La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 I sistemi informativi integrati come strumento per controllare e ridurre i costi nel TPL migliorando la qualità del servizio. Giulio Guerrini Direttore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 I sistemi informativi integrati come strumento per controllare e ridurre i costi nel TPL migliorando la qualità del servizio. Giulio Guerrini Direttore."— Transcript della presentazione:

1 1 I sistemi informativi integrati come strumento per controllare e ridurre i costi nel TPL migliorando la qualità del servizio. Giulio Guerrini Direttore Generale Atr – Agenzia per la Mobilità Forlì-Cesena Pisa, 6 maggio 2005

2 2 Indice generale Presentazione Appendice 1 Descrizioni tecniche sistema informativo ATR Appendice 2 Certificazioni SITPL Appendice 3 Trentanni di ATR

3 3 Limportanza della Pianificazione Strategica

4 4 Piano strategico 1997 Da azienda trasporti ad azienda mobilità Riprogettazione reti urbane di Forlì – Cesena… Risultati

5 5 Piano strategico 2003 – 2007 La nascita dellAgenzia Levoluzione La diversificazione

6 6 La mission di Atr ATR è unorganizzazione orientata allo sviluppo della sostenibilità economica e ambientale della mobilità e del territorio a garanzia della qualità dei servizi erogati al cittadino-cliente Piano Strategico

7 7 ATR in sintesi

8 8

9 9

10 10 Perché un nuovo sistema informativo ?

11 11 TrasportiFFSS ElettricitàEnel Gas Acqua Rifiuti Aziende di trasporto pubblico, FFSS Aziende di distribuzione locale, ENEL Azienda gas Azienda acqua Azienda rifiuti Servizi Pubblici NazionaleLocale Ambito di monopolio Il superamento del regime monopolistico nei servizi pubblici … I ruoli di ATR e le linee di sviluppo

12 12 Ruolo potenziale Agenzia per il Territorio Ente organizzazione gare Ente di controllo Società immobiliari Società gestione servizi Società gestione infrastrutture E.L. o Agenzia Ministero Industria Enti locali o società patrimoniali Enti locali riuniti nellATO Enti locali riuniti nellATO E.L. o Agenzia Autorità per lEE e il gas (AEEG) Autorità per lEE e il gas (AEEG) Autorità dambito (ATO) (1) Autorità dambito (ATO) (1) E.L. o Agenzia Non definita Enti locali o società patrimoniali Enti locali o società patrimoniali Enti locali o società patrimoniali E.L. o Agenzia Società Trasporti Elettricità Gas Acqua Rifiuti Società distribuzione Società vendita Società vendita Società distribuzione Gestione dambito Gestione dambito (1) Possibile controllo dellAgenzia per il Territorio per conto dellATO... comporta lo sviluppo di nuovi organismi di indirizzo, controllo e gestione a livello locale I ruoli di ATR e le linee di sviluppo

13 13 Agenzia per il territorio Regolamenta- zione servizi pubblica utilità Proprietà infrastrutture pubblica utilità Agenzia per la mobilità Gestione servizi mobilità Sviluppo mobilità sostenibile Regolamentazione TPL Gestione infrastrutture mobilità Gestione TPL Ente monopolista Ruolo cessato Ruolo attuale Ruolo da sviluppare Gestione/ Controllo servizi non industriali Il percorso dellAgenzia La trasformazione in Agenzia per la Mobilità ed eventualmente in Agenzia per il territorio comporta per ATR lassunzione di nuovi ruoli

14 14 La Mission operativa dellAgenzia In base agli indirizzi programmatici degli Enti Locali, lAgenzia della Mobilità dovrà soddisfare in modo unitario le esigenze di mobilità dei cittadini attraverso lo sviluppo delle seguenti funzioni: pianificazione, determinazione standard (tecnici, economici e qualitativi) e sviluppo dei servizi di TPL e di altri servizi di mobilità congiuntamente alla riduzione dellimpatto ambientale dei sistemi di trasporto; promozione dellintermodalità, dellintegrazione tariffaria e dellinformazione unificata; progettazione e sviluppo e gestione di sistemi tecnologici integrati di monitoraggio e regolazione della mobilità; realizzazione di un sistema di marketing, comunicazione, promozione e informazione al servizio delle esigenze del cittadino; organizzazione e regolazione dei servizi di TPL e di altri servizi di mobilità; sviluppo di una cultura imprenditoriale della gestione dei servizi pubblici; mantenimento e valorizzazione del patrimonio assegnato gestione della mobilità nel suo complesso (sosta, parcheggi, accesso ai centri urbani ecc).

15 15 LIdea (1) settore del TPL Processo di riforma del settore TPL Crescita della competitività e della concorrenza Riorganizzazione dei processi aziendali Riorganizzazione dei processi aziendali Miglioramento delle performance aziendali Miglioramento delle performance aziendali Liberalizzazione Regolamentata Liberalizzazione regolamentata

16 16 LIdea (2) settore del TPL Riorganizzazione dei processi aziendali Riorganizzazione dei processi aziendali SITPL Miglioramento delle performance aziendali Necessità di sistemi e soluzioni integrate

17 17 Il sistema SITPL Sistema integrato Stabilita ed affidabilita Flessibilita – capacita evolutive (avm, stimer,…) Aperto Punti di forza del sistema

18 18 Il Progetto In particolare SITPL consente di raccordare le funzioni di Programmazione e Pianificazione del servizio proprie dellAgenzia con quelle di Produzione e Consuntivazione svolte dalla Società Operativa

19 19 Requisiti del sistema informativo ATR AGENZIA MOBILITA Cittadini Operatori Regione/Enti Locali/Agenzie Mobilita Programmazione e regia della mobilita con enti locali Promozione e vendita servizi ai cittadini Produzione servizi contrattati con operatori La soluzione ad alcune delle problematiche era dotare ATR di : uno strumento informativo idoneo per dimensione, flessibilita e funzionalita, nel quale siano presenti tutti gli strumenti per pianificare e controllare i processi di programmazione e produzione dei servizi tecnici amministrativi, contabili, gestionali e logistici caratteristici delle agenzie della mobilita. uno strumento di supporto per il monitoraggio del servizio negli aspetti sia quantitativi che qualitativi, per la gestione del rapporto con lutenza, per la definizione ed il monitoraggio delle politiche tariffarie.

20 20 Monitoraggio di un Contratto di Servizio

21 21 CARTA DEI SERVIZI CONTRATTO DI SERVIZIO ACCORDO DI PROGRAMMA CLAUSOLA SOCIALE Controlli amministrativi su adempimenti CCNL Certificazione etica Formazione del personale Regolarità Puntualità Accessibilità Sicurezza e qualità del viaggio Servizi innovativi Fiducia e sicurezza Attenzione alle esigenze dei clienti Affidabilità Disponibilità e cortesia Aspetto esteriori Comunicazione Rispetto per lambiente Origine dei controlli Indagine qualità percepita Costo operativo orario Indice di evasione N° reclami gestore Qualità erogata: regolarità, puntualità,sicurezza Formazione

22 22 Segnalazioni utenza Controlli Campionari Controlli Tecnologici Controlli Tecnico amministrativi Controlli Occasionali Qualità percepita Tipi di controllo

23 23 Controllo parametri per sistema premi - penali

24 24 Controllo parametri per sistema premi - penali

25 25 Conclusioni Il quadro complessivo Lorganizzazione Il sistema informativo come cerniera fra Regione – Agenzia - Gestore - Cliente

26 26 Il controllo della qualità del servizio (1) Lo sviluppo dei processi e delle competenze di controllo del servizio va fatto in un quadro di compatibilità complessivo … 1.Livello di servizio per i cittadini Garanzie di efficacia della spesa pubblica in TPL 2.Controllo come forma non solo di verifica, ma anche di indirizzo sulla gestione operativa (logiche di premio/punizione, ecc.) 3.Applicazione dei criteri previsti dal capitolato/CdS su: -Tempi/puntualità -Informazione -Qualità trasporto -Gestione interna -Evasione, ecc. 4.Logiche di comportamento, modalità di controllo, meccanismi di sanzionamento, ecc. 5.Garanzia di oggettività e professionalità dei controlli 6.Verifica efficacia controlli di ATR 7.Sviluppo competenze di valutazione tecnico- economica con strumenti statistici e organizzativi Formazione Obiettivi Governance Audit Regione AmbitoProcesso Competenze e risorse Certificazione

27 27 Il controllo della qualità del servizio (2)... sulla base di alcuni principi generali Ottimizzazione del servizio agli utenti (es. Collegare la pianificazione del servizio con il controllo qualità) Efficienza del servizio (Produttività, valutazione costi-benefici sui servizi non minimi, ecc.) Assunzione responsabilità specifiche del ruolo di ente di controllo Quadro di controlli e verifiche a vari livelli (autocontrollo società operative, controllo ATR, audit Regione), evitando duplicazioni di attività e conflitti Trasparenza vs. Enti finanziatori e cittadinanza Sostenibilità complessiva del sistema

28 28 Revisione organizzazione aziendale Lintervento realizzato nellarco del 2003 e del 2004 si è articolato in tre fasi: Fase A individuazione dei processi necessari per perseguire gli obiettivi definiti dal piano strategico e definizione di una prima mappa di competenze attese Fase B definizione dellassetto organizzativo idoneo al governo dei processi individuati Fase C descrizione dettagliata dei flussi di lavoro necessari per la gestione delle attività legate ai processi con la definizione dellorganizzazione di singolo processo

29 29 SITPL come strumento informativo integrato Agenzia Soc. Servizi SAP Maior Sistema Informativo del Gestore Enti Locali Regione Sistema Informativo SITPL

30 30 Evoluzione prevista del sistema informativo EU-spirit GPS WLAN GSM/GPRS Rete Radio Sistemi di trasmissione ATR Agenzia per la mobilita SAP Maior Manutenzione CRM AVM STIMER CallCenter E- mail SMS FAX Telefono Agenzie della Mobilita InfoMobilita LINEA 2 IN ARRIVO Paline fermata Bacheche PuntoBus Indicatori di percorso Indicatori Prossima Fermata Linea per Ravenna in arrivo fra 5 minuti. ProgettoStimer P Enti Locali

31 31 Evoluzione sistema informativo per gestione C.D.S. Dati servizio Pianificato e Consuntivato Management Artificial Intelligence Operation Research AVM Crm Reclami PALMARI Controllo Contratto di servizio : - Sistema Premi/Penali - Penali

32 32 (grazie per lattenzione )

33 33 (contatti) Sede legale, presidenza, direzione, uffici Via Lombardini, 2 – Forlì Deposito Spinelli Cesena – Via Spinelli, 140 – Tel Deposito Pandolfa Forlì – Via Pandolfa, 50 – Tel Punto Bus Cesena Biglietteria e Ufficio Informazioni – Piazzale Marx 1 Punto Bus Forlì Biglietteria e Ufficio Informazioni – Via Volta 1


Scaricare ppt "1 I sistemi informativi integrati come strumento per controllare e ridurre i costi nel TPL migliorando la qualità del servizio. Giulio Guerrini Direttore."

Presentazioni simili


Annunci Google