La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Leadership alcune definizioni e principi Il significato di Leadership La parola LEADER compare nel XIII sec. Mentre LEADERSHIP compare nella prima.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Leadership alcune definizioni e principi Il significato di Leadership La parola LEADER compare nel XIII sec. Mentre LEADERSHIP compare nella prima."— Transcript della presentazione:

1

2 La Leadership alcune definizioni e principi

3 Il significato di Leadership La parola LEADER compare nel XIII sec. Mentre LEADERSHIP compare nella prima metà del XIX sec., per indicare linfluenza politica e il controllo del Parlamento Inglese. Il verbo inglese TO LEAD significa CONDURRE (dal latino CUM = Insieme e DUCERE = Tirare, Trarre). Nellantico Germanico, da cui il verbo deriva, il significato principale era ANDARE, etimologicamente TO LEAD è ANDARE PER PRIMO

4 Lessenza della Leadership Tra le altre definizioni di Leader è certamente essenziale (in ogni senso) quella di Peter Drucker: LEADER E QUALCUNO CHE HA FOLLOWER

5 Una proposta di definizione (Quaglino 2005) Guidare/Condurre i propri Uomini, la propria Squadra, verso il raggiungimento dei risultati … + E CONSEGUIREAVERE UN SEGUITO

6 La differenza tra Manager e Leader (Quaglino 2005) MANAGER Ha una visione focalizzata Si occupa del COME Punta sul controllo Si occupa della gestione della stabilità e del presente LEADER Ha una visione ampia Si occupa del COSA e del PERCHE Muove verso gli obiettivi Pensa in termini di innovazione e sviluppo futuri

7 Management o Leadership? (Quaglino 2005) MANAGEMENT Pianificare e gestire Organizzare Controllare e risolvere i problemi Management è venire a patti con la complessità LEADERSHIP Stabilire la direzione Coinvolgere le persone Motivare Leadership è affrontare il cambiamento

8 La forza della Leadership è data dalla forza della sua Fellowship (Bennis 1999) Warren Bennis riconosce negli uomini dellorganizzazione legati saldamente ai Top leader da unalleanza creativa, la vera forza del cambiamento: Una Leadership esemplare è impossibile senza la compresenza, liniziativa e la cooperazione dei Follower

9 Il compito del Leader (Goleman, Boyatzis, McKee 2002) Il compito fondamentale del Leader è quello di innescare sentimenti positivi nelle persone che gestisce. Nella sua essenza, quindi, il compito fondamentale della Leadership è di natura emozionale

10 La fusione di cuore e mente, Intelletto ed emozioni (Goleman, Boyatzis, McKee 2002) In genere consideriamo le capacità intellettuali e la chiarezza del pensiero come le caratteristiche che portano lindividuo sulla soglia della Leadership. Senza queste abilità fondamentali non è consentito laccesso. Tuttavia lintelletto da solo non fa un Leader: i Leader realizzano unidea motivando, guidando, ispirando, ascoltando, convincendo e, soprattutto creando risonanza. I Leader fissano lo standard emotivo del gruppo.

11 La Leadership Risonante (Goleman, Boyatzis, McKee 2002) Lorigine della parola RISONANZA deriva dal latino RESONARE, ovvero RISUONARE. Il dizionario definisce la parola risonanza come un fenomeno fisico grazie al quale un suono viene rafforzato o prolungato per riflessione o, più specificatamente, per vibrazione sincrona. La risonanza è labilità del Leader a orientare le emozioni del gruppo in senso positivo, facendo emergere il meglio di ciascuno e quando il gruppo si muove allunisono con lentusiasmo e lenergia del capo. Quanto maggiore è la risonanza tra le persone, tanto meno statiche saranno le loro interazioni. Labilità del leader nel gestire e orientare tali emozioni in modo da guidare il gruppo verso il raggiungimento dei suoi obiettivi dipende dal livello di Intelligenza Emotiva.

12 La Leadership Dissonante (Goleman, Boyatzis, McKee 2002) I leader creano dissonanza quando non riescono a interpretare in modo accurato le emozioni del gruppo né a stabilire un rapporto di empatia con i suoi membri e inviano quindi messaggi inutilmente angosciosi. La sofferenza collettiva che ne risulta diventa la principale preoccupazione del gruppo, distraendolo e impedendogli di concentrarsi come dovrebbe sul messaggio del leader o sulla sua missione.

13 Miglioramento Performance Relazioni più efficaci Intelligenza Emotiva

14 LEADERSHIP GUIDA SFIDA Ascolto Esempio Cura Generosità Fiducia Apertura Risolutezza Cambiamento Visione Motivazione Le Competenze della Leadership Quaglino 2006

15 L Intelligenza emotiva

16 Domina i tuoi sentimenti, altrimenti i tuoi sentimenti ti domineranno. (primo secolo, AC)

17 vs ?

18 Intelligenza razionale e Intelligenza emotiva I sistemi neurali responsabili della razionalità e delle emozioni sono separati, ma strettamente interconnessi e consentono linterazione tra pensiero e sentimento. Le emozioni sono però in realtà più potenti dellintelletto e sono in grado, nelle situazioni di emergenza, di impossessarsi del resto del cervello. Diventa quindi indispensabile essere consapevole delle proprie emozioni e saperle gestire e controllare.

19 Cosa non è lIntelligenza Emotiva Non è essere carino… Non è essere emotivo Non è la personalità Non è lopposto dellintelligenza razionale

20 L intelligenza emotiva è l abilità di identificare le emozioni; di accedere e utilizzare emozioni in modo da aiutare il pensiero; di comprendere le emozioni e la pratica emotiva; e gestire riflessivamente le emozioni così da promuovere la crescita emozionale ed intellettuale. Salovey & Mayer, 1999

21 COS È LEQ? DEFINIZIONE PRATICA L intelligenza emotiva è la capacità di creare relazioni ottimali con se stessi e con le altre persone.

22 I 6 PRINCIPI DELLINTELLIGENZA EMOTIVA Le emozioni sono informazioni Possiamo provare a ignorare le emozioni, ma non funziona! Possiamo provare a nascondere le emozioni, ma non siamo così bravi come pensiamo di essere… Le decisioni devono incorporare le emozioni per essere efficaci Le emozioni seguono sequenze logiche: bisogna imparare a conoscerle Le emozioni sono universali ma esistono diverse specificità

23 Comprendere le emozioni Il saper leggere le emozioni è il mattone su cui si basa lIntelligenza Emotiva. Percepire e interpretare in maniera accurata linformazione emotiva è la chiave per usare, comprendere e gestire le emozioni.

24 CIO CHE QUIDA IL COMPORTAMENTO COMPORTAMENTOCONOSCIUTO SCONOSCIUTO

25 Il modello di Plutchik

26 Pauracorri, cè un pericolo Rabbialotta! Tristezzaaiutami sono ferito Disgustonon posso mangiare questa cosa, è veleno! Interesseguardiamoci attorno ed esploriamo Sorpresastai attento! Approvazionestai con il gruppo per la tua sicurezza Gioiacooperiamo, rifacciamolo Il valore delle Emozioni per la sopravvivenza David Caruso e Peter Salovey

27 Usare lIntelligenza Emotiva significa unire efficacemente pensieri ed emozioni per poter prendere la decisione migliore

28 Tronco cerebrale Corteccia cerebrale Sistema Limbico

29 Perché avviene la reazione Il sistema emozionale si occupa interamente della sicurezza. Quando qualcosa ci minaccia, il nostro corpo si attiva predisponendosi alla sopravvivenza.

30

31

32 Il sistema limbico Il sistema limbico controlla: Le emozioniLe emozioni La memoria a lungo termineLa memoria a lungo termine LattenzioneLattenzione Il coordinamento dei movimentiIl coordinamento dei movimenti Ed è 80 mila volte più veloce della neocorteccia80 mila volte più veloce della neocorteccia

33 Il ciclo della reazione PREPARAZIONE INTERPRETAZIONE ESCALATION evento scatenante reazione stato

34 Escalation

35 Navigare le emozioni Alle persone viene spesso detto di controllare le proprie emozioni, di sopprimere sentimenti come rabbia, gioia o paura e di tagliarli fuori dal processo decisionale, ma i sentimenti forniscono consapevolezza, energia e sono la base vera per quasi tutte le decisioni.

36 Trovare la motivazione intrinseca La motivazione intrinseca è una forza o spinta che viene dallinterno (come un commitment personale) – il contrario della motivazione estrinseca che proviene da un'altra persona (come lelogio o le politiche di compensation). Non cè niente di sbagliato nel cercare di guadagnare una ricompensa esterna, ma occorre ricordare che la motivazione durevole e lenergia provengono da una spinta interna. Le emozioni sono la chiave per sviluppare e intercettare le nostre motivazioni interiori.

37

38

39 Che cosè lo Stress? lLo Stress è la risposta o la reazione del tuo corpo e della tua mente a un evento, cambiamento o minaccia reali o immaginati lLevento, il cambiamento o la minaccia sono comunemente chiamati Stressor. Gli Stressor possono essere interni (pensieri, credenze, atteggiamenti mentali) o esterni (perdita, tragedia, cambiamento)

40 Cosè lo Stress? Lo stress è la risposta del nostro organismo alle sollecitazioni dellambiente Il livello di stress dipende dallintensità e dalla durata della sollecitazione oltre che dalla nostra capacità di farle fronte Lo stress è derivato dalla nostra percezione dellevento, e non levento in quanto tale Lo stress drena energie e logora lorganismo

41 Livelli di Stress EUROSTRESS Si parla di Eurostress o di stress positivo quando il tuo livello di stress è alto abbastanza da motivarti a entrare in azione affinchè tu raggiunga il tuoi obiettivi

42 Livelli di Stress DISTRESS Si parla di Distress o di stress negativo quando il tuo livello di stress è o troppo alto o troppo basso e il tuo corpo e la tua mente cominciano a rispondere negativamente agli Stressor

43 Strategie di controllo dello Stress Stare bene con se stessi è una buona base di partenza contro lo stress. Eliminare le preoccupazioni non necessarie. Molte preoccupazioni sono o già state superate o evocate nella nostra immaginazione STRATEGIE FISICHE Rilassare spalle e collo Fare esercizi di stretching Fare un massaggio Fare esercizio fisico

44 Strategie di controllo dello Stress STRATEGIE MENTALI Fare una pausa di 6 secondi… Cambiare I tuoi pensieri Fantasticare Apprezzarti Contemplare Pensare al tuo obiettivo a lungo termine

45 Strategie di controllo dello Stress STRATEGIE CHE COINVOLGONO IL CORPO E LA MENTE INSIEME Fare una meditazione quotidiana Prendere una vacanza Ridere Sperimentare tecniche di rilassamento Fare Yoga Giocare SVILUPPARE NUOVE CAPACITA Dare una priorità ai compiti quotidiani Impararare qualcosa Praticare un hobby

46

47 Come mi vedo ioCome mi vedono gli altri

48

49

50

51


Scaricare ppt "La Leadership alcune definizioni e principi Il significato di Leadership La parola LEADER compare nel XIII sec. Mentre LEADERSHIP compare nella prima."

Presentazioni simili


Annunci Google