La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 1 I 50 uomini più influenti del web in vetta ci sono i fondatori di Google Pcworld.com, uno dei più importanti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 1 I 50 uomini più influenti del web in vetta ci sono i fondatori di Google Pcworld.com, uno dei più importanti."— Transcript della presentazione:

1 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 1 I 50 uomini più influenti del web in vetta ci sono i fondatori di Google Pcworld.com, uno dei più importanti magazine on line della rete, ha stilato una classifica (al 5 marzo 2007) 1° posto: più influenti del web ci sono Eric Schmidt, Larry Page e Sergey Brin, i presidenti esecutivi di Google. 2°posto: altrettanto previdibilmente, Steve Jobs. Jobs ha reso popolari i download legali di musica e di film, e si appresta, con l'iPhone, a far arrivare internet nelle tasche della gente". 3°-4° posto: Bram Cohen, creatore di BitTorrent, e Mike Morhaime, presidente della Blizzard Entertainment, che ha portato sulla rete a giocare a World of Worldcraft più gente di quanta ne abiti in Irlanda. 5° posto: Jimmy Wales, un nome che ai più, probabilmente, non dirà molto. Ma è l'inventore di Wikipedia: per molti la nuova Enciclopedia Britannica della rete. Basti sapere, per intuirne l'importanza, che dal 2004, negli Stati Uniti, è stata citata come fonte in più di 100 processi.

2 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 2 Come si arriva ad un sito Web 70% dai motori di ricerca 10% link da un altro sito 7% link da 5% passaparola 3% segnalazione TV 3% riviste cartacee 2% casualmente o altro..

3 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 3 Non bisogna dimenticare, infine, che il Web, con la sua struttura ipertestuale, costituisce uno strumento di ricerca in sé. Altre strategie

4 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 4 Altre strategie Una volta trovata una pagina di nostro interesse con un qualsiasi sistema (non ultimo, il consiglio di un amico o le indicazioni di una rivista specializzata), la migliore strategia è cominciare ad esplorare i link in essa presenti. Troverete che la maggior parte dei siti realizzati con cura contengono sempre al loro interno indirizzi ed elenchi di risorse sul tema a cui sono dedicate.

5 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 5 La (abbreviazione di Electronic Mail, in italiano: posta elettronica) è un servizio internet grazie al quale ogni utente può inviare o ricevere dei messaggi. È l'applicazione Internet più conosciuta e più utilizzata attualmente. La sua nascita risale al 1972, quando Ray Tomlinson installò su ARPANET un sistema in grado di scambiare messaggi fra le varie università. È la controparte digitale ed elettronica della posta ordinaria e cartacea. A differenza di quest'ultima, il ritardo con cui arriva dal mittente al destinatario è normalmente di pochi secondi/minuti.

6 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 6 come funziona I componenti fondamentali del sistema di sono: client (detti in gergo MUA, Mail User Agent) -accedere ad una casella di posta elettronica -per inviare messaggi Server -immagazzinare i messaggi per uno o più utenti (detti in gergo MS, Message Store) -ricevere i messaggi in arrivo ed in partenza e smistarli (detti in gergo MTA, Mail TransferAgent).

7 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 7 come funziona I client richiedono la configurazione dei server da contattare, e sono quindi adatti principalmente a computer usati regolarmente. È anche molto diffusa la possibilità di consultare una casella attraverso il web. In Italia esistono numerosi siti che offrono gratuitamente uno o più indirizzi . Questi offrono sempre un accesso alla tramite web, e talvolta solo quello. Numerosi servizi offrono capacità crescenti per gli allegati e l'intero archivio della posta elettronica. Per l'archivio Google e Yahoo offrono 1 gigabyte, 10 Gigs 10 gigabyte e Mailnation 1000 gigabyte (1 terabyte).

8 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 8 come funziona

9 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 9 intestazioni (Oggetto:) dovrebbe contenere una breve descrizione dell'oggetto del messaggio. È considerata buona educazione utilizzare questo campo per aiutare il destinatario a capire il contenuto del messaggio. (a) indirizzi del/dei destinatari (Carbon Copy, Copia Carbone:): indirizzi dei destinatari in copia conoscenza. (Blind Carbon Copy, Copia Carbone nascosta:): indirizzi e- mail dei destinatari in copia conoscenza nascosta. In alcuni client in lingua italiana questo campo è segnato con le lettere Ccn e potrebbe essere nascosto di default.

10 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 10 client Reply (Rispondi): rispondi al messaggio, ovvero componi un nuovo messaggio destinato al mittente, che spesso comprende il testo del messaggio ricevuto (quoting). Il messaggio di risposta ha lo stesso subject del messaggio a cui risponde, preceduto dalla sigla "Re: " ("R: " su alcuni client) per indicare che si tratta di una risposta. Cancella il messaggio Forward (Inoltra). Invia il testo di una ricevuta ad altri indirizzi. Mantiene e trasmette gli allegati. Reply to All (Rispondi a tutti): rispondi al messaggio, indirizzando però la risposta al mittente e a tutti gli altri destinatari. Put in folder (metti nella cartellina): salva la mail in una cartella predefinita Print view (versione stampabile):visualizza formato di stampa

11 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 11 client Send (Spedisci):invio della mail di risposta. Il testo può includere il testo originario ricevuto totalmente o in parte Cancella il messaggio Save draft(Salva bozza): salva nella cartellina draft (bozze) una mail senza inviarla. Non mantiene gli allegati Tools (Strumenti): aiutano a controllare la correttezza del testo attraverso luso di dizionario e thesaurs. Attach (Allega): permette di allegare ad una mail testuale anche oggetti multimediali (immagini, audio, video…)

12 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 12 client I client di posta elettronica sono programmi che permettono di operare sul contenuto di una o più caselle di posta. La stragrande maggioranza dei client presenta all'incirca le stesse caratteristiche principali, differenziandosi per presentazione grafica e per funzionalità avanzate. La funzione principale è visualizzare una lista dei messaggi presenti nella casella, in cui per ogni messaggio si vedono solo alcuni header, come il Subject, la data, il mittente, e talvolta le prime righe di testo del corpo del messaggio.

13 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 13 abusi Il principale utilizzo improprio dell' è lo spam, l'invio massiccio a molti utenti di messaggi indesiderati, in genere di natura pubblicitaria-commerciale. Secondo alcune fonti, l'incidenza di questi messaggi raggiungerebbe i due terzi del traffico totale di posta elettronica. Un altro fenomeno negativo è costituito dalle catene di sant'Antonio, messaggi che circolano a volte per mesi o anni portando informazioni allarmanti o promesse di facili guadagni.

14 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 14 abusi Esiste inoltre la possibilità di falsificare il nome e l'indirizzo del mittente visualizzati nel programma client del destinatario, inducendo l'utente a ritenere attendibile un messaggio del tutto falso. Questo meccanismo è sfruttato dagli worm che si replicano per posta elettronica, allo scopo di creare confusione tra gli utenti colpiti e distogliere l'attenzione dai sistemi realmente infetti, oppure per indurre ad installare allegati infetti.

15 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 15 Outlook e Mozilla Thunderbird Un programma di posta elettronica è un esempio di client software. Sono sempre di più i software, come il web, l' , i database, che sono divisi in una parte client (residente ed in esecuzione sul pc client) ed una parte server (residente ed in esecuzione sul server). Il termine client indica anche il software usato sul computer client per accedere alle funzionalità offerte dal server. Ad esempio, nel web il software client è il browser, e parla con un server web attraverso il protocollo HTTP; per l' il client è detto in gergo mail user agent o MUA (ad esempio, Outlook, Mozilla Thunderbird, Eudora,...)

16 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 16 eMule eMule (abbreviazione di electronicMule, mulo elettronico) è un programma di file sharing che utilizza i network eDonkey e Kad (quest'ultimo basato su un'implementazione di Kademlia) per la condivisione di file. È open source sviluppato in C++ per la piattaforma Windows. eMule ha tra i suoi punti di forza la semplicità e pulizia dell'interfaccia grafica, la localizzazione in più di 40 lingue, una vasta ed attiva comunità di utenti che porta avanti il progetto con l'uscita continua di nuove versioni.

17 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 17 eMule

18 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 18 eMule: i server Nella rete non è presente un unico grande server ma molti che si distribuiscono il carico e comunicano fra loro. I server sono gestiti da volontari che li mantengono a proprie spese. I server sono solo dei database che indicizzano i file e gestiscono le connessioni tra gli utenti.

19 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 19 eMule: vantaggio collettivo Quindi: 1.I file condivisi presenti nel network non risiedono nei vari server ma lo scambio avviene sempre tra client e client. 2.L'indice dei file condivisi da un client viene inviato al server durante la connessione tra i due. Non esiste quindi un server migliore o più veloce degli altri, sono però avvantaggiati quelli con molti utenti, perché comunque comunicano fra di loro.

20 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 20 eMule: i client Con client si intende un qualsiasi programma in grado di interfacciarsi con la rete server di eDonkey. Non esiste solo eMule ma anche molti altri, tra i più famosi vi sono eDonkey2000 e Shareaza. Un client si connette ad un solo server alla volta sufficiente per eseguire una ricerca su tutti i server presenti nella rete, in quanto comunicano fra di loro. Il programma riprende i download/upload che erano in corso, non appena è di nuovo disponibile una connessione Internet.

21 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 21 USB pen-drives Una chiave o chiavetta USB (erroneamente chiamata pendrive e penna USB) è un'unità di memorizzazione di massa portatile utilizzabile mediante la porta USB di un comune personal computer. I dati solitamente vengono immagazzinati in una memoria flash (tipicamente di tipo NAND) contenuta nella chiavetta.

22 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 22 USB pen-drives Grazie alle dimensioni ridotte, all'assenza di meccanismi mobili (al contrario degli hard disk comuni) che lo rende molto resistente, alle sempre crescenti dimensioni della memoria e alla sua interoperabilità la chiavetta si sta configurando, accanto ai CD e ai DVD come unità preferita da un crescente numero di consumatori per il trasporto fisico di dati. Il numero di scritture che una memoria flash può supportare non è illimitato, seppur molto alto (oltre cicli di scrittura).

23 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 23 USB pen-drives Nel download o upload di dati la chiavetta USB è il supporto più veloce che supera in velocità di lettura e scrittura CD e DVD, ma è più lento delle componenti interne del computer, che rispetto alla velocità di caricamento dei dati sono: memoria cache, RAM e Hard Disk.

24 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 24 MP3 players I dispositivi che usualmente vengono definiti lettori MP3 sono dei lettori di musica digitale in grado di riprodurre musica codificata nello standard MP3. Questa tipologia di lettori si divide in tre grandi famiglie. HARD DISK FLASH CARD lettori CD Quasi tutti i lettori oltre a leggere il formato MP3 sono in grado di leggere altri formati di musica digitale. Alcuni di questi possono essere formati come il WAV, un formato non compresso.

25 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 25 MP3 players: iPod L'iPod è un lettore di musica digitale prodotto da Apple. Venne rilasciato dalla nota casa informatica nell'ottobre del 2001 ed era originalmente dotato di un hard disk da 5 GByte ma arriva oggi anche a 80 Gbyte e offre la possibilità di caricare musica e video

26 Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 26 MP3: cosè? MP3 (o, più esattamente "MPEG-1/2 Audio Layer 3") è un algoritmo di compressione audio in grado di ridurre drasticamente la quantità di dati richiesti per riprodurre un suono, rimanendo comunque una riproduzione fedele del file originale non compresso. Il bit rate è il numero di unità binarie che fluiscono al secondo ed è variabile per i file MP3. La regola generale è che maggiore è il bitrate, più informazione è possibile includere dall'originale, maggiore è la qualità del file audio compresso. Attualmente per le codifiche dei file MP3 fissano un tasso di compressione equivalente per tutto il file audio.


Scaricare ppt "Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio 1 I 50 uomini più influenti del web in vetta ci sono i fondatori di Google Pcworld.com, uno dei più importanti."

Presentazioni simili


Annunci Google