La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Progettazione dei Corsi e occupabilità dei laureati Consultazione del sistema socio economico e definizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Progettazione dei Corsi e occupabilità dei laureati Consultazione del sistema socio economico e definizione."— Transcript della presentazione:

1 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Progettazione dei Corsi e occupabilità dei laureati Consultazione del sistema socio economico e definizione delle figure professionali per la riprogettazione dei Corsi di Studio Angela Ribeiro Cavazzuti – Alessio Travaglini Area della Formazione – Settore Quality Assurance

2 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Indice 1) Inquadramento Progettazione dei Corsi di Studio e Quality Assurance presso Unibo 2) Principi alla base delle linee di indirizzo di Ateneo per la consultazione delle parti interessate DM 270 (art. 11, comma 3 e 4 ) e indicazioni di doucmenti nazionali e europei Documentazione per la consultazione e la progettazione: richiamo al modello RdR 01/04 del CNVSU 3) Indicazioni fornite alle Facoltà il processo: come sviluppare lo schema di progetto di corso di studio le metodologie e gli strumenti: come consultare le parti interessate in merito alle esigenze formative dei laureati e alla definizione degli ambiti occupazionali la documentazione: documentare le attività svolte e I contenuti finali in ottica di trasparenza 4) Buone pratiche Organizzazione interna della Facoltà: esempio Facoltà di Economia di Forli Scelta della metodologia della consultazione: esempio Facoltà di Chimica Industriale Documentazione della consultazione: esempio Corso di laurea magistrale in Biotecnologie 5) Conclusioni

3 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 1 - Inquadramento: Progettazione dei corsi e Quality Assurance presso UNIBO Le linee di indirizzo dAteneo sottolineano particolarmente: l'attenzione alla coerenza interna del progetto di corso di studio (coerenza tra figure professionali previste e risultati di apprendimento attesi e attività formative) la necessità di una adeguata documentazione delle azioni messe in atto per definire gli ambiti occupazionali e le esigenze di formazione per i laureati Definizione dei nuovi Ordinamenti ex DM 270/04 Messa a regime di un Sistema di Internal Quality Assurance dei Corsi di Studio che prevede: Modello Informativo per ogni CdS per la valutazione interna/esterna (Modello RdR CNVSU) Sistema di monitoraggio per CdS contestualmente 1 - Inquadramento: Progettazione dei corsi e Quality Assurance presso UNIBO Elementi di contesto presso UNIBO:

4 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 2 - Principi alla base delle linee di indirizzo di Ateneo per la Consultazione delle Parti Interessate Le linee di indirizzo per la consultazione delle Parti Interessate recepiscono: Decreto Ministeriale 270/2004, art. 11, comma 3 e 4 / 2 Indicazioni di documenti nazionali e europei (Linee guida Fondazione Crui, Linee Guida ENQA, Framework of Qualifications ) al fine di pervenire: ad una progettazione dei corsi di studio attuata previa consultazione delle organizzazioni rappresentative nel mondo della produzione, dei servizi e delle professioni, per facilitare linserimento dei laureati nel mondo del lavoro ad una consultazione sostanziale delle parti sociali, esplicitamente orientata a verificare la congruità dei fabbisogni formativi e degli sbocchi professionali perl definire i ruoli professionali dei Corsi di studio, le relative funzioni nonché sui connessi obbiettivi formativi, espressi in termini di risultati di apprendimento ad una comunicazione efficace con le parti sociali anche sulle prospettive di innovazione concepite dagli Atenei, grazie alla attività di ricerca e collaborazione internazionale.

5 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Le linee operative indicate sottolineano inoltre le seguenti esigenze: documentare in modo trasparente (finalizzato anche a una comunicazione esterna) i soggetti coinvolti, liter e l'esito delle consultazioni nel progetto di corso presentare il progetto di corso di studi dando evidenza della coerenza interna della progettazione del corso utilizzare una forma adeguata per descrivere figure professionali e risultati di apprendimento Le linee di Ateneo riguardo la consultazione sono state condivise con le Facoltà : durante incontri formativi per il personale TA Commissione Didattica Incontri nelle Facoltà in cui erano coinvolti a seconda dei casi, Preside, Presidenti di Corso di Studio, Gruppi individuati ad hoc, personale TA incaricato 2 - Principi alla base delle linee di indirizzo di Ateneo per la Consultazione delle Parti Interessate

6 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 3 - Indicazioni fornite alle Facoltà: il processo Il processo per la consultazione delle parti interessate, condiviso con le Facoltà, si concretizza nelle seguenti fasi: 1) Redigere una prima bozza di progettazione di Corso di Studio (eventualmente utilizzando anche precedenti consultazioni o studi) con i seguenti contenuti. A –profili professionali; B –funzioni; C – obbiettivi formativi espressi in termini di risultati di apprendimento organizzati in una tabella 2) Sottoporre alle parti interessate la bozza di progetto 3) Avviare un confronto allinterno del Corso di Studio sui contenuti e le osservazioni pervenute: in questo la progettazione può tenere conto delle esigenze delle parti interessate 4) Definire lo schema definitivo di progettazione del Corso (riportato in ordinamento)

7 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 3 - Indicazioni fornite alle Facoltà: le metodologie Ciascun Presidente di corso (con il suo gruppo di lavoro variamente definito) individua le modalità di consultazione più adatte alla caratteristiche del proprio specifico mercato del lavoro. Alcune possibili sistemi di consultazione adottabili, in modo flessibile, insieme o singolarmente: Consultazione di rappresentanti di categoria e ordini professionali; Comitato di indirizzo: si riuniscono e consultano insieme rappresentanti di più parti interessate Consultazione di studi di settore (isfol, Almalaurea) Consultazione con Associazioni di Laureati (es: ALADIS –Ass.Laureati Statistica dell'Unibo) Partecipazioni a seminari, incontri, convegni dedicati a questi temi; Consultazione di singole aziende o datori di lavoro; Consultazione di aziende convenzionate per i tirocini (ad esempio somministrando un questionario)

8 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 3 - Indicazioni fornite alle Facoltà: gli strumenti Segnalazione di siti per il confronto sulle denominazioni delle figure professionali …….. Mini guida con indicazioni per la redazione Schema di progettazione del corso (si allegano due esempi): allegato 1 – ScienzeComunicazione L allegato 2 - Storia dellArte LM Modelli di questionario (si allegano due modelli): allegato 3 – Quest. Informazione scientifica farmaco allegato 4 - Quest. Lingua, società e comunicazione Modello di verbale (si allega il modello) allegato 5 - ModelloVerbaleConsultazione

9 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Soggetto accademico che ha organizzato la consultazione Parti consultate Modalità della consultazione Documenti agli atti Reperibilità documenti indicare i soggetti che hanno effettuato la consultazione elenco delle imprese/enti/org anizzazioni/ordin i professionali che sono state consultate indicare le modalità seguite (riunioni, distribuzione questionari.) indicare gli uffici presso cui sono disponibili i documenti attestanti lavvenuta consultazione indicazioni sulla persona/ ufficio responsabile della custodia dei documenti prodotti dalla consultazione 3 – Indicazioni fornite alla Facoltà: la documentazione finale Per dare evidenza/trasparenza delle informazioni raccolte e dei metodi utilizzati nella Consultazione con il sistema socio economico e le parti interessate occorre predisporre la seguente tabella che sarà inserita nel Modello Informativo per la QA

10 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 4 - Un modello organizzativo Facoltà di Economia di Forli CONSIGLIO DI PRESIDENZA - Preside - Presidenti dei Corsi di Studio - Docenti rappresentatnti le aree s.d. COMMISSIONE DIDATTICA - Presidente - n. 4 docenti rappresentanti le aree s.d. -Rappresentanti studenti COMMISSIONE RIFORMA - Presieduta dal Presidente Commissione didattica -Preside - Presidenti dei Corsi di Studio - Componenti della Commissione Didattica Consigli Corsi di Studio Consiglio di Facoltà

11 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 4 - Modalità di consultazione Chimica Industriale: si allega un esempio di modalità di Consultazione delle parti sociali adottate dalla Facoltà di Chimica Industriale: allegato 6 – Consultazione Chimica Industriale

12 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA 4 - Modalità di documentazione degli esiti Si allegano due esempi di modalità di analisi e sintesi dei risultati della Consultazione delle parti sociali: 1. Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Animali allegato 7 – Consultazione Biotecnologie Animali 2. Facoltà di Farmacia allegato 8 – Analisi Consultazione Farmacia

13 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Conclusioni Punti di forza: - collaborazione settori Area della Formazione (Settore Ordinamenti e Settore QA) - maggiore interazione con il Nucleo di Valutazione di Ateneo - Facoltà con precedenti esperienze di QA Punti di debolezza: - alcuni approcci formali (tabelle da compilare) - percezione aumento carico di lavoro - scarsa familiarità con i Descrittori - incertezza sull'avvio della riforma rallentamento nell'organizzare le attività di consultazione - Situazioni di Facoltà poco presidiate dal punto di vista del personale TA


Scaricare ppt "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Progettazione dei Corsi e occupabilità dei laureati Consultazione del sistema socio economico e definizione."

Presentazioni simili


Annunci Google