La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UOVA “Uova in guscio di gallina, di anatra, di oca, di tacchina, di gallina faraona e di quaglia, adatte al consumo umano o all’utilizzazione nell’industria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UOVA “Uova in guscio di gallina, di anatra, di oca, di tacchina, di gallina faraona e di quaglia, adatte al consumo umano o all’utilizzazione nell’industria."— Transcript della presentazione:

1 UOVA “Uova in guscio di gallina, di anatra, di oca, di tacchina, di gallina faraona e di quaglia, adatte al consumo umano o all’utilizzazione nell’industria alimentare, escluse le uova rotte, le uova incrinate e le uova cotte” Quando la dicitura “uova” non è accompagnata dalla denominazione di specie, ci si riferisce alle uova di gallina

2 UOVA Le uova di gallina rappresentano la quasi totalità delle uova presenti in commercio. L’introduzione di uova stimata in Italia è pari a 14.3g/die/procapite. Il quantitativo sale se si tiene conto di quelle ingerite attraverso prodotti alimentari quali dolci, pasta all’uovo, creme, maionese.

3 Regolamento (CE) N. 1028/2006 Classificazione in base alla qualità e al peso A “fresche”, solitamente vendute per il consumo diretto B “di seconda qualità o conservate” C “declassate, destinate alle aziende riconosciute per la produzione di ovoprodotti”.

4 Regolamento (CE) N. 557/2007 Caratteristiche di qualità delle uova di Categoria A Guscio e cuticola forma normale, puliti, intatti; Camera d'aria Altezza non superiore a 6 mm, immobile. Per le uova commercializzate con la dicitura “Extra” non deve superare i 4 mm. Tuorlo Visibile alla speratura solo come ombratura, senza contorno apparente, leggermente mobile in caso di rotazione dell’uovo ma con ritorno in posizione centrale. Albume Chiaro, traslucido Germe Sviluppo impercettibile Corpi estranei Non ammessi Odori atipici Non ammessi

5 Speratura delle uova

6 Nella categoria B rientrano le uova che non presentano le caratteristiche qualitative della tabella precedente. Le uova appartenenti alla categoria A che perdano le proprie caratteristiche possono essere declassate nella categoria B. Regolamento (CE) N. 557/2007 Caratteristiche di qualità delle uova di Categoria B

7 Le uova della categoria A:  non devono essere lavate o pulite né prima né dopo la classificazione.  non devono subire alcun trattamento di conservazione  non devono essere refrigerate in locali o impianti in cui la temperatura è mantenuta artificialmente al di sotto di 5° C. Non sono considerate refrigerate le uova che sono state mantenute ad una temperatura inferiore a 5° C durante il trasporto, di una durata massima di 24 ore, oppure nel locale in cui è praticata la vendita al dettaglio o in locali adiacenti, per una durata massima di 72 ore.

8 XL — grandissime≥ 73 g; L — grandi ≥ 63 g < 73 g M — medie ≥ 53 g < 63 g S — piccole< 53 g Regolamento (CE) N. 557/2007 Classificazione delle uova della categoria A in base al peso La classificazione in base al peso non è richiesta per le uova destinate all'industria (alimentare e non alimentare).

9 La camera d’aria si forma dopo la deposizione, per raffreddamento (da 40 °C a T ambiente) La camera d’aria aumenta di volume man mano che l’uovo invecchia. L’aumento è dovuto alla perdita di acqua, con perdita di peso e dipende dalle condizione di stoccaggio : tempo, temperatura e umidità,

10 Categorie delle uova Freschezza Categoria extra A uova freschissime (camera d’aria < 6mm) Categoria A, uova fresche (camera d’aria > di 6 mm) Categoria B, uova destinate all’industria 10

11 Le uova: tipologia dall’allevamento Il colore del tuorlo dipende dall’alimentazione degli animali Le uova in vendita hanno una data di scadenza e sulla confezione è indicata la tipologia di allevamento: 0 = allevamento biologico; 1= allevamento all’aperto; 2 = allevamento a terra; 3 = allevamento in batteria 11

12 Le uova: composizione 12

13 Il guscio 13 La parte non edibile. Sottile, fragile, poroso Colorazione del guscio dipende dalla varietà delle galline Peso: 5-7 g Minerali (94%) :MgCO 3 e Ca 3 (PO 4 ) 2 proteine (4%) acqua (1%)

14 Il guscio 14 Costituisce una barriera protettiva anche nei confronti delle aggressioni microbiche Consente gli scambi respiratori attraverso i pori Rappresenta una riserva di calcio per lo scheletro del pulcino, riducendosi in spessore durante l’incubazione

15 Il guscio 15 E’ strutturato in + strati: Cuticola esterna (10-30 µm): di natura organica, contenente un proteina simile al collagene, che viene eliminata col lavaggio Strato calcareo (guscio vero e proprio): cristalli di calcite che si insinuano in un reticolo proteico Membrana testacea: separa il guscio dall’albume

16 UOVA: Composizione

17 strato fluido esterno; strato denso; strato fluido interno; strato calazifero Lo strato + denso avvolge il tuorlo fibre di mucina attorcigliate Si inseriscono ai 2 poli e mantengono il tuorlo sospeso calaze L’albume

18 Acqua: principale costituente Proteine: principale costituente della sostanza secca Minerali: piccole quantità Na, K, S Fe, Ca, P Vitamine del gruppo B Glucidi: piccole quantità Glucosio libero galattosio e mannosio nelle glicoproteine L’albume

19 Proteine dell’albume % Ovalbumina54 Conalbumina13 Ovomucoide11 Ovoglobulina8 Lisozima3.5 Ovomucina1.5 Flavoproteina0.8 Avidina0.05

20 Proteine dell’albume Ovalbumina: glicoproteina acida, ricca in a.a. solforati, Leu e Ile Conalbumina: glicoproteina acida, ricca in a.a. Lys e Tyr. Fissazione del ferro Denaturano al calore responsabili della formazione del coagulo

21 Proteine dell’albume Ovomucoide: glicoproteina (25% di glucidi) acida, ricca in a.a. solforati. Inibitore della tripsina Ovoglobulina: glicoproteina acida, potere schiumogeno Lisozima: proteina semplice, ricca in a.a. solforati, potere schiumogeno. Attività battericida (idrolizza le pareti dei batteri)

22 Proteine dell’albume Ovomucina: glicoproteina acida, è localizzata negli strati densi, stabilizza la schiuma Avidina: glicoproteina basica, contiene Val Inibisce l’assorbimento di vitamina B8

23 ALLERGENI delle UOVA L’ovomucoide può scatenare reazioni allergiche anche gravi, sia con uovo crudo che cotto, in soggetti ad esso sensibilizzati. Nei 2/3 dei casi l’allergia si presenta nella prima infanzia e scompare con la crescita, ma si potrebbe conservare per tutta la vita. L’ovalbumina è responsabile di gravi crisi allergiche se l’uovo è ingerito crudo.

24 Il lisozima è una piccola molecola, parzialmente termoresistente, la quale resiste al trattamento al calore 80°C per 2 minuti, anche se può essere inattivata a temperature più basse e a pH elevati. Esso rappresenta un allergene minore dell’uovo, ma, dal momento che viene aggiunto come additivo in alcuni cibi, farmaci e prodotti dell’industria (allergene nascosto), può essere causa di reazioni avverse in soggetti sensibilizzati. ALLERGENI delle UOVA

25

26 Tuorlo Il tuorlo è un’emulsione in acqua di lipidi legati a proteine E’ racchiuso in una membrana (la membrana vitellina), costituita da 2 strati: quello interno viene depositato a livello dell’ovario quello esterno è prodotto dall’ovidutto

27 Tuorlo Il tuorlo è formato da strati concentrici di: vitello bianco (ricco di lipidi) vitello giallo (ricco di proteine)

28 Tuorlo: composizione 48 % acqua 52 % sostanza secca Centrifugazione del tuorlo: 22% granuli e 78% plasma 2 % lipidi, minerali, carobidrati 50 % Proteine e lipoproteine Plasma (38%)+ Granuli (12%)

29 Proteine del tuorlo lipovitelline (33%) HDL (20% lipidi) plasma e granuli Livetine (30%) proteine plasmatiche LDL (27%)proteine plasmatiche Fosvitina (8.5%) proteine plasmatiche

30

31

32

33 Proprietà nutrizionali L’uovo è una fonte bilanciata di nutrienti essenziali Ha un contenuto energetico di 68 kcal/uovo (52 tuorlo e 16 albume) Albume + tuorlo 74 – 76 % acqua % proteine 8-9 % lipidi % glucidi 0.8-1% minerali

34

35 Proteine Le proteine dell’albume hanno una bassa digeribilità (51%) se consumate crude, a causa dell’attività anti-tripsinica dell’ovomucoiode La cottura coagula le proteine, facilita la proteolisi e distrugge il legame avidina-biotina Le proteine del tuorlo sono ben digerite anche crude. La cottura eccessiva ne peggiora al digeribilità

36 Lipidi I lipidi sono concentrati nel tuorlo. Sono facilmente digeribili perché si trovano allo stato di emulsione Tgs digeribilità 98% Fosfolipidi digeribilità 90% Fosfatidilcolina (70%) e fosfatidiletanolammina (14%)

37 Acidi grassi % Lipidi totali8.7 Tgs5.57 Fosfolipidi2.61 colesterolo0.37 Acidi grassi saturi3.14 Acidi grassi monoinsaturi 2.58 Acidi grassi polinsaturi 1.26 Acido oleico 2.35 Acido linoleico 1.06 Acido linolenico 0.04 Acido arachidonico 0.16 Acido palmitico 1.90 Acido palmitoleico 0.23 Acido stearico 1.21 Polinsaturi/saturi = 0.7 (raccomandato 0.35)

38 Acidi grassi L’alimentazione della gallina non influenza il contenuto lipidico totale L’alimentazione della gallina influenza la composizione in acidi grassi dei lipidi Il profilo degli acidi grassi può essere manipolato con la dieta della gallina

39 Acidi grassi Impiegando nell’alimentazione della gallina diete contenenti olio di soia o mais, si innalza il livello di acido linoleico Impiegando nell’alimentazione della gallina diete contenenti olio di lino, si innalza il livello di acido linolenico

40 Acidi grassi Impiegando nell’alimentazione della gallina diete contenenti olio di pesce, si innalzano i livelli di EPA e DHA e parallelamente una sensibile diminuzione di acido arachidonico Si ottiene un rapporto n-6:n-3 3 : 1 (Consigliato 5-6 : 1)

41 Colesterolo Il contenuto di colesterolo delle uova è circa 370 mg per 100 g di parte edibile Livello + basso rispetto al passato Selezione per l’aumento della produzione Diminuzione del peso del tuorlo per singolo uovo e di conseguenza di colesterolo

42 Colesterolo La quantità di colesterolo nell’uovo rimane alta Nell’uomo solo 20% del colesterolo ematico è di origine alimentare No relazione tra l’assunzione di colesterolo dalla dieta e l’incidenza delle CVDs Il consumo di 2 uova al giorno non aumenta il colesterolo plasmatico per effetto dei fosfolipidi che innalzano HDL

43 Minerali L’uovo è con il latte l’alimento + ricco in fosforo assimilabile 1 uovo contiene + di 1 mg ferro Concentrazione bassa di Na Carente di calcio Oligoelementi nel tuorlo

44 Vitamine L’uovo è una buona fonte di vitamine ad eccezione della vit. C Vitamine liposolubili nel tuorlo 1 uovo copre fino al 50% fabbisogno vit. A contenuto in vit. D secondo solo all’olio di fegato di pesce Vitamine gruppo B nell’albume e nel tuorlo


Scaricare ppt "UOVA “Uova in guscio di gallina, di anatra, di oca, di tacchina, di gallina faraona e di quaglia, adatte al consumo umano o all’utilizzazione nell’industria."

Presentazioni simili


Annunci Google