La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presentazione attività disciplinari matematica Classi I e II Gruppo esperti disciplinari Seminari regionali – Tutor di Istituto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presentazione attività disciplinari matematica Classi I e II Gruppo esperti disciplinari Seminari regionali – Tutor di Istituto."— Transcript della presentazione:

1 Presentazione attività disciplinari matematica Classi I e II Gruppo esperti disciplinari Seminari regionali – Tutor di Istituto

2 Le attività PQM Quali le idee di fondo su cui sono costruite Qual è la struttura dei materiali Come vanno portate e realizzate in classe Quali sono: presentazione del piano editoriale completo e di una attività in particolare…

3 L'idea chiave di PQM Per migliorare occorre conoscere la situazione: valutare Per migliorare occorre conoscere la situazione: valutare

4 I metodi e i risultati della valutazione INVALSI possono essere utilizzati Per intervenire sui processi di apprendimento dei nostri allievi Per intervenire sui processi di apprendimento dei nostri allievi Per testare il raggiungimento dei nostri obiettivi formativi Per testare il raggiungimento dei nostri obiettivi formativi Per acquisire consapevolezza delle caratteristiche del nostro insegnamento Per acquisire consapevolezza delle caratteristiche del nostro insegnamento

5 Un vero miglioramento, profondo, duraturo, dei risultati di apprendimento si ha quando riusciamo a migliorare la nostra azione didattica, Il nostro modo di lavorare in classe con gli allievi, e soprattutto se riusciamo a trovare modalità migliori e più efficaci per attivare il loro lavoro

6 7 processi I processi, le capacità, le decisioni richieste 4 ambiti di contenuti I contenuti coinvolti Le due dimensioni dei quesiti Le due dimensioni dei quesiti

7 Occorre concentrarsi non solo sul prodotto ma anche sul processo e sul modo in cui le domande coinvolgenti la matematica sono interpretate e la conoscenza matematica viene attivata in situazioni matematizzabili In ogni domanda INVALSI si punta lattenzione su un processo prevalente Le attività PQM normalmente ne coinvolgono diversi, o addirittura tutti

8 8 Le caratteristiche dellapproccio laboratoriale delle attività di PQM Le caratteristiche dellapproccio laboratoriale delle attività di PQM

9 9 1) Si inizia il lavoro perchè si vuol capire qualcosa (una situazione, un problema, una affermazione....)

10 10 2) Si parte dal problema, Non dalla soluzione!

11 11 3) Non si sa a priori... Di cosa c'è bisogno per arrivare alla soluzione

12 12 4) Il lavoro non è mai individuale Efficace interazione orizzontale Vera interazione verticale

13 13 5) Non c'è demarcazione netta tra teoria e pratica

14 14 6) Anche gli errori hanno una funzione Enriques: dimensione costruttiva dell'errore

15 15 7) Fusione di diversi aspetti Intuizione rigore fantasia metodo Inventiva e mestiere

16 16 Un grosso investimento di tempo che ha per obiettivo l'acquisizione di metodo e mentalità

17 17 Forse occorre cambiare prospettiva Pensare che qualcuno apprenda la matematica grazie ad una bella spiegazione o una brillante presentazione non è una idea ingenua:

18 18 E FALSA!

19 Struttura delle attività PQM COPERTINA Introduzione e descrizione di tematica, finalità e obiettivi, ATTIVITÁ Descrizione del percorso partendo dal problema stimolo iniziale ATTIVITÁ Descrizione del percorso partendo dal problema stimolo iniziale Scheda di lavoro 1: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 1: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente VALUTAZIONE ATTIVITÁ Allinterno delle schede di lavoro VALUTAZIONE ATTIVITÁ Allinterno delle schede di lavoro Scheda per attività per le eccellenze Eventuale scheda prerequisiti Scheda per attività per il recupero ed il rafforzamento Test nazionali e internazionali Scheda di lavoro 2: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 2: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 3: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 3: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 4: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente Scheda di lavoro 4: Descrizione delle varie fasi dellattività, ognuna prevede sia una scheda per lo studente che una scheda con indicazioni per il docente

20 Sono attività aperte: - si possono piegare secondo le esigenze specifiche individuate nel PdM, ad esempio mettendo laccento su un processo specifico, o dedicando più tempo a una particolare fase, o approfondendo le parti relative alla valutazione; - si arricchiscono nel tempo attraverso la condivisione tra i tutor di istituto con i tutor di progetto e gli autori.

21 Il piano editoriale PQM per la matematica Area tematica Numeri 1.Linsieme N ed il gioco numerando, Brunetto PiochiClasse I 2.Dividere in parti eguali e disuguali, Stefania PozioClasse I 3.Numeri primi, scomposizioni e divisibilità, Giovanna MayerClasse I 4.La calcolatrice, Brunetto Piochi – Fabio Brunelli – Stefania CotoneschiClasse I 5.Ordinamento dei numeri e retta numerica, Giovanna MayerClasse II

22 Area tematica Spazio e Figure 1.Altezze, mediane e bisettrici con geogebra, Stefania PozioClasse I 2.Indovinelli geometrici, Franco Favilli Classe I-II 3.Riga e compasso: gli strumenti dei geometri, Rossella Garuti Classe I-II 4.L'equiscomponibilità di figure elementari: il tangram, Palmira RonchiClasse II 5. Il teorema di Pitagora, Palmira Ronchi Classe II 6.Ruote e cerchi, Rossella Garuti Classe II 7.Illusioni ottiche, Brunetto Piochi Classe II 8.Pattern e trasformazioni geometriche, Franco FavilliClasse II 9.Proporzionalità in geometria con geogebra, Franco FavilliClasse II Il piano editoriale PQM per la matematica

23 Area tematica Misure, Dati e Previsioni 1.Dai dati alle tabelle: prime rappresentazioni, Giovanna Mayer – Stefania PozioClasse I 2.Introduzione alla probabilità: un gioco tra tre amici, Palmira RonchiClasse I-II 3.Impariamo a leggere i grafici, Giovanna Mayer – Stefania PozioClasse I-II 4.Scommesse e tabelline, Brunetto Piochi – Antonio Moro Classe I-II 5.Unindagine statistica, Giovanna MayerClasse II Il piano editoriale PQM per la matematica

24 Area tematica Relazioni e Funzioni 1.Disegni sulla sabbia (SONA) e aritmetica: quale relazione? Classe I-II Franco Favilli – Carlo Romanelli – Laura Maffei 2.Problemi e parolacce, Brunetto Piochi Classe I-II 3.Proporzioni e leve, Stefania Pozio Classe II 4.Ragionamento proporzionale: marmellate di prugne e ombre del sole, Classe II Rossella Garuti Il piano editoriale PQM per la matematica

25 Attività afferenti a più aree tematiche 1.Misuriamoci, Brunetto Piochi – Fabio Brunelli – Stefania Cotoneschi Classe I-II (Numeri, Dati, Misure e Previsioni) 2.Cominciamo dalla fine: dai quesiti alle situazioni didattiche sottese, Aurelia Orlandoni (Misure, Dati e Previsioni, Relazioni e Funzioni) Classe I-II 3.Scale e mappe, Stefania Pozio Classe II (Spazio e Figure, Relazioni e Funzioni) 4.Rapporti e percentuali, Giovanna Mayer Classe II (Numeri, Relazioni e Funzioni) 5.Preventivo vacanze, Carlo Romanelli Classe II (Numeri, Misure, Dati e Previsioni) Il piano editoriale PQM per la matematica


Scaricare ppt "Presentazione attività disciplinari matematica Classi I e II Gruppo esperti disciplinari Seminari regionali – Tutor di Istituto."

Presentazioni simili


Annunci Google