La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIFRAZIONE Quando un raggio di luce passa da un mezzo trasparente ad un altro (ad esempio aria-vetro) Subisce una deviazione che prende il nome di RIFRAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIFRAZIONE Quando un raggio di luce passa da un mezzo trasparente ad un altro (ad esempio aria-vetro) Subisce una deviazione che prende il nome di RIFRAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 RIFRAZIONE Quando un raggio di luce passa da un mezzo trasparente ad un altro (ad esempio aria-vetro) Subisce una deviazione che prende il nome di RIFRAZIONE

2 Raggio incidente Il raggio che proviene dal primo mezzo e incide sul secondo si chiama ancora RAGGIO INCIDENTE

3 Angolo di incidenza Langolo che forma con la normale si chiama sempre ANGOLO DI INCIDENZA

4 Raggio rifratto Il raggio che entra nel secondo mezzo si chiama RAGGIO RIFRATTO

5 Angolo di rifrazione Langolo che forma con la normale ANGOLO DI RIFRAZIONE

6 Prima legge della rifrazione RAGGIO INCIDENTE, RAGGIO RIFRATTO E NORMALE GIACCIONO SULLO STESSO PIANO

7 Seconda legge della rifrazione Posto un cerchio di centro O come in figura, il rapporto tra PH e QK è uguale al rapporto inverso degli indici di rifrazione dei due mezzi K O Q H P

8 Seconda legge della rifrazione Ovvero, detto n 1 lindice del primo mezzo, n 2 quello del secondo: K O Q H P

9 Seno di un angolo Se il raggio del cerchio è uguale a 1 allora PH si dice SENO dellangolo POH e si indica col simbolo PH=sen(POH) O H P

10 Seconda legge della rifrazione Sapendo questo, possiamo così riformulare la legge: i ed r sono gli angoli di incidenza e di rifrazione i r

11 Rifrazione e immagini La rifrazione fa sì che un oggetto immerso in acqua appaia spezzato: infatti, la deviazione dei raggi inganna la nostra vista

12 Rifrazione e immagini Nella rifrazione da acqua (o vetro) ad aria langolo di rifrazione diventa MAGGIORE dellangolo di incidenza; ovvero il raggio si allontana dalla normale

13 Angolo limite Quando langolo di rifrazione diventa pari a 90°, langolo di incidenza è detto ANGOLO LIMITE 90° Angolo limite

14 Riflessione totale Oltre langolo limite il raggio rifratto non può più esistere, perché langolo di rifrazione dovrebbe essere maggiore di 90°. Si ha così la RIFLESSIONE TOTALE

15 Riflessione totale Un subacqueo potrebbe vedere limmagine di un pesce riflessa sullaria

16 Fibre ottiche Anche le fibre ottiche possono condurre la luce grazie alla riflessione totale, che impedisce ai raggi da fuoriuscire dalla fibra

17 Lenti sferiche Una LENTE SFERICA è un corpo trasparente (solitamente di vetro) delimitato da superfici piane o sferiche

18 Lente biconvessa La lente biconvessa fa convergere raggi paralleli in un punto, detto FUOCO

19 Lente biconvessa Infatti, entrando nella lente il raggio si piega verso la normale, in quanto la rifrazione è aria- vetro

20 Lente biconvessa Uscendo dalla lente il raggio si allontana dalla normale, poiché la rifrazione è vetro-aria: Il risultato è che i raggi convergono tutti nel fuoco

21 Lente biconvessa La lente biconvessa produce immagini reali rovesciate delle cose lontane, ed immagini virtuali, dritte e ingrandite delle cose vicine

22 Lente di ingrandimento La lente di ingrandimento è biconvessa

23 Lente biconcava La lente biconcava fa divergere i raggi paralleli. Il punto di incontro dei prolungamenti è il FUOCO

24 Lente biconcava Infatti, entrando nella lente il raggio si piega verso la normale, in quanto la rifrazione è aria- vetro

25 Lente biconcava Uscendo dalla lente il raggio si allontana dalla normale, poiché la rifrazione è vetro-aria: Il risultato è che i raggi divergono

26 Lente biconcava La lente biconcava produce sempre immagini virtuali

27 Cannocchiale La lente di ingrandimento è biconvessa

28 Cannocchiale Nel 1609 Galileo utilizzò una lente convessa e una concava per costruire il primo cannocchiale astronomico

29 Cannocchiale Il cannocchiale crea unimmagine virtuale rimpicciolita. I fuochi delle due lenti devono coincidere

30 Cannocchiale Il cannocchiale di Galileo non era molto potente; i suoi disegni della luna sono poco somiglianti al vero


Scaricare ppt "RIFRAZIONE Quando un raggio di luce passa da un mezzo trasparente ad un altro (ad esempio aria-vetro) Subisce una deviazione che prende il nome di RIFRAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google