La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Gruppi di Auto–Mutuo–Aiuto nella provincia di Grosseto: collaborazione tra servizi e cittadini Giuseppe Corlito Seminario formativo Carrara 17.12.08.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Gruppi di Auto–Mutuo–Aiuto nella provincia di Grosseto: collaborazione tra servizi e cittadini Giuseppe Corlito Seminario formativo Carrara 17.12.08."— Transcript della presentazione:

1 I Gruppi di Auto–Mutuo–Aiuto nella provincia di Grosseto: collaborazione tra servizi e cittadini Giuseppe Corlito Seminario formativo Carrara Fonti di finanziamento della ricerca: nessuna

2 Corlito, Carrara, IL MODELLO PROPOSTO DAL DSM DI GROSSETO PER LATTIVAZIONE DEI GRUPPI DI AUTO-MUTUO-AIUTO 1.Individuazione del problema (evidenze epidemiologiche, saturazione delle risorse ecc.) 2.Formazione dei facilitatori (tra gli operatori del servizio, delle cooperative o del volontariato) 3.Avvio di un corso di formazione dellutenza secondo i modi della psicoeducazione sul problema o dimissione da un programma di trattamento (ansia, depressione, solitudine, reinserimento sociale, trattamento residenziale ecc.) 4.Proposta di organizzazione di un gruppo di auto-mutuo- aiuto sul problema affrontato 5.Possibilità di adesione del nuovo gruppo allassociazione ombrello che si chiama OASI

3 Corlito, Carrara, UN IPOTESI DI INCROCIO… LAssociazione ombrello può rappresentare il coordinamento di una rete di gruppi di auto-mutuo- aiuto, stimolati dal DSM LAssociazione OASI raccoglie oltre un centinaio di persone sopravvissute Ha costituito una CASA DELLAUTO-MUTUO- AIUTO (progetto di innovazione CESVOT), autonoma rispetto al servizio Se nel processo saranno coinvolte un numero sufficiente di persone (o meglio famiglie) [ipotesi 1% della popolazione], cambierà la cultura sociale e sanitaria sul disturbo psichico (empowerment, aumento del capitale sociale, promozione della salute mentale)

4 Corlito, Carrara, AUTO-AIUTO E LAVORO I due ambiti nellesperienza grossetana sono stati tenuti distinti I gruppi di auto-mutuo-aiuto si sono sviluppati nellambito del volontariato, quindi nellambito della gratuità Il diritto al lavoro è stato garantito prevalentemente attraverso la cooperazione di tipo B (cè una coop per distretto) Nellambito della cooperazione sono attivati gruppi di supporto

5 Corlito, Carrara, POSSIBILI CONSEGUENZE Partecipare ad un gruppo AMA aumenta lempowerment individuale e collettivo Protegge dal rivendicazionismo LAssociazione ombrello nasce dal basso autonoma rispetto al servizio, ha come base associativa i gruppi AMA, coordina la rete dei gruppi AllAssociazione partecipano allo stesso titolo utenti, familiari, operatori volontari e professionali come facilitatori Tutto ciò aumenta il capitale sociale: la rete, le relazioni, la fiducia (Putnam, 1991; Folgheraiter, 2007)

6 Corlito, Carrara, ZONA 1 (COLLINE METALLIFERE) 1. ARMONIA D.ANSIOSO/DEPRESSIVO 2. LA PRIMAVERA D.ANSIOSO ZONA 2 (COLLINE DELLALBEGNA) 3. BRUTTO ANATROCCOLO D.PSICOTICO 4. AMA D.DEPRESSIVO 5. IL SOLE D.ANSIOSO 6. AMA FAMIGLIE SOSTEGNO ZONA 3 (AMIATA GROSSETANA) 7. RITROVARSI DISAGIO PSICO-SOCIALE ZONA 4 (AREA GROSSETANA) 8. AURORA D.PSICOTICO 10. LA LIBELLULA D.ANSIOSO 11. GRUPPO FAMILIARI DISABILI 13. RICOMINCIAMO D. ANSIOSO 14.MELAGRANA D.DEPRESSIVO 15.IL GELSOMINO D.DEPRESSIVO 16.MULTIFAMILIARE CHIMERA SOSTEGNO SISTEMICO 17.MULTIFAMILIARE IL CONFRONTO (SENZA PAZIENTI) 18.IL BAMBÙ EVENTI LUTTUOSI 19.KAOS CALMO 1 D.ANSIOSO 20.KAOS CALMO 2 D.ANSIOSO Altri 4-5 gruppi sono in gestazione

7 Corlito, Carrara, NECESSITÀ DELLA VALUTAZIONE Occorre valutare gli effetti della partecipazione ad un gruppo di auto- mutuo-aiuto dal punto di vista dei partecipanti stessi La valutazione serve a raccogliere evidenze scientifiche a favore dellauto-mutuo-aiuto

8 8 TOTALI GRUPPI AMA CENSITI IN BASE AI PROBLEMI DI SALUTE MENTALE AFFRONTATI (domande 1, 2, 3a, 3b, 7a, 7b, 8, 9.) 229 Tot. Gruppi censiti a fine 2003= 229

9 Corlito, Carrara, Opinioni dei Direttori dei DSM circa lopportunità che i familiari partecipino ai gruppi dedicati a persone con disturbi mentali gravi ( estratto dal globale dei 51 questionari). Non risposto Le opinioni più decise Indecisioni, incertezze,… … dai Servizi …

10 Corlito, Carrara, UNO STRUMENTO DI VALUTAZIONE È il questionario VAMA dellIstituto Superiore di Sanità Il questionario autosomministato è stato validato con i membri di Gruppi AMA di Trento (Gigantesco et al., 2004) È composto da 16 item Nei primi 11 si chiede alla persona un giudizio sulla propria qualità della vita Nei successivi 5 si chiede degli effetti relativi alla partecipazione al gruppo (avvicinamento allobbiettivo, cambiamenti positivi nella propria vita, vita attiva dopo la frequenza al gruppo, fiducia e ottimismo, utilità per i membri del gruppo)

11 Corlito, Carrara, Pag. 71

12 Corlito, Carrara, Pag. 72

13 Corlito, Carrara, Pag. 73

14 Corlito, Carrara, T 0 (nov. 2005) - Giudizio di soddisfazione sugli effetti della partecipazione al gruppo. Valutazione dei gruppi per la depressione, per ansia e per la psicosi ( n = 45) PARTECIPANTI Schizofrenia (n = 18) Depressione ( n = 19 ) Ansia ( n = 8 ) % soddisfa tti % molto soddisfat ti % soddisfatti % molto soddisfatti % soddisfatti % molto soddisfatti Avvicinamento obiettivo Cambiamenti positivi Vita attiva Autostima, ottimismo Senso di utilità per il gruppo 33,3% 16,6% 11,1% 44,4% 22,2% 16,6% 33,3% 27,7% 11,1% 27,7% 30% 25% 30% 20% 45% 35% 25% 35% 12,5% 0% 12,5% 0% 37,5% 62,5% 75% 50% 62,5% 50%

15 Corlito, Carrara, T 1 (aprile 2006) Giudizio di soddisfazione rispetto agli effetti della partecipazione al gruppo. Valutazione dei gruppi per la depressione, per lansia e per la psicosi ( n = 25) PARTECIPANTI Schizofrenia (n = 8) Depressione ( n = 11 ) Ansia ( n = 6 ) % soddisf atti % molto soddisf atti % soddisfat ti % molto soddisfatti % soddisfatti % molto soddisfatti Avvicinamento obiettivo Cambiamenti positivi Vita attiva Autostima, ottimismo Senso di utilità per il gruppo 0% 12,5% 37,5% 12,5% 50,0% 62,5% 25,0% 50,0% 54,5% 45.4% 27,2% 45,4% 54,5% 36,3% 45,4% 18,1% 16,6% 0% 16,6% 0% 33,3% 66,6% 83,3% 50,0% 66,6%

16 Corlito, Carrara, T 2 (marzo 2007) - Giudizio di soddisfazione rispetto agli effetti della partecipazione al gruppo. Valutazione dei gruppi per la depressione, per lansia e per la psicosi ( n = 23 ) PARTECIPANTI Schizofrenia (n = 8) Depressione ( n = 11 ) Ansia ( n = 4 ) % soddisf atti % molto soddisf atti % soddisfatt i % molto soddisfatti % soddisfatti % molto soddisfatti Avvicinamento obiettivo Cambiamenti positivi Vita attiva Autostima, ottimismo Senso di utilità per il gruppo 12,5% 37,5% 25,0% 12,5% 25,0% 37,5% 62,5% 37,5% 50,0% 45,4% 54,5% 45,4% 72,7% 45,4% 36,3% 45,4% 36,3% 27,2% 25,0% 0% 50,0% 75% 100% 50,0%

17 Corlito, Carrara,

18 Corlito, Carrara,

19 Corlito, Carrara,

20 Corlito, Carrara,

21 Corlito, Carrara,

22 Corlito, Carrara,

23 Corlito, Carrara,

24 Corlito, Carrara,

25 Corlito, Carrara, item 6 p<0,05 ( 0,01) Come sono i tuoi rapporti sentimentali e sessuali? item 7 p<0,05 ( 0,04) Come sono i tuoi rapporti con gli a mici e la vita sociale? item 10 p<0,05 ( 0,01) Come vivi nella tua zona?

26 Corlito, Carrara, nessun dato significativo

27 Corlito, Carrara, item 6 p<0,05 ( 0,00) Come sono i tuoi rapporti sentimentali e sessuali? item 8 p<0,05 ( 0,02) Il tuo modo di passare il tempo libero, di distrarti, di divertirti?

28 Corlito, Carrara, item 2 p<0,05 ( 0,05) Com'è la tua autonomia nella vita quotidiana?

29 Corlito, Carrara, item 1 p<0,05 ( 0,04) Comè la tua salute in generale? item 6 p<0,05 ( 0,03) Come sono i tuoi rapporti sentimentali e sessuali? item 12 p<0,05 ( 0,03) Il gruppo ti ha aiutato ad avvicinarti allobiettivo per cui hai cominciato a frequentarlo? item 13 p<0,05 ( 0,05) In generale, ci sono stati cambiamenti positivi nella tua vita per aver frequentato il gruppo?

30 Corlito, Carrara, item 10 p<0,05 ( 0,03) Come vivi nella tua zona?

31 Corlito, Carrara, CONCLUSIONI I gruppi di AMA sembrano essere utili ad un miglioramento della qualità della vita per tutti i partecipanti ai gruppi stessi, che si dichiarano soddisfatti Nellambito dello stesso gruppo vi è una tendenza al miglioramento nelle aree esplorate dal VAMA (anche se non significativa); comunque il miglioramento si mantiene nel tempo Hanno i benefici più rilevanti nella frequenza ai gruppi le persone che soffrono di disturbi dansia (in relazione probabilmente alla sinergia con lo specifico programma di trattamento del servizio) Le persone con disturbo schizofrenico, contrariamente alle attese, tendono a giovarsi della frequenza di più dei gruppi di coloro che soffrono di depressione maggiore


Scaricare ppt "I Gruppi di Auto–Mutuo–Aiuto nella provincia di Grosseto: collaborazione tra servizi e cittadini Giuseppe Corlito Seminario formativo Carrara 17.12.08."

Presentazioni simili


Annunci Google