La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LUnione Sovietica Patrizia Roggeri. Le 8 fasi dellURSS secondo la storiografia sovietica 1.1918-1921: il comunismo di guerra 2.1921-1928: la NEP 3.Lindustrializzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LUnione Sovietica Patrizia Roggeri. Le 8 fasi dellURSS secondo la storiografia sovietica 1.1918-1921: il comunismo di guerra 2.1921-1928: la NEP 3.Lindustrializzazione."— Transcript della presentazione:

1 LUnione Sovietica Patrizia Roggeri

2 Le 8 fasi dellURSS secondo la storiografia sovietica : il comunismo di guerra : la NEP 3.Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa : la II guerra mondiale : la ricostruzione post-bellica : il post-Stalinismo sotto Nikita Kruscëv : la stagnazione sotto Bre ž nev : la riforma, la disintegrazione e il crollo dellURSS sotto Andropov e Gorbacëv

3 Richiamo a Marx Nelle sue opere egli si astenne sempre dal descrivere la natura dello stato socialista o comunista, perché farlo sarebbe stato utopistico, quindi il sistema collettivista sovietico dovette essere inventato di sana pianta

4 1. Il comunismo di guerra: contesto storico Febbraio 1917 Dimostrazione di operaie a Pietrogrado in concomitanza con la serrata di fabbriche metallurgiche: sciopero generale e e dimostrazioni popolari per il pane Lesercito mandato a sopprimere la rivolta si rifiuta e fraternizza con i manifestanti Lo Zar abdica, viene instaurato un governo provvisorio liberale

5 Lenin trasforma questa insurrezione popolare anarchica ed incontrollata nellorganizzazione della presa del potere da parte dei bolscevichi Il 7 novembre (25 ottobre) 1917 i bolscevichi insorgono Instaurazione di un governo rivoluzionario presieduto da Lenin La Russia esce dalla I guerra mondiale Guerra civile in Russia fino agli anni 20 vittoria dellArmata rossa di Lev Trockij

6 Prima della guerra era in atto un processo di modernizzazione tecnica ed istituzionale (sistema dei trasporti completo); divario con i paesi occidentali A causa della guerra economia sullorlo del collasso (soprattutto agricoltura) Già allinizio della rivoluzione dottobre le industrie erano state nazionalizzate 1. Il comunismo di guerra: contesto economico

7 1. Il comunismo di guerra: caratteristiche Assoluta supremazia dello stato Lotta ad ogni forma di mercato Distribuzione delle risorse decisa a livello centralizzato Fioritura del mercato nero

8 2. La nuova politica economica: motivazioni Lenin decise che il comunismo di guerra non era un sistema alternativo Sfruttò la sua posizione nel partito per perorare un mutamento politico e ladozione di una concezione nuova di ordine economico (economia mista) 1921 viene varata la NEP 1922 nasce lUnione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (Mosca capitale)

9 2. La nuova politica economica: caratteristiche NEP come necessario periodo di transizione e coesistenza tra imprese pubbliche e private

10 2. La nuova politica economica: punti principali 1.Lo stato avrebbe continuato a detenere le leve di comando delleconomia (industria pesante, trasporti, telecomunicazioni, banche…) 2.Industria leggera venne denazionalizzata 3.Le aziende agricole avrebbero operato come in passato 4.Lo stato avrebbe dovuto attirare investimenti stranieri

11 2. La nuova politica economica In termini di strategia economica fu un successo: agricoltura, settore pubblico e privato si svilupparono 1923: crisi della NEP il potere dacquisto dei contadini si stava deteriorando rispetto a quello dei lavoratori urbani La crisi delle forbici

12 2. La nuova politica economica e la crisi delle forbici Landamento dei redditi agricoli veniva calcolato dividendo un indice dei prezzi dei prodotti agricoli con un indice dei prezzi generale tracciando entrambe le rette se ne ricava limmagine di un paio di fobici aperte (lame divergenti = deterioramento del settore agricolo) Adozione di misure per chiudere le forbici

13 2. La nuova politica economica: il cambio ai vertici 1924 Lenin muore Stalin e il socialismo in un paese solo vanno al potere

14 2. La nuova politica economica sotto Stalin: lagricoltura Impose la collettivizzazione forzata delle campagne Eliminò qualsiasi forma di controllo privato su produzione e commercializzazione di prodotti agricoli I contadini fuggono dalle campagne e macellano gli animali Riduzione di produzione e produttività

15 2. La nuova politica economica sotto Stalin: lagricoltura 1928: quantità di grano sul mercato inizia a diminuire; la leadership crede che i contadini stiano sabotando il piano I funzionari tengono artificialmente basso il prezzo del grano per tenere basso il costo del pane nelle città I contadini usano il grano come mangime o per convertirlo in alcool

16 2. La nuova politica economica sotto Stalin: lindustria i piani quinquennali redatti in base a dati economici e statistici elenco di risorse e relativi utilizzi ad ogni livello amministrativo estremamente vincolanti Contrapposizione tra i dirigenti dimpresa e gli organi di pianificazione guerriglia burocratica

17 2. La nuova politica economica sotto Stalin: lindustria i piani quinquennali 1927 primo piano quinquennale Successo delleconomia sovietica, sebbene offuscato da eccessiva centralizzazione decisionale, disinteresse per lefficienza, soppressione di spirito diniziativa

18 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa La collettivizzazione dellagricoltura fu causata, passo dopo passo, dalla crisi del grano del 1928 e dalle misure di emergenza adottate I contadini preferivano vendere il bestiame o utilizzarlo per il consumo personale piuttosto che permettere che diventasse di proprietà comune

19 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa Governo e contadini trovarono un compromesso: Ogni nucleo famigliare poteva possedere un piccolo appezzamento e qualche capo di bestiame per il proprio sostentamento, subordinato alle consegne obbligatorie Esistenza di una miriade di piccole aziende private, accanto a quelle collettivizzate

20 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa La struttura organizzativa era basata su fattorie collettive chiamate kolchoz Lagricoltura venne demonetizzata: salario calcolato con una moneta artificiale chiamata trudoden (giornata lavorativa)

21 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa Gli approvvigionamenti statali dei prodotti agricoli avvenivano attraverso 4 canali: 1.Il sistema di SMT (stazioni di macchine e trattori), cui andava parte fissa del raccolto in cambio dellassistenza nel funzionamento e manutenzione dei mezzi durante i lavori agricoli 2.Le consegne obbligatorie: gli organi di approvvigionamento stabilivano per ciascuna azienda delle quote di consegne obbligatorie, a prezzi inferiori a quelli di produzione

22 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa 3.La zakupka: i kolchoz potevano vendere quanto residuava dalle consegne obbligatorie sempre allo stato, ma a prezzi di mercato o prossimi a questi 4.La kontraktacija: le aziende che producevano beni cedibili direttamente allindustria potevano contrattare con questa il prezzo Regressione dellagricoltura a partire dal 1928

23 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa Anni 30: massiccio processo di industrializzazione forzata attraverso i piani quinquennali Sforzi concentrati su industria bellica, pesante e infrastrutture

24 3. Lindustrializzazione forzata e la collettivizzazione di massa Il documento operativo per le imprese era il piano tecnico-industriale-finanziario: Serie di obiettivi da raggiungere o superare Norme di produzione, fonti di approvvigionamento, date di consegna Capacità dei direttori di fabbrica nel negoziare con la burocrazia un piano fattibile

25 LURSS alla vigilia della II guerra mondiale Godeva di stabilità strutturale Rispose in modo rapido, grazie allaccentramento decisionale, agli imperativi della guerra; fu in grado di resistere allinvasione nazista Scarsa capacità di soddisfare i bisogni della società

26 Fine


Scaricare ppt "LUnione Sovietica Patrizia Roggeri. Le 8 fasi dellURSS secondo la storiografia sovietica 1.1918-1921: il comunismo di guerra 2.1921-1928: la NEP 3.Lindustrializzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google