La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese D.ssa Flavia Marzano Unione delle Province dItalia 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese D.ssa Flavia Marzano Unione delle Province dItalia 1."— Transcript della presentazione:

1 La diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese D.ssa Flavia Marzano Unione delle Province dItalia 1

2 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 1. Riuso 2. Integrazione 3. Coinvolgimento 4. Organizzazione Che cosa serve? 2 A. Collaborazione tra livelli istituzionali B. Diffusione dellinformazione C. Normativa ad hoc D. Finanziamenti mirati Come si ottengono?

3 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano Pubblica Amministrazione Centrale Regioni Province Comuni In reticolo della collaborazione

4 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano …the introduction of eGovernment is not easy. Providing user-centred services … requires that information is shared across departments and different levels of government (e.g. between the local and national level). More often than not this implies organisational change. It requires willingness to rethink established ways of working. This often leads to resistance. The Role of eGovernment for Europe's Future - Bruxelles, Settembre 2003 Collaborazione tra livelli istituzionali 4

5 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano …la completa realizzazione del "governo elettronico" soggiace alla capacità di adottare modelli che assicurino il coordinamento tra diversi livelli istituzionali, … la rilevanza dello scambio di esperienze operative e strategiche… …l'attuazione dell'e-government richiede una profonda riorganizzazione all'interno delle amministrazioni, comprendente la ridefinizione delle procedure, la formazione del personale, cambiamenti legislativi e nuovi modelli gestionali…. Dichiarazione ministeriale – European eGovernment Conference - Cernobbio 2003 Collaborazione tra livelli istituzionali 5

6 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano Progetti 1.2 Tecnologie e Strumenti 1.3 Idee & Competenze 1.4 Metodologie 1.5 Soluzioni 1.6 … 1. Riuso: di che cosa?

7 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 1. Riuso: come? Progetti 7 Progettazione: a priori nellottica del riuso: Progettazione: a priori nellottica del riuso: Apertura tecnica e politica al riuso! Conoscenza: Repository dei progetti e delle buone pratiche Conoscenza: Repository dei progetti e delle buone pratiche Bandi: con richiesta dichiarata di riuso Bandi: con richiesta dichiarata di riuso Finanziamenti: specifici per il riuso dei progetti Finanziamenti: specifici per il riuso dei progetti A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati

8 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 1. Riuso: come? Tecnologie e Strumenti 8 Tecnologie e strumenti riusabili Tecnologie e strumenti riusabili Apertura agli standard Apertura agli standard Utilizzo di software Open Source: Utilizzo di software Open Source: Commissione OSS MIT Commissione OSS MIT Direttiva Ministro Stanca Direttiva Ministro Stanca Applicazioni per la Pubblica Amministrazione Locale Applicazioni per la Pubblica Amministrazione Locale Studio di Nuovi modelli di sviluppo Studio di Nuovi modelli di sviluppo Studio di Nuove metodologie di licencing? Studio di Nuove metodologie di licencing? Applicazioni della Nuova (e vecchia) normativa! Applicazioni della Nuova (e vecchia) normativa! A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati

9 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 1. Riuso: come? Normativa 9 A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati Art. 25 L. 340/2000 stabilisce che: le pubbliche amministrazioni […] che siano titolari di programmi applicativi realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico, hanno facoltà di darli in uso gratuito ad altre amministrazioni pubbliche, che li adattano alle proprie esigenze Art. 25 L. 340/2000 stabilisce che: le pubbliche amministrazioni […] che siano titolari di programmi applicativi realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico, hanno facoltà di darli in uso gratuito ad altre amministrazioni pubbliche, che li adattano alle proprie esigenze Studio sullo stato attuazione? Studio sullo stato attuazione? Conoscenza e informazione!!! Conoscenza e informazione!!! Delibere di indirizzo? Delibere di indirizzo?

10 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 1. Riuso: Delibera Provincia di Pisa! Delibera di: …attuare quanto previsto dallart.25 della L.340/2000 rendendo disponibile, per il riuso gratuito da parte delle altre amministrazioni pubbliche, tutto il software di proprietà della Provincia di Pisa avente le caratteristiche previste dalla normativa, senza nessun onere a carico dei destinatari, ad eccezione di eventuali interventi di personalizzazione e/o parametrizzazione; dare indicazioni alle strutture preposte affinché rendano pubblico lelenco del software di cui al punto precedente, utilizzando ogni mezzo disponibile tra cui anche il sito web della Provincia di Pisa; promuovere lutilizzo di piattaforme OPEN SOURCE e di software di base e applicativo che non comporti onere di licenze duso;

11 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano … Delibera Provincia di Pisa Dare mandato alle strutture preposte affinché nei futuri capitolati di gara per lacquisto di software sia esplicitamente previsto il riuso gratuito ai sensi dellart.25 della L. 340/2000 e lobbligo per il fornitore di consentire, nel caso di applicativi realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico ai sensi dellart.25, la modificabilità del codice sorgente senza costi aggiuntivi per lAmministrazione; Promuovere ladozione di atti consimili presso le Amministrazioni Pubbliche del territorio provinciale e dellArea Vasta; Notificare le presenti linee di indirizzo a tutti i Comuni della Provincia di Pisa.

12 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano Digressione… ma non troppo! e-government 1 a 10! …non a caso…

13 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano Progetti 2.2 Tecnologie e Strumenti 2.3 Idee & Competenze 2.4 Metodologie 2.5 Soluzioni 2.6 … 2. Integrazione: di che cosa?

14 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 2. Integrazione: come? 14 Progettazione a priori nellottica dellintegrazione: Progettazione a priori nellottica dellintegrazione: Apertura tecnica e politica allintegrazione! Progetti Regionali, Nazionali, Europei! Progetti Regionali, Nazionali, Europei! CRC CRC Bandi con esplicita richiesta di integrazione Bandi con esplicita richiesta di integrazione Bandi per Idee e competenze Bandi per Idee e competenze Bandi per lutilizzo di nuove metodologie di integrazione Bandi per lutilizzo di nuove metodologie di integrazione Finanziamenti specifici per lintegrazione dei progetti Finanziamenti specifici per lintegrazione dei progetti A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati

15 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 3. Coinvolgimento: di chi? APQ? 15 Enti del territorio Enti del territorio Enti Nazionali Enti Nazionali Enti Europei Enti Europei Imprese per la progettazione Imprese per la progettazione Imprese per lo sviluppo Imprese per lo sviluppo Imprese per la collaborazione Imprese per la collaborazione Cittadini e Imprese Cittadini e Imprese Utenti Utenti Clienti! Clienti! A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati } } }

16 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano 3. Coinvolgimento: come? APQ? 16 Nuovi modelli di Collaborazione interistituzionale tecnica e politica: Nuovi modelli di Collaborazione interistituzionale tecnica e politica: Diretta Diretta Tramite le Associazioni Tramite le Associazioni Tavoli Nazionali e Bilaterali Tavoli Nazionali e Bilaterali Tavolo Congiunto Permanente Tavolo Congiunto Permanente Conferenza Unificata! Conferenza Unificata! Bandi con esplicita richiesta di collaborazione Bandi con esplicita richiesta di collaborazione Finanziamenti specifici per la collaborazione Finanziamenti specifici per la collaborazione Coinvolgimento delle Imprese tramite strumenti di cooperazione (anche bandi mirati) Coinvolgimento delle Imprese tramite strumenti di cooperazione (anche bandi mirati) A. Collaborazione tra livelli istituzionali C. Normativa ad hoc B. Diffusione dellinformazioneD. Finanziamenti mirati

17 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano Le nuove tecnologie dellinformazione e della Comunicazione (ICT) sono essenziali per le nuove sfide della Pubblica Amministrazione, tuttavia è essenziale combinarne luso con i cambiamenti organizzativi per migliorare i servizi pubblici, i processi democratici e le politiche pubbliche: questo è davvero le-government! 3a Fase? 4. Organizzazione! 17 Le tecnologie, da sole, non sono capaci di trasformare le procedure da sbagliate a corrette, da inefficienti a efficienti!

18 1 February February February 2014D.ssa Flavia Marzano "Non importa quanto vai piano, l'importante è che non ti fermi!" l'importante è che non ti fermi!"Confucio Difficile? Difficile? Faticoso? Faticoso? Lungo? Lungo? …? …? Il cammino e:

19 19 Grazie dellattenzione!


Scaricare ppt "La diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese D.ssa Flavia Marzano Unione delle Province dItalia 1."

Presentazioni simili


Annunci Google