La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il fotovoltaico in architettura Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane –Pensiline (auto, attesa)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il fotovoltaico in architettura Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane –Pensiline (auto, attesa)"— Transcript della presentazione:

1 1 Il fotovoltaico in architettura Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane –Pensiline (auto, attesa) –Grandi coperture e tettoie –Tabelloni (informativi, pubblicitari) –Barriere antirumore

2 2 Vantaggi della tecnologia modularità modularità esigenze di manutenzione ridotte esigenze di manutenzione ridotte semplicità estrema d'utilizzo semplicità estrema d'utilizzo impatto ambientale minimo impatto ambientale minimo facilità di integrazione nellambiente facilità di integrazione nellambiente alto valore aggiunto alto valore aggiunto

3 3 Architettura del sistema Un sistema FV è composto da tre sottosistemi 1. moduli fotovoltaici 2. carico 3. interfaccia (il Balance of System) Il BoS comprende le strutture di montaggio, i sistemi di condizionamento della potenza ed eventualmente i sistemi di accumulo

4 4 Architettura del sistema (1)

5 5 Sistema di controllo e condizionamento della potenza Il sistema di controllo e condizionamento della potenza è linterfaccia tra il campo fotovoltaico ed il carico, costituito dal parallelo della batteria e dellinverter. Il sistema di controllo e condizionamento della potenza è linterfaccia tra il campo fotovoltaico ed il carico, costituito dal parallelo della batteria e dellinverter. E costituito, in generale, dai seguenti dispositivi: E costituito, in generale, dai seguenti dispositivi: regolatore di carica della batterie regolatore di carica della batterie MPPT (Maximum Power Point Tracker) MPPT (Maximum Power Point Tracker) convertitore DC/AC convertitore DC/AC

6 6 Regolatore di carica Il sistema di controllo della carica viene realizzato con dispositivi che parzializzano la corrente fornita alla batteria (ON-OFF totale o a gradini) oppure con dispositivi che regolano la corrente di carica al variare della batteria (chopper serie o parallelo). Il sistema di controllo della carica viene realizzato con dispositivi che parzializzano la corrente fornita alla batteria (ON-OFF totale o a gradini) oppure con dispositivi che regolano la corrente di carica al variare della batteria (chopper serie o parallelo).

7 7 MPPT L MPPT consente di estrarre, istante per istante, la massima potenza generabile dal campo fotovoltaico. L MPPT consente di estrarre, istante per istante, la massima potenza generabile dal campo fotovoltaico. Si compone di: Si compone di: convertitore DC/DC con rapporto di trasformazione variabile convertitore DC/DC con rapporto di trasformazione variabile regolatore del rapporto di trasformazione. regolatore del rapporto di trasformazione.

8 8 LMPPT individua quel particolare punto (MPP) sulla caratteristica I -V del generatore Fotovoltaico in corrispondenza del quale si ha il massimo trasferimento di potenza verso il carico. LMPPT individua quel particolare punto (MPP) sulla caratteristica I -V del generatore Fotovoltaico in corrispondenza del quale si ha il massimo trasferimento di potenza verso il carico. MPPT (1)

9 9 Inverter Esistono diverse tipologie di inverter Esistono diverse tipologie di inverter Di rete o per applicazioni isolate Di rete o per applicazioni isolate A commutazione forzata o autonoma A commutazione forzata o autonoma A modulazione di ampiezza PWM A modulazione di ampiezza PWM Monofase o trifase Monofase o trifase Inverter di modulo o di stringa Inverter di modulo o di stringa

10 10 Configurazione su file parallele Nel caso di configurazione a file parallele bisogna tenere in considerazione alcuni aspetti : In primo luogo è necessario mantenere le file ad una distanza tale da evitare ombreggiamenti eccessivi tra file adiacenti e come compromesso si considera la distanza che garantisca assenza di ombre a mezzogiorno del solstizio invernale. Nel caso di configurazione a file parallele bisogna tenere in considerazione alcuni aspetti : In primo luogo è necessario mantenere le file ad una distanza tale da evitare ombreggiamenti eccessivi tra file adiacenti e come compromesso si considera la distanza che garantisca assenza di ombre a mezzogiorno del solstizio invernale.

11 11

12 12 Configurazione su file parallele In secondo luogo lenergia globale annua intercettata è leggermente inferiore a causa della presenza della fila antecedente: lirraggiamento riflesso dal suolo è praticamente nullo e lirraggiamento diffuso è in parte schermato. Il valore diffuso viene modificato in: In secondo luogo lenergia globale annua intercettata è leggermente inferiore a causa della presenza della fila antecedente: lirraggiamento riflesso dal suolo è praticamente nullo e lirraggiamento diffuso è in parte schermato. Il valore diffuso viene modificato in:

13 13

14 14 Calcolo dellenergia prodotta Efficienza del campo fotovoltaico PV Perdite varie del campo (riflessione, ombregg., quadri in continua, filtri ed ausiliari) v Perdite per effetto della temperatura t Efficienza degli inverter inv Assorbimento rete abs Energia solare intercettata nel piano dei moduli H tot Energia immessa in rete E


Scaricare ppt "1 Il fotovoltaico in architettura Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane Tipologie integrate nelle infrastrutture urbane –Pensiline (auto, attesa)"

Presentazioni simili


Annunci Google