il Friuli Venezia Giulia è la regione più a Nord-Est d'Italia, compresa tra le Alpi e il Mare Mediterraneo, tra le Repubbliche di Austria e Slovenia e la Regione Veneto. La regione ha una forte vocazione transfrontaliera, svolge infatti un ruolo di intermediazione internazionale che negli ultimi anni è sempre più importante.

3 3 IL FRIULI VENEZIA GIULIA E LEUROPA Sono entrate nellUnione la Slovenia, la Repubblica Ceca, lUngheria e la Polonia I confini si spostano a Est Il Friuli da terra di confine diventa regione EUROCENTRICA

4 4 Cronologia delle fasi di allargamento dellUE Data di ingresso PaesiPopolazione UE 1957Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi 166 milioni 1973Danimarca, Irlanda, Regno Unito256 milioni 1981Grecia271 milioni 1986Portogallo, Spagna322 milioni 1991Germania dellEst344 milioni 1995Austria, Finlandia e Svezia371 milioni 2004Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria 450 milioni Paesi candidati Bulgaria, Romania, Turchia, Croazia

5 5 LEUROPA dei 25

6 6 Quadro politico istituzionale della regione Friuli Venezia Giulia Area (km2)7, Geographical position North: Republic of Austria East: Republic of Slovenia South: Mediterranean Sea West: Veneto Region Distances from Trieste Venice: 150 Km Milan: 450 Km Munich: 500 Km GEOGRAPHICAL DATA Dal punto di vista amministrativo, il Friuli-Venezia Giulia gode di una particolare autonomia in base allo statuto approvato con legge costituzionale nel 1963

7 7 Quadro politico istituzionale della regione Friuli Venezia Giulia … (continua) Population (thousands)1,206 Capital cityTrieste Municipalities with over inhabitants Udine, Pordenone, Gorizia, Monfalcone DEMOGRAPHIC DATA ADMINISTRATIVE PROFILE Number of municipalities219 Local languageSlovenian and Friulian Foreign languageEnglish and German

8 8 STRUTTURA LOGISTICA E PER L'INNOVAZIONE La situazione geopolitica assegna a questo territorio l'importante ruolo di trait d'union economica tra Nord dell'Europa e Sud (cioè il bacino del Mediterraneo) ma anche tra Ovest (l'Unione Europea) ed Est (l'Europa centrale, quella balcanico-danubiana ed i Paesi dell'ex Unione Sovietica). Questo fatto disegna il Friuli e l'intera regione come piattaforma logistica dei traffici commerciali diretti verso i Paesi del Centro-Est Europa.

9 9 La regione Friuli-Venezia Giulia, dal punto di vista delle infrastrutture trasportistiche e delle direzioni dei flussi, è lincrocio naturale di due importanti corridoi plurimodali ed intermodali a) in direzione Nord-Sud il territorio è attraversato dal Corridoio Adriatico, il quale unisce idealmente i principali porti adriatici (da Brindisi a Trieste) consentendo il flusso delle merci in arrivo dai paesi Sud-europei ed asiatici verso lEuropa centrale. I porti Nord-adriatici sono i terminali marittimi di tale corridoio, il quale prosegue fino in Germania e in Austria; b) in direzione Est-Ovest tutta lItalia settentrionale è attraversata dai flussi trasportistici appartenenti al corridoio del 45° parallelo (Corridoio V), che congiunge Lisbona con Kiev per mezzo di un tracciato posto a Sud delle Alpi.

10 10 Quick Start List IL CORRIDOIO ADRIATICO E nella lista dei 29 progetti prioritari individuati dalla Commissione Europa (rapporto del gruppo Van Miert) anzi rientra tra i progetti inseriti nella Quick Start List identificati dalla Iniziativa europea per la crescita: investire nelle reti e nella conoscenza per la crescita e loccupazione (11 novembre 2003) tra le AUTOSTRADE del Mare che prevede i progetti Mar Baltico Europa occidentale Europa sud-orientale Europa sud-occidentale

11 11

12 12 LA PIATTAFORMA LOGISTICA - Sistema portuale (porto di Trieste, porto di Monfalcone, PortoNogaro) - Interporto Alpe Adria di Cervignano del Friuli - Stazioni doganali ed autoportuali di Gorizia (sdag) - Terminal intermodale Fernetti - Autoporto di Pontebba - Centro Commerciale allingrosso di Pordenone

13 13 IL SISTEMA PORTUALE ALTO ADRIATICO Il sistema portuale alto Adriatico (che è linsieme dei porti e delle relazioni marittime che insistono sul Mare Adriatico-Trieste, Monfalcone, Venezia, Chioggia, Ravenna, Ancona) sono le gateway per leconomia dellItalia Settentrionale (fino alla Lombardia) e dellEuropa Centrale. Consentono il collegamento marittimo con i porti dell'Est europeo (Europa sudorientale, area dell'Est Mediterraneo e Mar Nero), nell'ambito delle Reti Transeuropee di Trasporto (TEN) progettate dalla Comunità Europea.

14 14 All'alba del terzo millennio, il Friuli Venezia Giulia può essere considerato una delle regioni europee (ma anche mondiali) più avanzate per qualità della vita e per benessere economico. Per esempio la ricchezza procapite è superiore del 24/25% rispetto alla media dell'Unione Europea

15 15 PIL PRO CAPITE anno 2003 fonte: Eurostat RegioneUE25=100 Inner London (UK)278 Bruxelles/Brussels (B)238 Luxembourg234 ….. Provincia Autonoma Bolzano160 Friuli Venezia Giulia160 … Podkarpackie (PL)33 Lubelskie (PL)33

16 16 IL FRIULI VENEZIA GIULIA E LEUROPA (strategia di Lisbona marzo 2000) La piena occupazione (un tasso di occupazione specifico che si avvicini al 70%) La sfida tecnologica (ICT) Una società basata sulla conoscenza Accrescere competitività e attrattività (spazio europeo della ricerca, clima favorevole allo sviluppo dellimpresa, sburocratizzazione) uneconomia competitiva sul piano globale, fondata sulla conoscenza, sullinnovazione, su una strategia di sviluppo sostenibile e di coesione sociale

17 17 MISSION del FRIULI VENEZIA GIULIA Diventare una Regione Intelligente Essere al centro della nuova Europa Valorizzare e integrare le diversità Creare conoscenza e innovazione Migliorare la qualità della vita di residenti e ospiti Creare nuovo sviluppo e imprese

18 18 LE RETI DI COMUNICAZIONE Fonte: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

19 19 GLI ASSI DI SVILUPPO E LE ZONE INDUSTRIALI fonte: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (Programma di sviluppo )

20 20 Indicatori socio-economici delleconomia del Friuli Venezia Giulia 1,2 milioni i residenti; 504mila occupati; 102mila imprese attive, disoccupazione fisiologica (4,1%); reddito medio (valore aggiunto) procapite di 24,1mila Euro esportazioni per 9,6 miliardi di Euro (30% del Pil)

21 21 I poli industriali (industrial park)

22 22 I poli industriali Superficie: ettari imprese attive 33mila addetti Infrastrutture e altri servizi disponibili: acquedotto, fognatura (bianca e nera), energia elettrica, gas metano, rete telefonica, illuminazione pubblica, rete stradale interna, impianto di depurazione, scalo ferroviario, pesa ferroviaria, raccordo ferroviario, raccordo autostradale

23 23 I POLI INDUSTRIALI DI GORIZIA E TRIESTE SedeSup. (ettari) ComuniAziendeAddetti EZIT (Ente per la Zona Industriale di Trieste) Trieste, Muggia, San Dorligo della Valle Consorzio per lo sviluppo industriale del comune di Monfalcone 570Monfalcone, Staranzano Consorzio di sviluppo industriale e artigianale di Gorizia 85Gorizia, Savogna dIsonzo

24 24 I POLI INDUSTRIALI DEL FRIULI SedeSup. (ettari) ComuniAziendeAddetti Consorzio per lo sviluppo industriale della zona dell'Aussa-Corno S. Giorgio di Nogaro, Torviscosa, Terzo d'Aquileia, Carlino, Cervignano del Friuli CO.S.IN.Tolmezzo (Consorzio per lo sviluppo industriale di Tolmezzo) 467Tolmezzo, Amaro, Villa Santina C.I.P.A.F. (Consorzio per lo sviluppo Industriale ed economico della zona Pedemontana Alto Friuli) 560Osoppo e Buja Consorzio per lo sviluppo industriale del Friuli Centrale (ZIU) 478Udine, Pavia di Udine e Pozzuolo del Friuli

25 25 I POLI INDUSTRIALI DI PORDENONE SedeSup. (ettari) ComuniAziendeAddetti Consorzio per la zona di sviluppo industriale di Ponte Rosso 310San Vito al Tagliamento Consorzio per il Nucleo di industrializzazione di Pordenone sede a Maniago /nip 184Maniago, Montereale Valcellina, Meduno, Claut, Cimolais, Erto e Casso Consorzio per lo Sviluppo Industriale Economico e Sociale dello Spilimberghese 87Spilimbergo21750

26 26 DISTRETTI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI Lettura in senso antiorario della sedia (blu) della pietra piasentina (rosa) dell'alimentare (arancione) del coltello (verde) del mobile (giallo)

27 27 DISTRETTI INDUSTRIALI IN PROVINCIA DI UDINE DistrettoSpecializzazioneComuniImprese attive Indice di specializz azione (*) SediaFabbricazion e sedie e sedili 11 Aiello del Friuli, Buttrio, Chiopris Viscone, Corno di Rosazzo, Manzano, Moimacco, Pavia di Udine, Premariacco, San Giovanni al Natisone, San Vito al Torre, Trivignano Udinese 865 (**) 44,27% AlimentareTrasformazio ne alimentare DA15 6 Coseano, Dignano, Fagagna, Ragogna, Rive dArcano, San Daniele del Friuli 7115,62% Artigianale della pietra piasentina Ind. Estrattive e taglio pietre 4 Faedis, San Leonardo, San Pietro al Natisone, Torreano n.dn.d. (*) percentuale di addetti nelle unità locali specializzate rispetto al totale addetti del distretto (**) intera filiera (anche i settori DD20 e DN36.1)

28 28 DistrettoProvinciaSpecializza zione ComuniImprese attive Indice di specializza zione (*) MobilePNFabbricazio ne mobili 11 Azzano Decimo, Brugnera, Budoia, Caneva, Chions, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Prata di Pordenone, Pravisdomini, Sacile 36327,6% ColtelloPNFabbricazio ne di articoli di coltelleria 9 Arba, Cavasso Nuovo, Fanna, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Sequals, Vajont, Vivaro 14821,6% (*) percentuale di addetti nelle unità locali specializzate rispetto al totale addetti del distretto DISTRETTI INDUSTRIALI IN PROVINCIA DI PORDENONE

29 29 IL FRIULI VENEZIA GIULIA IN CIFRE (struttura produttiva) Indicatori macroeconomici FvgItalia PIL pro capite (in migliaia di euro) 26,823,1 Forza Lavoro t.a. (15-64) 525mila 65,8% 24milioni 62,4% Occupati t.o. (15-64) 504mila 63,1% 22milioni 57,5% di cui nellagricoltura14mila947 mila nellindustria175mila6.940mila nelle altre attività315mila14.675mila Tasso di disoccupazione 4,1%7,7%

30 30 IL FRIULI VENEZIA GIULIA IN CIFRE (il commercio con lestero: anno 2005) ValoreProdotti esportati Esportazioni (in milioni di Euro) 9.628,01Macchine ed apparecchi meccanici (29,7%) Importazioni (in milioni di Euro) 5.310,72Mobili-arredo (16,5%) Paesi dove si esporta Germania 16,0%Metalli e prodotti in metallo (15,5%) Macchine elettriche, apparecchiature elettriche, elettroniche ed ottiche (8,8%) Francia9,7%Mezzi di trasporto (7,3%) Regno Unito6,7%Prodotti alimentari, bevande (4,4%) Spagna5,2%Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali (3,8%) Stati Uniti4,9%Articoli di gomma e materie plastiche (3,6%)

31 31 IL SISTEMA DEL CREDITO PordenoneUdineGoriziaTriesteFvg n. Sportelli bancari n. Sportelli per abitanti 0,730,860,770,560,76 n. Sportelli per kmq 0,100,090,230,640,12

32 32 PUNTI DI FORZA e di debolezza DELL'ECONOMIA REGIONALE - la sua collocazione geoeconomica: da regione marginale per decenni sul confine della "guerra fredda" a regione al centro (eurocentrica) della nuova Europa unita - robusto tessuto produttivo nel settore manifatturiero incentrato sulle produzioni della sedia, del mobile- arredo, della chimica, dell'agroalimentare, della cantieristica, della meccanica, delle macchine

33 33 -aumentano le relazioni formali ed informali (ruolo delle aziende leader economia che si internazionalizza - forte competitività estera con un volume di esportazione in crescita costante e una buona apertura verso l'estero (nel 2005 l'economia friulana ha esportato per 9,6 miliardi Euro ed importato per 5,3 miliardi di Euro)

34 34 - un tessuto produttivo è molto strutturato con un elevato tasso di imprenditorialità, soprattutto di imprese di piccola dimensione - crescita qualitativa delle imprese (aumenta il peso delle società di capitali e di persone) - solida presenza del turismo che conta su 1,7 milione di arrivi e 8,4 milioni di presenze, con una componente straniera che sfiora il 40%

35 35 - il Mercato del lavoro presenta una sostanziale "piena occupazione" con un tasso di disoccupazione vicino al 4%, e comincia a richiede figure di medio alta professionalità - buona la presenza dei servizi avanzati che assicurano anche lo sviluppo dell'innovazione, dai centri di ricerca delle due Università regionali, di Trieste e Udine, all'Area Science Park di Trieste (parco scientifico multisettoriale dove si sviluppano nuove tecnologie e nuovi prodotti), al CATAS (Centro di Assistenza Tecnica al Settore della Sedia, Mobili e Legno), al Laboratorio Chimico (per il comparto agroalimentare), all'AGEMONT di Tolmezzo

36 36 -Buona posizione economica fra i competitors europei - Importante il sistema delle relazioni: autostrade Torino- Trieste e Venezia-Vienna, ferrovia: Roma-Vienna, sistema portuale dell'alto Adriatico, interporto di Cervignano del Friuli ed il costruendo Corridoio V - dotazione infrastrutturale che peggiora

37 37 E un parco scientifico multisettoriale Operano 70 tra centri, società ed istituti che fanno ricerca nellambiente, nelle biotecnologie e diagnostica, nella chimica e biochimica, nellelettronica ed automazione industriale, nella fisica, aerospazio e nuovi materiali, nellinformatica e multimedia, nelle telecomunicazioni, nelle tecnologie biomediche, laboratorio di luce sincrotrone Servizi Avanzati: Area Science Park di Trieste

38 38 Università degli Studi di Trieste: Università degli Studi di Udine: Servizi Avanzati: le Università

39 39 LAgenzia di sviluppo economico della Montagna opera 1.come Finanziaria e Immobiliare, 2.come Centro di Innovazione Tecnologica (in particolare nei settori dellautomazione industriale, delle componenti e prodotti elettrici, elettronici ed ottici e della lavorazione di materiali innovativi) 3.e come Centro Servizi e Animazione Economica Servizi Avanzati: Agemont spa

40 40 Centro ricerca e laboratorio prove settore legno ed arredo: Ambiti di attività Prove, Indagini su difetti, Indagini ambientali, Engineering, Attestazione di conformità al decreto legislativo 626/94, Certificazioni, Ricerca, Attività di normazione - Punto UNI e Punto CEI, Corsi seminari, convegni Servizi Avanzati: CATAS spa (Centro di ricerca e laboratorio prove settore legno ed arredo) di San Giovanni al Natisone -Ud-

41 41 Il Centro svolge attività di ricerca, sperimentazione applicata e progettazione di sistemi tecnologici innovativi in differenti settori ambientali; è dotato di a)un laboratorio di microbiologia e chimica, b)un laboratorio GIS, campi e parcelle sperimentali. Svolge la sua attività a Gorizia (la sede centrale e il laboratorio chimico-microbiologico), a Trieste, presso l'AREA di Ricerca (settore tecnologie ambientali). Servizi Avanzati: C.E.T.A di Gorizia (Centro di Ecologia Teorica ed Applicata)

42 42 recentemente costituito nella zona industriale di Udine il Parco è gestito dal Consorzio Friuli Innovazione, con lo scopo promuovere e implementare la ricerca presso le aziende. Servizi Avanzati: il Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine

43 43 Ha lo scopo di promuovere e sviluppare gli insediamenti nellArea di Ricerca di Pordenone di imprese hi-tech e di attività di ricerca e sviluppo. Servizi Avanzati: ll Polo Tecnologico di Pordenone

44 44 I servizi Analisi chimiche e microbiologiche: Agroalimentare, Ambiente, Commercio e Turismo Servizi alle imprese: Ufficio MUD (dichiarazione annuali dei dati ambientali), Sportello Ambiente, Borsa Telematica del Recupero, Consulenza ed Assistenza Servizi Avanzati: Laboratorio Chimico Merceologico Azienda Speciale Ambiente della Camera di Commercio di Udine

45 45 FONTE dei DATI SITI INTERNET:

46 46 SITI INTERNET


Scaricare ppt "1 IL FRIULI VENEZIA GIULIA il territorio, leconomia, lassetto istituzionale Centro Studi e Statistica Aggiornamento a settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google