La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza."— Transcript della presentazione:

1 Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza

2 Lezione 8 Lanalisi dei mercati concorrenziali (cap. 9 Pindyck-Rubinfeld)

3 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 3 Argomenti Valutare guadagni e perdite derivanti dallintervento pubblico: surplus del consumatore e del produttore Lefficienza di un mercato concorrenziale Intervento pubblico: 1) Livelli minimi di prezzo 2) Sostegno dei prezzi e quote di produzione 3) Contingentamento delle importazione e dazi doganali 4) Effetti di imposte e sussidi

4 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 4 Valutare guadagni e perdite derivanti dallintervento pubblico: surplus del consumatore e del produttore Ripasso surplusconsumatore – Il surplus (o rendita) del consumatore (SC) è il beneficio totale o valore che i consumatori traggono dal consumo del bene al netto di quello che pagano per acquistarlo surplusproduttore – Il surplus (o rendita) del produttore (SP) è il beneficio totale o valore che i produttori traggono dalla vendita del bene al netto del costo di produzione

5 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 5 Surplus del produttore Tra 0 e Q 0 i produttori ricevono un guadagno netto dalla vendita di ogni prodotto Surplus del produttore Surplus del consumatore Surplus del consumatore e del produttore Quantità 0 Prezzo O D 5 Q0Q0 Consumatore C 10 7 Consumatore BConsumatore A Tra 0 e Q 0 i consumatori A e B ricevono un guadagno netto acquistando il prodotto Surplus del consumatore

6 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 6 variazioni surplus di consumatori e produttoriPer determinare gli effetti sul benessere collettivo di una politica pubblica possiamo misurare le variazioni (guadagni e perdite) che si verificano nel surplus di consumatori e produttori guadagni e perditevari gruppi di consumatori e produttori mercato concorrenzialeEffetti sul benessere collettivo guadagni e perdite dei vari gruppi di consumatori e produttori derivanti dallintervento della politica economica nel mercato concorrenziale Valutare guadagni e perdite derivanti dallintervento pubblico: surplus del consumatore e del produttore

7 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 7 La perdita dei produttori è la somma del rettangolo A e del triangolo C. I triangoli B e C insieme B e C insieme misurano perdita secca la perdita secca B A C Il guadagno dei consumatori è la differenza tra il rettangolo A e il triangolo B Perdita secca regolamentazione dei prezzi Variazioni del surplus del consumatore e del produttore causate dalla regolamentazione dei prezzi Quantità Prezzo O D P0P0 Q0Q0 P max Q1Q1 Q2Q2 Si supponga che il governo imponga un prezzo massimo P max che è minore del prezzo di equilibrio di mercato P 0 B A C

8 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 8 Osservazioni: – La perdita totale di benessere è data dallarea (B + C): variazione totale di surplus = (A - B) + (-A - C) = -B - C consumatoriproduttori consumatori produttori perdita secca la perdita nel surplus del produttore è maggiore del guadagno nel surplus del consumatore – La perdita secca dovuta allinefficienza introdotta dalla regolamentazione dei prezzi si ha quando la perdita nel surplus del produttore è maggiore del guadagno nel surplus del consumatore NB: domandaanelastica NB: I consumatori possono subire una perdita netta di surplus quando la domanda è particolarmente anelastica regolamentazione dei prezzi Variazioni del surplus del consumatore e del produttore causate dalla regolamentazione dei prezzi

9 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 9 B A P max C Q1Q1 Se la domanda è particolarmente anelastica, il triangolo B può essere più grande del rettangolo il consumatore subisce una A e il consumatore subisce una perdita netta perdita netta a seguito della regolamentazione dei prezzi Esempio del controllo dei prezzi del gas naturale nel 1975 OD domandaanelastica Effetto della regolamentazione dei prezzi quando la domanda è anelastica Quantità Prezzo P0P0 Q2Q2 B A P max C Q1Q1

10 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 10 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale Nel 1975 il controllo amministrativo dei prezzi nel mercato del gas naturale ne creò un eccesso di domanda perdita seccaA quanto ammontò la perdita secca?

11 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 11 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale Offerta: Q O = P G P P – in trilioni di metri cubi (tmc) Domanda: Q D = -5P G P P – in trilioni di metri cubi (tmc) P G = prezzo del gas naturale in /tmc P P = prezzo del petrolio in /barile

12 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 12 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale P P = 8/b Equilibrio: P G = 2; Q = 20 Supponiamo che il prezzo amministrato (P Gmax ) sia posto uguale a 1/tmc

13 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 13 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale B A 2.40 C I consumatori guadagnano il rettangolo A meno il triangolo B; la perdita per i produttori è data dal rettangolo A più il triangolo C SD 2.00 Quantità Prezzo (P max )1.00

14 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 14 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale Misurando leffetto del prezzo amministrato: – Se Q D = 18 P G = 2.40 [18 = -5P G (8)] – A = (18) x (1) = 18 – B = (1/2) x (2) x (0.40) = 0.4 – C = (1/2) x (2) x (1) = 1

15 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 15 Esempio: regolamentazione dei prezzi nel mercato del gas naturale rendita del consumatoreLa variazione nella rendita del consumatore è pari a: A - B = = 17.6 rendita del produttoreLa variazione nella rendita del produttore è pari a: -A - C = = -19 perdita seccaLa perdita secca è quindi pari a: -B - C = = -1.4 (miliardi)

16 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 16 Lefficienza di un mercato concorrenziale fallimentoSituazioni in cui i mercati concorrenziali producono una assegnazione inefficiente delle risorse o un insuccesso (o fallimento) del mercato: esternalità 1) Presenza di esternalità costi o benefici generati da produttori o consumatori che non si riflettono in un prezzo di mercato (es. inquinamento) informazione 2)Mancanza di informazione limperfetta informazione (su qualità/natura di un bene) impedisce ai consumatori lassunzione di decisioni che massimizzino la loro utilità Lintervento pubblico in queste situzioni permette di aumentare lefficienza del mercato fallimento Lintervento pubblico in assenza di insuccesso (fallimento) del mercato crea inefficienza o perdita secca

17 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 17 P1P1 Q1Q1 A B C Quando il prezzo è triangoli B e C fissato in modo da non superare P 1, la perdita secca è data dalla somma dei triangoli B e C prezzo al di sottolivello di equilibrio Perdita di benessere quando il prezzo è mantenuto al di sotto del suo livello di equilibrio di mercato Quantità Prezzo O D P0P0 Q0Q0

18 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 18 P2P2 Q3Q3 A B C Q2Q2 Quale sarebbe la perdita secca se si producesse Q 2 ? Quando il prezzo è fissato in modo da non essere inferiore a P 2 verrà domandato solo Q 3. triangoli B e C La perdita secca è data dai triangoli B e C prezzo al di sopralivello di equilibrio Perdita di benessere quando il prezzo è mantenuto al di sopra del suo livello di equilibrio di mercato Prezzo O D P0P0 Q0Q0 Quantità

19 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione ) I livelli minimi di prezzo regolamentazione del trasporto aereoTalvolta le politiche del governo tentano di mantenere artificialmente i prezzi al di sopra del prezzo di equilibrio del mercato, per es. regolamentazione del trasporto aereo negli anni 80 negli USA legislazione sul salario minimoAltro esempio significativo e il caso della legislazione sul salario minimo

20 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 20 B A La variazione nel surplus del produttore sarà A - C - D C D Il prezzo minimo Quantità Prezzo O D P0P0 Q0Q0 P min Q3Q3 Q2Q2 Se i produttori producono comunque un livello pari a Q 2, la quantità Q 2 - Q 3 rimarrà invenduta

21 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 21 B perdita secca La perdita secca è data dai triangoli B e C C A w min L1L1 L2L2 Disoccupazione Le imprese non possono pagare meno di w min. Questo produrrà disoccupazione disoccupazione (L 2 – L 1 ) O D w0w0 L0L0 Il salario minimo L w

22 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 22 Esempio: La deregolamentazione del traffico aereo Nel lindustria del trasporto aereo americano venne profondamente deregolamentata. La deregolamentazion portò al fallimento di diverse linee aeree e allentrata di nuove imprese.

23 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 23 Esempio: La deregolamentazione del traffico aereo B A C Dopo la deregolamentazione il prezzo scende a P O e il surplus del consumatore aumenta di A + B Q3Q3 D Larea D è il costo del prodotto non venduto. I profitti delle imprese variano in misura pari allarea A-C-D Quantità Prezzo S D P0P0 Q0Q0 Q1Q1 P min Q2Q2 Prima della deregolamentazione il prezzo era P min Q D = Q 1, Q s = Q 2 La quantità realmente offerta è Q 3, nel tentativo di conquistare quote di mercato ai rivali

24 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione ) Sostegno dei prezzi e quote di produzione Molte politiche agricole sono basate su un sistema di supporto dei prezzi –Questo sostegno dei prezzi porta il governo a definire un livello di prezzo P S al di sopra del prezzo di equilibrio di mercato e ad acquistare la produzione in eccedenza Ciò è spesso combinato con incentivi per ridurre la produzione

25 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 25 B D A Per mantenere il prezzo a P s il governo acquista la quantità Q g. La variazione nel surplus del consumatore è pari a (-A -B), mentre la variazione nel surplus del produttore è pari a (A + B + D) D + Q g QgQg Sostegno dei prezzi Quantità Prezzo O D P0P0 Q0Q0 PsPs Q2Q2 Q1Q1 A B

26 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 26 D + Q g QgQg B A Sostegno dei prezzi Quantità Prezzo S D P0P0 Q0Q0 PsPs Q2Q2 Q1Q1 costo per il governo Il costo per il governo è il rettangolo (Q 2 - Q 1 )P s D Perdita totale di benessere Variazione totale di benessere [D - (Q 2 - Q 1 )P s ] < 0 A B

27 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 27 Quote di produzione riduzione dellofferta – Il governo può anche provocare laumento del prezzo attraverso una riduzione dellofferta Sostegno dei prezzi e quote di produzione

28 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 28 B A SC si riduce di A + B nel SP = A - C Perdita secca = B + C C Restrizioni dellofferta Quantità Prezzo D P0P0 Q0Q0 O PSPS O Q1Q1 Lofferta è limitata a Q 1 Lofferta diventa la semiretta O a partire da Q 1 B A Quote di produzione

29 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 29 B A C D Restrizioni dellofferta Quantità Prezzo D P0P0 Q0Q0 O PSPS O Q1Q1 P s è mantenuto grazie agli incentivi Costo per il governo = (B + C + D) B Incentivi a ridurre la produzione

30 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 30 Restrizioni dellofferta B A Quantità Prezzo D P0P0 Q0Q0 PSPS O O D C SP = A - C + (B + C + D) = A + B + D La variazione nel surplus del consumatore e del produttore è la stessa che nel caso del sostegno dei prezzi Benessere -B -C Benessere = (-A - B)+ (A + B + D) - (B + C + D) = -B -C Incentivi a ridurre la produzione

31 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione ) Contingentamento delle importazioni e dazi doganali prezzo internoal di sopra mercati mondialiMolti paesi usano il contingentamento delle importazioni e i dazi doganali per mantenere il prezzo interno di un prodotto al di sopra del livello del prezzo sui mercati mondiali

32 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 32 QSQS QDQD PWPW Importazioni A BC Eliminando le importazioni, il prezzo aumenta a P O. SP è pari allarea A. La perdita per i consumatori è pari a A + B + C. perdita seccaB + C Quindi la perdita secca è B + C eliminano le importazioni Contingentamento delle importazioni e dazi doganali che eliminano le importazioni Quantità Prezzo Quanto dovrebbe essere elevato dazio un dazio per produrre lo stesso risultato? D P0P0 Q0Q0 O In un libero mercato, il prezzo interno è uguale al prezzo mondiale P W

33 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 33 D CB QSQS QDQD QSQS QDQD A P* PwPw caso generale Contingentamento delle importazioni o dazi doganali (caso generale) Quantità Prezzo D O contingentamento dazioLaumento nel prezzo può essere raggiunto con un contingentamento o con un dazio Larea A è il guadagno dei produttori nazionali La perdita dei consumatori è data da A + B + C + D.

34 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 34 caso generale Contingentamento delle importazioni o dazi doganali (caso generale) dazio perdita netta di benessere B CSe il governo introduce un dazio guadagna D, e quindi la perdita netta di benessere è data dalla somma delle aree B e C contingentamento (#) perdita netta nazionale B + C + DSe invece il governo usa un contingentamento, il rettangolo D (#) diventa parte dei profitti dei produttori stranieri, e la perdita netta nazionale è data da B + C + D (#)(#) caso delle auto giapponesi negli USA D CB QSQS QDQD QSQS QDQD A P* PwPw Quantità D O Prezzo

35 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 35 DO B D A I consumatori perdono A + B, i venditori perdono D + C e il governo guadagna A + D perdita secca in gettito La perdita secca B + C è data da B + C C 4) Effetto di imposte e sussidi Quantità Prezzo P0P0 Q0Q0 Q1Q1 PsPs PbPb t P b è il prezzo (inclusa limposta) pagato dai consumatori. P S è il prezzo che i venditori ricevono al netto In questo esempio dellimposta. In questo esempio lonere della tassa ricade in eguale misura sui sue lati del mercato

36 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 36 Incidenza di unimposta Quattro condizioni devono essere soddisfatte dopo che limposta è stata introdotta: 1) la quantità venduta e P b devono essere sulla curva di domanda: Q D = Q D (P b ) 2)la quantità venduta e P s devono essere sulla curva di offerta: Q O = Q O (P s ) 3)Q D = Q O 4)P b - P s = t

37 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 37 elasticità domandaofferta Effetto di unimposta: dipende dallelasticità della domanda e dellofferta Quantità Prezzo O D O D Q0Q0 P0P0 P0P0 Q0Q0 Q1Q1 PbPb PsPs t Q1Q1 PbPb PsPs t Onere dellimposta consumatori sui consumatori Onere dellimposta venditori sui venditori

38 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 38 Frazione di traslazione (quota dimposta a carico del consumatore) E o / (E o - E d ) Per esempio, quando la domanda è perfettamente anelastica (E d = 0), la frazione di traslazione è uguale 1, e tutta la tassa ricade sui consumatori sussidioUn sussidio può essere analizzato nello stesso modo di unimposta, ossia come unimposta negativa Il prezzo incassato dai venditori eccede il prezzo pagato dai consumatori Leffetto di unimposta o di un sussidio

39 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 39 D O Effetto di un sussidio Quantità Prezzo P0P0 Q0Q0 Q1Q1 PsPs PbPb s Come per limposta, il beneficio di un sussidio si ripartisce tra consumatori e venditori a seconda dellelasticità di offerta e domanda

40 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 40 Effetto di un sussidio Con un sussidio (s), il prezzo praticato dai venditori (P b = prezzo di acquisto) è al di sotto del prezzo sussidiato (P s ) cosicché: – s = P s – P b – Il beneficio del sussidio dipende dal rapporto E d /E o : se il valore del rapporto è piccolo, la maggior parte dei benefici va ai consumatori se il valore del rapporto è alto, sono i produttori a guadagnarci di più

41 D. Vannoni e M. PiacenzaMicroeconomia C, A.A Lezione 8 41 Riassunto Modelli semplici di domanda e offerta possono essere utilizzati per analizzare una grande varietà di politiche pubbliche Il surplus del produttore e del consumatore sono usati per quantificare i guadagni e le perdite della collettività che derivano dallintervento pubblico Quando il governo introduce unimposta o un sussidio, il prezzo solitamente non aumenta o diminuisce dellammontare pieno dellimposta o del sussidio Lintervento del governo generalmente produce una perdita secca di benessere (costo in termini di efficienza) Lintervento del governo in mercati concorrenziali non sempre è una cosa negativa (fallimenti del mercato, obiettivi dallefficienza)


Scaricare ppt "Università di Torino - Facoltà di Economia A.A. 2009/2010 MICROECONOMIA Corso C Prof. Davide Vannoni Prof. Massimiliano Piacenza."

Presentazioni simili


Annunci Google