La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Cantieri temporanei e mobili Il committente e il responsabile dei lavori 13 maggio 2009 Alberto Mischi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Cantieri temporanei e mobili Il committente e il responsabile dei lavori 13 maggio 2009 Alberto Mischi."— Transcript della presentazione:

1 1 Cantieri temporanei e mobili Il committente e il responsabile dei lavori 13 maggio 2009 Alberto Mischi

2 2 Ambito di applicazione Definizione Cantiere temporaneo o mobile: qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile il cui elenco è riportato nellallegato X. (art.89/1/A D. Lgs. 81/2008)

3 3 Lavori edili o di ingegneria civile 1. I lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le linee elettriche e le parti strutturali degli impianti elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche e, solo per la parte che comporta lavori edili o di ingegneria civile, le opere di bonifica, di sistemazione forestale e di sterro. 2. Sono, inoltre, lavori di costruzione edile o di ingegneria civile gli scavi, ed il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile. (allegato X D. Lgs. 81/2008)

4 4 Appalti pubblici di lavori Gli appalti pubblici di lavori hanno per oggetto ¶ l'esecuzione o, congiuntamente, · la progettazione esecutiva e l'esecuzione, ovvero, ¸ previa acquisizione in sede di offerta del progetto definitivo, la progettazione esecutiva e lesecuzione, relativamente a lavori o opere rientranti nellallegato I, oppure, ¹ limitatamente ai lavori relativi alle infrastrutture strategiche e insediamenti produttivi, l'esecuzione, con qualsiasi mezzo, di un'opera rispondente alle esigenze specificate dalla stazione appaltante o dallente aggiudicatore, sulla base del progetto preliminare o definitivo posto a base di gara (cd. affidamento a contraente generale). (art.3/7 D.Lgs. 163/2006)

5 5 Committente o responsabile dei lavori Contratto di appalto CSP Direttore dei lavori Progettista CSE Appaltatore Fornitori Lavoratori autonomi Subappaltatori

6 6 Il committente Definizione Soggetto per conto del quale l'intera opera viene realizzata, indipendentemente da eventuali frazionamenti della sua realizzazione. Nel caso di appalto di opera pubblica il committente è il soggetto titolare del potere decisionale e di spesa relativo alla gestione dell'appalto. (art.89/1/B D. Lgs. 81/2008)

7 7 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori ¶ nella fase di progettazione dell'opera, ed in particolare nel momento delle scelte tecniche, nell'esecuzione del progetto e nell'organizzazione delle operazioni di cantiere si attiene ai principi e alle misure generali di tutela di cui all'articolo 15 D.Lgs.81/2008. (art.90/1 D. Lgs. 81/2008)

8 8 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori · al fine di permettere la pianificazione dell'esecuzione in condizioni di sicurezza dei lavori o delle fasi di lavoro che si devono svolgere simultaneamente o successivamente tra loro, prevede nel progetto la durata di tali lavori o fasi di lavoro (art.90/1 D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da a (art.157/1/A D. Lgs. 81/2008)

9 9 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad ununica impresa, ¸ verifica l'idoneità tecnico-professionale dellimpresa affidataria, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare con le modalità di cui allallegato XVII (art.90/9/A D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da a (art.157/1/B D. Lgs. 81/2008)

10 10 Idoneità tecnico professionale Ai fini della verifica dellidoneità tecnico professionale, le imprese devono esibire al committente o al responsabile dei lavori, almeno, ý iscrizione CCIAA con oggetto sociale pertinente alla tipologia dellappalto ý documento di valutazione dei rischi o autocertificazione ý documentazione attestante la conformità di macchine, attrezzature e opere provvisionali ý elenco dei DPI forniti ai lavoratori ý nomina del RSPP, degli incaricati delle emergenze e del medico competente ý nominativo del RLS ý attestati inerenti la formazione delle suddette figure e dei lavoratori ý elenco dei lavoratori risultanti dal libro matricola e relativa idoneità sanitaria ý DURC dichiarazione di non essere oggetto di provvedimenti di sospensione o interdittivi (allegato XVII D. Lgs. 81/2008)

11 11 Idoneità tecnico professionale Ai fini della verifica dellidoneità tecnico professionale, i lavoratori autonomi devono esibire al committente o al responsabile dei lavori, almeno, ý iscrizione CCIAA con oggetto sociale pertinente alla tipologia dellappalto ý documentazione attestante la conformità di macchine, attrezzature e opere provvisionali ý elenco dei DPI in dotazione ý attestati inerenti la propria formazione e la relativa idoneità sanitaria DURC (allegato XVII D. Lgs. 81/2008)

12 12 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad ununica impresa, nei casi di cui al comma 11, ¸ verifica l'idoneità tecnico-professionale dellimpresa affidataria, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare mediante presentazione da parte delle imprese del certificato CCIAA, del DURC e dellautocertificazione in ordine al possesso degli altri requisiti previsti dallallegato XVII (art.90/9/A D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da a (art.157/1/B D. Lgs. 81/2008)

13 13 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad ununica impresa, ¹ chiede alle imprese esecutrici una dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica, corredata dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate allINPS, allINAIL e alle Casse edili nonché una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti. (art.90/9/B D. Lgs. 81/2008)

14 14 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad ununica impresa, nei casi di cui al comma 11, ¹ chiede alle imprese esecutrici il DURC e unautocertificazione relativa al contratto collettivo applicato ai lavoratori dipendenti. (art.90/9/B D. Lgs. 81/2008)

15 15 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad ununica impresa, º trasmette all'amministrazione competente, prima dell'inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della DIA, è il nominativo delle imprese esecutrici dei lavori è la documentazione dimostrativa della verifica della idoneità tecnico-professionale dellimpresa affidataria, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, è la dichiarazione relativa allorganico medio annuo + gli estremi delle denunce dei lavoratori + la dichiarazione relativa al contratto collettivo applicato ai lavoratori dipendenti (art.90/9/C D. Lgs. 81/2008) Sanzione: amministrativa pecuniaria da a ( art.157/1/D D. Lgs. 81/2008)

16 16 Il committente Lobbligo di cui al periodo che precede sussiste anche in caso di lavori eseguiti in economia mediante affidamento delle singole lavorazioni a lavoratori autonomi, ovvero di lavori realizzati direttamente con proprio personale dipendente senza ricorso allappalto. In assenza del DURC, anche in caso di variazione dell'impresa esecutrice dei lavori, l'efficacia del titolo abilitativo è sospesa. (art.90/9/C D. Lgs. 81/2008) Sanzione: amministrativa pecuniaria da a ( art.157/1/D D. Lgs. 81/2008)

17 17 Sospensione del titolo abilitativo Lefficacia del titolo abilitativo è sospesa in assenza ý del DURC, anche in caso di variazione dell'impresa esecutrice dei lavori (art.90/9/C D. Lgs. 81/2008) ý del PSC o del fascicolo quando previsti ý della notifica preliminare quando prevista (art.90/10 D. Lgs. 81/2008)

18 18 Il committente Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con limpresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, ¶ contestualmente allaffidamento dellincarico di progettazione, designa il coordinatore per la progettazione (CSP). (art.90/3 D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da a (art.157/1/A D. Lgs. 81/2008)

19 19 Il committente In caso di lavori privati, la disposizione di cui al comma 3 non si applica ai lavori non soggetti a permesso di costruire. Si applica in ogni caso quanto disposto dallarticolo 92 comma 2. (art.90/11 D. Lgs. 81/2008)

20 20 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori, nella fase di progettazione dellopera, · valuta il piano di sicurezza e coordinamento (PSC) e il fascicolo i cui contenuti sono definiti dallallegato XVI (art.90/2 D. Lgs. 81/2008)

21 21 Il committente Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con limpresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, ¸ designa il coordinatore per lesecuzione dei lavori (CSE) in possesso dei requisiti di cui allarticolo 98 (art. 90/4 D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da a (art. 157/1/A D. Lgs. 81/2008)

22 22 Il committente Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con limpresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, ¹ designa il CSE anche nel caso in cui, dopo laffidamento dei lavori a ununica impresa, lesecuzione dei lavori o di parte di essi sia affidata a una o più imprese. (art.90/5 D. Lgs. 81/2008) Sanzione: arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da a (art.157/1/A D. Lgs. 81/2008)

23 23 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori º comunica alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi il nominativo del CSP e del CSE; tali nominativi sono indicati nel cartello di cantiere. (art.90/7 D. Lgs. 81/2008)

24 24 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori » trasmette il PSC a tutte le imprese invitate a presentare offerte per lesecuzione dei lavori; in caso di appalto di opera pubblica si considera trasmissione la messa a disposizione del piano a tutti i concorrenti alla gara dappalto. (art.101/1 D. Lgs. 81/2008) Sanzione: amministrativa pecuniaria da a (art.157/1/C D. Lgs. 81/2008)

25 25 Il committente Il committente o il responsabile dei lavori » ha facoltà di sostituire in qualsiasi momento, anche personalmente, se in possesso dei requisiti di cui allarticolo 98, il CSP e il CSE (art.90/8 D. Lgs. 81/2008)

26 26 Notifica preliminare Il committente o il responsabile dei lavori, prima dellinizio dei lavori, trasmette alla AUSL e alla DPL la notifica preliminare elaborata conformemente allallegato XII, nonché gli eventuali aggiornamenti, nei seguenti casi, A) cantieri nei quali è prevista la presenza di più imprese, anche non contemporanea B) cantieri che, inizialmente non soggetti allobbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui alla lettera a) per effetto di varianti sopravvenute in corso dopera C) cantieri in cui opera ununica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore 200 uomini-giorno (art.99/1 D. Lgs. 81/2008)

27 27 Il responsabile dei lavori Definizione Soggetto incaricato dal committente ý della progettazione o ý del controllo dellesecuzione dellopera Tale soggetto coincide ý con il progettista per la fase di progettazione dellopera e ý con il direttore dei lavori per la fase di esecuzione dellopera (art.89/1/C D. Lgs. 81/2008)

28 28 Il responsabile dei lavori Definizione Nel campo di applicazione del decreto legislativo 12/4/2006, n.163, il responsabile dei lavori è il responsabile unico del procedimento (RUP) (art.89/1/C D. Lgs. 81/2008)

29 29 Il responsabile dei lavori Definizione Il RUP assume il ruolo di responsabile dei lavori, ai fini del rispetto delle norme sulla sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, qualora il soggetto che, nella struttura organizzativa della amministrazione aggiudicatrice sarebbe deputato a rappresentare il committente, non intenda adempiere direttamente agli obblighi dalle stesse norme previsti. La designazione deve contenere lindicazione degli adempimenti di legge oggetto dellincarico. (art. 8/2 D.P.R. 554/1999)

30 30 Il responsabile dei lavori Il committente è esonerato dalle responsabilità connesse alladempimento degli obblighi limitatamente allincarico conferito al responsabile dei lavori. (art.93/1 D. Lgs. 81/2008) In ogni caso il conferimento dellincarico al responsabile dei lavori non esonera il committente dalle responsabilità connesse alla verifica degli adempimenti degli obblighi di cui agli articoli 90, 92, comma 1/E e 99. (art.93/1 D. Lgs. 81/2008)

31 31 Il responsabile dei lavori La designazione del CSP e del CSE non esonera il responsabile dei lavori dalle responsabilità connesse alla verifica delladempimento degli obblighi di cui agli articoli 91, comma 1 e 92, comma 1, lettere a), b), c) e d). (art.93/2 D. Lgs. 81/2008)

32 32 Il responsabile dei lavori Il responsabile dei lavori deve quindi verificare ý che il CSP abbia redatto il PSC e il fascicolo che il CSE abbia adempiuto agli obblighi di cui allarticolo 92, comma 1, lettere a), b), c) e d). (art.93/2 D. Lgs. 81/2008)

33 33 Delega di funzioni La delega è lo strumento che consente al datore di lavoro di trasferire lobbligo di garantire sicurezza ai propri collaboratori Se la delega è valida ed efficace la responsabilità penale sarà solo a carico del delegato.

34 34 Delega di funzioni La giurisprudenza ha affermato costantemente che lefficacia della delega è subordinata al trasferimento della posizione di garanzia che grava sul datore di lavoro.

35 35 Delega di funzioni Condizioni di validità La delega di funzioni da parte del datore di lavoro, ove non espressamente esclusa, è ammessa con i seguenti limiti e condizioni: ý che essa risulti da atto scritto recante data certa ý che il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate ý che essa attribuisca al delegato tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate (art.16/1 D.Lgs.81/2008)

36 36 Delega di funzioni Condizioni di validità La delega di funzioni da parte del datore di lavoro, ove non espressamente esclusa, è ammessa con i seguenti limiti e condizioni: ý che essa attribuisca al delegato lautonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate ý che la delega sia accettata dal delegato per iscritto (art.16/1 D.Lgs.81/2008)

37 37 Delega di funzioni Condizioni di validità Alla delega di funzioni deve essere data adeguata e tempestiva pubblicità (art.16/2 D.Lgs.81/2008)

38 38 Delega di funzioni Condizioni di validità La delega di funzioni non esclude lobbligo di vigilanza in capo al datore di lavoro in ordine al corretto espletamento da parte del delegato delle funzioni trasferite. La vigilanza si esplica anche attraverso i sistemi di verifica e controllo previsti nel modello organizzativo. (art.16/3 D.Lgs.81/2008)

39 39 Delega di funzioni Limiti oggettivi alla delega Il datore di lavoro non può delegare ¶ la valutazione di tutti i rischi con la conseguente elaborazione del documento di valutazione dei rischi · la designazione del RSPP (art.17/1 D.Lgs.81/2008)

40 40 Delega di funzioni Limiti soggettivi alla delega secondo la giurisprudenza Il datore di lavoro non può validamente delegare compiti e responsabilità è ai lavoratori perché non possono essere contemporaneamente debitori e creditori di sicurezza è ai preposti perché privi dei poteri decisionali e di spesa

41 41 Delega di funzioni La delega di funzioni ha lo scopo di trasferire poteri e responsabilità da un soggetto ad un altro soggetto. Se la delega è valida ed efficace la responsabilità penale sarà solo a carico del delegato. Le condizioni di validità della delega non sono mai state codificate, ma solamente individuate per via giurisprudenziale.

42 42 Il responsabile dei lavori Un lavoro pubblico può essere realizzato anche in mancanza del responsabile dei lavori, perchè comunque esiste sempre il committente Colui che è stato nominato RUP non diventa automaticamente responsabile dei lavori

43 43 Il responsabile dei lavori Il RUP assume anche il ruolo di responsabile dei lavori (e le relative responsabilità penali) solo se è stato espressamente incaricato dal committente, con un provvedimento esplicito nel quale siano stati indicati i compiti delegati La delega a responsabile dei lavori non può essere imposta dal committente facendo leva sul potere gerarchico, ma deve essere accettata dal RUP esplicitamente

44 44 Il responsabile dei lavori In quei lavori pubblici nei quali il committente è anche RUP non è possibile designare una terza persona quale responsabile dei lavori Poichè il RUP deve essere interno all'amministrazione appaltante, il responsabile dei lavori non può mai essere soggetto esterno all'amministrazione e, quindi, non potrà coincidere con il libero professionista incaricato della progettazione e/o della direzione dei lavori

45 45 Responsabile del procedimento Il responsabile del procedimento provvede a creare le condizioni affinché il processo realizzativo dellintervento risulti condotto in modo unitario in relazione ai tempi e ai costi preventivati, alla qualità richiesta, alla manutenzione programmata, alla sicurezza e alla salute dei lavoratori ed in conformità a qualsiasi altra disposizione di legge in materia. (art.7/2 D.P.R.554/1999)

46 46 Responsabile del procedimento Il responsabile del procedimento, fra laltro, (…) coordina le attività necessarie alla redazione del progetto definitivo ed esecutivo, verificando che siano rispettate le indicazioni contenute nel documento preliminare alla progettazione e nel progetto preliminare, nonché alla redazione del piano di sicurezza e di coordinamento e del piano generale di sicurezza; (art.8/1/F D.P.R.554/1999)

47 47 Appalti di lavori pubblici Entro 30 giorni dall'aggiudicazione, e comunque prima della consegna dei lavori, l'appaltatore od il concessionario redige e consegna ai soggetti di cui all'articolo 32: a) eventuali proposte integrative del PSC b) un piano di sicurezza sostitutivo (PSS) c) un POS (art.131/2 D.Lgs.163/2006)

48 48 Appalti di lavori pubblici Il PSC, ovvero il PSS, nonché il POS formano parte integrante del contratto di appalto o di concessione (…). (art.131/3 D.Lgs.163/2006) I contratti di appalto o di concessione, se privi dei piani di sicurezza di cui al comma 2, sono nulli. (art.131/5 D.Lgs.163/2006)

49 49 Appalti di lavori pubblici Le gravi o ripetute violazioni dei piani di sicurezza da parte dellappaltatore o del concessionario, previa formale costituzione in mora dellinteressato, costituiscono causa di risoluzione del contratto. Il regolamento stabilisce quali violazioni della sicurezza determinano la risoluzione del contratto da parte della stazione appaltante. (art.131/3 D.Lgs.163/2006)

50 50 Appalti di lavori pubblici Il direttore di cantiere e il CSE, ciascuno nellambito delle proprie competenze, vigilano sullosservanza dei piani di sicurezza. (art.131/3 D.Lgs.163/2006) Il direttore dei lavori liquida limporto relativo ai costi della sicurezza previsti in base al SAL, previa approvazione da parte del CSE quando previsto. (art allegato XV D.Lgs.81/2008)

51 51 Committente Contratto Impresa appalto · contratto aperto di manutenzione ¸ global service ¹ accordo quadro º concessione di costruzione e gestione » appalto integrato ¼ realizzazione mediante scomputo degli oneri di urbanizzazione ½ sponsorizzazione

52 52 Contratto di appalto L'appalto è il contratto col quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un'opera o di un servizio verso un corrispettivo in danaro. (art.1655 c.c.)

53 53 Contratto aperto Sono contratti aperti gli appalti in cui la prestazione è pattuita con riferimento ad un determinato arco di tempo, per interventi non predeterminati nel numero, ma resi necessari secondo le necessità della stazione appaltante. (art.154/2 D.P.R.554/1999)

54 54 Contratto aperto Nel contratto aperto è definito a priori ý la durata del contratto ý la tipologia di attività richieste allappaltatore ý la metodologia di determinazione del corrispettivo mentre è noto solo a posteriori ý il numero e la tipologia degli interventi ý il luogo e le condizioni ove verranno eseguiti gli interventi ý il costo di ciascun intervento

55 55 Global service Contratto riferito ad una pluralità di servizi sostitutivi delle normali attività di manutenzione con piena responsabilità sui risultati da parte dellassuntore (par. 3.1 UNI 10685:1998)

56 56 Global service Il committente ¶ affida all'assuntore la manutenzione dei un bene al fine di ý mantenerlo nello stato di conservazione richiesto ý ottenerne la disponibilità a produrre e/o a espletare il servizio richiesto ý avere proposte di migliorie miranti a ridurre il costo del servizio e/o a migliorare le caratteristiche tecniche del bene e la sua disponibilità a produrre · garantisce la conduzione del bene secondo i parametri e le procedure concordate (UNI par.3.1)

57 57 Global service L'assuntore ý è responsabile delle scelte di progetto, di pianificazione, di direzione e di attuazione delle attività manutentive ý garantisce il raggiungimento dei risultati pattuiti ý fornisce la documentazione concordata che deve permettere al committente u di continuare ad avere la conoscenza della storia tecnico-economica del bene u valutare se l'assuntore ha operato nel rispetto delle pattuizioni contrattuali (UNI par.3.1)

58 58 Global service Il contratto di global service si compone di un capitolato tecnico, documento nel quale il committente descrive a)i beni oggetto di global service b)le sue richieste c)i modi per verificare il soddisfacimento delle richieste d)i criteri con cui trattare: u le eventuali variazioni quantitative e qualitative dei beni u le eventuali variazioni della disponibilità a produrre e/o a espletare il servizio richiesto u gli effetti delle migliorie apportate (UNI par.3.2)

59 59 Global service Il contratto di global service si compone di progetto di contratto di manutenzione, documento nel quale l'assuntore descrive le politiche di manutenzione che intende applicare ý i piani di manutenzione che intende applicare l'organizzazione che intende darsi (UNI par.3.3)

60 60 Appalto integrato Definizione Lappalto avente per oggetto ý la progettazione esecutiva e ý lesecuzione dei lavori (art.2/1/q D.P.R. 554/1999)

61 61 Committente o responsabile dei lavori Contratto di appalto CSP PSC + costi della sicurezza CSE Appaltatore Progetto esecutivo

62 62 Concessione di lavori Le concessioni di lavori pubblici sono contratti a titolo oneroso, conclusi in forma scritta, aventi ad oggetto, ý lesecuzione, ovvero ý la progettazione esecutiva e la progettazione, ovvero ý la progettazione definitiva, la progettazione esecutiva e lesecuzione di lavori pubblici o di pubblica utilità, e di lavori ad essi strutturalmente e direttamente collegati, nonché ý la loro gestione funzionale ed economica, che presentano le stesse caratteristiche di un appalto pubblico di lavori, ad eccezione del fatto che il corrispettivo dei lavori consiste unicamente nel diritto di gestire lopera, o in tale diritto accompagnato da un prezzo, in conformità al presente codice. (art.3/11 D. Lgs.163/2006)

63 63 Concessione di lavori Le concessioni di lavori pubblici hanno, di regola, ad oggetto la progettazione definitiva, la progettazione esecutiva e lesecuzione di opere pubbliche o di pubblica utilità, e di lavori ad essi strutturalmente e direttamente collegati, nonché la loro gestione funzionale ed economica. (art.143/1 D. Lgs.163/2006)

64 64 Concessione di lavori Ai fini del presente articolo il concessionario che esegue i lavori con la propria organizzazione di impresa è equiparato allappaltatore. (art.131/7 D. Lgs.163/2006)

65 65 Avv. Alberto Mischi Studio legale associato Corinaldesi - Mischi Via Cesare Battisti n Bologna Tel Fax


Scaricare ppt "1 Cantieri temporanei e mobili Il committente e il responsabile dei lavori 13 maggio 2009 Alberto Mischi."

Presentazioni simili


Annunci Google