La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OTTICA: riflessione La riflessione può essere pensata, nel modello corpuscolare della luce, come il rimbalzo di una sfera rigida contro una parete elastica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OTTICA: riflessione La riflessione può essere pensata, nel modello corpuscolare della luce, come il rimbalzo di una sfera rigida contro una parete elastica."— Transcript della presentazione:

1 OTTICA: riflessione La riflessione può essere pensata, nel modello corpuscolare della luce, come il rimbalzo di una sfera rigida contro una parete elastica

2 OTTICA: raggio incidente Si dice RAGGIO INCIDENTE il raggio di luce che, provenendo da una sorgente, colpisce la superficie di un corpo opaco

3 OTTICA: raggio riflesso Si dice RAGGIO RIFLESSO il raggio di luce che, dopo aver colpito lostacolo, ne viene riflesso

4 OTTICA: normale Si dice NORMALE la retta perpendicolare alla superficie

5 OTTICA: angolo di incidenza Si dice ANGOLO DI INCIDENZA langolo formato tra il raggio incidente e la normale

6 OTTICA: angolo di riflessione Si dice ANGOLO DI RIFLESSIONE langolo formato tra il raggio riflesso e la normale

7 OTTICA: legge della riflessione 1) RAGGIO INCIDENTE, RAGGIO RIFLESSO E NORMALE GIACCIONO SULLO STESSO PIANO incidente riflesso

8 OTTICA: legge della riflessione 2) LANGOLO DI INCIDENZA E UGUALE ALLANGOLO DI RIFLESSIONE incidente riflesso

9 OTTICA: specchi La legge della riflessione spiega la formazione delle immagini negli specchi

10 OTTICA: immagine LIMMAGINE di una sorgente può essere pensata come una specie di duplicato della sorgente, creato deviando i raggi di luce. Questa immagine può essere più grande o più piccola della sorgente, e anche deformata

11 OTTICA: immagine reale Si dice IMMAGINE REALE di una sorgente il punto in cui convergono i raggi di luce provenienti da una sorgente.

12 OTTICA: immagine reale Per esempio, quando con una lente facciamo convergere i raggi del sole in un punto creiamo unimmagine reale del sole.

13 OTTICA: immagine virtuale Si dice IMMAGINE VIRTUALE di una sorgente il punto in cui convergono i prolungamenti dei raggi provenienti dalla sorgente

14 OTTICA: immagine virtuale Uno specchio piano produce immagini virtuali; il mondo che vediamo al di là dello specchio non esiste

15 OTTICA: costruzione dellimmagine Limmagine di una sorgente puntiforme si costruisce mandando due raggi dalla sorgente e trovando dove questi (o i loro prolungamenti) si congiungono

16 OTTICA: costruzione dellimmagine Nel caso dello specchio piano la costruzione si fa come in figura. Per rendere tutto più semplice uno dei due raggi è normale allo specchio sorgente immagine specchio

17 OTTICA: costruzione dellimmagine Si può facilmente dimostrare che la distanza tra la sorgente e lo specchio è uguale alla distanza tra limmagine e lo specchio S I A B C D

18 OTTICA: costruzione dellimmagine DBS=BSA perché alterni interni di rette par. CBD=DBS per la legge della riflessione BIA=CBD perché corrispondenti di r.p. Quindi BSA=BIA per la proprietà transitiva S I A B C D

19 OTTICA: costruzione dellimmagine BAS=BAI perché entrambi retti I triangoli BSA e BIA sono dunque congruenti perché hanno due angoli congruenti e il lato AB in comune, per cui SA=AI cvd S I A B C D

20 OTTICA: costruzione dellimmagine Limmagine di una sorgente estesa si costruisce trovando le immagine dei due estremi e poi unendole

21 OTTICA: costruzione dellimmagine Si può notare dalla figura riflessa che limmagine inverte destra e sinistra (pensando di osservare dallalto sorgente immagine specchio

22 OTTICA: specchio concavo Uno specchio concavo crea invece unimmagine REALE di una sorgente posta molto lontano dallo specchio SORGENTE IMMAGINE SPECCHIO

23 OTTICA: specchio concavo Particolare interesse ha il caso in cui la sorgente si trova infinitamente lontana: In questo caso i raggi provenienti da essa sono tutti paralleli SORGENTE IMMAGINE SPECCHIO

24 OTTICA: fuoco Il punto in cui si crea limmagine si chiama FUOCO dello specchio, e si trova circa a una distanza dallo specchio pari a metà del raggio di curvatura dello specchio CENTRO FUOCO SPECCHIO raggio

25 OTTICA: telescopio riflettore Contrariamente a quanto si pensa, lo scopo di un telescopio non è ingrandire i corpi celesti ma AVVICINARLI

26 OTTICA: telescopio riflettore Uno specchio concavo produce unimmagine ravvicinata degli oggetti lontani: è quindi lideale per costruire un telescopio

27 OTTICA: telescopio riflettore Nel telescopio newtoniano, lelemento principale è un grosso specchio, il resto serve per mettere a fuoco limmagine e portarla allocchio dellosservatore

28 OTTICA: telescopio riflettore Anche il telescopio spaziale Hubble si basa sullo stesso principio. Il suo specchio è largo quasi due metri e mezzo

29 OTTICA: antenna parabolica Anche lantenna parabolica è di fatto uno specchio concavo. Il suo scopo è quello di concentrare le onde radio provenienti dal satellite nel fuoco, dove è posto il ricevitore

30 OTTICA: fotoelettrica Al contrario, nella cosiddetta fotoelettrica una lampada è posta nel fuoco di uno specchio concavo, in modo da produrre un fascio di raggi quasi paralleli

31 OTTICA: fari Lo stesso principio è applicato nei fari delle automobili

32 OTTICA: specchio convesso Uno specchio convesso crea unimmagine VIRTUALE di una sorgente SORGENTE IMMAGINE SPECCHIO

33 OTTICA: specchio convesso Limmagine è rimpicciolita, però proprio per questo offre una visione su un campo più ampio. Gli specchi usati in certe strade per facilitare limmissione sono convessi


Scaricare ppt "OTTICA: riflessione La riflessione può essere pensata, nel modello corpuscolare della luce, come il rimbalzo di una sfera rigida contro una parete elastica."

Presentazioni simili


Annunci Google