La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

«TREND». Le tendenze delleconomia artigiana in Toscana. RAPPORTO CONGIUNTURALE I semestre 2011 il rapporto è realizzato in collaborazione con PRATO Dott.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "«TREND». Le tendenze delleconomia artigiana in Toscana. RAPPORTO CONGIUNTURALE I semestre 2011 il rapporto è realizzato in collaborazione con PRATO Dott."— Transcript della presentazione:

1 «TREND». Le tendenze delleconomia artigiana in Toscana. RAPPORTO CONGIUNTURALE I semestre 2011 il rapporto è realizzato in collaborazione con PRATO Dott. Andrea Manuelli Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana - CNA Prato

2 Diagnosi Di fronte alla crisi dellartigianato regionale, lartigianato pratese mostra alcuni importanti segnali di tenuta almeno nella prima parte del 2011: il fatturato tessile continua il proprio recupero mettendo a segno un nuovo incremento,e anche ledilizia viene a caratterizzarsi per una dinamica positiva dei fatturati, se valutata sul tasso tendenziale (rispetto al I semestre 2010). Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

3 Diagnosi Gravano tuttavia pesanti ipoteche sulla sostenibilità futura di queste dinamiche positive, la ripresa manifatturiera che in questa provincia è trainata dal tessile sembra vicina al proprio esaurimento, mentre ledilizia non appare indirizzata verso un ciclo positivo ma alterna prestazioni altalenanti; le stesse tendenze dei costi desercizio ed anche la dinamica degli investimenti, confermano un quadro non positivo a breve termine. Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

4 Consistenza e tendenza dellartigianato Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato Provincia di PratoToscana Indicatore I Sem 2011II Sem 2010I Sem 2010 Var. I Sem 2011/2010 Fatturato , , ,01,8-4,6 Investimenti , , ,0-95,8-60,2 Retribuzioni , , ,6-1,2-3,5 Consumi , , ,5-3,0-1,8

5 Il quadro settoriale dellartigianato a Prato Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato ProvinciaToscana Settore I Sem 2011II Sem 2010I Sem 2010 Var. I Sem 2011/2010 Alimentari , , ,8-4,8%-7,6% Costruzioni , , ,112,9%-3,2% Legno , , ,6-1,5%-4,6% Metalmeccanica , , ,7-30,5%-9,5% Oreficeria , , ,212,2%-25,3% Pelle , , ,920,7%15,3% Riparazione , , ,4-23,2%-14,3% Servizi alle famiglie , , ,611,5%-11,7% Servizi alle imprese , , ,918,0%2,9% Tessile , , ,87,4%-5,2% Trasporti , , ,0-19,6%-7,3% Manifatturiero , , ,00,8%-3,4% Servizi , , ,0-12,6%-9,5% Totale complessivo , , ,01,8%-4,6%

6 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

7 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

8 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

9 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

10 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

11 La congiuntura artigiana: fatturato e costi desercizio II semestre 2008 = 100 Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

12 Nella prima parte del 2011 la congiuntura artigiana pratese si contraddistingue per una sostanziale tenuta: una moderata flessione dei costi desercizio (-1,5% le retribuzioni e -3,0% i consumi) e soprattutto incremento del fatturato (+1,8%), un fatto, questultimo, che contrasta con la dinamica negativa dei ricavi a livello regionale (-4,6%) e che è spiegato da una fase ancora positiva del tessile e da una buona performance delledilizia (+12,9%) Ma, questa tenuta appare debole, se letta in unottica futura, la ripresa manifatturiera e del tessile in particolare mostra segni di rallentamento, mentre ledilizia è soggetta a rimbalzi ed oscillazioni continue, se analizzata a cadenza infra-annuale, quando il ciclo di medio termine è ancora negativo Conclusioni

13 Le possibilità di una nuova inversione di tendenza, questa volta negativa, apparirebbe suffragata anche dallarresto degli investimenti, un fenomeno che di solito precede le fasi recessive del ciclo economico; Durante lo stesso 2011 si è comunque manifestata una certa differenziazione tra le dinamiche settoriali: il recupero manifatturiero si è verificato solo sullonda della ripresa tessile (+7,4%), mentre la metalmeccanica (-30,5%) aveva già sentito pesantemente la crisi, probabilmente anche per effetto del rallentamento degli investimenti a livello locale e globale; Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato Conclusioni

14 Gli stessi servizi (-12,6%) palesano una crisi che emerge dai settori più rappresentativi (trasporti - 19,6% e riparazioni – 23,2%); Per concludere, è vero che leconomia artigiana di Prato ha mostrato, nellultimo biennio una migliore capacità reattiva rispetto a quanto avvenuto a livello regionale, e questo grazie alla propria vocazione manifatturiera e tessile, e che la prima parte del 2011 conferma ancora questa valutazione; Tuttavia, lo stop agli investimenti ed il probabile rallentamento dellattività produttiva (che sembra essere coerente con la dinamica negativa sui costi desercizio) porta a pensare ad un allargamento della crisi anche a livello locale Conclusioni

15 Difficile stabilire con certezza se effettivamente si verificherà una flessione dellartigianato locale e, se sì, con quale durata ed intensità, la percezione è comunque che la vocazione tessile dellartigianato pratese sia ancora un punto di forza in questa fase e possa aiutare leconomia locale a mitigare gli effetti della crisi Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato Conclusioni

16 16 GRAZIE PER LATTENZIONE Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – CNA Prato

17 «TREND». Le tendenze delleconomia artigiana in Toscana. RAPPORTO CONGIUNTURALE I semestre 2011 il rapporto è realizzato in collaborazione con PRATO Dott. Andrea Manuelli Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa CNA Toscana – Cna Prato


Scaricare ppt "«TREND». Le tendenze delleconomia artigiana in Toscana. RAPPORTO CONGIUNTURALE I semestre 2011 il rapporto è realizzato in collaborazione con PRATO Dott."

Presentazioni simili


Annunci Google