La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fisiologia dellattività mentale secondo il modello gerarchico-dinamico parte sesta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fisiologia dellattività mentale secondo il modello gerarchico-dinamico parte sesta."— Transcript della presentazione:

1 Fisiologia dellattività mentale secondo il modello gerarchico-dinamico parte sesta

2 obiettivi Esporre gli elementi di fisiologia dellattività mentale derivanti dal modello gerarchico-dinamico della mente Segnalare la sintonia tra questo modello e le riflessioni di John Hughlings Jackson e di Henri Ey

3 Modello gerarchico-dinamico della mente strutturamotivazionicomportamentorelazionefunzionecategorizzazionememoria proiezioni frontali sovraindividualeaffiliazione culturale relazione con la cultura coscienzasignificatoleggi lobo frontale dorsolaterale sovraindividualeaffiliazione sociale relazione con la società linguaggioconcettostorie lobo frontale ventromediale sovraindividualeaffiliazione gruppale relazione con il gruppo emozione complessa gruppoeventi cervello limbico interindividualeattaccamento; accudimento; agonismo rapporto episodico con il consimile emozione semplice consimileepisodica cervello rettiliano intraindividualepredazione; esplorazione; territorialità interazione ciclica con gli oggetti percezioneoggettoprocedurale

4 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Le funzioni biologiche emergono dal rapporto tra struttura e ambiente.

5 struttura organizzazione ambiente funzione

6 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Le funzioni mentali emergono dal rapporto tra struttura cerebrale e ambiente (corpo- mondo). le funzioni mentali sono lespressione dellorganizzazione del sistema Lorganizzazione coincide con la memoria del sistema, sul versante relativo al corpo Lorganizzazione consente la categorizzazione dellambiente, sul versante relativo al mondo

7 Struttura, organizzazione e funzione nei sistemi biologici struttura (valore) oggetto rilevazione sensomotoria memoria corpo mondo motivazione reti valore-rilevazione funzione organizzazione categorizzazione

8 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Le diverse funzioni mentali sono connesse a diverse complessità organizzative della memoria e della categorizzazione

9 memoria funzionecategorizzazione procedurale (stati vegetativo- sensomotori) percezioneoggetti

10 memoria funzionecategorizzazione episodica (schemi viscero- sensomotori ) emozione semplice individui procedurale (stati vegetativo- sensomotori) percezioneoggetti

11 memoria funzionecategorizzazione eventi (schema corporeo) emozione complessa gruppo episodica (schemi viscero- sensomotori ) emozione semplice individui procedurale (stati vegetativo- sensomotori) percezioneoggetti

12 memoria funzionecategorizzazione narrativa (identità corporea) linguaggioconcetti eventi (schema corporeo) emozione complessa gruppo episodica (schemi viscero- sensomotori ) emozione semplice individui procedurale (stati vegetativo- sensomotori) percezioneoggetti

13 memoria funzionecategorizzazione teoretica (identità personale) coscienzasignificati narrativa (identità corporea) linguaggioconcetti eventi (schema corporeo) emozione complessa gruppo episodica (schemi viscero- sensomotori ) emozione semplice individui procedurale (stati vegetativo- sensomotori) percezioneoggetti

14 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Le diverse funzioni mentali sono connesse a diverse complessità organizzative della memoria e della categorizzazione Le diverse complessità organizzative sono correlate a diverse complessità strutturali- funzionali del sistema

15 Complessità strutturale-funzionale del sistema nervoso centrale secondo Jackson dal più al meno organizzato dal più semplice al più complesso dal più automatico al più volontario

16 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Le diverse funzioni mentali sono connesse a diverse complessità organizzative della memoria e della categorizzazione Le diverse complessità organizzative sono correlate a diverse complessità strutturali- funzionali del sistema La complessità strutturale-funzionale è ordinata gerarchicamente

17 Gerarchia strutturale-funzionale del sistema nervoso centrale secondo Jackson Lordine gerarchico si fonda sul rapporto tra:

18 funzioni inferiori: strutture semplici, comportamenti automatici funzioni superiori: strutture complesse, comportamenti volontari Gerarchia strutturale-funzionale del sistema nervoso centrale secondo Jackson Lordine gerarchico si fonda sul rapporto tra:

19 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali La gerarchia strutturale-funzionale si costruisce durante lo sviluppo individuale

20 Lo sviluppo della mente strutturamotivazionicomportamentorelazionefunzionecategorizzazionememoriaetà proiezioni frontali sovraindividualeaffiliazione culturale relazione con la cultura coscienzasignificatoleggi15-20 lobo frontale dorsolaterale sovraindividualeaffiliazione sociale relazione con la società linguaggioconcettostorie11-14 lobo frontale ventromediale sovraindividualeaffiliazione gruppale relazione con il gruppo emozione complessa gruppoeventi4-10 cervello limbico interindividualeattaccamento; accudimento; agonismo rapporto episodico con il consimile emozione semplice consimileepisodica1-3 cervello rettiliano intraindividualepredazione; esplorazione; territorialità interazione ciclica con gli oggetti percezioneoggettoproceduraleO-1

21 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali La gerarchia strutturale-funzionale si costruisce durante lo sviluppo individuale In questa costruzione la funzione superiore elabora le rappresentazioni proprie della funzione inferiore, formando nuove rappresentazioni

22 rappresentazioni funzione C variazione sviluppo della gerarchia strutturale-funzionale (direttrice bottom-up) secondo Edelman selezione ereditarietà nessi combinatori rappresentazioni funzione B variazione selezione ereditarietà nessi combinatori rappresentazioni funzione A variazione etc. selezione

23 percezione emozione semplice emozione complessa linguaggio coscienza séconloggetto séconlaltro sénelgruppo sénellasocietà sénellacultura funzione rappresentazione ri-rappresentazione coscienza

24 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali La ri-rappresentazione della funzione inferiore operata dalla funzione superiore comporta la discriminazione riflessiva delle componenti proprie della rappresentazione inferiore (relazione corpo-mondo propria della funzione inferiore): emerge la coscienza (della funzione inferiore ad opera della funzione superiore)

25 rappresentazioni funzione C nessi combinatori (disgiuntivi) rappresentazioni funzione B coscienza (di B) nessi combinatori (disgiuntivi) rappresentazioni funzione A coscienza (di A) etc. sviluppo della gerarchia strutturale-funzionale (direttrice top-down) secondo Edelman

26 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Al termine dello sviluppo il sistema è dotato di diverse forme di coscienza, ciascuna delle quali consente la modulazione del comportamento proprio della funzione inferiore a quella che attualmente opera come centro direttivo del sistema

27 percezione emozione semplice emozione complessa linguaggio coscienza séconloggetto séconlaltro sénelgruppo sénellasocietà sénellacultura sé-con-loggetto sé-con-laltro sé-nel-gruppo sé-nella-società c. estesa c. primaria c. secondaria funzione rappresentazione ri-rappresentazione coscienza autocoscienza

28 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Ciascuna funzione mentale, quindi, elabora in modo irriflessivo le proprie rappresentazioni (comportamento automatico) e consente lelaborazione riflessiva delle rappresentazioni proprie della funzione inferiore (modulazione del comportamento)

29 Livelli di coscienza e differenziazione della relazione organismo-ambiente

30 coscienza primariasé (vegetativosensomotorio)-con- loggetto

31 Livelli di coscienza e differenziazione della relazione organismo-ambiente coscienza primariasé (vegetativosensomotorio)-con- loggetto coscienza estesasé (visceromotorio)-con- laltro

32 Livelli di coscienza e differenziazione della relazione organismo-ambiente coscienza primariasé (vegetativosensomotorio)-con- loggetto coscienza estesasé (visceromotorio)-con- laltro coscienza secondariasé (schema corporeo)-nel- gruppo

33 Livelli di coscienza e differenziazione della relazione organismo-ambiente coscienza primariasé (vegetativosensomotorio)-con- loggetto coscienza estesasé (visceromotorio)-con- laltro coscienza secondariasé (schema corporeo)-nel- gruppo autocoscienzasé (identità corporea)-nella- società

34 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Come per le funzioni mentali, è possibile ordinare secondo una gerarchia di complessità le diverse forme di coscienza

35 Ordine gerarchico delle diverse forme di coscienza memoria coscienzacategorizzazione proceduralepercezioneoggetti

36 Ordine gerarchico delle diverse forme di coscienza memoria coscienzacategorizzazione episodicac. primariaindividui proceduralepercezioneoggetti

37 Ordine gerarchico delle diverse forme di coscienza memoria coscienzacategorizzazione eventic. estesagruppo episodicac. primariaindividui proceduralepercezioneoggetti

38 Ordine gerarchico delle diverse forme di coscienza memoria coscienzacategorizzazione narrativec. secondariaconcetti eventic. estesagruppo episodicac. primariaindividui proceduralepercezioneoggetti

39 Ordine gerarchico delle diverse forme di coscienza memoria coscienzacategorizzazione teoreticaautocoscienzasignificati narrativec. secondariaconcetti eventic. estesagruppo episodicac. primariaindividui proceduralepercezioneoggetti

40 La coscienza secondo Henri Ey il sostantivo coscienza, il quale limita la coscienza alla proprietà spazio-temporale che ho, ci nasconde, con il suo stesso singolare, unaltra modalità dellessere conscio: quella di qualcuno che io sono…

41 La coscienza secondo Henri Ey …compaiono così lordine delle strutture sincroniche dellessere conscio (il campo di coscienza come attualità dellesperienza vissuta con il suo indice di realtà) e lordine diacronico dellessere conscio (lessere cosciente di sé in quanto persona che si identifica come autore della propria storia)

42 Elementi costitutivi della coscienza campo di coscienza attività di stato (sincronia) orientamento attuale autocoscienza attività processuale (diacronia) identità

43 Coscienza e condizioni del sistema campo di coscienza

44 Coscienza e condizioni del sistema campo di coscienza strutturazione attualità della relazione Soggetto-Mondo

45 Coscienza e condizioni del sistema autocoscienza

46 Coscienza e condizioni del sistema autocoscienza organizzazione memoria della relazione Soggetto-Mondo

47 Riassunto proprietà del campo di coscienza Campo di coscienza attività: di stato temporalità: sintetico-attuale (sincronia) sistema: strutturazione categorizzazione

48 Riassunto proprietà dellautocoscienza Identità attività: processuale temporalità: storico-evolutiva (diacronia) sistema: organizzazione memoria

49 attualità coscienza memoria (strutturazione) (campo di coscienza) (organizzazione) (identità) assimilazione accomodamento

50 La coscienza secondo Henri Ey in fondo, è proprio lo stesso dire che io sono cosciente di qualcosa solo se io sono qualcuno

51 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali Al termine dello sviluppo la gerarchia è dinamica, nel senso che momento per momento una funzione assume il ruolo di centro direttivo dellintero sistema, ciò dipendendo dallintreccio tra le variabili relative al corpo, al mondo e ai solchi della memoria della relazione corpo-mondo.

52 percezione emozione linguaggio COSCIENZA regolazione della relazione corpo-mondo complessità rappresentazione del corpo complessità rappresentazione del mondo

53 percezione EMOZIONE linguaggio coscienza regolazione della relazione corpo-mondo complessità rappresentazione del corpo complessità rappresentazione del mondo

54 percezione emozione linguaggio COSCIENZA regolazione della relazione corpo-mondo complessità rappresentazione del corpo complessità rappresentazione del mondo

55 Elementi di fisiologia delle funzioni mentali La gerarchia dinamica delle diverse funzioni mentali e dei relativi stati di coscienza è correlata ad una dinamica processuale integrativa (parzialmente associativa e parzialmente dissociativa) tra le diverse funzioni e tra i diversi stati di coscienza.

56 funzionesignificato percezioneoggetto commestibile,di forma rotonda, color rosso-verde, consistenza media, gusto dolce emozione sempliceoggetto mediatore di offerta di cura, di richiesta di cura, di contesa emozione complessaoggetto mediatore di pacificazione, di coalizione, di rapporti collaborativi (produzione, commercio) linguaggiooggetto-simbolo di sensualità, di trasgressione (peccato) coscienzaoggetto di natura vegetale (frutto) multisignificatività della relazione corpo-mondo il rapporto con loggetto-mela

57 La processualità integrativa dello stato mentale La rappresentazione e lo stato di coscienza propri del livello funzionale attualmente regolatore convivono con le rappresentazioni e gli stati di coscienza propri degli altri livelli funzionali (figura sfondo) La convivenza consente lelaborazione dellesperienza in atto da parte di tutti i livelli funzionali (integrazione)

58 Dalla fisiologia alla fisiopatologia delle funzioni mentali La fisiopatologia dellattività mentale è leffetto della dis-integrazione funzionale, intesa come perdita dellequilibrio dinamico tra associabilità e dissociabilità funzionale.

59 Processualità dis-integrativa dello stato mentale La rappresentazione e lo stato di coscienza propri del livello funzionale regolatore dominano lintera scena mentale (figura) Il dominio non consente lintegrazione dellesperienza in atto con le rappresentazioni proprie dei livelli attualmente non regolatori (dis-integrazione)

60 La psicopatologia coerente con il modello gerarchico-dinamico deve porre al centro delle sue riflessioni la dis-integrazione strutturale-funzionale del sistema mentale


Scaricare ppt "Fisiologia dellattività mentale secondo il modello gerarchico-dinamico parte sesta."

Presentazioni simili


Annunci Google