La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza."— Transcript della presentazione:

1 Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza

2 Lezione 9 Il potere di mercato: il monopolio (cap. 10 Pindyck-Rubinfeld)

3 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 3 Argomenti di discussione Monopolio Il potere monopolistico I costi sociali del monopolio La limitazione del potere di mercato: le leggi Antitrust

4 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 4 Concorrenza Perfetta Principali caratteristiche – P = C LP = CM LP – Profitti uguali a zero nel lungo periodo – Elevato numero di acquirenti e di venditori – Prodotto omogeneo – Informazione perfetta – Limpresa è price-taker

5 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 5 Concorrenza Perfetta Q Q PP MercatoSingola Impresa DO Q0Q0 P0P0 P0P0 D = R = P q0q0 CM LP C LP

6 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 6 Monopolio 1) Unico venditore - Tanti acquirenti 2)Unico prodotto (assenza di validi sostituti) 3)Barriere allentrata

7 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 7 Monopolio Il monopolista rappresenta lofferta e ha il completo controllo delle quantità da immettere nel mercato I profitti saranno massimizzati ad una quantità in corrispondenza della quale il ricavo marginale coincide con il costo marginale inversa – Si consideri la seguente funzione di domanda inversa (P dipendente da Q): P = 6 - Q

8 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 8 TotaleMarginaleMedio Ricavo Totale, Ricavo Marginale e Ricavo Medio RicavoRicavo Ricavo PrezzoQuantitàTotaleMarginaleMedio PQRRRM

9 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 9 Ricavo Medio e Marginale Quantità per unità di output Ricavo Medio (Domanda) Ricavo Marginale

10 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 10 Monopolio Decisione ottima del monopolista: profitti massimi R = C profitti massimi se si produce una quantità tale per cui R = C

11 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 11 Ottimo del Monopolista Un esempio: La decisione di quantita del monopolista

12 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 12 Ottimo del Monopolista

13 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 13 Ottimo del Monopolista

14 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 14 Ottimo del Monopolista – Uguagliando il costo marginale al ricavo marginale, si può verificare che il profitto è massimizzato a P = 30 e Q = 10 – Cio si puo verificare graficamente:

15 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 15 Ottimo del Monopolista Osservazioni: – Pendenza di rr = pendenza di cc e le due sono parallele a q = 10 – I profitti sono massimi a q = 10 – P = 30, Q = 10, RT = PQ = 300 – CM = 15, Q = 10, CT = CM x Q =150 – Profitti = RT – CT = = 150 Quantita $ RT CT Profitti r r c c

16 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 16 Ottimo del Monopolista Osservazioni: – CM = 15, Q = 10, CT = CM x Q = 150 – Profitto = RT - CT = = 150 – Profitto = (P - CM) x Q = = ( )(10) = 150 Quantita $/Q C RM R RR R CM Profitto

17 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 17 Una regola pratica per la determinazione del prezzo NB: lievi differenze con il testo, a scopo esplicativo Lultima unità è venduta al prezzo stabilito dalla somma dei due primi addendi (P 0 + P = P 1 ); sulle unità precedenti si perde la variazione unitaria di prezzo

18 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 18 Ignorando lindice di P (per P 0, P 1 P 0 ) Una regola pratica per la determinazione del prezzo

19 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 19 Markup Markup come percentuale di P Se E d è prossimo a zero … Se invece E d è molto grande … Una regola pratica per la determinazione del prezzo

20 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 20 Monopolio e concorrenza perfetta a confronto – In Concorrenza perfetta P = C potere di mercatoinversamente elasticità della domanda – Nel Monopolio, siccome P > C, limpresa gode di potere di mercato, in misura inversamente proporzionale allelasticità della domanda – Quanto più la domanda è elastica, tanto più il prezzo si avvicina al costo marginale ed essere monopolista non risulta molto vantaggioso

21 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 21 I costi sociali del potere monopolistico Il potere monopolistico determina prezzi più elevati e quantità ridotte rispetto alla situazione di concorrenza perfetta In monopolio i consumatori e i produttori come aggregato stanno meglio o peggio rispetto ad un mercato concorrenziale?

22 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 22 B A Δ surplus consumatore deadweightloss consumatori A + B produttori A - CB + Cperdita secca A causa del prezzo più alto, i consumatori perdono A + B mentre i produttori guadagnano A - C B + C è la perdita secca derivante dal potere monopolistico C deadweight loss Perdita secca (deadweight loss) del monopolio Quantità RM R C QCQC PCPC PmPm QmQm $/Q

23 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 23 rent seeking – Ricerca della rendita (rent seeking) Le imprese possono spendere ingenti somme di denaro per sforzi socialmente improduttivi al fine di raggiungere e mantenere una posizione di potere di mercato Azioni di lobbying sul sistema politico Spese pubblicitarie e legali per evitare vigilanza Antitrust Installazione di capacità produttiva in eccesso per dissuadere ingresso di potenziali concorrenti I costi sociali del potere monopolistico

24 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 24 Lincentivo a praticare tali attività è dato dal profitto monopolistico ottenibile nel futuro Maggiore è il trasferimento dai consumatori alle imprese (area A), più elevato sarà il costo sociale del monopolio I costi sociali del potere monopolistico

25 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 25 Regolamentazione del prezzo – Abbiamo già visto che nei mercati perfettamente concorrenziali la regolamentazione del prezzo (p max ) implica una perdita secca Domanda: – E nel caso di una struttura di mercato monopolistica? La regolamentazione del monopolio

26 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 26 RM R C PmPm QmQm CM Senza regolamentazione, un monopolista produce Q m e vende ad un prezzo P m. Regolamentazione del prezzo $/Q Quantità P 2 = P C QcQc P3P3 Q3Q3 Q3Q3

27 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 27 RM R C PmPm QmQm CM P1P1 Q1Q1 Ricavo marginale Ricavo marginale se il prezzo P 1 non può superare P 1 Regolamentazione del prezzo $/Q Quantità P 2 = P C QcQc P3P3 Q3Q3 Q3Q3 Riduzione perdita secca

28 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 28 RM R C PmPm QmQm CM Regolamentazione del prezzo $/Q Quantità P 2 = P C QcQcQcQc P3P3 Q3Q3 Q3Q3 P C Se il prezzo si riduce a P C la quantità Q C non cè perdita secca aumenta a Q C e non cè perdita secca P1P1

29 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 29 RM R C PmPm QmQm CM Regolamentazione del prezzo $/Q Quantità P 2 = P C QcQc P3P3P3P3 Q3Q3Q3Q3 Q3Q3Q3Q3 P 3 razionamento domanda > offerta Se il prezzo si riduce a P 3 la quantità scende e si verifica un razionamento (domanda > offerta) P1P1

30 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 30 RM R C PmPm QmQm CM Regolamentazione del prezzo $/Q Quantità P 2 = P C QcQc P3P3 Q3Q3 Q3Q3 P4P4P4P4 prezzo inferiore a P 4 Qualsiasi prezzo inferiore a P 4 perdita per il produttore determina una perdita per il produttore P1P1

31 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 31 La giustificazione della sua esistenza è nella tecnologia e nella struttura dei costi che ne deriva: economie di scala –Grazie alle economie di scala, unimpresa produce lintero output di una industria ad un costo inferiore a quello che verrebbe sostenuto da due o più imprese Monopolio Naturale

32 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 32 C CM RM R $/Q Quantità P r Fissando il prezzo a P r si ottiene loutput più elevato possibile. profitti sono pari a zero I profitti sono pari a zero QrQrQrQr PrPr PCPCPCPC QCQCQCQC P C Se il prezzo regolamentato fosse P C perdita limpresa sarebbe in perdita PmPm QmQm Senza regolamentazione, il monopolista produrrebbe Q m e il prezzo sarebbe P m Regolamentazione nel caso di monopolio naturale

33 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 33 – La regolamentazione in pratica è complicata in quanto è difficile stimare le funzioni di costo e di domanda delle imprese, dal momento che cambiano con il variare delle condizioni di mercato – La regolamentazione basata sul tasso di rendimento (rate-of-return) permette alle imprese di fissare un prezzo massimo basato sul tasso di rendimento atteso sul capitale investito I costi sociali del potere monopolistico

34 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 34 P = CMV + (D + T + sK)/Q, dove – P = prezzo, CMV = costo medio variabile – D = ammortamento, T = imposte – s = tasso di rendimento, K = stock di capitale – Il processo di definizione della tariffa comporta un ritardo nella regolamentazione che può favorire i produttori (anni 50 e 60) oppure i consumatori (anni 70 e 80) Regolamentazione Rate-of-Return

35 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 9 35 Le leggi Antitrust Hanno lobiettivo di promuovere la concorrenza: vietando azioni che limitano o che potrebbero limitare la concorrenza (fissazioni del prezzo, restrizioni della quantità, restrizioni verticali) limitando le strutture di mercato ammissibili (vietando le fusioni e le acquisizioni, contrastando la formazione di monopoli)


Scaricare ppt "Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza."

Presentazioni simili


Annunci Google