La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema Gestione Sicurezza Lincontro di stasera: 1. Una Metanoia 2. La rete: opportunità formativa e visione olistica 3. Strumento di ricerca: Ricerca-azione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema Gestione Sicurezza Lincontro di stasera: 1. Una Metanoia 2. La rete: opportunità formativa e visione olistica 3. Strumento di ricerca: Ricerca-azione."— Transcript della presentazione:

1 Sistema Gestione Sicurezza Lincontro di stasera: 1. Una Metanoia 2. La rete: opportunità formativa e visione olistica 3. Strumento di ricerca: Ricerca-azione 4. Strumento di azione: Analisi SWOT

2 Sistema Gestione Sicurezza Produrre una METANOIA: Μετανοεν = penso oltre Cambiamento del punto di vista Un nuovo sguardo che produce buone prassi.

3 Sistema Gestione Sicurezza La rete: opportunità formativa e visione olistica Per: i ragazzi i ragazzi per apprendere competenze e comportamenti nuovi e acquisire nuovi stili di vita, per essere cittadini competenti e critici lintero personale lintero personale: D.S. Docenti, ATA nei confronti del quale, a diversi livelli di competenza e di responsabilità, sono stati proposti gli stessi obiettivi. rete dare nuovi stimoli alla rete di scuole e di agenzie della provincia di Firenze: occasione per condividere un sistema educativo condiviso la scuola: la scuola: modello culturale e educativo impostato sulla sicurezza

4 Sistema Gestione Sicurezza La rete: opportunità formativa e visione olistica La rete è il frutto di una visione olistica: non è riducibile alla somma dei suoi aggregati Linsieme è diverso e maggiore della somma delle parti

5 Sistema Gestione Sicurezza La rete: opportunità formativa e visione olistica Nuova metodologia educativa delle future generazioni fondata sulla sicurezza Sicurezza = Legalità: modo corretto di essere cittadini. Rispetto di sé e degli altri, dei beni collettivi materiali e immateriali

6 Sistema Gestione Sicurezza Input istituzionali - regolamento per lapplicazione del Decr. Leg.vo n°81 Linformazione, la formazione e laddestramento costituiscono efficaci strumenti di prevenzione, elementi fondamentali per lattiva partecipazione da parte di ciascun lavoratore al sistema di gestione della salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché precisi obblighi per tutti i soggetti rispettivamente coinvolti.

7 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione È un modo di concepire la ricerca che si pone l'obiettivo non tanto di approfondire determinate conoscenze teoriche, ma:ricerca di analizzare una pratica relativa ad un campo di esperienza (nel nostro caso, la pratica educativa); da parte di un attore sociale ( scuole aderenti al progetto RAP e alla Rete); con lo scopo di introdurre, nella pratica stessa, dei cambiamenti migliorativi (Nuovi stili di vita circa la sicurezza) in essa i ricercatori sono gli attori stessi del cambiamento che intendono produrre (lintero organico delle scuole che aderiscono).

8 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione prevede collaborazione e confronto fra ricercatori e attori: unalleanza sia nella fase di definizione del problema, sia nella gestione della concreta attività di ricerca; La ricerca non è neutrale, ma diventa agente di cambiamento e di emancipazione sociale; lo scopo non è ampliare le conoscenze, ma risolvere problemi che si presentano in un contesto lavorativo o sociale; l'attenzione al contesto ambientale e alle dinamiche sociali, intese sia come possibili elementi del problema che come risorse per il cambiamento; l'attenzione alla dimensione formativa della ricerca; la circolarità fra teoria e pratica.

9 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione RICERCA CLASSICA 1. Tende alloggettività assoluta 2. Ricerca leggi, costanti e invarianti 3. E ipotetico-deduttiva 4. Separa il soggetto che ricerca dalloggetto ricercato per essere neutrale 5. Intende stabilizzare il cambiamento 6. Tende a d essere monodisciplinare RICERCA-AZIONE 1. Postula un atteggiamento scientifico-partecipativo che lega soggetto e oggetto e li pone in relazione di mutamento e, insieme, di connessione reciproca e interpretativa 2. Fissa tattiche, strategie, processi 3. E prasselogica e immaginativa 4. Punta al cambiamento 5. Einterdisciplinare 6. Connette quantitativo e qualitativo 7. Si oppone alla separazione tra teoria e prassi.

10 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione In breve la ricerca-azione è scientifico- partecipativa e segue un iter che potremmo sintetizzare: Identificare problemi Formulare una o più ipotesi Applicare le ipotesi ai contesti Valutare il cambiamento Passare alla Istituzionalizzazione/diffusione dei risultati ottenuti.

11 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione Le parole chiave della ricerca – azione complessità (attenzione a tutte gli aspetti di un fenomeno e a tutte le dimensioni dell'essere umano), ascolto sensibile (basato sull'empatia) ricercatore collettivo (il soggetto della ricerca è costituito dal ricercatore e da tutti gli attori implicati), cambiamento (scopo della ricerca non è la conoscenza, ma l'introduzione di cambiamenti migliorativi in una pratica), negoziazione del conflitto, processo autorizzazione ( diventare autore di se stesso per appropriarsi della propria esistenza).

12 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di ricerca: Ricerca-azione La spirale della ricerca-azione INDIVIDUARE CHIARIRE PROGETTARE AGIRE RIVEDERE

13 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT L' analisi SWOT, conosciuta anche come Matrice TOWS, è uno strumento di pianificazione strategica usato per valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto o in ogni situazione in cui un'organizzazione o un individuo deve prendere una decisione per raggiungere un obiettivo. pianificazione strategicaprogetto

14 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Si basa su una matrice divisa in quattro campi, dedicati rispettivamente ai punti forza (strenghts) debolezza (weaknesses), opportunità (opportunities) minacce (trhreats).

15 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Prima fase: Costituzione del gruppo di lavoro che sia rappresentativo delle componenti presenti nellIstituto ricognizione del contesto: costruzione degli indicatori e dei servizi da erogare e identificazione dei principali trend e problematiche; Seconda fase: identificazione delle possibili azioni in relazione alle principali problematiche evidenziate; Terza fase: analisi del contesto esterno e identificazione delle opportunità e delle minacce

16 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Quarta fase: analisi del contesto del programma e identificazione dei fattori, anche solo parzialmente sotto il controllo del gestore del programma, che possono agevolare o ostacolare lo sviluppo Quinta fase: classificazione/selezione delle azioni in base alla loro rilevanza: identificazione di linee guida strategiche che siano in grado di ridurre i problemi di sviluppo: facendo leva sui punti di forza, riducendo quelli di debolezza massimizzando le opportunità e minimizzando le minacce, Sesta fase: giudicare la rilevanza di una strategia già attuata o pianificata (verifica rilevanza degli interventi rispetto agli elementi di contesto -SWOT)

17 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT La Matrice dellanalisi SWOT Punti di forza OpportunitàMinacce Punti di debolezza Fonti interne (controllabili) Fonti esterne (non controllabili)

18 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Le SWOT sono utilizzate come input per la generazione di possibili strategie creative, tramite la domanda e la risposta date a ciascuna delle seguenti quattro domande: Come possiamo utilizzare e sfruttare ogni Forza? Come possiamo migliorare ogni Debolezza? Come si può sfruttare e beneficiare di ogni Opportunità? Come possiamo ridurre ciascuna delle Minacce?

19 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Idealmente l'analisi SWOT dovrebbe essere effettuata da un gruppo funzionale, o una task force che rappresenta una vasta gamma di prospettive. Un gruppo di SWOT può includere chi?

20 Sistema Gestione Sicurezza Strumento di azione: Analisi SWOT Punti di forza: le attribuzioni dell'organizzazione che sono utili a raggiungere l'obiettivo. Punti di debolezza: le attribuzioni dell'organizzazione che sono dannose per raggiungere l'obiettivo. Opportunità: condizioni esterne che sono utili a raggiungere l'obiettivo. Rischi condizioni esterne che potrebbero recare danni alla performance Lindividuazione delle SWOT è essenziale perché i passi successivi nel processo di pianificazione per il raggiungimento degli obiettivi può essere elaborato dalla SWOT


Scaricare ppt "Sistema Gestione Sicurezza Lincontro di stasera: 1. Una Metanoia 2. La rete: opportunità formativa e visione olistica 3. Strumento di ricerca: Ricerca-azione."

Presentazioni simili


Annunci Google