La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Disturbi dellApprendimento: Lapprendimento e lo sviluppo della mente Dr.ssa Barbara Arfé Dipartimento di Psicologia e Antropologia Culturale Facoltà di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Disturbi dellApprendimento: Lapprendimento e lo sviluppo della mente Dr.ssa Barbara Arfé Dipartimento di Psicologia e Antropologia Culturale Facoltà di."— Transcript della presentazione:

1 Disturbi dellApprendimento: Lapprendimento e lo sviluppo della mente Dr.ssa Barbara Arfé Dipartimento di Psicologia e Antropologia Culturale Facoltà di Scienze della Formazione

2 Lo sviluppo psicologico Collochiamo lo sviluppo della mente e comportamento infantile lungo un continuum Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC Genotipo Processi di maturazione Ambiente Processi di costruzione COMPORTAMENTO fenotipo

3 A partire dal 21°giorno di gestazione si completa la formazione del tubo neurale Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC Il cervello e la nascita della mente Generazione sinapsi

4 4 Sviluppo del cervello prenatale ….. 5 sett - 20 sett

5 5 Sviluppo del cervello prenatale ….. 22 sett - 37 sett

6 La materia del nostro cervello Cellule nervose di diversa morfologia (sostanza grigia) Collegate in circuiti nervosi, attraverso la formazione di legami sinaptici Rivestimento delle fibre nervose: mielina (sostanza bianca) Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

7 Lo sviluppo del cervello Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

8 Caratteristiche dello sviluppo cerebrale Stabilità: lorganizzazione delle cellule e delle strutture cerebrali risponde a un programma genetico che specifica lordine con cui le strutture si costituiscono e in parte il ritmo a cui questo avviene. Plasticità: qualità adattiva/capacità del cervello di adattarsi e modificare le sue caratteristiche strutturali e funzioni alle necessità del momento Unicità: lespressione genica differisce anche in due cloni Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

9 I meccanismi nervosi dell'apprendimento GENERAZIONE DI SINAPSI 6°mese di gravidanza POTATURA DEI LEGAMI SINAPTICI Pubertà Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

10 La sinaptogenesi e la selezione dei legami nervosi Lapprendimento nervoso: a.generazione di sinapsi: le sinapsi cominciano a formarsi dal 6° mese di gravidanza e raggiungono una densità massima nei primi 15 mesi dopo la nascita –selezione di legami nervosi: questa fase si estende per oltre 10 anni (il cervello continua a specializzarsi sino alla pubertà) I processi di generazione e potatura delle sinapsi si verificano in tempi e ritmi diversi a seconda delle aree corticali, secondo un programma genetico. Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

11 L'ETÀ PRE-SCOLARE Intensa evoluzione nello sviluppo: MOTORIO DELL'ATTENZIONE DELLA MEMORIA DELL'AUTO-REGOLAZIONE E CONTROLLO SOCIALE COMUNICATIVO Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

12 Afferramento

13 Prendere oggetti

14 CONTROLLARE I PROPRI MOVIMENTI 2 ANNI CONTROLLO ARTICOLAZIONE MOTRICITÀ FINE: Coordinamento oculo-manuale 4 ANNI Grafismo/copia PROGRESSIVO CONTROLLO DELLA MOTRICITÀ Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC Lo Sviluppo Motorio

15 Motricità fine

16

17 Produzione grafica

18 MARECASA 4–5 anni SOLEMARE 3–4 anni 4-5 anni PALLAMARE 2 ½ –3 anni CASAMARE 5-6 anni MELA PALLA CASA PALLA

19 Regolazione dellAttenzione REGOLAZIONE DELL'ATTENZIONE ORIENTARE SELETTIVAMENTE 1-4 ANNI LA PROPRIA ATTENZIONE ATTENZIONE SOSTENUTA PERSEVERARE 4 ANNI INIBIZIONE pubertà Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

20

21 Lo Stroop test Stroop test Rosso Verde Blu Giallo Day and Night Stroop test

22 Indicatori comportamentali Sguardo (fissazione/ seguire con lo sguardo oggetti, coordinare lo sguardo su oggetti e persone, esplorare con lo sguardo oggetti/persone, etc.) Analisi visiva: Test delle campanelle Persistenza nellattività Attesa e dilazione della gratificazione Controllo emotivo e comportamentale

23 Funzioni esecutive Le abilità di pianificazione e monitoraggio di un'azione, di flessibilità nell'utilizzo di strategie per la soluzione di un problema, di controllo degli esiti di un'azione svolta, vengono generalmente indicate come funzioni esecutive (Bisiacchi et al., 2005) Il sistema delle funzioni esecutive è il sistema che presiede all'esecuzione delle attività non automatiche (Pennington & Ozonoff, 1996)

24 Le funzioni esecutive: l'auto-regolazione (Bronson, 2000) Nel primo anno di vita: individuare regolarità (il ruolo di routines e cicli) 1-3° anno di vita: il controllo più deliberato delle proprie azioni (agire per ottenere effetti); comportamenti di auto-correzione e per prove ed errori La comparsa del linguaggio e il suo ruolo nei processi di auto- regolazione: un nuovo mezzo per controllare il comportamento 4-6 anni: l'inibizione e il differimento delle risposte, maggiore organizzazione del comportamento orientato

25 Funzioni esecutive

26 Le funzioni esecutive

27 La sindrome ADHD

28 La torre di Hanoi Le regole del gioco sono due: (1) si può spostare solo il disco situato sulla sommità di una torre, e (2) un disco più grande non può essere posato sopra un disco più piccolo. Lo scopo è quello di spostare tutti i dischi su un'altra asta in modo che risultino ancora disposti nello stesso ordine.

29 Lo sviluppo dell'auto-regolazione in età pre- scolare e scolare La comparsa di strategie cognitive La deficienza di produzione CONSAPEVOLEZZA E CONTROLLO METACOGNITIVO: La consapevolezza dei propri processi cognitivi (metacognizione): ancora incompleta alla fine dell'infanzia Monitoraggio dei processi: meno stabile e soggetto a miglioramento per tutto il corso dellinfanzia e sino oltre ladolescenza

30 Lo Sviluppo della Memoria COMPONENTI STRUTTURALI 2-4 ANNI LA CAPACITÀ COMPONENTI FUNZIONALI L'USO DELLE STRATEGIE ESTERNE Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

31 Memoria a lungo termine

32 Memoria a breve termine

33 Dalla MBT alla MLT

34 Memoria di lavoro

35 Come funziona..

36 Loop fonologico

37 Ripetizione di non parole Nepa Patrago Bodrigo

38 Memoria di cifre Diretta 3, 5, 2LOOP FONOLOGICO 6, 4, 2, 5.. Inversa 3, 5, 2ESECUTIVO CENTRALE 6, 4, 2, 5..

39 La Costruzione della Lingua LO SVILUPPO DEL VOCABOLARIO: Variabilità 8-17 MESI Discontinuità (l'esplosione del vocabolario) La costruzione del vocabolario Criteri di estensione (sovraestensione/sottoestensione) Carattere indeterminato e diffuso delle parole infantili LO SVILUPPO DELLA GRAMMATICA: Gli ipercorrettismi Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

40 Lo Sviluppo del Linguaggio LE PRIME PAROLE 8-17 MESI LO SVILUPPO DELLA GRAMMATICA La frase 20 MESI La morfologia della frase 2-3 ANNI I pronomi Gli articoli A mamma angia LA GRAMMATICA INTER-FRASALE 6-7 ANNI Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

41 Lo Sviluppo del Linguaggio Massa critica(50 parole) LO SVILUPPO DELLA GRAMMATICA La frase 1. combinazioni di 2 elementi) 2. + aggettivo/avverbio Lala occi ene La morfologia della frase 2-3 ANNI I pronomi Gli articoli A mamma angia LA GRAMMATICA INTER-FRASALE 6-7 ANNI Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

42 Lo Sviluppo dellAuto-Regolazione Individua regolarità nel mondo e nel comportamento di altri2 ANNI Le attività cognitive sono organizzate e dirette agli scopi Compare l'uso intenzionale di strategie Compaiono primi comportamenti inibitori (es. inibire risposte emotive) 4 ANNI Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

43 LO SVILUPPO 6-12 ANNI Le conquiste in età scolare IL CONTROLLO COGNITIVO L'ATTENZIONE LA MEMORIA LE COMPETENZE SOCIALI LA FUNZIONE SIMBOLICA E LE COMPETENZE COMUNICATIVE Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

44 Lo Sviluppo del Controllo Cognitivo LO SVILUPPO METACOGNITIVO: 5-7 ANNI Consapevolezza del vantaggio delle strategie di memoria Consapevolezza dei processi mentali IL CONTROLLO DELLE RISPOSTE 5-6 ANNI EMOTIVE: Inibire, fingere, sostituire l'emozione negativa Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

45 Sviluppo dellAttenzione e della Memoria ATTENZIONE SOSTENUTA 6-12 ANNI MEMORIA SVILUPPO STRUTTURALE 5-12 ANNI Capacità SVILUPPO FUNZIONALE 7-10 ANNI L'uso delle strategie interne Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

46 Le Competenze Sociali IL CONCETTO DI SÈ COME ALUNNO 5 ANNI ASSUMERE LA PROSPETTIVA DELL'ALTRO COMPRENDERE LE AZIONI DI ALTRI IN CONTESTI IPOTETICI E FITTIZI 12 ANNI Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC

47 La Funzione Simbolica e le Competenze Comunicative 5-12 ANNI GRAMMATICA: RIFLESSIONE FORMALE SULLA LINGUA METALINGUAGGIO E AUTO-REGOLAZIONE (IL TESTO) L'USO DEL LINGUAGGIO COME SISTEMA NOTAZIONALE COMPETENZE PRAGMATICHE: L'INTERLOCUTORE ASSENTE Dott.ssa Barbara Arfé - DPAC


Scaricare ppt "Disturbi dellApprendimento: Lapprendimento e lo sviluppo della mente Dr.ssa Barbara Arfé Dipartimento di Psicologia e Antropologia Culturale Facoltà di."

Presentazioni simili


Annunci Google