La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Lean Thinking Un esercizio. 2 Il caso UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni da 200 l UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Lean Thinking Un esercizio. 2 Il caso UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni da 200 l UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni."— Transcript della presentazione:

1 1 Lean Thinking Un esercizio

2 2 Il caso UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni da 200 l UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni da 200 l I bidoni hanno un costo elevato I bidoni hanno un costo elevato Per tale motivo dopo luso vengono recuperati e, dopo opportuno lavaggio, sono riutilizzati numerose volte Per tale motivo dopo luso vengono recuperati e, dopo opportuno lavaggio, sono riutilizzati numerose volte Quelli inutilizzabili sono schiacciati e venduti come rottame Quelli inutilizzabili sono schiacciati e venduti come rottame

3 3 Il processo iniziale Inizialmente era stata adattata una piccola zona all'aperto, in un angolo dello stabilimento, dove un operaio provvedeva: Inizialmente era stata adattata una piccola zona all'aperto, in un angolo dello stabilimento, dove un operaio provvedeva: –ad accumulare i bidoni inutilizzabili –a schiacciarli con una pressa idraulica da 150 ton. posta sotto una tettoia –a caricare di tanto in tanto un camion con i bidoni schiacciati, destinazione rottamaio

4 4 Il Processo AS IS Le cose sono cambiate: la produzione é aumentata del 400% ed il risultato netto é che i bidoni da rottamare sono aumentati paurosamente (circa 500 alla settimana) Le cose sono cambiate: la produzione é aumentata del 400% ed il risultato netto é che i bidoni da rottamare sono aumentati paurosamente (circa 500 alla settimana) Il che ha richiesto di adeguare il Processo Il che ha richiesto di adeguare il Processo Lattuale Processo di rottamazione AS IS è illustrato negli schizzi seguenti (sezione e pianta) Lattuale Processo di rottamazione AS IS è illustrato negli schizzi seguenti (sezione e pianta)

5 5

6 6

7 7 Attività del Processo AS IS I bidoni resi dai clienti vengono scaricati su un nastro trasportatore I bidoni resi dai clienti vengono scaricati su un nastro trasportatore Un ispettore li controlla rapidamente uno alla volta e colloca quelli riutilizzabili su un altro nastro per portarli allimpianto di lavaggio Un ispettore li controlla rapidamente uno alla volta e colloca quelli riutilizzabili su un altro nastro per portarli allimpianto di lavaggio Colloca quelli danneggiati su una soletta di calcestruzzo Colloca quelli danneggiati su una soletta di calcestruzzo

8 8 Attività del Processo AS IS Due operai a tempo pieno: Due operai a tempo pieno: –prelevano i bidoni dalla soletta –li portano nel cortile facendoli rotolare giù per il sentiero –li ammucchiano alla rinfusa –li prelevano –li schiacciano alla pressa –caricano due volte alla settimana il camion che li porterà dal rottamaio

9 9 Il Processo AS IS L'area addetta all'operazione é un vero caos: é sempre stracolma di bidoni (il che é anche pericoloso) ed il disordine regna sovrano L'area addetta all'operazione é un vero caos: é sempre stracolma di bidoni (il che é anche pericoloso) ed il disordine regna sovrano Il Direttore generale é su tutte le furie: Il Direttore generale é su tutte le furie: il caos si vede benissimo dalla pubblica via,.... che figura !!! il caos si vede benissimo dalla pubblica via,.... che figura !!!

10 10 Il Processo AS IS Inoltre é aumentato il tasso di (piccoli) infortuni ai due operai Inoltre é aumentato il tasso di (piccoli) infortuni ai due operai Il tocco finale é che l'operazione non "paga" più in termini di costo/benefici Il tocco finale é che l'operazione non "paga" più in termini di costo/benefici

11 11 Obiettivi La Direzione richiede, ovviamente a un giovane ingegnere (a chi se no), di risolvere il problema (Reengineering del processo) La Direzione richiede, ovviamente a un giovane ingegnere (a chi se no), di risolvere il problema (Reengineering del processo) Specifiche: Specifiche: –più ordine e più pulizia nella zona –migliore Igiene del Lavoro (anche per evitare grane sindacali)

12 12 Obiettivi e, già che ci siamo (se non che Direzione è!), ….. e, già che ci siamo (se non che Direzione è!), ….. –significativa riduzione dei costi, ovviamente a partire dal personale !

13 13 Come il giovane ingegnere risolverebbe il problema? Fra i giovani studenti di Ingegneria si nota una preoccupante tendenza (~60%) a proporre soluzioni super- tecnologiche e costosissime tipo linee ultra-automatiche e robotizzate …. Fra i giovani studenti di Ingegneria si nota una preoccupante tendenza (~60%) a proporre soluzioni super- tecnologiche e costosissime tipo linee ultra-automatiche e robotizzate …. ….. daltra parte sono le uniche risposte possibili grazie alla mentalità Smithiana inserita nel loro DNA !!

14 14 Un ulteriore vincolo Purtroppo, mi sono scordato di dire che, la Direzione impone (è una novità?) ….. Purtroppo, mi sono scordato di dire che, la Direzione impone (è una novità?) ….. …. investimenti nulli o molto limitati

15 15 La soluzione Il giovane ingegnere può facilmente trovare una soluzione Riprogettando (Reengineering) il Processo: Il giovane ingegnere può facilmente trovare una soluzione Riprogettando (Reengineering) il Processo: con Mentalità Snella (Lean Thinking) eliminando i Muda!

16 Una soluzione Lean Manufacturing al Caso dellazienda chimica

17 17 Analisi Lean Nel Processo AS IS quali sono i MUDA? Nel Processo AS IS quali sono i MUDA? Quelli eliminabili da subito (con la soluzione trovata) sono definiti MUDA di II° specie, quelli non eliminabili perché non si è ancora trovata una soluzione sono MUDA di I° specie Quelli eliminabili da subito (con la soluzione trovata) sono definiti MUDA di II° specie, quelli non eliminabili perché non si è ancora trovata una soluzione sono MUDA di I° specie Ben si intende che un anche quelli di I° specie dovranno essere eliminati (con il Kaizen = Miglioramento continuo) Ben si intende che un anche quelli di I° specie dovranno essere eliminati (con il Kaizen = Miglioramento continuo)

18 18 I MUDA AS IS – - Ispezionare i bidoni resi – Muda I° specie –D - Collocare i bidoni inutilizzabili sulla soletta di calcestruzzo – Muda II° specie – - Rotolare i bidoni lungo il sentiero fino al cortile - Muda II° specie –D - Ammucchiare i bidoni nel cortile - Muda II° specie – - Riprendere i bidoni dal mucchio e portarli alla pressa - Muda II° specie

19 19 I Muda –D - Ammucchiare i bidoni schiacciati in attesa di essere caricati sul camion - Muda II° specie – - Caricare i bidoni schiacciati sul camion (per portarli dal rottamaio) - Muda II° specie

20 20 Analisi Lean In pratica lunica attività a Valore dellattuale Processo è lo schiacciamento In pratica lunica attività a Valore dellattuale Processo è lo schiacciamento

21 21 Sfida creativa Come fare ad eliminare i MUDA? Come fare ad eliminare i MUDA? È il solito mestiere di un Ingegnere: con un po di fantasia creativa si deve progettare un Processo LEAN che sia, possibilmente: È il solito mestiere di un Ingegnere: con un po di fantasia creativa si deve progettare un Processo LEAN che sia, possibilmente: –a flusso continuo (in gergo one piece flow) –svolto da una sola persona (in gergo Case Worker )

22 22 Un Progetto

23 23

24 24 Il Processo TO BE Il Processo é snello perché: Il Processo é snello perché: Le attività MUDA (movimentazione, rotolamento, ammucchiamento e carico del camion) sono state eliminate Le attività MUDA (movimentazione, rotolamento, ammucchiamento e carico del camion) sono state eliminate

25 25 Il Processo TO BE Il flusso é praticamente continuo: Il flusso é praticamente continuo: –l'ispettore (Case Worker), un pezzo alla volta, smista i bidoni –quelli danneggiati li inserisce in pressa –la pressa schiaccia il bidone (tempo ciclo molto corto) –il Case Worker lo fa cadere, tramite lo scivolo e un'asta metallica, direttamente nel camion (meglio ancora: su un rimorchio!!)

26 26 Il Processo TO BE La soluzione proposta rispetta le specifiche imposte dalla Direzione perché: La soluzione proposta rispetta le specifiche imposte dalla Direzione perché: –Il caos nel cortile scompare e lo stesso può essere abbellito con alberi e fiori –Gli infortuni sono finiti –E' veloce da realizzare –È economica –Richiede investimenti minimi

27 27 Il Processo TO BE E le risorse risparmiate? E le risorse risparmiate? I due operai che avanzano (problema tipico del Lean) sono stati trasferiti ad un altro reparto (non devono essere licenziati) e al Case Worker è stato aumentato il salario I due operai che avanzano (problema tipico del Lean) sono stati trasferiti ad un altro reparto (non devono essere licenziati) e al Case Worker è stato aumentato il salario Il terreno è stato destinato a giardinetto Il terreno è stato destinato a giardinetto

28 28 Risparmio di risorse Ovviamente i risparmi: Ovviamente i risparmi: –Di tempo –Di spazio –Di lavoro –…–…–…–… sono in linea con quelli normali delle applicazioni Lean Thinking (Manufacturing) sono in linea con quelli normali delle applicazioni Lean Thinking (Manufacturing)

29 29 E gli aspetti informatici? È ovvio che nella precedente soluzione linformatica non è servita per snellire il Processo È ovvio che nella precedente soluzione linformatica non è servita per snellire il Processo Regola: le ICT non dovrebbero informatizzare i Processi AS IS (anche quelli di supporto) ma reingegnerizzarli TO BE per snellirli e per tenerli sotto controllo (fornire gli Indicatori) Regola: le ICT non dovrebbero informatizzare i Processi AS IS (anche quelli di supporto) ma reingegnerizzarli TO BE per snellirli e per tenerli sotto controllo (fornire gli Indicatori)

30 30


Scaricare ppt "1 Lean Thinking Un esercizio. 2 Il caso UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni da 200 l UnAzienda Chimica fornisce vari prodotti in bidoni."

Presentazioni simili


Annunci Google