La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTRODUZIONE AL TIROCINIO Corso integrato di Comunicazione ed Educazione terapeutica Anno II - Semestre II Silvia Reviglietti Francesco Valerin.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTRODUZIONE AL TIROCINIO Corso integrato di Comunicazione ed Educazione terapeutica Anno II - Semestre II Silvia Reviglietti Francesco Valerin."— Transcript della presentazione:

1 INTRODUZIONE AL TIROCINIO Corso integrato di Comunicazione ed Educazione terapeutica Anno II - Semestre II Silvia Reviglietti Francesco Valerin

2 STAGES 1°ANNO STAGES 1°ANNO UNICA SEDE UNICA SEDE Suddiviso temporalmente e didatticamente in due parti

3 Obiettivi diminuire i tempi di inserimento allinterno della sede di tirocinio diminuire i tempi di inserimento allinterno della sede di tirocinio garantire la rielaborazione delle esperienze sviluppare il pensiero critico

4 Orientamento nella struttura Orientamento nella struttura Apprendimento del ragionamento clinico attraverso la rielaborazione dellesperienza Apprendimento del ragionamento clinico attraverso la rielaborazione dellesperienza Prima parte valutazione formativa valutazione formativa

5 Valutazione formativa Si utilizza per evidenziare gli obiettivi ancora da raggiungere e i punti di forza e debolezza del percorso

6 Maggiore presenza presso la struttura assistenziale Maggiore presenza presso la struttura assistenziale Orientato al raggiungimento obiettivi Orientato al raggiungimento obiettivi Seconda parte valutazione certificativa valutazione certificativa

7 Valutazione certificativa Costruita su 3 obiettivi generali declinati in obiettivi intermedi e specifici descritti da criteri di performance attesa

8 Obiettivo generale 1 sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale o sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale Obiettivo intermedio 1.a: mettere in atto strategie di apprendimento attivo

9 Obiettivo specifico 1.a.1: mettere in atto comportamenti attivi per il raggiungimento degli obiettivi Criteri di performance: lo studente approfondisce le proprie conoscenze, inerenti alle tematiche professionali, sia attraverso il confronto con i propri referenti sia con la ricerca/consultazione di fonti scientificamente riconosciute;approfondisce le proprie conoscenze, inerenti alle tematiche professionali, sia attraverso il confronto con i propri referenti sia con la ricerca/consultazione di fonti scientificamente riconosciute; sviluppa le abilità tecniche e relazionali, sfruttando ogni situazione formativa di tirocinio;sviluppa le abilità tecniche e relazionali, sfruttando ogni situazione formativa di tirocinio; compara il proprio agire professionale con gli standard esistenti (linee-guida, best-practice, EBN, etc…);compara il proprio agire professionale con gli standard esistenti (linee-guida, best-practice, EBN, etc…); dimostra metodo di analisi, di ragionamento critico e di applicazione delle conoscenzedimostra metodo di analisi, di ragionamento critico e di applicazione delle conoscenze

10 Obiettivo specifico 1.a.2: mettere in atto comportamenti attivi per il raggiungimento degli obiettivi Criteri di performance: lo studente: ricerca il confronto per verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi;ricerca il confronto per verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi; è in grado di sostenere con elementi oggettivi lautovalutazione delle proprie performance;è in grado di sostenere con elementi oggettivi lautovalutazione delle proprie performance; accoglie e adotta i suggerimenti e le indicazioni formative dei propri formatori;accoglie e adotta i suggerimenti e le indicazioni formative dei propri formatori; propone attività finalizzate al proprio miglioramento.propone attività finalizzate al proprio miglioramento.

11 Obiettivo specifico 1.a.3: adottare un atteggiamento riflessivo ed etico, finalizzato al proprio sviluppo professionale Criteri di performance: lo studente adotta comportamenti coerenti con i valori etici, le norme deontologiche e regolamentari (Codice Deontologico, Codice di comportamento dei dipendenti pubblici, Legge sulla privacy, etc…);adotta comportamenti coerenti con i valori etici, le norme deontologiche e regolamentari (Codice Deontologico, Codice di comportamento dei dipendenti pubblici, Legge sulla privacy, etc…); propone interrogativi riguardanti gli aspetti etico-deontologici nei momenti di rielaborazione dellesperienza.propone interrogativi riguardanti gli aspetti etico-deontologici nei momenti di rielaborazione dellesperienza.

12 Obiettivo generale 1 sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale o sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale Obiettivo intermedio 1b: Organizzare e pianificare il proprio lavoro ed interagire in modo costruttivo con léquipe.

13 Obiettivo specifico 1.b.1: Organizzare le attività assistenziali tenendo conto delle esigenze della persona, del contesto organizzativo e delle risorse disponibili Criteri di performance: lo studente organizza in modo relazionale le attività attribuite;organizza in modo relazionale le attività attribuite; utilizza il tempo a disposizione in modo appropriato;utilizza il tempo a disposizione in modo appropriato; adatta il proprio piano di lavoro in relazione ad imprevisti e/o urgenze;adatta il proprio piano di lavoro in relazione ad imprevisti e/o urgenze; fornisce le informazioni utili alla continuità delle cure anche attraverso brevi report.fornisce le informazioni utili alla continuità delle cure anche attraverso brevi report.

14 Obiettivo specifico 1.b.2: Rispettare regole e ruoli della Struttura. Criteri di performance: lo studente osserva le disposizioni organizzative presenti nella Struttura (modalità organizzative, procedure, disposizioni, norme, turni, assenze, rispetto degli orari…);osserva le disposizioni organizzative presenti nella Struttura (modalità organizzative, procedure, disposizioni, norme, turni, assenze, rispetto degli orari…); rispetta tempi e modalità organizzative concordati per il tirocinio;rispetta tempi e modalità organizzative concordati per il tirocinio; individua gli interlocutori in relazione al loro ruolo;individua gli interlocutori in relazione al loro ruolo; si propone nella collaborazione ed assume iniziative proprie dopo averle concordate con linfermiere.si propone nella collaborazione ed assume iniziative proprie dopo averle concordate con linfermiere.

15 Obiettivo generale 1 sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale o sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale Obiettivo intermedio 1c: Obiettivo intermedio 1c: Adottare atteggiamenti che favoriscano un clima di fiducia ed interazioni positive con la persona assistita e la sua famiglia.

16 Obiettivo specifico 1.c.1:Stabilire una relazione con la persona assistita ed i suoi famigliari. Criteri di performance: lo studente agisce rispettando la persona, il suo punto di vista e le sue scelte;agisce rispettando la persona, il suo punto di vista e le sue scelte; rispetta il pudore, la dignità, lintimità e la privacy della persona assistita;rispetta il pudore, la dignità, lintimità e la privacy della persona assistita; ascolta attivamente;ascolta attivamente; sospende il giudizio;sospende il giudizio; evita di dare rassicurazioni semplicistiche e luso di frasi stereotipate;evita di dare rassicurazioni semplicistiche e luso di frasi stereotipate; mantiene la coerenza tra linguaggio verbale e non verbale;mantiene la coerenza tra linguaggio verbale e non verbale; si fa carico dei problemi/necessità del pazientesi fa carico dei problemi/necessità del paziente

17 Obiettivo generale 1 sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale o sviluppare comportamenti finalizzati alla responsabiltà professionale Obiettivo intermedio 1d: Obiettivo intermedio 1d: Applicare le misure di prevenzione del rischio professionale.

18 Obiettivo specifico 1.d.1: Attuare interventi per la prevenzione del rischio biologico. Criteri di performance: lo studente attua il lavaggio delle mani correlandolo al livello di rischio;attua il lavaggio delle mani correlandolo al livello di rischio; utilizza i dispositivi di protezione individuale;utilizza i dispositivi di protezione individuale; smaltisce i rifiuti secondo quanto previsto dalla normativa;smaltisce i rifiuti secondo quanto previsto dalla normativa; mette in atto procedure di preparazione del materiale da sterilizzare in modo da non contaminarlo;mette in atto procedure di preparazione del materiale da sterilizzare in modo da non contaminarlo; manipola e conserva il materiale sterile in modo da non contaminarlo.manipola e conserva il materiale sterile in modo da non contaminarlo.

19 Obiettivo specifico 1.d.2: Attuare interventi per la prevenzione del rischio chimico. Criteri di performance: lo studente rispetta le norme di stoccaggio, conservazione, utilizzo e allontanamento delle sostanze chimiche (detergenti, disinfettanti) in dotazione seguendo le indicazioni riportate sulle confezioni.rispetta le norme di stoccaggio, conservazione, utilizzo e allontanamento delle sostanze chimiche (detergenti, disinfettanti) in dotazione seguendo le indicazioni riportate sulle confezioni.

20 Obiettivo specifico 1.d.3: Attuare interventi per la prevenzione del rischio fisico.. Criteri di performance: lo studente agisce rispettando i principi dellergonomia; rispetta le indicazioni duso delle apparecchiature; rispetta le norme di radioprotezione.

21 Obiettivo generale 2 Orientarsi nella realtà dello specifico contesto di tirocinio o Orientarsi nella realtà dello specifico contesto di tirocinio Obiettivo intermedio 2.a: Individuare le caratteristiche e le finalità della Struttura sede di tirocinio, collocandola allinterno della Struttura Sanitaria ed individuare le funzioni delle figure che vi operano.

22 Obiettivo specifico 2.a.1: Descrivere le finalità della Struttura. Criteri di performance: lo studente Elenca le finalità della Struttura, indicando le fonti da cui sono state tratte le informazioniElenca le finalità della Struttura, indicando le fonti da cui sono state tratte le informazioni

23 Obiettivo specifico 2.a.2: Descrivere la tipologia degli utenti della Struttura. Criteri di performance: lo studente Descrive la tipologia degli utenti in rapporto a: caratteristiche demografiche, principali patologie presenti, principali problemi assistenziali riscontrabili.

24 Obiettivo specifico 2.a.3: Descrivere lorganiz-zazione della Struttura e dellattività infermieristica. Criteri di performance: lo studente descrive il modello organizzativo della Struttura;descrive il modello organizzativo della Struttura; descrive i principali percorsi diagnostici, terapeutici ed assistenziali;descrive i principali percorsi diagnostici, terapeutici ed assistenziali; descrive il rapporto tra la struttura e la rete dei servizi socio-sanitari presenti sul territorio;descrive il rapporto tra la struttura e la rete dei servizi socio-sanitari presenti sul territorio; descrive la durata media di degenza in rapporto alle tipologie di ricovero;descrive la durata media di degenza in rapporto alle tipologie di ricovero; elenca le procedure ed i protocolli presenti ed utilizzati;elenca le procedure ed i protocolli presenti ed utilizzati; elenca le principali risorse strumentali presenti nella Struttura classificandole in base alla funzione.elenca le principali risorse strumentali presenti nella Struttura classificandole in base alla funzione.

25 Obiettivo specifico 2.a.4: Descrivere le caratteristiche e lutilizzo dei diversi ambienti che costituiscono la struttura. Criteri di performance: lo studente descrive gli ambienti che compongono la Struttura nellottica delle esigenze dei fruitori.descrive gli ambienti che compongono la Struttura nellottica delle esigenze dei fruitori.

26 Obiettivo specifico 2.a.5: Descrivere il sistema informativo riguardante lassistenza infermieristica allutente. Criteri di performance: lo studente elenca e descrive gli strumenti informativi presenti e utilizzati nella Struttura; elenca e descrive i flussi informativi presenti.

27 Obiettivo specifico 2.a.6: Descrivere le modalità di accesso ed accoglienza della Struttura. Criteri di performance: lo studente descrive le procedure di accesso della persona assistita e dei suoi famigliari, in rapporto alle tipologie di ricovero; descrive le modalità di accoglienza dellassistito e della famiglia nella Struttura.

28 Obiettivo specifico 2.a.7: Descrivere le figure professionali presenti. Criteri di performance: lo studente elenca le figure professionali e di supporto presenti; descrive le relazioni (gerarchiche, funzionali) tra le figure individuate; descrive i meccanismi di integrazione tra le varie figure, compresi gli studenti.

29 Obiettivo generale 3 Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia o Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia Obiettivo intermedio 3.a: Obiettivo intermedio 3.a: Identificare i problemi della persona assistita.

30 Obiettivo specifico 3.a.1: Predisporre un ambiente che consenta alla persona assistita di sentirsi presa in carico. Criteri di performance: lo studente concorda con la persona il momento dellaccertamento generale;concorda con la persona il momento dellaccertamento generale; ricerca situazioni ambientali che favoriscano la privacy della persona;ricerca situazioni ambientali che favoriscano la privacy della persona; fa ricorso ad una terminologia precisa e comprensibile;fa ricorso ad una terminologia precisa e comprensibile; utilizza la comunicazione non verbale a supporto della comunicazione verbale in modo coerente con essa;utilizza la comunicazione non verbale a supporto della comunicazione verbale in modo coerente con essa; chiede conferma di quanto percepito;chiede conferma di quanto percepito; fornisce le informazioni utili allorientamento della persona e della sua famiglia.fornisce le informazioni utili allorientamento della persona e della sua famiglia.

31 Obiettivo specifico 3.a.2: Condurre laccertamento generale della persona adulta cosciente ed orientata. Criteri di performance: lo studente rileva i dati secondo il modello di accertamento adottato, utilizzando:rileva i dati secondo il modello di accertamento adottato, utilizzando: le scale di valutazione per la misurazione del dolore e del grado di autonomia, i propri sensi, le proprie emozioni; rispetta la privacy della persona durante lesame fisico;rispetta la privacy della persona durante lesame fisico; individua le fonti utili al fine di ottenere i dati di interesse per lassistenza infermieristica;individua le fonti utili al fine di ottenere i dati di interesse per lassistenza infermieristica; durante laccertamento rispetta i criteri per la tutela della privacy dei dati consultati;durante laccertamento rispetta i criteri per la tutela della privacy dei dati consultati; registra i dati in modo completo senza errori formali e sostanziali con linguaggio scientificamente valido, utilizzando gli strumenti in uso.registra i dati in modo completo senza errori formali e sostanziali con linguaggio scientificamente valido, utilizzando gli strumenti in uso.

32 Obiettivo specifico 3.a.3: Interpretare i dati e formulare le ipotesi diagnostiche identi-ficando i modelli funzionali di salute alterati o a rischio di alterazione. Criteri di performance: lo studente esplicita le correlazioni tra i dati raccolti con il modello di accertamento in uso ed i fattori correlati secondo il Modello Bifocale;esplicita le correlazioni tra i dati raccolti con il modello di accertamento in uso ed i fattori correlati secondo il Modello Bifocale; elenca le ipotesi diagnostiche;elenca le ipotesi diagnostiche; effettua laccertamento mirato.effettua laccertamento mirato.

33 Obiettivo specifico 3.a.4: Identificare i problemi assistenziali secondo il modello di riferimento adottato. Criteri di performance: lo studente esplicita i problemi della persona assistita con particolare riferimento:esplicita i problemi della persona assistita con particolare riferimento: al dolore e ai deficit di autonomia fisica,al dolore e ai deficit di autonomia fisica, alle difficoltà di comunicazione,alle difficoltà di comunicazione, ai deficit di conoscenze, abilità e/o motivazione;ai deficit di conoscenze, abilità e/o motivazione; esplicita i fattori correlati e la categoria di appartenenza (reali, potenziali);esplicita i fattori correlati e la categoria di appartenenza (reali, potenziali); coglie, segnala e condivide le esigenze di supporto relazionale e/o educativo della persona assistita e della sua famiglia.sua famiglia.coglie, segnala e condivide le esigenze di supporto relazionale e/o educativo della persona assistita e della sua famiglia. sua famiglia.

34 Obiettivo generale 3 Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia o Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia Obiettivo intermedio 3.b: Obiettivo intermedio 3.b: Pianificare, in collaborazione con léquipe, lassistenza infermieristica alla persona.

35 Obiettivo specifico 3.b.1: Stabilire le priorità. Criteri di performance: lo studente enuncia i criteri di priorità con particolare attenzione:enuncia i criteri di priorità con particolare attenzione: ai bisogni ed alle aspettative della persona, alla stabilità ed instabilità clinica.. alla stabilità ed instabilità clinica..

36 Obiettivo specifico 3.b.2: Stabilire obiettivi raggiungibili, concor-dandoli con la persona assistita e la sua famiglia. Criteri di performance: lo studente esprime lobiettivo come risultato del paziente (configurato come: la soluzione, il miglioramento o il mantenimento della condizione del paziente);esprime lobiettivo come risultato del paziente (configurato come: la soluzione, il miglioramento o il mantenimento della condizione del paziente); definisce criteri di risultato: osservabili, misurabili e pertinentidefinisce criteri di risultato: osservabili, misurabili e pertinenti

37 Obiettivo specifico 3.b.3: Stabilire il piano e le strategie di intervento. Criteri di performance: lo studente descrive gli interventi tecnici, relazionali, educativi necessari, in autonomia e/o su prescrizione;descrive gli interventi tecnici, relazionali, educativi necessari, in autonomia e/o su prescrizione; identifica le risorse disponibili o attivabili per la realizzazione degli interventi;identifica le risorse disponibili o attivabili per la realizzazione degli interventi; programma lattuazione degli interventi.programma lattuazione degli interventi.

38 Obiettivo generale 3 Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia o Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia Obiettivo intermedio 3.c: Obiettivo intermedio 3.c: Erogare gli interventi pianificati di natura tecnica, relazionale ed educativa e garantire la corretta applicazione delle procedure diagnostiche e terapeutiche

39 Obiettivo specifico 3.c.1: Posizionare e mobilizzare il paziente. Criteri di performance: lo studente sostiene i vari segmenti corporei durante la mobilizzazione;sostiene i vari segmenti corporei durante la mobilizzazione; rispetta lallineamento fisiologico nel posizionamento dei segmenti articolari;rispetta lallineamento fisiologico nel posizionamento dei segmenti articolari; mantiene la corretta estensione corporea evitando posizioni di iperestensione o di contrazione muscolare;mantiene la corretta estensione corporea evitando posizioni di iperestensione o di contrazione muscolare; utilizza presidi per sostenere i segmenti corporei nelle posizioni fisiologiche.utilizza presidi per sostenere i segmenti corporei nelle posizioni fisiologiche.

40 Obiettivo specifico 3.c.2: Aiutare la persona nella deambulazione e nellutilizzo degli ausili necessari. Criteri di performance: lo studente orienta e sostiene la persona durante la deambulazione con o senza ausili.orienta e sostiene la persona durante la deambulazione con o senza ausili.

41 Obiettivo specifico 3.c.3: Collaborare negli interventi di prevenzione e trattamento della sindrome da immobilizzazione. Criteri di performance: lo studente applica i presidi ed attua interventi per la prevenzione ed il trattamento delle complicanze della sindrome da immobilizzazione, con particolare attenzione: alle lesioni da decubito, alla stipsi, alla compromissione della funzionalità respiratoria, agli edemi, al rischio di infezione; attua il posizionamento del paziente secondo i protocolli in atto nella Struttura; collabora alla medicazione delle L.d.D.

42 Obiettivo specifico 3.c.4: Attuare le cure igieniche parziali e totali su pazienti adulti anche con catetere vescicale, sondino naso gastrico o drenaggi post chirurgici. Criteri di performance: lo studente utilizza un criterio di priorità delle aree da pulire, motivandone la scelta; utilizza prodotti adatti allarea trattata; protegge la persona dal raffreddamento, esponendo solo le parti da trattare e per il solo tempo necessario ad attuare le cure; durante le cure garantisce la privacy della persona; adotta le precauzioni necessarie ad evitare la diffusione di infezioni ospedaliere.

43 Obiettivo specifico 3.c.5: Monitorare le funzioni vitali nel paziente adulto in situazioni di non emergenza. Criteri di performance: lo studente rileva e registra: le caratteristiche del dolore; le caratteristiche del respiro; le alterazioni della funzione respiratoria; la presenza di tosse e sue caratteristiche; la presenza di escreato e sue caratteristiche; la saturazione periferica dellO2; la frequenza e il ritmo cardiaco; le caratteristiche del polso; la P.A.; la temperatura ascellare, orale, rettale, vaginale o timpanica; lo studente segnala eventuali alterazioni significative.

44 Obiettivo specifico 3.c.6: Attuare interventi di sostegno alla persona con dolore. Criteri di performance: lo studente: fa assumere alla persona assistita una posizione antalgica, adottando misure di comfort; collabora nellapplicazione del caldo e del freddo; utilizza tecniche di distrazione.

45 Obiettivo specifico 3.c.7: Attuare interventi di sostegno della funzione respiratoria. Criteri di performance: lo studente: fa assumere al paziente la posizione idonea per favorire lattività respiratoria; invita il paziente ad aumentare lassunzione di liquidi per favorire lespettorazione.

46 Obiettivo specifico 3.c.8: Attuare interventi di sostegno della funzione respiratoria. Criteri di performance: lo studente: fa assumere alla persona assistita la posizione idonea per favorire la funzione cardio-circolatoria; collabora nel posizionamento di presidi che favoriscono la funzione cardio-circolatoria (calze ATE, bendaggi, compressione pneumatica sequenziale); collabora nellapplicazione del caldo e del freddo (impacchi caldo-umidi, borsa di ghiaccio)..

47 Obiettivo specifico 3.c.9: Attuare interventi di sostegno al mantenimento della temperatura corporea. Criteri di performance: lo studente: applica presidi per la termoregolazione; verifica e interviene sulle condizioni del microclima; attua interventi per garantire il comfort della persona e favorire la termoregolazione.

48 Obiettivo specifico 3.c.10: Attuare interventi di sostegno alla persona parzialmente o totalmente dipendente nella alimentazione. Criteri di performance: lo studente: predispone e/o somministra il cibo in modo che possa essere assunto dal paziente non autosufficiente per via naturale e/o artificiale; verifica e segnala la quantità e qualità del cibo assunto.

49 Obiettivo specifico 3.c.11: Attuare interventi di sostegno allattività di eliminazione urinaria e intestinale. Criteri di performance: lo studente: applica gli ausili per leliminazione (padella, pappagallo, sedia comoda); collabora allapplicazione del catetere vescicale; esegue lenteroclisma; esegue il bilancio idro-elettrolitico.

50 Obiettivo specifico 3.c.12: Attuare interventi di sostegno allattività di riposo e sonno. Criteri di performance: lo studente: predispone lambiente per favorire il riposo controllando gli eventuali fattori di disturbo quali: luci, rumori, microclima.

51 Obiettivo specifico 3.c.13: Attuare interventi di sostegno per garantire la sicurezza della persona. Criteri di performance: lo studente: attua misure di prevenzione del rischio di lesioni; attua misure di prevenzione del rischio di cadute; attua misure di prevenzione del rischio infettivo.

52 Obiettivo specifico 3.c.14: Realizzare la raccolta e linvio di campioni di materiali biologici. Criteri di performance: lo studente: informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione;informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione; rispetta le modalità di raccolta, conservazione ed invio di:rispetta le modalità di raccolta, conservazione ed invio di: campioni di escreato per lesame chimico-fisico, citologico e colturale, campioni di feci e di urine per esame chimico-fisico, colturale e citologico campioni di feci e di urine per esame chimico-fisico, colturale e citologico (anche da CV), (anche da CV), campioni di sangue: capillare, venoso ed arterioso per lesecuzione di campioni di sangue: capillare, venoso ed arterioso per lesecuzione di esami: fisici, chimici e batteriologici; esami: fisici, chimici e batteriologici; effettuazione, conservazione ed invio di tamponi:effettuazione, conservazione ed invio di tamponi: orofaringei, orofaringei, vaginali, vaginali, da ferite chirurgiche.

53 Obiettivo specifico 3.c.15: Collaborare alla realizzazione di indagini diagnostiche. Criteri di performance: lo studente: informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione;informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione; prepara il paziente adulto allesecuzione di indagini diagnostiche in situazione di non emergenza quali:prepara il paziente adulto allesecuzione di indagini diagnostiche in situazione di non emergenza quali: indagini endoscopiche, indagini radiologiche, indagini radio-isotopiche, elettrografiche (ECG, EEG, EMG), prelievo da cavità naturali (paracentesi, rachicentesi, toracentesi amniocentesi, artrocentesi, secondo le procedure in uso nellStruttura; esegue aemogluco-test e stick urine;esegue aemogluco-test e stick urine; conosce i valori considerati normali;conosce i valori considerati normali; informa linfermiere in caso di alterazione dei valori.informa linfermiere in caso di alterazione dei valori.

54 Obiettivo specifico 3.c.16: Effettuare, in collaborazione, la somministrazioni di farmaci e di protocolli terapeutici. Criteri di performance: lo studente: informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione;informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione; collabora nel processo di educazione del paziente e dei famigliari nellautogestione della terapia;collabora nel processo di educazione del paziente e dei famigliari nellautogestione della terapia; predispone, somministra e riordina il materiale utilizzato per la terapia:predispone, somministra e riordina il materiale utilizzato per la terapia: orale (per via naturale e/o artificiale), rettale e vaginale, aerosol e inalatoria, transdermica e topica, sottocutanea,intramuscolare, con O2. verifica e segnala tempestivamente alléquipe gli effetti attesi ed indesiderati delle terapie effettuate.verifica e segnala tempestivamente alléquipe gli effetti attesi ed indesiderati delle terapie effettuate.

55 Obiettivo specifico 3.c.17: Collaborare nella preparazione della persona allintervento chirurgico. Criteri di performance: lo studente: informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione;informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione; prepara la cute del paziente seguendo le procedure in uso nella Struttura;prepara la cute del paziente seguendo le procedure in uso nella Struttura; applica le procedure per la preparazione gastro-intestinale.applica le procedure per la preparazione gastro-intestinale.

56 Obiettivo specifico 3.c.18: Collaborare nella gestione di ferite, drenaggi e cateteri. Criteri di performance: lo studente: informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione;informa il paziente e ne verifica la comprensione e la capacità di collaborazione; rispetta le norme dellasepsi;rispetta le norme dellasepsi; effettua, applicando i protocolli presenti nella Struttura, in collaborazione:effettua, applicando i protocolli presenti nella Struttura, in collaborazione: medicazioni delle ferite chirurgiche, medicazioni delle lesioni trofiche, medicazioni delle lesioni post-traumatiche, medicazioni delle stomie, bendaggi semplici, bendaggi elasto-compressivi; rileva e riferisce le caratteristiche dei liquidi drenati;rileva e riferisce le caratteristiche dei liquidi drenati;

57 Obiettivo specifico 3.c.18: Collaborare nella gestione di ferite, drenaggi e cateteri. Criteri di performance: lo studente: collabora nella medicazione e rimozione dei drenaggi;collabora nella medicazione e rimozione dei drenaggi; applica il catetere vescicale a permanenza o ad intermittenza in pazienti adulti in condizione di non emergenza;applica il catetere vescicale a permanenza o ad intermittenza in pazienti adulti in condizione di non emergenza; esegue il lavaggio vescicale in continuo;esegue il lavaggio vescicale in continuo; applica il sondino naso-gastrico (SNG) in pazienti adulti in condizioni di non emergenza.applica il sondino naso-gastrico (SNG) in pazienti adulti in condizioni di non emergenza.

58 Obiettivo specifico 3.c.19: Mettere in atto interventi di supporto relazionale finalizzati. Criteri di performance: lo studente: definisce, in accordo con la persona assistita e i famigliari, tempo, modo e luogo dellintervento relazionale;definisce, in accordo con la persona assistita e i famigliari, tempo, modo e luogo dellintervento relazionale; esplicita lobiettivo dellintervento relazionale;esplicita lobiettivo dellintervento relazionale; pone domande esplorative che facilitino, da parte della persona assistita ed i suoi famigliari, lespressione di problemi, dubbi, preoccupazioni, aspirazioni, sentimenti e desideri;pone domande esplorative che facilitino, da parte della persona assistita ed i suoi famigliari, lespressione di problemi, dubbi, preoccupazioni, aspirazioni, sentimenti e desideri; aiuta la persona assistita a definire il problema ponendo domande specifiche e dirette, facendo emergere il suo punto di vista;aiuta la persona assistita a definire il problema ponendo domande specifiche e dirette, facendo emergere il suo punto di vista;

59 Obiettivo specifico 3.c.19: Mettere in atto interventi di supporto relazionale finalizzati. Criteri di performance: lo studente: riformula quanto espresso dalla persona per chiarirne il significato e procedere nellesplorazione;riformula quanto espresso dalla persona per chiarirne il significato e procedere nellesplorazione; accoglie quanto espresso dalla persona in modo empatico, evitando di minimizzare la situazione e di proporre soluzioni immediate;accoglie quanto espresso dalla persona in modo empatico, evitando di minimizzare la situazione e di proporre soluzioni immediate; segnala e condivide con léquipe quanto emerso e partecipa allidentificazione di strategie di intervento.segnala e condivide con léquipe quanto emerso e partecipa allidentificazione di strategie di intervento.

60 Obiettivo specifico 3.c.20: Mettere in atto interventi educativi relativi al mantenimento/ripristino delle funzioni vitali e/o attività di vita quotidiana Criteri di performance: lo studente: educa il paziente e la sua famiglia: nella gestione del dolore, nellesecuzione di esercizi respiratori, nelladozione di comportamenti che favoriscono la funzione cardio- circolatoria, nelladozione di comportamenti che favoriscono la termoregolazione, nellutilizzo di esercizi volti al mantenimento del trofismo muscolare delle persone allettate, nella mobilizzazione e nellutilizzo degli ausili per la deambulazione, nelladozione di comportamenti che favoriscono lalimentazione in modo autonomo e corretto, nelladozione di comportamenti che favoriscono leliminazione, nellespletare azioni che favoriscono il sonno, sui fattori di rischio per la sicurezza.

61 Obiettivo generale 3 Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia o Progettare, erogare e valutare lassistenza infermieristica con la persona assistita e/o la famiglia Obiettivo intermedio 3.d: Obiettivo intermedio 3.d: Verificare i risultati degli interventi realizzati.

62 Obiettivo specifico 3.d.1: Confrontare i risultati reali con i risultati attesi. Criteri di performance: lo studente: misura i risultati reali in relazione ai criteri stabiliti;misura i risultati reali in relazione ai criteri stabiliti; verifica gli effetti attesi ed indesiderati degli interventi erogati;verifica gli effetti attesi ed indesiderati degli interventi erogati; registra i risultati degli interventi eseguiti secondo le modalità in uso nella Struttura;registra i risultati degli interventi eseguiti secondo le modalità in uso nella Struttura; ridefinisce il piano di interventi se necessario;ridefinisce il piano di interventi se necessario;


Scaricare ppt "INTRODUZIONE AL TIROCINIO Corso integrato di Comunicazione ed Educazione terapeutica Anno II - Semestre II Silvia Reviglietti Francesco Valerin."

Presentazioni simili


Annunci Google