La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esercitazione no. 2 ELABORAZIONE TESTI (WORD) Laboratorio di Informatica AA 2008/2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esercitazione no. 2 ELABORAZIONE TESTI (WORD) Laboratorio di Informatica AA 2008/2009."— Transcript della presentazione:

1 Esercitazione no. 2 ELABORAZIONE TESTI (WORD) Laboratorio di Informatica AA 2008/2009

2 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano2 Word – per iniziare – aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono diversi modi per lanciare in esecuzione Word. Il sistema classico è: Fare clic sul pulsante Avvio/Start. Selezionare la voce ProgrammiSelezionare la voce Programmi Apparirà il sottomenu con l'elenco di tutti i programmi.Apparirà il sottomenu con l'elenco di tutti i programmi. Fare clic sul nome del programma.Fare clic sul nome del programma.

3 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano3 Word – per iniziare Fatto questo apparirà sullo schermo la finestra di Word.

4 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano4 Barra del Titolo Barra dei MenùBarra Standard Barra di Formattazione Righello Barra di Stato Visualizzazione

5 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano5 Aprire un documento esistente La sequenza classica per aprire un file è: 1.Fare clic su File. 2.Fare clic su Apri. Si aprirà la finestra di dialogo relativa che visualizza le periferiche di memoria di massa e, al loro interno, le cartelle del file system.

6 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano6 Aprire un documento esistente Sarà sufficiente scegliere la cartella nella quale è contenuto il documento memorizzato, selezionarlo e fare clic sul pulsante di conferma (questo pulsante, solitamente, prende il nome di Apri oppure di Ok).

7 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano7 Aprire un documento esistente Word permette la scelta del documento da aprire da diversi criteri. La finestra di dialogo Apri è divisa in tre zone verticali, delle quali la prima a sinistra è una barra di navigazione, la seconda visualizza l'elenco dei nomi e la terza visualizza articolari "viste" del documento, come l'anteprima

8 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano8 Aprire un documento esistente Talvolta occorre leggere da Word un documento prodotto con un altro programma, ad esempio WordPerfect versione 6.0. Per farlo è necessario aprire finestra di dialogo Apri e nella casellaTipo file selezionare WordPefect 6.x.

9 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano9 Creare un nuovo documento e salvarlo finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma., la finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Cliccando su NUOVO dal menu FILE apparirà la finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma.

10 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano10 Creare un nuovo documento e salvarlo finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma., la finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Per salvare la prima volta un documento su disco rigido o su dischetto, la sequenza operativa da seguire è: 1.Fare clic su File/Salva con nome, nella Barra dei menu. 2.Indicare il drive (per esempio, disco rigido). 3.Indicare la cartella nella quale si desidera memorizzare il file. 4.Scrivere il nome del file nella casella Nome del file. 5.Fare clic sul pulsante di conferma (Salva oppure OK).

11 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano11 Uno stesso documento, può essere salvato in molte estensioni diverse, come: DIZIONARIO.DOCDIZIONARIO.DOTDIZIONARIO.RTFDIZIONARIO.MCWDIZIONARIO.TXTDIZIONARIO.HTM Salvare in un altro formato

12 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano12 Chiudere il file finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. La sequenza operativa tipica per tutti i programmi di gestione testi è: 1.Fare clic su File, nella Barra dei menu, e appare il relativo menu a tendina. 2.Fare clic su Chiudi.

13 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano13 Chiudere il file finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Se il documento era stato già salvato in un file, la finestra che lo visualizza si chiude immediatamente. Se, invece, il documento era stato modificato e non salvato, il programma se ne accorge e visualizza un messaggio nel quale viene chiesto se si desidera salvarlo, prima di chiduere salvarlo, prima di chiduere

14 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano14 Funzione Help finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Per trovare risposta ad una domanda sullutilizzo del programma occorre digitare F1 su tastiera o cliccare sul Menu con il punto interrogativo e poi Guida in linea di Microsoft Word.

15 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano15 Visualizzazioni: zoom finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Facendo clic su: Visualizza, nella Barra dei menu, e poi Zoom il programma mostrerà una finestra di dialogo nella quale è possibile impostare la percentuale alla quale visualizzare il contenuto della pagina. Un valore di 100% corrisponde Un valore di 100% corrisponde alle dimensioni reali che il documento avrà una volta stampato

16 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano16 Personalizzare le barre finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. L'ultima voce in basso del menu contestuale della Barra degli Strumenti, in Word 2000 è Personalizza. Facendo clic su di essa si apre una finestra di dialogo, nella quale si accede a tre pagine diverse di personalizzazioni.

17 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano17 È possibile farlo: dalla barra strumenti dalla barra strumenti Con il tasto destro del mouseCon il tasto destro del mouse Con la tastieraCon la tastiera Copiare, tagliare e incollare FunzioneTagliaCopiaIncolla Combinazione dei tasti Ctrl+XCtrl+CCtrl+V

18 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano18 È possibile sostituire loperazione del taglia/incolla con unoperazione molto più semplice, visivamente immediata e rapida. Selezionando con il mouse una porzione di testo la si sposta allinterno del documento o addirittura in un altro documento. Se lo si fa tenendo premuto CTRL si copia invece di spostare Drag & Drop

19 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano19 Word – incominciamo a digitare! Prima di iniziare a scrivere, bisogna posizionarsi con il cursore allinizio o in mezzo al documento. Talvolta però può capitare di fare degli sbagli. Oltre ai tasti canc e backspace su tastiera, vale la pena di conoscere il comando annulla che si trova nel menu modifica, oppure direttamente con unicona sulla barra degli strumenti, che annulla lultima operazione fatta

20 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano20 Word – incominciamo a digitare! Le parole possono essere scritte una dopo l'altra senza bisogno di andare a capo. Nel momento in cui una parola raggiunge il margine destro del foglio, infatti, il programma di gestione testi provvede automaticamente a far continuare le scritte sul rigo successivo. Se, invece, si desidera dividere logicamente un argomento da un altro, al termine di una frase si preme il tasto Invio. Così comincerà un nuovo paragrafo

21 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano21 Word – simboli e caratteri speciali Con il termine caratteri speciali (intesi come simboli), si intende una serie di simboli e segni particolari, che non trovano posto normalmente sui tasti della tastiera. In Microsoft Word si possono inserire nel documento con la sequenza operativa: Inserisci, nella Barra dei menuInserisci, nella Barra dei menu Clic su SimboloClic su Simbolo

22 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano22 Word – simboli Si apre una finestra di dialogo nella quale sono riportate due linguette: Simboli e Caratteri speciali

23 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano23 Word – caratteri speciali Facendo clic su Caratteri speciali, vengono elencati altri tipi di caratteri, spesso utili in seno alle attività di impaginazione di documenti come i libri e in ambito redazionale.

24 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano24 Per inserirle l'interruzione di pagina si parte facendo clic su Inserisci,nella Barra dei menu Poi si fa clic su Interruzione e si apre una finestra di dialogo. Si seleziona la casella Di pagina, che solitamente è predefinita. Si conferma facendo clic sul pulsante OK. Il risultato è che il testo termina nel punto dove era il cursore, e il carattere seguente apparirà nel punto iniziale della pagina successiva. Interruzione di pagina

25 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano25 Per selezionare una parola è sufficiente portare il puntatore su uno dei caratteri che la compongono e fare doppio clic. La parola verrà visualizzata con la scritta bianca su sfondo nero. È possibile operare anche con il drag&drop o con la tastiera (shift+frecce), selezionando anche più di una parola Selezionare una o più parole

26 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano26 Per selezionare un singolo paragrafo portare il puntatore su un carattere qualsiasi all'interno del paragrafo e fare un triplo clic. Si può anche portare il mouse nel margine sinistro della pagina, in corrispondenza di una delle righe del paragrafo e fare doppio clic. Selezionare un paragrafo

27 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano27 Trova Attraverso questo comando presente nel menu modifica è possibile trovare una parola

28 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano28 Sostituisci Attraverso questo comando presente che si attiva cliccando sulla linguetta nella finestra trova è possibile sostituire una parola o un insieme di parole

29 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano29 Barra di formattazione finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. La Barra degli strumenti Formattazione contiene icone di comandi di fondamentale utilizzo come: Tipo di carattereTipo di carattere DimensioneDimensione GrassettoGrassetto CorsivoCorsivo SottolineatoSottolineato Allineamento a sinistra.Allineamento a sinistra. Allineamento centrato.Allineamento centrato. Allineamento a destra.Allineamento a destra. Allineamento giustificatoAllineamento giustificato

30 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano30 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Per cambiare gli attributi come il font e la dimensione dei caratteri, esistono diversi modi. Quello più comune parte come al solito dalla Barra dei menu. Prima si selezionano i caratteri da formattare, in seguito: Fare clic sul menu Formato. Fare clic sulla voce Carattere. Comunque è possibile anche utilizzare la barra di formattazione

31 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano31 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Era il carattere delle macchine da scrivere, ed aveva il difetto di essere poco scorrevole, nel senso che le lettere non erano unite luna allaltra. Tuttavia ancora oggi lo si può usare e dà un tocco di già visto, o, come si dice in altri ambiti vintage o anni sessanta che non è male Courier New

32 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano32 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Allinizio era il Times New Roman. Nel senso che word e altri programmi utilizzavano questo come carattere prestabilito. Nato per la stampa dei giornali, perché lega bene una lettera allaltra, incontrò nei primi anni novanta il favore di tutti quelli che erano contenti di buttare via la loro piccola macchina da scrivere. Oggi viene usato sempre di meno: troppo comune e poco gradevole sullo schermo (monitor) Times New Roman

33 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano33 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. E' la versione più brillante e moderna del classico Times New Roman. Ricorda quindi molto i giornali e i libri, ma è stato appositamente disegnato per la lettura da schermo. Bello e leggibilissimo il corsivo. Georgia

34 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano34 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Arial Quando si è scoperto che il carattere Times New Roman non era particolarmente adatto ai titoli, ecco che si è diffuso il carattere Arial, con alcune importanti varianti: ARIAL BLACK che ne accentua lincisività, Arial Narrow, eccezionale per ridurre gli spazi, e Arial Rounded MT Bold dai contorni più aggraziati

35 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano35 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Chiaro e luminoso come il suo nome, che deriva dal verde di Seattle, dove è stato disegnato. Perfetto per lo schermo: i caratteri sono distanziati in maniera regolare e non si toccano mai, il neretto è chiaramente un neretto ma rimane leggibile anche quando le dimensioni sono minime, gli 1 e le I non si confondono mai. Dà unidea di chiarezza Verdana

36 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano36 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Leggermente più frivolo del Verdana, ma più difficile da leggere quando le dimensioni dei caratteri sono molto piccole Trebuchet MS

37 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano37 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Spiritoso e disinvolto, ricorda le scritte dei fumetti. Viene usato per le home page personali, per i siti rivolti ai bambini e ovunque si voglia trasmettere simpatia e informalità Comis Sans MS

38 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano38 Tipi di carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. È il carattere utilizzato per queste presentazioni: nello stesso tempo sbarazzino e professionale, un ottimo compromesso tra originalità e chiarezza Tempus Sans ITC

39 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano39 Colore carattere finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Come per altri comandi, si può operare per modificare il colore del carattere dal menu formato carattere o, più rapidamente, dalla barra di formattazione

40 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano40 Punti finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Rappresentano la dimensione dei caratteri, che può variare, per esempio, tra titolo e corpo del testo, tra una scrittura finalizzata alla stampa o alla visualizzazione a video.

41 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano41 Finestra Carattere dal menu Formato finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Con questa finestra è possibile gestire una serie di effetti che non sono presenti nella barra di formattazione

42 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano42 Stile finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Attraverso il menu formato o la barra formattazione è possibile applicare uno stile al nostro carattere:normale, corsivo, grassetto o sottolineato

43 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano43 Stile finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Allestrema sinistra della barra di formattazione si apre cliccando sulla freccia in giù, si apre un menu a cascata che ci permette di utilizzare gli stili

44 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano44 Allineamento finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Tramite la barra di formattazione o il comando paragrafo del menu formato è possibile anche decidere se allineare il nostro testo a sinistra, a destra (ideale per le firme), centrato (per esempio per i titoli), o giustificato (per giornali e documenti ufficiali).

45 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano45 Rientri finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Per gestire i rientri si possono usare due modi: il menu formato o il righello. In entrambi i casi (come anche nel caso precedente dellallineamento) i rientri verranno applicati ad un paragrafo (tra due segni di fine paragrafo), a meno che noi non selezioniamo tutto il testo

46 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano46 Rientri con menu formato paragrafo finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Oltre al margine sinistro e destro (che è già impostato per la pagina) è possibile effettuare rientri generali o speciali (cioè applicati alla prima riga o al contrario, cioè sporgenti)

47 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano47 Rientri con righello finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. La stessa cosa si può ottenere cliccando sul righello Rientro sinistro Prima riga Sporgente

48 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano48 Spaziatura tra paragrafi finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Talvolta occorre distanziare un paragrafo da un altro, e per far questo bisogna ancora andare nel menu formato paragrafo e selezionare la spaziatura prima o dopo.

49 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano49 Interlinea finestra di dialogo Nuovo, nella quale si può scegliere sia il documento vuoto, sia un altro documento tipo, da scegliere tra i modelli forniti con il programma. Tra una riga ed unaltra (non il paragrafo ma la riga) si può impostare (a fianco della spaziatura, anche linterlinea

50 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano50 Esercizio: Cercate di riprodurre il seguente testo:

51 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano51 Elenchi puntati È possibile inserire elenchi puntati tramite unicona sulla barra di formattazione o tramite il menu formato – Elenchi puntati e numerati

52 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano52 Elenchi numerati Il procedimento per gli elenchi numerati è simile: o licona o la finestra del menu formato

53 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano53 Bordi Potrebbe essere utile incorniciare una porzione di testo (es. Il paragrafo o il titolo) con un bordo. Per fare questo basta selezionare la parte di testo interessato e poi andare al menu formato – bordi e sfondo, facendo le proprie scelte e cliccando ok alla fine

54 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano54 Tabulazioni Il tasto TAB (con le due frecce divergenti) sulla tastiera può essere usato per inserire rapide tabulazioni, in modo da ordinare porzioni di testo incolonnandole senza bisogno di inserire una tabella. Per personalizzare le tabulazioni si può operare con il menu formato –tabulazioni, o con il righello, cliccando sul pulsante a sinistra a forma di L

55 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano55 Interruzione di pagina Se dobbiamo andare da una pagina allaltra, per evitare di digitare più volte il tasto invio vale la pena di usare il comando interruzione nel menu inserisci e cliccare qui

56 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano56 Intestazioni e piè di pagina Nel menu visualizza si trova un importante comando che ci permette di creare intestazioni e piè di pagina personalizzati. Queste zone poste ai margini superiore ed inferiore della pagina verranno inserite automaticamente in tutte le pagine del nostro documento.

57 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano57 Intestazioni e piè di pagina Quando lavoriamo su di esse, non possiamo modificare il corpo del testo e viceversa. La barra delle intestazioni e piè di pagina contiene diverse opzioni per inserire numeri, date, ore ed altre voci di glossario

58 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano58 Numero di pagina Per inserire un numero di pagina, è sufficiente andare nel menu inserisci – numeri di pagina e poi cliccare su ok

59 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano59 Controllo ortografia La riga rossa sotto una parola sta ad indicare che quella parola non è inserita nel dizionario presente nel programma. Per correggere questerrore o per segnalare al dizionario che non si tratta di un errore si può cliccare con il pulsante destro del mouse e scegliere la variante giusta o cliccare su aggiungi nel caso di una parola non riconosciuta

60 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano60 Controllo ortografia È possibile anche fare un controllo ortografico di tutto il documento, alla ricerca di errori, cliccando sul menu strumenti controllo ortografia e grammatica (o digitando F7). Gli errori grammaticali sono segnalati da una riga verde invece che rossa

61 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano61 Sinonimi e contrari Sempre nel menu strumenti è possibile sostituire ad una parole una affine o trovarne il contrario. Il comando, che si chiama Thesaurus è accessibile anche con shift+F7

62 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano62 Conteggio parole Può essere utile sapere quante sono le parole o i caratteri di un documento. Anche questo è possibile tramite il menu strumenti – conteggio parole

63 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano63 Imposta pagina Potrebbe essere utile per certi documenti impostare la pagina in orizzontale invece che in verticale. Questo è possibile con il comando imposta pagina nel menu file, cliccando su orientamento orizzontale e poi su ok

64 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano64 Margini Sempre nella stessa pagina è possibile modificare I margini del documento, operazione utile in certe situazioni (es: quando vogliamo sfruttare tutto lo spazio a disposizione, oppure utilizzare per la stampa un foglio con un logo già preimpostato

65 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano65 Tabella Molto importante è il menu tabella attraverso il quale è anzitutto possibile inserire una tabella

66 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano66 Tabella A questo punto si apre una finestra che ci chiede di quante colonne e righe deve essere costituita la tabella. Possiamo adattare la larghezza delle colonne al contenuto oppure impostare una larghezza fissa

67 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano67 Tabella Una volta creata la tabella è possibile per esempio togliere il bordo andando su tabella proprietà tabella (raggiungibile anche con il tasto destro del mouse) e cliccando sul pulsante bordi e sfondo

68 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano68 Tabella Si aprirà a questo punto la consueta finestra per la gestione del bordo. A questo punto basterà cliccare sullopzione nessuno e poi cliccare due volte OK per togliere la griglia

69 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano69 Tabella Svariate sono le opzioni per modificare la tabella, inserendo righe, colonne, eliminandole, unendo o dividendo le celle, ecc…

70 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano70 Stampa Se invece di cliccare direttamente sullicona con la stampante sulla barra degli strumenti andiamo nel menu formato stampa possiamo cambiare la stampante predefinita, se per caso abbiamo a disposizione più di una stampante

71 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano71 Stampa È anche possibile stampare solo la pagina corrente o solo alcune pagine del documento

72 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano72 Stampa Cliccando su proprietà si presentaeranno diverse opzioni, che cambiano a seconda della stampante utilizzata

73 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano73 Stampa Con alcune macchine è possibile stampare fronte/retro con evidente risparmio di carta

74 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano74 Stampa Possiamo anche decidere di fare più di una copia, evitando di fare continuamente clic sullicona (con risparmio di tempo), utilizzando lapposita finestrella. E possibile anche fascicolarle

75 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano75 Immagini Per inserire in word delle immagini occorre andare nel menu inserisci immagine. Il primo oggetto immagine che possiamo inserire è una clipart.

76 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano76 Immagini Le clip art sono per lo più immagini, caricate nellhard disk nel momento dellinstallazione di office e organizzate in una raccolta multimediale, che comprende anche suoni, filmati e fotografie

77 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano77 Immagini Sarà sufficiente digitare nellapposita casella il nome dellimmagine che vogliamo inserire e il gioco è fatto

78 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano78 Immagini Altre immagini possono essere inserite dal menu inserisci immagine da file. Potremo cercare tramite la finestra che si aprirà le nostre fotografie personali dal disco rigido o da altro supporto

79 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano79 RIASSUMENDO

80 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano80 CANCELLAZIONE Backspace: cancella il carattere che precede il cursore Canc: cancella il carattere che segue il cursore Ctrl + BackSpace: cancella tutta la parola che precede il cursore Ctrl + Canc: cancella tutta la parola che segue il cursore

81 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano81 POSIZIONARE IL CURSORE Frecce Barra laterale con il Mouse Ctrl + Freccia Dx / Sx : sposta il cursore di una parola alla volta Home: sposta il cursore all inizio della riga corrente Ctrl+Freccia Su/Giù : cursore a inizio paragrafo corrente/successivo Fine: sposta il cursore alla fine della riga corrente Ctrl + Home: sposta il cursore allinizio del documento Ctrl + Fine: sposta il cursore alla fine del documento Ctrl+Pag Up, Down: sposta di una pagina Su/giù il cursore

82 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano82 SELEZIONARE UN BLOCCO Da tastiera: –Stessi comandi usati per posizionare il cursore, premendo anche lo Shift –Es: Ctrl+Shift+ : Seleziona la parola successiva

83 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano83 SELEZIONARE UN BLOCCO Selezionare Parola: –Doppio clic sulla parola desiderata Selezionare Paragrafo: –Triplo clic su una parola qualsiasi del paragrafo Selezionare tutto: –Modifica | Seleziona tutto

84 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano84 DOPO AVER SELEZIONATO UN BLOCCO Cancellarlo (premendo Canc o Del) Spostarlo –Ctrl+X, Ctrl+V nel punto desiderato –Drag & Drop (Per brevi porzioni di testo entro la schermata) –Tasto Dx del Mouse: Taglia e poi Incolla nel punto desiderato

85 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano85 DOPO AVER SELEZIONATO UN BLOCCO Copiarlo –Ctrl+C, Ctrl+V nel punto desiderato –Drag & Drop Tenendo premuto Ctrl –Tasto Dx del Mouse: Copia e poi Incolla nel punto desiderato

86 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano86 DOPO AVER SELEZIONATO UN BLOCCO Modificare le proprietà dei caratteri: –Formato | Carattere (Consigliato) –Utilizzando i pulsanti della barra di Formattazione

87 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano87 DOPO AVER SELEZIONATO UN BLOCCO Modificare le proprietà di un paragrafo: –lallineamento (sx, dx, al centro, giustificato) –linterlinea –margine –Rientro della prima riga Come? –Formato | Paragrafo –Tasto Dx del Mouse | Paragrafo –Dai pulsanti della barra di formattazione

88 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano88 IL COMANDO ANNULLA CTRL + Z Annulla lultima operazione fatta –CTRL + Z Anche da Barra degli strumenti: –Modifica | Annulla…

89 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano89 INTERRUZIONE DI PAGINA Delle volte può servire proseguire la stesura del testo in una nuova pagina. In tal caso NON bisogna digitare invio fino ad arrivare alla nuova pagina, ma bisogna inserire linterruzione di pagine. Come? –Digitando Ctrl + INVIO –Inserisci | Interruzione | di pagina

90 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano90 ELENCHI PUNTATI O NUMERATI Attraverso i pulsanti della barra di formattazione Formato | Elenchi Puntati e Numerati –Scegli il carattere per indicare i vari item –Scegli la struttura: rientri e simboli anche per i sotto-elenchi Sotto-Elenco: vai a capo e digita un TAB

91 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano91 INSERISCI Numero di Pagina Data e Ora Simbolo Note a piè di Pagina (nota da associare ad una parola) Casella di testo

92 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano92 TABELLE Inserisci –Tabella | Inserisci | Tabella | Scegli Numero Righe Numero Colonne Larghezza Colonne Formattazione Aggiungi Righe o Colonne Togli Righe o Colonne Cambia Formattazione

93 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano93 LA TABULAZIONE Sposta il cursore in determinate posizioni –E indispensabile per allineare Come? –Inserire i punti di tabulazione sul righello cliccando nei punti desiderati (oppure Formato | Tabulazioni) –Per raggiungere il punto di tabulazione spostarsi con il tasto TAB –Diversi tipi di tabulazione: a Sx, centrata, a Dx, decimale, a barre –per ottenerli cliccare sul pulsante allestrema sx del righello finché non si ottiene il simbolo corrispondente alla tabulazione desiderata

94 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano94 INTESTAZIONE E PIÈ DI PAGINA Visualizza | Intestazione e Piè di pagina –Permette di impostare lintestazione e la chiusura di ciascuna pagina del documento (ES: Autore, data, titolo documento)

95 Laboratorio di Informatica AA 2008/2009Esercitazione no. 2 Dipartimento di Scienze dellInformazione – Università degli Studi di Milano95 ESERCITAZIONE Scaricate i due file esercizio_pag1.jpg e esercizio_pag2.jpg allindirizzo: Create un documento word di due pagine il più fedele possibile alle due immagini.


Scaricare ppt "Esercitazione no. 2 ELABORAZIONE TESTI (WORD) Laboratorio di Informatica AA 2008/2009."

Presentazioni simili


Annunci Google