La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Conferenza stampa Le proposte di Farmindustria sullapplicazione della manovra di luglio (legge 111/2011) A LCUNI DATI DI SETTORE 8 giugno 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Conferenza stampa Le proposte di Farmindustria sullapplicazione della manovra di luglio (legge 111/2011) A LCUNI DATI DI SETTORE 8 giugno 2012."— Transcript della presentazione:

1 Conferenza stampa Le proposte di Farmindustria sullapplicazione della manovra di luglio (legge 111/2011) A LCUNI DATI DI SETTORE 8 giugno 2012

2 Lindustria farmaceutica in Italia: un valore che il Paese non può perdere Fonte: elaborazioni e stime su dati Aifa, Farmindustria, Istat Investimenti Produzione e R&S Imposte dirette, specifiche e IVA Stipendi e contributi Spesa a ricavo industria medicinali rimborsabili e vaccini (territoriale+ospedaliera escl. payback) Contributo effettivo dellindustria farmaceutica e dellindotto 2,9 5,9 3,7 12,2 4,3 Industria farmaceutica indotto Contributo dellindustria farmaceutica con sola presenza commerciale 2,4 4,0 3,5 12,5 15,3 Export farmaceutico Contributo diretto e indotto dellindustria farmaceutica in Italia e spesa pubblica per medicinali rimborsabili – 2011 (miliardi di euro, dati a ricavo industria)

3 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per presenza in Italia 65 mila addetti (circa 90% laureati o diplomati) 6 mila addetti alla R&S, il 9% degli addetti totali (1,6% nella media dellindustria) 25 miliardi di euro di produzione, il 61% rivolto allexport (15 miliardi). Secondo produttore europeo (dopo la Germania) 2,4 miliardi di euro di investimenti, dei quali 1,2 in Ricerca (il 12% dellindustria manifatturiera) e 1,2 in impianti ad alta tecnologia Export in % sulla produzione farmaceutica realizzata in Italia % Fonte:elaborazioni su dati Istat, Eurostat 61 mila addetti nellindotto Quota della farmaceutica rispetto al totale dei settori hi-tech in Italia Addetti Investimenti (in produzione e Ricerca) Export 30% 43% 47%

4 La farmaceutica crea valore per lintero network dellhi-tech in Italia Fonte: Farmindustria, Pharmintec

5 Nei dati della Banca dItalia limportanza della farmaceutica per la crescita dellindustria

6 Sempre più difficile per la crescita dellexport sostenere lattività produttiva in Italia Fonte: Farmindustria, IMS Produzione farmaceutica in Italia: evoluzione (var % rispetto allanno precedente) Italia: Mercato farmaceutico e sue componenti (var % rispetto allanno precedente) -5% 0% 5% 10% 15% (marzo) non retail retail -4% 0% 4% 10% 16% -2% 2% 6% 8% 12% 14% 18% +4,3% +1,8% +0,7% totale ExportProduzioneProduzione senza crescita export +0,7% +9,6% -4,7% Prevedibile rallentamento dellexport e preoccupazioni sulla sostenibilità degli attuali livelli produttivi e occupazionali, specie alla luce dei trend di mercato nel

7 Concreti segni di pericolo per la sostenibilità della presenza industriale Fonte: Farmindustria, Istat Crescita degli investimenti in Produzione e R&S farmaceutica in Italia (var % media di periodo) studi clinici in calo Addetti nellindustria farmaceutica in Italia (in migliaia) ,3% (~ 10mila addetti in meno)

8 LItalia non spende troppo per la Sanità, ma spesso spende male e penalizza linnovazione farmaceutica territoriale (*) (13,3%) Farmaceutica ospedaliera (2,4%) Altre voci di spesa ospedaliera (39,8%) Composizione del Finanziamento SSN (% sul totale) Fonte: stime su dati Oecd, Ministero Salute, FMI Spesa sanitaria pubblica in % sul PIL Quota % sul PIL (2009) Crescita della quota % sul PIL ( ) In % sul PIL e in procapite la spesa sanitaria in Italia è più bassa di circa il 10% rispetto agli altri grandi Paesi Ue (e del 25% considerando la farmaceutica) Francia9,21,5 Germania8,90,9 Regno Unito8,23,3 Italia7,20,6 Spagna7,01,6 Media Big 58,11,6 Altri Paesi Ue 158,11,6 Media Ue 158,11,6 USA8,35,1 Altre voci di assistenza territoriale (39,5%) Prevenzione (5%) * include una parte di spesa privata, ovvero la compartecipazione alla spesa da parte dei cittadini

9 Sullindustria farmaceutica oneri sproporzionati per il contenimento della spesa pubblica Fonte: elaborazioni su dati Istat, Aifa, Farmaceutica pubblica totale* Totale spesa sanitaria pubblica Altri beni e servizi acquistati dal SSN Variazione % cumulata Inflazione (+11%) +18% +10% +2% 0%5%10%15%20% Nel 2011 la spesa farmaceutica pubblica totale è scesa del 4%, per gli altri beni e servizi acquistati dal SSN è cresciuta del 2,5% Nel 2012 farmaceutica ancora in calo (-2% nel primo trimestre) Negli ultimi 5 anni le imprese hanno pagato oltre 11 miliardi per esigenze di finanza pubblica la % sul PIL della farmaceutica pubblica è ferma all1,1% (entro il 2014 scenderà all1%) Spesa farmaceutica pubblica procapite in calo (-0,8%) * territoriale+ospedaliera, esc. copayment e payback, inclusi i vaccini Personale SSN e onorari medici +6%

10 Condizioni penalizzanti per linnovazione e ritardi per laccesso a livello regionale massimo minimo Giorni necessari per inserire i farmaci nel primo prontuario dopo quello nazionale, per Regione (farmaci con AIC nel periodo ) Media Italia 305 giorni Dal primo livello regionale alluso effettivo nelle strutture sono necessari in media altri 70 giorni Fonte: Farmindustria, elaborazioni su dati IMS % delle vendite in farmacia di medicinali lanciati negli ultimi 3-5 anni (% sul totale 2011) ITALIAGERSPAFRAAltri Big area euro ,5 3,9 3,3 8,2 3,5 8,9 3,1 8,3 5,3 10,8 Farmaci con brevetto lanciati negli ultimi 3 anni 10 Farmaci con brevetto lanciati negli ultimi 5 anni AIC : 246 AIC : Dal gap rispetto alla media, ricavi inferiori: 210 milioni per i farmaci lanciati negli ultimi 3 anni e 500 per quelli negli ultimi 5 anni

11 Tempi di pagamento in aumento che bloccano risorse che potrebbero essere investite Con tempi di pagamento pari a Francia, UK, Germania si libererebbero risorse rispettivamente pari a 2, 3 e 5 miliardi. Maggiori risorse per gli investimenti rafforzerebbero nel medio/lungo termine la competitività delle imprese del farmaco operanti in Italia, Prometeia, novembre 2011 Investimenti in produzione e R&S (miliardi di euro) ITAFRAUKGER 7,5 6,0 4,5 3,0 1,5 0,0 Livello realeITA=FRAITA=UKITA=GER crescita con tempi di pagamento: Tempi di pagamento dalle strutture pubbliche per le imprese del farmaco (giorni, dati trimestrali) In media pagamenti a 251 giorni (+20% rispetto al 2009), con Regioni stabilmente oltre i 700. Per le aziende crediti pari a circa 4 miliardi mar 2008 mar 2009 mar 2010 mar 2011 mar %

12 È a brevetto scaduto l88% del mercato, con forte crescita dei farmaci generici TOTALE MERCATO-2,2%-0,4% Farmaci generici -3,2% +10,3% Farmaci di marca (con o senza brevetto) -1,3% +15,7% – 2011 media annua Variazione % delle vendite a valori (canale farmacia, pubblico e privato) Fonte: elaborazione Farmindustria su dati IMS Health Tra le prime 15 imprese per numero di confezioni vendute, 5 sono genericiste Vendite di medicinali rimborsati per tipo di copertura brevettuale (% sul totale, in unità, gen-dic 2011) I farmaci a brevetto scaduto sono l88% delle confezioni vendute, più del dato riferito alle liste di trasparenza (55%). Esistono molecole senza copertura brevettuale che, pur essendo genericabili, sono coperte solo da prodotti di marca CON COPERTURA BREVETTUALE 12% Di marca a brevetto scaduto 88% 65% % sul totale Generici 18% Altro (ad es. mai coperti da brevetto) 5% SENZA COPERTURA BREVETTUALE


Scaricare ppt "Conferenza stampa Le proposte di Farmindustria sullapplicazione della manovra di luglio (legge 111/2011) A LCUNI DATI DI SETTORE 8 giugno 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google