La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La qualità della formazione per la Pubblica Amministrazione Verso standard condivisi tra pubblico e privato Roma, 13 Maggio 2004 La Formazione di Qualità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La qualità della formazione per la Pubblica Amministrazione Verso standard condivisi tra pubblico e privato Roma, 13 Maggio 2004 La Formazione di Qualità"— Transcript della presentazione:

1 La qualità della formazione per la Pubblica Amministrazione Verso standard condivisi tra pubblico e privato Roma, 13 Maggio 2004 La Formazione di Qualità come leva di competitività della PA Stefano dAlbora Capo della Segreteria del Sottosegretario alla Funzione Pubblica Dipartimento della Funzione Pubblica

2 Processo di riforma della PA Diffusione delle Tecnologie dellinformazione e della Comunicazione che incide sia sui modelli di funzionamento interni sia sulle modalità di erogazione del servizio Programmi e politiche di informatizzazione e modernizzazione (Politica per lo Sviluppo della Società dellInformazione e Piano di e-government) Politiche di razionalizzazione della spesa e dellazione amministrativa Processo di riforma della PA Diffusione delle Tecnologie dellinformazione e della Comunicazione che incide sia sui modelli di funzionamento interni sia sulle modalità di erogazione del servizio Programmi e politiche di informatizzazione e modernizzazione (Politica per lo Sviluppo della Società dellInformazione e Piano di e-government) Politiche di razionalizzazione della spesa e dellazione amministrativa Introduzione - La Formazione come fattore critico di successo La necessità di investimenti in programmi e sistemi di formazione è una priorità indotta dal cambiamento e dallevoluzione dello scenario di riferimento in cui operano le organizzazioni, sia pubbliche che private DRIVER DEL CAMBIAMENTO Capacità di gestire il cambiamento Consapevolezza del legame esistente tra il miglioramento delle performance individuali ed il miglioramento delle performance complessive Creazione e diffusione di una cultura delle risorse umane allinterno della PA Valorizzazione e Sviluppo del capitale umano Capacità di gestire il cambiamento Consapevolezza del legame esistente tra il miglioramento delle performance individuali ed il miglioramento delle performance complessive Creazione e diffusione di una cultura delle risorse umane allinterno della PA Valorizzazione e Sviluppo del capitale umano Obsolescenza delle competenze/conoscenze Incremento della rilevanza del capitale umano come leva strategica allinterno delle organizzazioni Aumento dellelemento della conoscenza come presupposto dellefficienza e della competitività Maggiore rilevanza degli asset intangibili rispetto agli asset tangibili (conoscenze vs. risorse materiali) Obsolescenza delle competenze/conoscenze Incremento della rilevanza del capitale umano come leva strategica allinterno delle organizzazioni Aumento dellelemento della conoscenza come presupposto dellefficienza e della competitività Maggiore rilevanza degli asset intangibili rispetto agli asset tangibili (conoscenze vs. risorse materiali) IMPATTI SULLE ORGANIZZAZIONI FATTORI CRITICI DI SUCCESSO La qualità del capitale umano è un fattore chiave per il mantenimento di un elevato livello di performance e competitività

3 Perchè il capitale umano rappresenta una leva strategica indispensabile per supportare lAmministrazione nel processo di cambiamento in atto e nel percorso di riforma intrapreso La Formazione nella PA - Perché investire in formazione Lattenzione verso il tema della formazione nella PA scaturisce dalla necessità di modernizzare ed adeguare lazione amministrativa ai processi di cambiamento in atto nella società e nelleconomia Perchè la valorizzazione delle risorse interne allAmministrazione induce un incremento complessivo del valore in grado di generare ricadute positive e benefici tangibili nel ciclo di erogazione dei servizi a cittadini ed imprese Perchè la formazione è una leva fondamentale per razionalizzare e modernizzare lazione amministrativa e innalzare la qualità del servizio pubblico Perchè la capacità di miglioramento delle organizzazioni è strettamente correlata allo sviluppo delle competenze e della cultura interne Perché investire in formazione Supporto al cambiamento Incremento del valore dei servizi Modernizzazione e razionalizzazione Modernizzazione e razionalizzazione Sviluppo della cultura interna

4 Supportare la creazione e la diffusione di nuovi profili professionali richiesti dai processi di modernizzazione amministrativa in corso Supportare il processo di informatizzazione della PA e la riorganizzazione del lavoro Supportare la riforma della dirigenza, con particolare riguardo allintegrazione del modello manageriale pubblico con quello degli altri settori della società Supportare la creazione e la diffusione di nuovi profili professionali richiesti dai processi di modernizzazione amministrativa in corso Supportare il processo di informatizzazione della PA e la riorganizzazione del lavoro Supportare la riforma della dirigenza, con particolare riguardo allintegrazione del modello manageriale pubblico con quello degli altri settori della società La Direttiva DFP 13 dicembre Obiettivi e settori prioritari di intervento La Direttiva sulla formazione e la valorizzazione del personale delle PPAA, emanata dal DFP il 13 dicembre 2001, è un riferimento importante nellambito del processo evolutivo del sistema formativo pubblico Rafforzamento della cultura del risultato e della responsabilità attraverso il potenziamento dei sistemi interni di controllo e valutazione del personale Sviluppo delle competenze manageriali di gestione delle risorse umane Creazione delle nuove figure professionali richieste in particolare nel campo della relazione con i cittadini e della comunicazione pubblica Semplificazione normativa Realizzazione del piano di e-government e degli altri piani sulla società dellinformazione Attuazione della normativa sulla comunicazione istituzionale Rafforzamento della cultura del risultato e della responsabilità attraverso il potenziamento dei sistemi interni di controllo e valutazione del personale Sviluppo delle competenze manageriali di gestione delle risorse umane Creazione delle nuove figure professionali richieste in particolare nel campo della relazione con i cittadini e della comunicazione pubblica Semplificazione normativa Realizzazione del piano di e-government e degli altri piani sulla società dellinformazione Attuazione della normativa sulla comunicazione istituzionale Settori prioritari di intervento Obiettivi

5 Una delle indicazioni più rilevanti fornite dalla Direttiva è rappresentata dallobbligatorietà della programmazione formativa per tutte le pubbliche amministrazioni Introduzione dellobbligo di programmazione formativa per ogni amministrazione che, sulla base degli indirizzi forniti in un apposito atto annuale dal DFP, deve fornire indicazioni relative a destinatari, metodologie formative e risorse finanziarie Introduzione dellobbligo di programmazione formativa per ogni amministrazione che, sulla base degli indirizzi forniti in un apposito atto annuale dal DFP, deve fornire indicazioni relative a destinatari, metodologie formative e risorse finanziarie Programmazione della formazione Obbligo di programmazione delle attività formative sulla base degli specifici fabbisogni formativi Diritto alla formazione permanente per tutti i dipendenti (numero minimo di ore formazione per addetto) Responsabilità dei dirigenti per la formazione delle risorse gestite Assimilazione della formazione ad un investimento con conseguente necessità di valutarne landamento ed il ritorno nonché il rispetto do standard di efficacia, efficienza e qualità Allineamento della formazione a: –esigenze di crescita professionale del personale; –bisogni dellorganizzazione relativi al raggiungimento dei suoi obiettivi istituzionali –miglioramento della qualità dei servizi prestati ai cittadini Obbligo di programmazione delle attività formative sulla base degli specifici fabbisogni formativi Diritto alla formazione permanente per tutti i dipendenti (numero minimo di ore formazione per addetto) Responsabilità dei dirigenti per la formazione delle risorse gestite Assimilazione della formazione ad un investimento con conseguente necessità di valutarne landamento ed il ritorno nonché il rispetto do standard di efficacia, efficienza e qualità Allineamento della formazione a: –esigenze di crescita professionale del personale; –bisogni dellorganizzazione relativi al raggiungimento dei suoi obiettivi istituzionali –miglioramento della qualità dei servizi prestati ai cittadini Principi fondamentali La Direttiva DFP 13 dicembre Principi fondamentali e Programmazione della formazione

6 Con riferimento specifico alla qualità della formazione la Direttiva indica una serie di linee guida volte ad assicurare la qualità degli interventi e delle politiche formative da attuare dalle Amministrazioni Pubbliche Supporto e monitoraggio, da parte delle Amministrazioni, dellintero processo formativo per lintera durata di svolgimento dello stesso in tutte le sue fasi, dallindividuazione dei destinatari e dei fabbisogni fino alla valutazione conclusiva Misurazione dellefficacia dei risultati dellazione formativa intrapresa e del cambiamento prodotto dalla formazione Individuazione di precisi strumenti a supporto dellazione formativa di cui le Amministrazioni devono dotarsi Supporto e monitoraggio, da parte delle Amministrazioni, dellintero processo formativo per lintera durata di svolgimento dello stesso in tutte le sue fasi, dallindividuazione dei destinatari e dei fabbisogni fino alla valutazione conclusiva Misurazione dellefficacia dei risultati dellazione formativa intrapresa e del cambiamento prodotto dalla formazione Individuazione di precisi strumenti a supporto dellazione formativa di cui le Amministrazioni devono dotarsi Linee Guida per la Qualità BANCA DATI DEL PERSONALE contenente informazioni sui titoli di studio, le esperienze lavorative interne ed esterne ed i precedenti percorsi formativi del personale; BANCA DATI EVENTI FORMATIVI che tenga traccia delle precedenti esperienze formative dellamministrazione; LISTA FORNITORI che comprenda le istituzioni di formazione precedentemente selezionate, in base a : –procedure di selezione o accreditamento autonomamente disegnate e condotte dallamministrazione stessa; –certificazioni di qualità rilasciate da istituti di certificazione in base alle normative di settore –risultati di eventuali prestazioni precedentemente rese allente stesso BANCA DATI DEL PERSONALE contenente informazioni sui titoli di studio, le esperienze lavorative interne ed esterne ed i precedenti percorsi formativi del personale; BANCA DATI EVENTI FORMATIVI che tenga traccia delle precedenti esperienze formative dellamministrazione; LISTA FORNITORI che comprenda le istituzioni di formazione precedentemente selezionate, in base a : –procedure di selezione o accreditamento autonomamente disegnate e condotte dallamministrazione stessa; –certificazioni di qualità rilasciate da istituti di certificazione in base alle normative di settore –risultati di eventuali prestazioni precedentemente rese allente stesso Indicazione degli Strumenti La Direttiva DFP 13 dicembre Linee Guida per la Qualità e Indicazione degli strumenti

7 Gli Attori del sistema Il modello generale di funzionamento del sistema formativo pubblico definito dalla Direttiva assegna al DFP un ruolo di coordinamento ed indirizzo nellambito delle attività formative della PA Monitora i fabbisogni, la qualità e lefficacia della formazione Monitora lofferta formativa dei soggetti terzi Fornisce supporto alle Amministrazioni Centrali nellattuazione della Direttiva Redige il Rapporto Annuale sulla Formazione Monitora i fabbisogni, la qualità e lefficacia della formazione Monitora lofferta formativa dei soggetti terzi Fornisce supporto alle Amministrazioni Centrali nellattuazione della Direttiva Redige il Rapporto Annuale sulla Formazione Aggiornano i programmi ed i corsi di formazione sul tema della gestione delle RU Collaborano con il DFP per lo svolgimento di funzioni di indirizzo e coordinamento Aggiornano i programmi ed i corsi di formazione sul tema della gestione delle RU Collaborano con il DFP per lo svolgimento di funzioni di indirizzo e coordinamento Scuole della Pubblica Amministrazione Formula indirizzi e linee guida sui programmi di Formazione a distanza di concerto con il DFP Svolge funzioni di indirizzo e coordinamento - per i settori di sua competenza, in collaborazione con il DFP e le SPA Formula indirizzi e linee guida sui programmi di Formazione a distanza di concerto con il DFP Svolge funzioni di indirizzo e coordinamento - per i settori di sua competenza, in collaborazione con il DFP e le SPA DIT Indirizzi e Linee guida su FAD e FOL Formula indirizzi e linee guida sui programmi di FAD e FOL di concerto con il DIT Svolge funzioni di indirizzo e coordinamento in collaborazione con le SPA Promuove e coordina le iniziative di accompagnamento e formazione per lattuazione della Direttiva Formula le linee di indirizzo sui piani di formazione Effettua lanalisi qualitativa dei programmi formativi Coordina le attività di redazione del Rapporto Annuale Formula indirizzi e linee guida sui programmi di FAD e FOL di concerto con il DIT Svolge funzioni di indirizzo e coordinamento in collaborazione con le SPA Promuove e coordina le iniziative di accompagnamento e formazione per lattuazione della Direttiva Formula le linee di indirizzo sui piani di formazione Effettua lanalisi qualitativa dei programmi formativi Coordina le attività di redazione del Rapporto Annuale Istituzione delle strutture preposte alla programmazione ed alla gestione della formazione Attivazione di sistemi di governo interno della formazione Redazione del Piano annuale di formazione Istituzione delle strutture preposte alla programmazione ed alla gestione della formazione Attivazione di sistemi di governo interno della formazione Redazione del Piano annuale di formazione Atto annuale di Indirizzo sulla Formazione Inviano il Piano annuale di Formazione AMMINISTRAZIONI Azioni di promozione e iniziative di accompagnamento Collaborano alle funzioni di indirizzo e coordinamento DFP Richiede i dati per la redazione del Rapporto Inviano il Piano annuale di Formazione e i dati per la redazione del Rapporto SSPA Interagiscono per la redazione del Rapporto Annuale Collabora allo svolgimento di funzioni di indirizzo e coordinamento limitatamente ai settori di sua competenza Collabora alle funzioni di indirizzo e coordinamento

8 A tale ruolo corrispondono una serie di attività tipicamente di guida e di indirizzo svolte dalle strutture del Dipartimento Emissione di una Guida Operativa relativa alle fasi del processo di formazione Emissione Linee guida relative allutilizzo delle tecnologie e delle metodologie da adottare nei processi formativi, in collaborazione con il DIT Emissione, dellAtto di Indirizzo Annuale sulla formazione contenente linee di azioni, programmi strategici nazionali, forme di collaborazione con soggetti pubblici e privati Acquisizione dei Piani di formazione del personale adottati dalle Amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, nonché enti pubblici non economici, entro il 30 Gennaio (Art. 4 L. n.3 16/01/2003) Emissione di una Guida Operativa relativa alle fasi del processo di formazione Emissione Linee guida relative allutilizzo delle tecnologie e delle metodologie da adottare nei processi formativi, in collaborazione con il DIT Emissione, dellAtto di Indirizzo Annuale sulla formazione contenente linee di azioni, programmi strategici nazionali, forme di collaborazione con soggetti pubblici e privati Acquisizione dei Piani di formazione del personale adottati dalle Amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, nonché enti pubblici non economici, entro il 30 Gennaio (Art. 4 L. n.3 16/01/2003) ATTIVITA Il DFP, svolge funzioni di indirizzo e coordinamento, in collaborazione con il DIT e le Scuole Pubblica Amministrazione Il DFP promuove iniziative di accompagnamento e formazione, per lattuazione della normativa Il DFP collabora con le Università e gli Istituti di alta formazione privati, per attività di analisi e monitoraggio corsi Il DFP assicura il raccordo con il DIT relativamente agli interventi di formazione connessi alluso delle tecnologie dellinformazione e comunicazione (Art. 4 L. n.3 16/01/2003) Il DFP, svolge funzioni di indirizzo e coordinamento, in collaborazione con il DIT e le Scuole Pubblica Amministrazione Il DFP promuove iniziative di accompagnamento e formazione, per lattuazione della normativa Il DFP collabora con le Università e gli Istituti di alta formazione privati, per attività di analisi e monitoraggio corsi Il DFP assicura il raccordo con il DIT relativamente agli interventi di formazione connessi alluso delle tecnologie dellinformazione e comunicazione (Art. 4 L. n.3 16/01/2003) RUOLO Il Ruolo del DFP nellambito del sistema formativo pubblico 1/3

9 Il Ruolo del DFP nellambito del sistema formativo pubblico Con particolare riferimento al tema della qualità della formazione pubblica il D.M. 20 giugno 2003 e la Direttiva 2004 sull'attività amministrativa e sulla gestione assegnano al DFP un ruolo di indirizzo, sviluppo e monitoraggio La formazione del Personale delle Pubbliche Amministrazioni rientra tra le priorità politiche e gli obiettivi strategici fissati dalla Direttiva 2004 La Direttiva 2004 individua nella realizzazione di interventi di valorizzazione della qualità della domanda e dellofferta formativa il principale Programma dazione per la realizzazione dellobiettivo strategico sulla formazione del personale La formazione del Personale delle Pubbliche Amministrazioni rientra tra le priorità politiche e gli obiettivi strategici fissati dalla Direttiva 2004 La Direttiva 2004 individua nella realizzazione di interventi di valorizzazione della qualità della domanda e dellofferta formativa il principale Programma dazione per la realizzazione dellobiettivo strategico sulla formazione del personale Gli obiettivi sulla formazione contenuti nella Direttiva 2004 Definizione delle strategie di attuazione dei progetti sulla qualità della formazione nella PA Coordinamento dell'attività di ricerca con i soggetti pubblici coinvolti per definire un sistema di valutazione dell'attività formativa nella PA e per la sua sperimentazione Coordinamento dell'attività di ricerca finalizzata alla definizione di modelli di accreditamento delle strutture formative per la PA Stipula di Protocolli dintesa con enti pubblici e privati per la definizione di criteri e standard qualitativi Definizione delle strategie di attuazione dei progetti sulla qualità della formazione nella PA Coordinamento dell'attività di ricerca con i soggetti pubblici coinvolti per definire un sistema di valutazione dell'attività formativa nella PA e per la sua sperimentazione Coordinamento dell'attività di ricerca finalizzata alla definizione di modelli di accreditamento delle strutture formative per la PA Stipula di Protocolli dintesa con enti pubblici e privati per la definizione di criteri e standard qualitativi Principali attività nellambito della qualità formativa Modelli di valutazione dell'attività formativa nella PA Creazione e sviluppo di modelli di accreditamento Modelli di valutazione dell'attività formativa nella PA Creazione e sviluppo di modelli di accreditamento Risultati attesi

10 Il Ruolo del DFP nellambito del sistema formativo pubblico 2/2 La stipula di accordi e protocolli dintesa con istituzioni formative pubbliche e private è tra gli strumenti adottati dal DFP al fine di sviluppare un modello condiviso di accreditamento della formazione Obiettivo dei Protocolli per la qualità dei servizi formativi è la definizione di standard qualitativi comuni, misurabili e verificabili per ognuna delle quattro fasi nelle quali si articola il processo formativo Valutazione dei risultati Progettazione degli interventi Analisi e diagnosi del fabbisogno Monitoraggio Erogazione della formazione Input Ouput Input Ouput Input OuputInput Responsabiliz- zazione della committenza Analisi dei fabbisogni formativi del target di riferimento Realizzazione di database dei partecipanti Responsabiliz- zazione della committenza Analisi dei fabbisogni formativi del target di riferimento Realizzazione di database dei partecipanti Monitoraggio tramite tutor daula e strumenti di verifica in itinere Definizione standard di svolgimento Revisione obiettivi, metodi e contenuti Monitoraggio tramite tutor daula e strumenti di verifica in itinere Definizione standard di svolgimento Revisione obiettivi, metodi e contenuti Definizione degli obiettivi di formazione e apprendimento Metodologie didattiche attive Designazione responsabili dei corsi Elenco docenti e fornitori Definizione degli obiettivi di formazione e apprendimento Metodologie didattiche attive Designazione responsabili dei corsi Elenco docenti e fornitori Valutazione dei feedback Prove di verifica Valutazione del processo e dellimpatto organizzativo Incontri annuali dei responsabili dei corsi sui temi della qualità della formazione Valutazione dei feedback Prove di verifica Valutazione del processo e dellimpatto organizzativo Incontri annuali dei responsabili dei corsi sui temi della qualità della formazione Processo formativo

11 Direttrici di intervento Le direttrici di intervento del DFP si focalizzano sul raggiungimento di elevati standard qualitativi in tema di politiche, organizzazione, processi e strumenti della formazione pubblica In interventi volti alla definizione chiara e condivisa di politiche, processi organizzativi e strumenti di sviluppo delle risorse umane In programmi di formazione mirati che tengano conto delle specificità e delle diversità dei diversi comparti della PA Nello sviluppo di iniziative di partnership pubblico-privato che aprano la strada ad un processo simbiotico che operi attraverso la condivisione di strumenti e metodologie Nelladozione di sistemi di accreditamento degli Enti pubblici e privati che erogano formazione Nelladozione di standard qualitativi e sistemi di certificazione (es. ISO 10015) per assicurare la qualità lungo lintero ciclo di erogazione della formazione Nello sviluppo di strumenti innovativi di formazione resi disponibili dalle nuove tecnologie informatiche e di rete (e-learning) Nella valutazione (ex ante ed ex post) degli investimenti effettuati nella formazione In interventi volti alla definizione chiara e condivisa di politiche, processi organizzativi e strumenti di sviluppo delle risorse umane In programmi di formazione mirati che tengano conto delle specificità e delle diversità dei diversi comparti della PA Nello sviluppo di iniziative di partnership pubblico-privato che aprano la strada ad un processo simbiotico che operi attraverso la condivisione di strumenti e metodologie Nelladozione di sistemi di accreditamento degli Enti pubblici e privati che erogano formazione Nelladozione di standard qualitativi e sistemi di certificazione (es. ISO 10015) per assicurare la qualità lungo lintero ciclo di erogazione della formazione Nello sviluppo di strumenti innovativi di formazione resi disponibili dalle nuove tecnologie informatiche e di rete (e-learning) Nella valutazione (ex ante ed ex post) degli investimenti effettuati nella formazione Dove investire

12 LAmministrazione potrà più facilmente conseguire i propri obiettivi programmatici se saprà sviluppare le competenze del personale che in essa opera e se saprà integrare trasversalmente capacità e conoscenze che concorrono verso lunica finalità di generare valore per cittadini e imprese Lattuazione delle politiche e dei piani strategici del Governo, come ad esempio la Politica per lo sviluppo della Società dellInformazione ed il Piano di e-Government, richiedono un adeguamento delle conoscenze e delle competenze del personale che sarà preposto alla programmazione, alla gestione ed allerogazione dei nuovi servizi pubblici secondo modalità e logiche innovative La diffusione della conoscenza, lo sviluppo di nuove competenze, la condivisione di esperienze di successo saranno gli strumenti attraverso i quali la Pubblica Amministrazione sosterrà i processi di cambiamento in atto e contribuirà ad incrementare la sua capacità di risposta alle esigenze dei cittadini e delle imprese LAmministrazione potrà più facilmente conseguire i propri obiettivi programmatici se saprà sviluppare le competenze del personale che in essa opera e se saprà integrare trasversalmente capacità e conoscenze che concorrono verso lunica finalità di generare valore per cittadini e imprese Lattuazione delle politiche e dei piani strategici del Governo, come ad esempio la Politica per lo sviluppo della Società dellInformazione ed il Piano di e-Government, richiedono un adeguamento delle conoscenze e delle competenze del personale che sarà preposto alla programmazione, alla gestione ed allerogazione dei nuovi servizi pubblici secondo modalità e logiche innovative La diffusione della conoscenza, lo sviluppo di nuove competenze, la condivisione di esperienze di successo saranno gli strumenti attraverso i quali la Pubblica Amministrazione sosterrà i processi di cambiamento in atto e contribuirà ad incrementare la sua capacità di risposta alle esigenze dei cittadini e delle imprese Conclusioni La realizzazione di un sistema formativo pubblico di qualità rappresenta un appuntamento irrinunciabile per una Pubblica Amministrazione che voglia essere competitiva


Scaricare ppt "La qualità della formazione per la Pubblica Amministrazione Verso standard condivisi tra pubblico e privato Roma, 13 Maggio 2004 La Formazione di Qualità"

Presentazioni simili


Annunci Google