La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Roma 30 giugno - 1 luglio 2005 Le-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Roma 30 giugno - 1 luglio 2005 Le-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo."— Transcript della presentazione:

1 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Roma 30 giugno - 1 luglio 2005 Le-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo Nello Ventresca Progetto CST - Centri Servizi Territoriali

2 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Il PASI - Piano dAzione per lo sviluppo della Società dellInformazione e-Government (Delibera G.R /12/2001) è il documento cardine. Esso prevede la realizzazione delle seguenti azioni: Infrastrutture di telecomunicazione; Infrastrutture di cooperazione e gestione associata dei sistemi informativi; I sistemi informativi di cooperazione amministrativa; I sistemi di servizio; Formazione. Le radici delle-government nella Regione Abruzzo

3 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio DOCUP Intese Istituzionali di programma (APQ) APQ (Finanziamenti CIPE e Docup) 1 a Integrazione APQ (Finanziamenti CIPE e Docup) 2 a Integrazione APQ (Finanziamenti CIPE e Docup) Bandi nazionali 1° e-gov 2° e-gov T-Gov Altra natura Per la realizzazione del Piano di Azione sono stati previsti investimenti provenienti da più direttrici: Le radici delle-government nella Regione Abruzzo

4 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Il 27 Giugno 2005 è stato firmato il II° Atto integrativo APQ tra la Regine Abruzzo, il MIT e il MEF (per un totale complessivo di 41 milioni di euro) che prevede la realizzazione di 14 progetti: Quadro di riferimento

5 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ 1. SAX 2. CAPSDA 3. CST - CENTRO SERVIZI TERRITORIALI 4. SPC Servizi a Larga Banda 5. Rete Medici di Medicina Generale 6. Servizi di Telemedicina Avanzati 7. Servizi Informativi Integrati sul Territorio Interventi previsti:

6 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ Estensione delle soluzioni di e-government agli Enti Locali della Regione Abruzzo mediante il RIUSO Infrastruttura per la realizzazione di contenuti digitali Accelerazione delle innovazioni tecnico-organizzative previste dal Codice dellAmministrazione Digitale ICAR-ABRUZZO ICT per lEccellenza dei Territori: Distretto del turismo termale Infrastruttura di Interconnessione Sicura della ComNet RA (IIS- COMNET) Centro Servizi per larchiviazione documentale (CADRA) Interventi previsti:

7 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Servizi innovativi di e-government La Regione Abruzzo, attraverso il CST regionale, intende diffondere una gamma di servizi innovativi di e-government che consentano realmente un deciso innalzamento della offerta di servizi che la Pubblica Amministrazione Locale fornirà ai cittadini ed alle imprese del territorio. Gli obiettivi da raggiungere sono: valorizzare le soluzioni realizzate attraverso i progetti della fase 1 e-government; standardizzare i servizi di e-government erogati nella Regione; garantire omogenei livelli di servizio per tutti i cittadini ed imprese della Regione; ridurre i costi globali di gestione dei servizi di e-government avviati presso gli Enti Locali. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

8 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Le soluzioni e-government standard identificate sono le seguenti: 1) Sistema Cittadino+; tale sistema, realizzato dal progetto Cittadino+, coordinato dal Comune di Francavilla al Mare, copre la quasi totalità dei servizi rivolti a cittadini ed imprese; i servizi sono ripartiti secondo la classificazione degli eventi della vita. 2) Sistema ProvinciaUnica; tale sistema, realizzato dal progetto ProvinciaUnica, coordinato dalla Provincia di Pescara, copre un significativo numero di servizi rivolti a cittadini ed imprese; anche in questo caso, i servizi sono ripartiti secondo gli eventi della vita. 3) SIGMATER: Sistema di gestione dati territoriali e servizi cartografici 4) SUAP: Sportello unico delle Attività Produttive 5) CSTC: Servizi relativi al Turismo Culturale Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

9 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio La sede del CST Vista la distribuzione sul territorio dei Comuni piccoli e medi meno presenti o attrezzati a usufruire delle progettualità in corso, è stata individuata in SULMONA la località dove creare il Centro Servizi Territoriali. La scelta si giustifica in quanto Sulmona è ricompressa nellarea di obiettivo 2 e rappresenta il centro territoriale per una miriade di piccoli comuni delle aree interne che hanno molta difficoltà a concretizzare da soli progetti di tipo e-government. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

10 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Soluzione tecnologica (1) Per quanto concerne la progettazione e realizzazione della soluzione tecnologica, ci si allineerà agli standard tecnologici definiti dal CNIPA per garantire linteroperabilità dei servizi e riusabilità delle soluzioni a livello regionale e nazionale. Il modello architetturale prescelto è di tipo federato, in coerenza con le specifiche contenute allinterno del documento Visione Condivisa pubblicato dal MIT e contenente le principali direttive per lo sviluppo del Sistema Pubblico di Connettività (SPC). Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

11 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Soluzione tecnologica (2) La connessione al CST da parte degli Enti utilizzatori avverrà tramite la RUPAR (COMNET-RA) o, in sua assenza, tramite unapposita VPN. Il livello di presentazione degli applicativi sarà costituito da un semplice browser web. La definizione di dettaglio dellarchitettura logica, fisica, dei requisiti funzionali delle applicazioni, della struttura delle reti, dei protocolli e sistemi di identificazione e degli standard di sicurezza avverrà in coerenza ed in modo coordinato con altri gruppi di lavoro attivi nellambito del Sistema Pubblico di Connettività con particolare riferimento ai temi dellaccesso, della sicurezza e dellinteroperabilità. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

12 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Costo complessivo del progetto: Fondi CIPE delib. 17/ Fondi DocUP Misura TOTALE Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

13 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio I costi di progettazione, realizzazione e avviamento allesercizio, sono suddivisibili, in prima istanza, come segue: ATTIVITA % Fondi CIPE delib. 17/2003 Programme manag. e monitor Costo di acq. Infrastr. (HW/SW) Servizi di connettività Formazione Consulenza/personale TOTALE Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

14 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio I costi per lerogazione dei servizi di e-government sono suddivisibili come segue: ATTIVITA % Fondi DocUP Misura 1.3 Acquisizione infrastr. (HW/SW) Attivazione connessioni geografiche Realizzazione presso i Comuni di infrastr. tecnologica e know-how per avviare i servizi innovativi (HW/SW/Formazione/Assistenza) Start-up ed avviamento TOTALE Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

15 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Modello di esercizio Lo schema di finanziamento del progetto prevede che le risorse finanziarie allocate sostengano il primo anno di esercizio (fase di Avviamento); a partire dal secondo anno i costi di gestione saranno a carico degli Enti utilizzatori (Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane); i costi di gestione potranno essere in parte coperti dai rientri tariffari eventualmente previsti per alcuni dei servizi erogati. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

16 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio PIANO DI REALIZZAZIONE (1) Il progetto si articola in cinque macro fasi, che coprono i 30 mesi tra giugno 2005 e dicembre Nella fase di progettazione preliminare (1 mesi) si definiranno i requisiti minimi, gli standard e le modalità di realizzazione del progetto Nella seconda fase di Selezione degli Enti attuatori e Progettazione definitiva (3 mesi) la Regione provvederà ad individuare, tramite procedura di evidenza pubblica, i Comuni che intendono costituire il CST Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

17 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio PIANO DI REALIZZAZIONE (2) Nella fase di Progettazione esecutiva (2 mesi) Nellambito di tale fase saranno definiti: la mappatura delle soluzioni tecnologiche e dei partner presenti sul territorio la mappatura dei servizi e dei processi in rapporto alle esigenze della domanda il portafoglio dei servizi da erogare secondo le priorità rilevate la configurazione ottimale del CST e stilarne i relativi business plan con particolare attenzione ai rientri tariffari dati dallerogazione dei servizi a consumo Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

18 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio PIANO DI REALIZZAZIONE (3) Nella fase di Implementazione del progetto (6 mesi) gli Enti attuatori porteranno a compimento tutti gli interventi necessari per la realizzazione del CST in termini di infrastruttura, connettività ed organizzazione. Nella fase di Avviamento (16 mesi) sarà cura degli Enti attuatori provvedere allavvio dei servizi e alla formazione degli utenti finali, nonché verificare ed eventualmente affinare il modello di sostenibilità economica della struttura individuato nella fase di Progettazione esecutiva. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

19 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio ASPETTI ORGANIZZATIVI E GESTIONALI La governance del progetto prevede i seguenti due livelli di coordinamento e guida: Gruppo di lavoro multidisciplinare a livello regionale Tavolo di consultazione delle Autonomie locali Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

20 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio ASPETTI ORGANIZZATIVI E GESTIONALI Il Gruppo di lavoro multidisciplinare regionale è responsabile sia della redazione dei documenti di progettazione, sia dellattività di assistenza tecnica alle aggregazioni di Enti Locali. Tale Gruppo di Lavoro può includere competenze/risorse messe a disposizione dagli Enti locali Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

21 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio ASPETTI ORGANIZZATIVI E GESTIONALI Il Tavolo di consultazione delle Autonomie Locali sarà istituito dalla Regione Abruzzo. Il Tavolo sarà presieduto dal responsabile APQ e ad esso parteciperanno: un componente del Gruppo di lavoro multidisciplinare, definito dalla Regione Abruzzo, i rappresentanti regionali di Anci, Uncem e Upi e un rappresentante del CNIPA. Tale tavolo sarà la sede di confronto tra la Regione e i rappresentanti delle Autonomie Locali al fine di raccogliere puntualmente sia le esigenze provenienti dal territorio, sia le indicazioni utili per lindirizzo della progettazione dellintervento. Nellambito di tale tavolo di consultazione, inoltre, la Regione garantirà alle Automonie Locali un costante aggiornamento sullo stato di attuazione del progetto durante tutte le sue fasi. Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

22 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Fattori critici di successo (1) In relazione alle disposizioni progettuali di cui sopra, sindividuano alcuni fattori critici per il successo delliniziativa: 1.Definire in dettaglio le modalità, i criteri e gli strumenti attraverso i quali saranno effettuate le selezioni dei Comuni che avranno in carico la creazione e la gestione del CST, valorizzando in particolar modo le aggregazioni già presenti e attive in altri ambiti 2.Definire chiaramente un modello di CST dal punto di vista normativo (anche prevedendo eventuali interventi legislativi a livello Regionale), organizzativo e di governance Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

23 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Fattori critici di successo (2) 3.Definire un modello di sostenibilità economica delle strutture, anche in funzione delleventuale estensione della fornitura dei servizi ad Amministrazioni non coinvolte nella realizzazione del CST 4.Definire un modello di monitoraggio che consenta di produrre periodicamente sia la reportistica relativa allo stato di realizzazione/attività delle strutture verso la Regione, che la reportistica di questultima verso il CNIPA Centri Servizi Territoriali per le-government dei piccoli comuni (CST) Sviluppo della Società dellInformazione 2° atto integrativo APQ

24 Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Centri Servizi Territoriali - Regione Abruzzo - Roma 30 giugno - 1 luglio Progetto CST - Centri Servizi Territoriali L e-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo L e-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo GRAZIE per lattenzione GRAZIE per lattenzione


Scaricare ppt "Struttura Speciale di Supporto - Sistema Informativo Regionale Roma 30 giugno - 1 luglio 2005 Le-government per i piccoli comuni della regione Abruzzo."

Presentazioni simili


Annunci Google