La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I PROBLEMI DELLEUROPA. Presentazione di: Bencini Lorenzo;Del Vecchio Serena;Proietti Francesca; Santini Francesca. I problemi dellEuropa di oggi e di domani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I PROBLEMI DELLEUROPA. Presentazione di: Bencini Lorenzo;Del Vecchio Serena;Proietti Francesca; Santini Francesca. I problemi dellEuropa di oggi e di domani."— Transcript della presentazione:

1 I PROBLEMI DELLEUROPA. Presentazione di: Bencini Lorenzo;Del Vecchio Serena;Proietti Francesca; Santini Francesca. I problemi dellEuropa di oggi e di domani.

2 Il nostro ambiente inquinato. La traccia data riguarda lambiente,noi esporremo largomento mettendo in evidenza le problematiche che ci circondano a livello ambientale,per prima cosa, dividendolo in diverse diapositive(faremo la stessa cosa anche per gli altri argomenti).

3 Linquinamento acquatico. Di origine industriale, agricola o domestica, l'inquinamento non ha mai smesso di degradare la qualità dell'acqua in Europa. Nonostante le normative, in diverse zone i valori misurati superano il livello critico. Perciò alcuni scienziati hanno messo in atto ricerche riguardanti anche il meccanismo dellinquinamento o nuove tecniche agricole che consentono di prevenire, o limitare la diffusione di fertilizzanti o pesticidi nelle falde acquifere.

4 Linquinamento acquatico. La popolazione del pianeta è triplicata nel corso di questo secolo. Il consumo mondiale di acqua dolce è aumentato del 700%. Dal 1970, la quantità d'acqua disponibile per ogni essere umano è diminuita del 40% e due abitanti su cinque hanno problemi in materia di approvvigionamento idrico. Anche l'Europa deve affrontare problemi analoghi. A livello europeo, % dell'acqua è consumata dall'industria, 26% dall'agricoltura e 20% per usi domestici, ma questa ripartizione media può variare notevolmente da un paese all'altro. D'altra parte, venti paesi europei dipendono, per oltre il 10% dei loro consumi, dalle acque di fiumi e corsi d'acqua provenienti da Stati vicini e questa dipendenza raggiunge il 75% per i Paesi Bassi e il Lussemburgo.

5 Crisi economica. Borse in rialzo e un sospiro di sollievo mondiale allindomani dellapprovazione del Piano anticrisi proposto dallUE. I leader dei 15 Paesi dell'euro hanno trovato unintesa sugli interventi cruciali da mettere in atto per ridare fiducia ai mercati e far cadere il rischio di collasso del sistema finanziario internazionale. Il piano messo a punto prevede un'azione coordinata in sei punti che prevede un'adeguata liquidità alle istituzioni finanziarie, garanzie sui prestiti, la ricapitalizzazione efficiente delle banche in difficoltà da parte dei governi, la revisione delle regole. Il documento prevede la possibilità per i governi di fornire alle istituzioni finanziarie i capitali necessari per assicurare il buon funzionamento dell'economia.prestiti

6 EFFETTO SERRA. Il problema è causato dall'eccessiva presenza di questi gas nell'atmosfera tale da causare l'aumento della temperatura terrestri. I principali gas serra sono l'anidride carbonica, il metano e il vapore acqueo. L'80% delle emissioni di anidride carbonica proviene dalla combustione del petrolio, del metano e del carbone. Un inquinamento cresciuto esponenzialmente con l'industrializzazione delle attività umane.

7 EFFETTO SERRA. Il problema dell'effetto serra si aggrava ulteriormente considerando la terra come "sistema complesso". La CO2 ha una durata media in atmosfera di circa 100 anni. Se pure smettessimo oggi di produrre emissioni di CO2 non riusciremmo comunque a ridurre in breve tempo la presenza di anidride carbonica nell'atmosfera. Le reazioni dell'ambiente sono quindi discontinue e irreversibili e non mostrano immediatamente i loro reali effetti o conseguenze. Si accentuano i fenomeni meteo estremi come gli uragani, le tempeste e le inondazioni. Nessuno però può dire con certezza quali siano le reali conseguenze a livello planetario. Un motivo in più per affrontare con estrema urgenza il problema.

8 OGM. Gli OGM - Organismi Geneticamente Manipolati - sono organismi artificiali, spesso brevettati e dunque di proprietà privata di una azienda. Sono ottenuti inserendo nel patrimonio genetico dell'organismo "ospite" pezzi di DNA di organismi diversi che in natura non potrebbero in alcun modo scambiarsi il materiale ereditario.

9 OGM. Pro. Nuova soglia dello 0,9% per ogni ingrediente. La soglia massima, definita come "presenza accidentale o tecnicamente inevitabile", sotto la quale non vi è alcun obbligo di etichettatura, ha subito una modifica più di forma che di sostanza: è passata dall'1% allo 0,9%. Tale soglia fa riferimento a ogni singolo ingrediente usato nel prodotto e non alla massa o volume totale; questo significa, per fare un esempio, che se la lecitina di soia contenuta in una tavoletta di cioccolato deriva da materia prima transgenica per più dello 0,9%, dovrà essere etichettata anche se la lecitina è solo l'1% del totale degli ingredienti. Pro. Mangimi, transgenici o no? Si stima che circa il 90% degli Ogm importati in Europa siano utilizzati nella mangimistica animale e nella produzione di oli e amidi. Finalmente, grazie ai nuovi regolamenti, si comincia a porre rimedio all'assoluta mancanza di regole in questo settore per ciò che riguarda l'utilizzo di Ogm: i mangimi dovranno essere etichettati rispettando la stessa soglia degli ingredienti alimentari, 0,9%. Contro. Senza etichetta i prodotti derivati da animali nutriti con Ogm. Purtroppo, vanno segnalate ancora gravi carenze. A cominciare dai prodotti derivati da animali nutriti con Ogm, tuttora non soggetti all'obbligo di etichettatura. Parliamo di uova, carne, latticini, per i quali i produttori non sono obbligati a specificare in etichetta se gli animali dai quali provengono sono stati nutriti o meno con mangimi transgenici. Contro. Ogm non autorizzati. Altro punto dolente delle nuove regole riguarda la tolleranza, fino a un massimo dello 0,5%, concessa per quegli Ogm non ancora autorizzati che arrivano comunque sul mercato europeo.

10 PIOGGE ACIDE. Le piogge acide sono precipitazioni contaminate dalla presenza di composti a reazione acida, che si sono formati nell'atmosfera come conseguenza di processi di combustione. Esse sono tra le cause principali della distruzione della vegetazione.acidaatmosferacombustione Le sostanze acide contenute nell'acqua piovana danneggiando i corsi d'acqua. Il pH di un lago, che normalmente è pari a 8, con le piogge acide e lo scioglimento primaverile delle nevi si abbassa, dando il via una serie di pesanti conseguenze per la vita acquatica. Infatti al di sotto del valore 5,5 di pH muore la maggior parte dei pesci, dei crostacei e dei molluschi. 140 sono i laghi ormai privi di vita in Canada, 107 sono in pericolo in Finlandia, 1750 in Norvegia e in Svezia.[senza fonte]pHlagoCanada FinlandiaNorvegia Sveziasenza fonte

11 LE DIVERSE SOLUZIONI. LE SOLUZIONI PER IL PROBLEMA DELLE FONTI ENERGETICHE POSSONO ESSERE:

12 ENERGIA NUCLEARE. L'energia nucleare è una fonte energetica da valutare attentamente sia negli aspetti positivi che negativi. In primo luogo è necessario comprendere il suo funzionamento. Nelle centrali nucleari l'energia scaturisce dal bombardamento dell'uranio con neutroni. Il nucleo dell'uranio si divide in due nuclei più piccoli tramite un processo detto di 'fissione nucleare' durante il quale si genera energia. Durante questo processo viene emessa radioattività ad alta intensità. Gli oggetti e i metalli esposti alle radiazioni diventano essi stessi radioattivi. Le scorie dovranno essere sferzate per migliaia di anni fin quando non decade il livello di radioattività. Il grado di radioattività non consente all'uomo di avvicinarsi alle scorie.

13 PETROLIO. Il petrolio anche detto oro nero, è un liquido infiammabile, denso, di colore che può andare dal nero al marrone scuro, passando dal verdognolo fino al giallo, che si trova in alcuni giacimenti entro gli strati superiori della crosta terrestre. È composto da una miscela di vari idrocarburi, ma con variazioni nell'aspetto, nella composizione e nelle proprietà fisico chimiche. Ora il petrolio viene utilizzato come fonte energetica e viene a costare fino a 11dollari al barile.crosta terrestreidrocarburi

14 CARBONE. Il carbone è un combustibile fossile estratto dalla terra in miniere sotterranee o a cielo aperto.combustibile fossileminiere sotterraneea cielo aperto È un combustibile pronto all'uso, formatosi entro rocce sedimentarie di color nero o bruno scuro; composto principalmente da carbonio, tracce di idrocarburi, oltre a vari altri minerali accessori assortiti, compresi alcuni a base di zolfo.rocce sedimentariecarbonioidrocarburizolfo Il carbone è una delle principali fonti di energia dell'umanità, e anche uno dei modi più inquinanti di produrla.

15 ENERGIA EOLICA. L'energia eolica è il prodotto della conversione dell'energia cinetica del vento in altre forme di energia. Attualmente viene per lo più convertita in elettrica tramite una centrale eolica, mentre in passato l'energia del vento veniva utilizzata immediatamente sul posto come energia motrice per applicazioni industriali e pre-industriali. Prima tra tutte le energie rinnovabili per il rapporto costo/produzione, è stata anche la prima fonte energetica rinnovabile usata dall'uomo.energia cineticaventoelettricaenergie rinnovabili

16 ENERGIA GEOTERMICA. L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia rinnovabile. Si basa sulla produzione di calore naturale della Terra (geotermia) alimentata dall'energia termica rilasciata in processi di decadimento nucleare di elementi radioattivi quali l'uranio, il torio e il potassio, contenuti naturalmente all'interno della terra.caloreenergia rinnovabilegeotermia decadimento nucleareuraniotorio potassio

17 ENERGIA SOLARE. Per energia solare si intende l'energia, termica o elettrica, prodotta sfruttando direttamente l'energia irraggiata dal Sole (fonte rinnovabile) verso la Terra.termicaelettricaSoleTerra In qualsiasi momento il Sole trasmette sull'orbita terrestre 1367 watt per m². Tenendo conto del fatto che la Terra è una sfera che oltretutto ruota, l'irraggiamento solare medio è, alle latitudini europee di circa 200 watt/m². Moltiplicando questa potenza media per metro quadro per la superficie dell'emisfero terrestre istante per istante esposto al sole si ottiene una potenza maggiore di 50 milioni di GW (un GW - gigawatt - è circa la potenza media di una grande centrale elettrica).watt m²GW

18 ENERGIA IDROELETTRICA. Per centrale idroelettrica si intende una serie di opere di ingegneria idraulica posizionate in una certa successione, accoppiate ad una serie di macchinari idonei allo scopo di ottenere la produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento.energia elettrica L'acqua viene convogliata in una o più turbine che ruotano grazie alla spinta dell'acqua. Ogni turbina è accoppiata a un alternatore che trasforma il movimento di rotazione in energia elettrica.turbineturbinaalternatoreenergia elettrica La velocità impressa dall'acqua alle turbine viene generata attraverso una differenza di quota, detta "salto", che si traduce in pressione idrodinamica alla quota in cui sono posizionate le turbine. In genere viene creato un lago artificiale per mezzo dello sbarramento di una gola fluviale con una diga. Da questo bacino l'acqua viene convogliata in una condotta forzata fino alle turbine, alle cui pale trasferisce l'energia cinetica.lago artificialedigacondotta forzataenergia cinetica


Scaricare ppt "I PROBLEMI DELLEUROPA. Presentazione di: Bencini Lorenzo;Del Vecchio Serena;Proietti Francesca; Santini Francesca. I problemi dellEuropa di oggi e di domani."

Presentazioni simili


Annunci Google