La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il mondo del lavoro Unità di apprendimento interdisciplinare Classe III B a.s. 2008-2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il mondo del lavoro Unità di apprendimento interdisciplinare Classe III B a.s. 2008-2009."— Transcript della presentazione:

1 Il mondo del lavoro Unità di apprendimento interdisciplinare Classe III B a.s

2

3 Metodologia Metodo espositivo Definizione degli scopi e delle caratteristiche generali dell attivit à di approfondimento. Definizione, esemplificazione, problematizzazione, attualizzazione dei contenuti. Metodo della ricerca Manipolazione delle informazioni attraverso strumenti logici (grafi, mappe concettuali, tabelle, diagrammi, ecc.). Metodo interrogativo Brainstorming. Metodo induttivo: passaggio dall osservazione di riproduzioni di dipinti e/o poesie visive alla precisazione delle leggi generali. Metodo deduttivo: dai principi e leggi generali a conoscenze particolari e spiegazione di fenomeni nuovi.

4 Letteratura Alessandro Manzoni e Giovanni Verga Ed. alla cittadinanza Il diritto allinfanzia ATTIVITA Storia Le Rivoluzioni Industriali Italiano -La relazione -Lorientamento scolastico Tecnologia e informatica Macchine semplici e complesse Scienze Lavoro e energia Lingua Inglese Part-time jobs in England and in U.S.A. Scienze motorie Il lavoro muscolare Arte e immagine Documentare la realtà: la pittura e la fotografia Geografia I settori lavorativi Lingua francese Les jeunes et le travail Musica Cavalleria rusticana Laboratorio Nobel, invenzioni e scoperte

5 Ed. alla cittadinanza Riflettere sulla necessità di agire concretamente per aiutare i bambini vittime dello sfruttamento Conoscere e diffondere le informazioni sui diritti dei ragazzi, sottolineando limportanza dellinformazione STORIA Conoscere eventi e fenomeni legati al mondo del lavoro (XIX-XX sec.) Utilizzare termini specifici del linguaggio disciplinare Utilizzare, in modo pertinente, gli aspetti essenziali della periodizzazione e organizzatori temporali tipo ciclo, congiuntura, accelerazione, stasi Identificare in una narrazione storica problemi cui rispondere adoperando gli strumenti della storiografia ITALIANO IL TESTO ESPOSITIVO: LA RELAZIONE Comprendere e interpretare in forma guidata e/o autonoma testi attivando le seguenti abilità: o individuare informazione ed elementi costitutivi dei testi o operare inferenze o leggere integrando informazioni provenienti da diversi elementi del testo (immagini, tabelle, grafici, didascalie, ecc…) Svolgere progetti tematici e produrre testi adeguati sulla base di un progetto stabilito (pianificazione, revisione, manipolazione). LORIENTAMENTO SCOLASTICO Saper verificare attraverso lautovalutazione le proprie attitudini, inclinazioni, competenze in ambiti disciplinari specifici Saper assumere responsabilità e prendere decisioni. Saper riconoscere le caratteristiche generali del mondo del lavoro. Saper individuare le attitudini personali in campo scolastico ed extrascolastico. Saper motivare la riflessione personale sul proprio progetto di futuro scolastico LETTERATURA Comprendere in forma guidata e non testi letterari Riconoscere gli elementi caratterizzanti le diverse tipologie testuali. Comprendere le principali intenzioni comunicative dellautore GEOGRAFIA Conoscere gli squilibri tra produzione e consumo delle risorse Operare confronti tra realtà territoriali diverse Leggere ed interpretare statistiche, carte tematiche, grafici, cartogrammi, fotografie da terra e aeree e immagini da satellite Riconoscere le trasformazioni apportate dalluomo sul territorio, utilizzando carte e immagini SCIENZE Acquisire le nozioni di lavoro e potenza Riconoscere lenergia come capacità di compiere lavoro, distinguendo lenergia cinetica da quella potenziale Conoscere le trasformazioni dellenergia meccanica e il principio di conservazione dellenergia Scoprire le limitazioni cui sono soggette le trasformazioni del calore in energia meccanica e acquisire la nozione di rendimento di un motore termico Distinguere fonti rinnovabili da fonti non rinnovabili Conoscere i fenomeni riguardanti i passaggi di stato delle sostanze LINGUE STRANIERE Comprendere in modo globale e analitico testi scritti inerenti al mondo del lavoro Saper porre domande, elaborare risposte, dare informazioni su argomenti riguardanti il mondo del lavoro Saper produrre testi significativi usando semplici connettivi su argomenti noti inerenti al mondo del lavoro anche utilizzando strumenti telematici TECNOLOGIA Iniziare a comprendere i problemi legati alla produzione di energia utilizzando appositi schemi e indagare sui benefici e sui problemi economici ed ecologici legati alle varie forme e modalità di produzione. Riflettere sui contesti e i processi di produzione e coglierne levoluzione nel tempo nonché i vantaggi e gli eventuali problemi ecologici. SCIENZE MOTORIE Acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche (cardio-respiratorie e muscolari) e dei loro cambiamenti in relazione e conseguenti allesercizio fisico ARTE E IMMAGINE Saper riconoscere e descrivere documenti visivi che hanno come soggetto il mondo del lavoro Saper leggere unopera artistica, pittorica o fotografica, inerente al mondo del lavoro e saperla collocare nel giusto contesto storico e culturale. Saper rielaborare un messaggio visivo inerente al mondo del lavoro, attraverso luso delle tecniche grafiche e fotografiche. Conoscere e saper applicare le tecniche basilari della progettualità inerenti al alcuni settori del lavoro artistico: la grafica pubblicitaria, la moda e il costume, la fotografia. MUSICA Conoscere e interpretare in modo critico opere darte musicali Realizzare eventi sonori multimediali

6 Compito Unitario di Apprendimento Eva Fraternali Classe III B Anno Scolastico

7

8 Educazione alla cittadinanza SFRUTTAMENTO MINORILE IERIOGGI A partire dalla I rivoluzione industrialeI rivoluzione industriale minierefilande Senza distinzione di sesso Nel terzo mondo Nel terzo mondo (prevalente) CI SONO DEI DIRITTI Internazionali Art.32 Italia Art.30Art.37

9 STORIA I rivoluzione industriale II rivoluzione industriale III rivoluzione industriale P e r i o d o p r e - i n d u s t r i a l e

10 Tecnologia L = F x S (lavoro = forza x spostamento) FONTI RINNOVABILI FONTI NON RINNOVABILI soleacquaventolegnameRISORSE RISERVE La quantità totale di ogni sostanza presente in natura La quantità di risorse economicamente sfruttabile COMBUSTIBILI FOSSILI

11 EN.POTENZIALE = h x m (altezza x massa) EN. CINETICA= ½ x m x v² ( ½ x massa x velocità del corpo)

12 INGLESE Many teenagers in England and in the Usa try to get a part-time job while they are still at school in order to get some pocket money: Work in supermarckets Work in clothes shops Belivering newspepars, messages, letters and small packages Work as babysitters Foreing students: Working as a waiter Helping in resturant kitchens

13 ARTICOLO 32 Gli Stati parti riconoscono il diritto del fanciullo ad essere protetto contro lo sfruttamento economico e qualsiasi tipo di lavoro rischioso o che interferisca con la sua educazione o che sia nocivo per la sua salute o per il suo sviluppo fisico,mentale, spirituale, morale o sociale.Gli Stati parti[...] devono garantire lapplicazione di questo articolo. A tal fine [...] gli Stati parti devono in particolare: Fissare letà minima per essere ammessi a un impiego; Stabilire un appropriata disciplina in materia di orario e di condizioni di lavoro; Stabilire pene o altre sanzioni adeguate per garantire leffettiva applicazione di questo articolo.

14 Costituzione della Repubblica Italiana Art.30 È dovere e diritto dei genitori mantenere istruire ed educare i figli, anche se nati fuori dal matrimonio. Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti. La legge assicura ai figli nati fuori dal matrimonio ogni tutela giuridica e sociale compatibile con i diritti dei membri della famigli legittima. La legge detta le norme e i limiti per la ricerca della paternità.

15 Costituzione della Repubblica Italiana Art. 37 La legge stabilisce il limite minimo di età per il lavoro salariato. La Repubblica tutela il lavoro dei minori con speciali norme e garantisce ad essi, la parità di lavoro, il diritto alla parità di retribuzione.

16 TERZO MONDO CHI COMPRENDE È ANCHE DETTO SI DIFFERENZIA Tutti i Paesi sottosviluppati:Asia, Africa, America Latina Sud del Mondo perchè Comprende i paesi sotto lequatore Da Primo e Secondo mondo ossia America e Russia (V. Guerra Fredda)

17 La Prima rivoluzione industriale È Un grande cambiamento RIGUARDA La vita economica Cambiamento dei modi di produzione sociale Due ceti: borghesia capitalista ; proletariato urbanoborghesia capitalista ; proletariato urbano Nasce la città industrialecittà industriale Diffusione del lavoro infantileDiffusione del lavoro infantile Trasformazione del lavoro QUANDO

18 PERIFERIA CITTÀ INDUSTRIALE

19 BORGHESIA: coloro che sono diventati benestanti per affari e non per sangue PROLETARIATO: coloro che possiedono solo la prole(figli)

20 La Seconda rivoluzione industriale DOVE Da NORD a SUD Paesi Bassi, Belgio, Francia, Germania, Svizzera, Pianura Padana Da OVEST a EST Spagna, Austria, Boemia, Mar Nero FATTORI CHE LA FAVORIRONO Sistema ferroviarioSistema ferroviario Merci e materie a basso costoMerci e materie a basso costo Mercato più vasto per i manufatti industriali Importanza delle colonie CARATTCONSEG Sviluppo economico

21 Il mondo dei trasporti PRIME FERROVIE PRIME NAVI A VAPORE Si muovevano grazie alla forza del vapore prodotto dalla combustione TRASPORTANO merci e persone

22 La riduzione dei prezzi QUANDO CAUSA CONSEGUENZE Prima metà Ottocento Macchine a vapore Gli operai venivano pagati meno Fallimento di molte aziende nazionali La forza esercitata rispettivamente dalla pressione atmosferica e dal vapore ottenuto, portando ad ebollizione lacqua in ambiente chiuso, produce forza-lavoro (James Watt 1765)

23 Il lavoro femminile e minorile SETTORI LAVORATIVI Tutti, in particolare nellindustria tessile e nei cotonifici PERCHE SI PREFERISCONO AGLI UOMINI Venivano pagati meno degli uomini Erano più docili ed era più facile imporre loro orari e regolamenti severissimi Sostenevano che il lavoro allontanasse i minori dallozio e dalla depravazione

24 Le miniere ZOLFOCARBONE Carusi Minatori minorenni siciliani I più piccoli portano fino a chilogrammi Venivano picchiati con tubi di gomma Guadagnavano 250 lire al giorno Spesso stanchi dal lavoro si addormentavano lungo la la strada del ritorno a casa o sulluscio, talvolta non mangiavano neanche.

25 III rivoluzione industriale È Una trasformazione dai caratteri innovativi e permanenti nella struttura economica e sociale CARATTERISTICHE È una nuova tecnologia che ha guidato linnovazione in tutti i campi lavorativi Ha favorito il superamento della crisi economica della seconda metà del secolo STRUMENTO computer È entrato in tutti i luoghi dove si lavora Progetta scambiano informazioni forniscono servizi fa ricerca scientifica

26 COMBUSTIBILI FOSSILI: il petrolio Il petrolio, anche detto oro nero, è un liquido infiammabile, denso, di colore che può andare dal nero al marrone scuro, passando dal verdognolo fino al giallo, che si trova in alcuni giacimenti entro gli strati superiori della crosta terrestre. È composto da una miscela di vari idrocarburi (in prevalenza alcani, ma con variazioni nell'aspetto, nella composizione e nelle proprietà fisico- chimiche).

27 Combustibili fossili: il carbone Sostanze che si possono combinare con lossigeno in una reazione chimica NATURALIARTIFICIALI CRBONE Antracite litantrace lignite torba

28 PLASTICA GOMMA VERNICI CATRAME NAFTALINA BENZINA

29 ENERGIA MUSCOLARE PERCHE CI STANCHIAMO? E data dal cibo che mangiamo STANCHEZZA MENTALE La defezione delle fonti energetiche dei muscoli IL SURRISCALDAMENTO L'acido lattico LA DISIDRATAZIONE

30 GEOGRAFIA AGRICOLTURA DI SUSSISTENZA AGRICOLTURA DI PIANTAGIONE AGRICOLTURA COMMERCIALE INDUSTRIE SERVIZI

31 Il Realismo Contestualizzazione Crisi degli ideali romantici Volontà di rompere con il passato IDEA GUIDA Rappresentare i in maniera oggettiva la società contemporanea e i suoi problemi PARTICOLARITA Viene chiamato: Naturalismo in Francia Verismo in Italia

32 GIOVANNI VERGA SINTESI DELLA VITA Nasce da una famiglia benestante a Catania nel 1840, questa lo indirizza agli studi della facoltà di legge che,lasciò nel Lasciò la Sicilia e si trasferì a Milano dove era a contatto con molti artisti. Luigi Capuana fece si che Verga osservasse la realtà, indirizzandolo ai romanzi realisti. Muore in Sicilia nel PRNCIPALI OPERE Romanzi di argomento patriottico : importanza data alle imprese garibaldine Raccolta di novelle : Vita dei campi, Novelle rusticaneNovelle rusticane Romanzi: I Malavoglia, Mastro Don Gesualdo, La duchessa di Leyra

33 LE SPIGOLATRICI Di J.F. MILLET 1857 Che cosa rappresenta? Laccurato lavoro nei campi Come è rappresentato? Colori : caldi, freddi Luce : naturale Spazio : prospettiva centrale

34 EDUCZIONE AL LAVORO- SILVESTRO LEGA 1863 Cosa rappresenta? Linsegnamento di una madre alla propria figlia a lavorare Come è rappresentata? Colori: freddi, caldi Luce: naturale,tenue Spazio : prospettiva centrale

35 CAVALLERIA RUSTICANA Scritta da Giovanni Verga musiche di Pietro MascagniPietro Mascagni Santuzza, ragazza paesana Soprano Lola, moglie di Alfio Mezzo-soprano Lucia, madre di Turiddu Contralto Turiddu, giovane soldato Tenore Alfio, marito di Lola Baritone La scena si svolge in un paese siciliano. Turiddu era fidanzato con Lola alla quale aveva promesso lamore eterno. Turiddu parte per il servizio militare e Lola sposa Alfio. Ritornato Turiddu si fidanza con Santuzza, anche se va in cerca di Lola. Santuzza venutolo a sapere lo racconta a Lucia,madre di Turiddu, in seguito anche Alfio lo scopre per mano di Santuzza. A fine messa di Pasqua Alfio sfida Turiddu a duello, il quale prima di combattere saluta sua madre affidandogli Santuzza. Durante il combattimento Alfio a la meglio e Turiddu muore.

36 FRANCAIS Elle est née en Pologne en 1867,elle arrive en France à lge de 24 ans. Elle à dédiée sa vie à la recherche scientifique en faisant des découvertes très importantes pour le progrès de la phisique et de la médicine. Marie épouse en 1895 Pierre, un professeur de physique. Ensamble, ils vont étudier les rayons que dégagent certains minerais duranium. Pierre meurt en avril 1906 écrasé par une voiture à cheval, Marie alors deivent la première femme professeur à la Sorbonne. Elle continue ses travaux et en 1911 elle reçoit un deuxième prix Nobel. Marie Curie meurt en effet en 1934 dune leucémie, due à une exposition prolongée aux radiations. Un billet de 500 francs à leffigie delle et de son mari est émis. MARIE CURIE: UNE VIE POUR LA SCIENCE

37 LARGENT DE POCHE MENSUEL Les jeunes Européens…Et largent de poche Français22 euros Belges34 euros Allemands34 euros Italiens42 euros Portugais59 euros Quand on a entre 14 et 15 ans, on commence à avoir envie de dépenser! Les sorties avec les amis, le téléphone, le scooter…cest nest pas facile de demander de largent aux parents: pour être plus autonomes, beaucoup cherchent des petits boultos.

38 NELLE FILANDE Avevano le dita più piccole degli adulti e quindi riuscivano meglio nel lavoro INVENZIONI Congegni a rulli Spoletta volente Avevano poco tempo per mangiare Mentre mangiavano pulivano le macchine spente

39 PIETRO MASCAGNI Pietro Mascagni (Livorno, 7 dicembre 1863 – Roma, 2 agosto 1945) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano. Nel 1882 partì per Milano, superò l'esame d'ammissione al Conservatorio e cominciò a frequentare l'ambiente artistico milanese. Qui conobbe Giacomo Puccini e Amilcare Ponchielli. Il suo rapporto coll'ambiente del conservatorio, però, non tardò a farsi critico. Dopo un diverbio col direttore, Mascagni si risolse d'abbandonare sia l'Istituto che gli studi di musica. Nel luglio del 1888 s'iscrisse ad un concorso indetto dalla casa editrice Sonzogno, per un'opera in un singolo atto. Mascagni scelse come argomento la novella Cavalleria rusticana di Giovanni Verga. Come librettisti il livornese, ed amico personale, Giovanni Targioni-Tozzetti ( ) e Guido Menasci( ). Altre opere: L'amico Fritz, Iris, In filanda, Alla gioia, Pater Noster, Elgia, Ave Maria, La sinfonia.

40 LENERGIA Lenergia è la capacità di compiere un lavoro Il lavoro si misura in Joule : 1J = 1N x 1m (1newton x 1 metro) 1N= 1kg x 9.8 m/s² cineticapotenzialesolare nucleare chimica elettrica NELLUNIVERSO LENERGIA NON SI CREA NÈ SI DISTRUGGE, MA SI TRASFORMA (Primo principio della dinamica) NON È POSSIBILE COSTRUIRE UNA MACCHINA TERMICA CHE TRASFORMI TUTTO IL CALORE A DISPOSIZIONE IN LAVORO (Secondo principio della dinamica) magnetica

41 ENERGIA NUCLEARE Con lespressione energia nucleare si intendono tutti quei fenomeni in cui si ha la produzione di energia in seguito a trasformazioni nei nuclei atomici.

42 ENERGIA SOLARE Per energia solare si intende l'energia, termica o elettrica, prodotta sfruttando direttamente l'energia irraggiata dal Sole (fonte rinnovabile) verso la Terra. il pannello solare termico Pannello solare a concentrazione Pannello fotovoltaico

43 ENERGIA ELETTRICA è un movimento continuo di cariche elementari cioè un flusso di elettroni Tensione:V (Volt), Resistenza:Ω (Ohm), Potenza:W (Watt), T = W/R W = R x T R = W/T La conduzione elettrica di un filo conduttore è direttamente proporzionale alla sua lunghezza e inversamente proporzionale alla sua sezione. Inoltre essa dipende anche dal materiale di cui il filo è fatto.

44 ENERGIA CHIMICA Durante le reazioni chimiche viene assorbito e ceduto calore carbonio corpo

45 MAGNETISMO Le cariche opposte si attraggono Esempio: La luna,come un magnete, influisce sul mare

46 LABORATORIO DI STORIA NOBEL, INVENZIONI E SCOPERTE

47 LA SOCIETÀ POST-INDUSTRIALE QUANDODA DOVE NASCECARATTERISTICHE GENERALI Grande importanza data alla ricerca di base Grande importanza data alla ricerca applicata OBIETTIVO Incrementare le conoscenze sul mondo Creare invenzioni a partire dalla conoscenza scientifica CAMBIAMENTO DELLA VITA Fine SettecentoGran Bretagna

48 I BREVETTI QUANDOSONOSCOPO a partire dal 1474 Attestati concessi da appositi uffici con cui si dichiara che lautore di uninvenzione o di una scoperta industriale ne ha la proprietà e lesclusiva per un determinato tempo Tutelare gli inventori

49 IL PERCORSO DIFFICILE DI UNINVENZIONE SCOPERTA SCIENTIFICA Dilettanti, mezzi di fortuna Processo lungo che avanza progressivamente APPLICAZIONE TECNOLOGICA Non è sufficiente avere unidea giusta Spesso passa molto tempo dalla sua diffusione ESEMPIO Erone era riuscito nel I° secolo d.C. ad intuire che il vapore produceva energia ma solo nel XVIII secolo la sua teoria ebbe unapplicazione pratica

50 COCA-COLA NASCE COME SCIROPPO PER IL MAL DI TESTA DIVENTA BIBITA DOPO ESSERE STATA DILUITA CON ACQUA GASSATA INVENTORE : John Pemberton Georgia (U.S.A.), 1886

51 IL PRIMO AEREO PILOTATO DIRETTAMENTE DAI SUOI INVENTORI NASCE LAREONAUTICA INVENTORI: fratelli Wright (Coloraina, (U.S.A.), 1903)

52 IL COMPUTER SI CHIAMAVA ERIAC PARTI ELETTRONICHE E NON MECCANICHE 180 m² INVENTORI: poligono missilistico di Aberdeen (USA, 1946)

53 Primo mammifero clonato Nasce la pecora Dolly INVENTORE: Ian Wilmut (Edimburgo (Inghilterra), 1996)

54 Alcune invenzioni made in USA INVENZIONE O SCOPERTA ANNOAUTORE, RICONOSCIEMN TI Carte di credito19550Società Diners Club, Usa Trapianto di rene1954Joseph Murray,chirurgo, Usa Satellite artificiale1958W.Von Braun,ingeniere tedesco ma trasferito negli Usa

55 Cd-roms1985Usa Robot che opera un uomo 1992Società Pioneer,Usa Isolamento del virus dellAIDS 1983Barrè- Sinoussi, Chermann e Montaginer,ric ercatori, Francia

56 DISPLAY FLESSIBILE Una novità anche ecologica: una nota di HP dice infatti che per costruire lindistruttibile display ci vorranno il 90 per cento in meno di materiali rispetto a un display tradizionale. E, inoltre, per funzionale questo display dovrebbe consumare molta meno energia. Una novità che parte dallaccordo di LG e HP, che formano la nuova associazione, LP Displays.

57 CUCITRICE 2.0 Ci sono fior di elettrodomestici che hanno subito unevoluzione pazzesca con lavvento della tecnologia elettronica. Basti pensare ai frigoriferi o alle televisioni, ma ci sono ancora applicazioni quasi del tutto inesplorate come la Macchina da Cucito. Per il 2009 è in arrivo una versione davvero innovativa.

58 NOKIA HIPS Se vi sembra uninvenzione tratta da un futuro molto lontano e fantascientifico, vi sbagliate di grosso. Il futuro in questo caso è già arrivato. E ad inventarlo è stato un gruppetto di ragazzi universitari dellateneto di Pescara. Altro che la videochiamata, noi siamo andati oltre. Come in Star Trek, questi studenti hanno inventato il telefono che trasmette lologramma della persona con la quale si sta parlando. Parlare al telefono con unimmagine tridimensionale è molto inquietante, ma può rivelarsi utile. Ad esempio per quelle famiglie che vivono separate o per riunioni di lavoro a distanza. Sembra tutto più reale.

59 Apple o Kane Kramer? Se pensate che liPod, il celebre lettore Mp3 che ha rivoluzionato il modo di ascoltare la musica quando non si è in casa, sia stato inventato dalla Apple, vi sbagliate di grosso. Il colosso, infatti, si è limitato a rilevare un brevetto scaduto, facendolo diventare il suo prodotto di punto. E per linventore, il vero inventore, Kane Kramer, neanche una ricompensa!


Scaricare ppt "Il mondo del lavoro Unità di apprendimento interdisciplinare Classe III B a.s. 2008-2009."

Presentazioni simili


Annunci Google