La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FOOD DESIGN: VALORE E TUTELA 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Il settore Food&Beverage in Italia Prof. Massimiliano Bruni, Ph.D.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FOOD DESIGN: VALORE E TUTELA 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Il settore Food&Beverage in Italia Prof. Massimiliano Bruni, Ph.D."— Transcript della presentazione:

1 FOOD DESIGN: VALORE E TUTELA 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Il settore Food&Beverage in Italia Prof. Massimiliano Bruni, Ph.D. Professore Associato di Strategia aziendale e coordinatore dell’indirizzo in Brand Management nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione dell’Università IULM

2 L’industria agroalimentare italiana 2 Fonte: Cerved Group, occupati occupati occupati occupati AGRICOLTURA E ALLEVAMENTO INDUSTRIA ALIMENTARE RETAIL E DISTRIBUZIONE HO.RE.CA 8,7% 13,9% % sul totale PIL Italia (2014) Il valore dell’industria agroalimentare è aumentato dell’1,6% all’anno nel periodo , rispetto all’1% dell’economia italiana 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano

3 Fonte: Federalimentare su dati ISTAT (previsioni) Fatturato132 miliardi (+0,0%)134 miliardi (+1,5%) Produzione (volume)+0,6%+1,1% Numero imprese Numero occupati Export27,0 miliardi (+3,1%)28,5 miliardi (+5,5%) Import20,1 miliardi (+3,6%)21,1 miliardi (+5,0%) Bilancia commerciale6,9 miliardi (+1,5%)7,4 miliardi (+7,2%) Consumo alimentare totale214 miliardi (+0,0%)216 miliardi (+0,3%) Peso nell’industria manifatturiera 2° posto (13%), dopo il settore metalmeccanico Il rilancio di questo settore si tradurrebbe in numerosi benefici per una parte significativa del sistema economico e produttivo italiano L’INDUSTRIA AGROALIMENTARE IN NUMERI L’industria agroalimentare italiana L’agroalimentare è la seconda industria più importante in Italia, caratterizzata da imprese eccellenti e competitive

4 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 4 34,3 miliardi 18,7 miliardi Il valore dell’export agroalimentare italiano (€) +83,8% L’export agroalimentare è cresciuto dell’83,8% tra il 2004 e il 2014, registrando un aumento due volte maggiore dell’export complessivo italiano nello stesso periodo L’export italiano rappresenta circa il 14% del totale della produzione agroalimentare, classificandosi al 6° posto a livello europeo (la Germania esporta il 33% della produzione nazionale) L’industria agroalimentare ha ancora un elevato potenziale di crescita: l’obiettivo dell’Italia è quello di raggiungere un valore delle esportazioni pari a 50 miliardi entro il 2020 L’export dell’industria agroalimentare italiana Fonte: Federalimentare su dati ISTAT

5 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 5 Nel 2014 il totale export delle categorie Food&Beverage in Italia ammonta a €34,3 miliardi, registrando un aumento del 2,7% rispetto al 2013 Export delle categorie Food&Beverage (quote % 2014) L’export delle categorie Food&Beverage Fonte: Federalimentare su dati ISTAT

6 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 6 16,1% 11,6% 9,5% 3,9% 10,9% Ogni anno 1,2 miliardi di persone nel mondo comprano prodotti del Food&Beverage italiano Resto del mondo 26,9% Più del 50% delle esportazioni del settore Food&Beverage ha come destinazione 5 paesi: Germania, Francia, USA, UK e Svizzera. Resto dell’UE 21,1% L’export: paesi di destinazione

7 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 7 L’Europa Occidentale e gli USA rimangono i principali paesi di destinazione, ma sono i paesi dell’Asia e dell’Europa Orientale a registrare i più alti tassi di crescita Obiettivo dell’agroalimentare italiano è quello di cogliere le opportunità offerte dai nuovi mercati emergenti L’export: i 10 Paesi più dinamici Fonte: Federalimentare su dati ISTAT

8 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Torrefattori Gelaterie Caseifici Pastifici Antiche tradizioni, lavorazioni artigiane, ricette tramandate da una generazione all’altra Un patrimonio unico... l’artigianalità italiana

9 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano … la grande biodiversità Posizione geografica, clima, flora e fauna rendono l’Italia il Paese che vanta la più grande biodiversità Oltre 300 Tipologie di pomodori Oltre Tipologie di mele Circa 400 Tipologie di olive Oltre 300 Tipologie di uva Un patrimonio unico

10 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Specialità nel 2014 Source: Coldiretti 2014 Le specialità alimentari locali stanno diventando veri e propri ambassadors dei territori, con ripercussioni positive sul turismo e sull’export L’Italia è leader nel turismo agroalimentare: -oltre 24 miliardi euro spesi da turisti nazionali e stranieri -il 33% della spesa totale è riconducibile al settore food & wine Un patrimonio unico … le innumerevoli specialità alimentari locali

11 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 11 L’UNESCO ha riconosciuto la Dieta Mediterranea come patrimonio culturale immateriale dell’Umanità nel 2013 L’aspettativa di vita in Italia è una delle più alte al mondo. Come dimostrano alcuni studi scientifici, questo sembra essere riconducibile alla Dieta Mediterranea, che garantisce una maggiore longevità e una vita sana Un patrimonio unico ….la Dieta Mediterranea

12 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 12 un approccio innovativouna prospettiva globale Innovazione produttiva (cambiamenti o miglioramenti delle varie attività della catena del valore) Nuovi modelli di business (per promuovere nuove modalità di consumo) e un forte focus sulla sostenibilità Glocalizzazione (adattamento ai gusti locali) Internazionalizzazione (del prodotto/servizio oppure di una o più fasi produttive) Efficienza dei sistemi produttivi e distributivi Protezione ambientale Creazione delle condizioni necessarie per garantire il benessere umano Un patrimonio unico da arricchire con:

13 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 13 La startup Quicibo è il primo mercato agroalimentare online in Italia che riunisce aziende del food&beverage per un totale di prodotti QuiCibo Eataly Eataly è una catena italiana di supermercati di alta qualità che include anche ristoranti, panifici, stand da esposizione e sale di degustazione. L’obiettivo di Eataly è «dimostrare che l’alta qualità dell’enogastronomia italiana è alla portata di tutti» Un patrimonio unico da arricchire con: Innovazione (nuovi modelli di business)

14 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 14 Ferrero adatta uno dei suoi prodotti, Tic Tac, al mercato indiano attraverso packaging più piccoli e un nuovo gusto spicy TicTacViennetta Wall’s ha un portafoglio prodotti diversificato per ciascun mercato target. Viennetta è stata appositamente declinata al gusto menta per adattarla al mercato inglese Un patrimonio unico da arricchire con: Internazionalizzazione (adattamento prodotto)

15 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano 15 Slow Food è una fondazione internazionale non-profit che promuove la sicurezza alimentare e la tutela dell’ambiente 150 paesi prodotti e produttori 400 Presidi Slow Food e Arca del Gusto Slow Food comunità del cibo Slow FoodIlly Illy Caffè è stata riconosciuta come una delle World’s Most Ethical Companies nel 2014 Illy ha ottenuto il punteggio più alto tra le aziende italiane per quanto riguarda la corporate governance, la responsabilità sociale e la sostenibilità Un patrimonio unico da arricchire con: Sostenibilità (sociale e ambientale)

16 GRAZIE 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano


Scaricare ppt "FOOD DESIGN: VALORE E TUTELA 22 giugno 2015 – Food Design: valore e tutela – Milano Il settore Food&Beverage in Italia Prof. Massimiliano Bruni, Ph.D."

Presentazioni simili


Annunci Google